Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare foto cancellate Android

di

Stavi facendo un po’ di pulizia tra le foto scattate con il tuo smartphone Android e, per sbaglio, hai eliminato anche alcuni scatti che dovevi conservare? Non disperarti, potrebbe esserci ancora la possibilità di recuperarli. Se la porzione di memoria su cui erano salvate le tue immagini non è stata già sovrascritta da altri dati, puoi ripristinare le foto anche se le hai rimosse. Basta usare gli strumenti giusti.

Se vuoi provarci, qui sotto trovi spiegato come recuperare foto cancellate Android grazie ad alcune applicazioni che puoi eseguire direttamente dal tuo dispositivo mobile oppure dal PC. In linea di massima sarebbero preferibili quelle che si eseguono dal computer, perché così non si copiano nuovi dati sul telefono (o sul tablet) e quindi si riduce il rischio che le foto da recuperare vengano sovrascritte da altri dati, ma anche le app funzionanti direttamente da Android sono molto affidabili (oltre che molto comode da usare).

Sia ben chiaro, dunque: in base a quanto ti ho appena detto, non posso assicurarti al 100% che, alla fine, di questa guida riuscirai a riavere indietro i tuoi scatti, ma tentar non nuoce. Per cui, basta chiacchiere e mettiamoci subito al lavoro! Posizionati bello comodo, prendi il tuo device e metti in pratica le indicazioni che trovi qui di seguito. Buona lettura e in bocca al lupo!

Indice

Come recuperare foto cancellate Android senza root

Google Foto

Se sul tuo dispositivo non hai effettuato la procedura di root, mediante la quale è possibile bypassare le misure di protezione standard di Android che, di norma, non permettono agli utenti di agire su certi aspetti avanzati del sistema (es. regolare la frequenza della CPU, bloccare l’esecuzione delle app mentre il dispositivo è in stand-by e, per l’appunto, scansionare in maniera approfondita la memoria del telefono o del tablet per cercare i file da recuperare dopo la cancellazione), non puoi usufruire correttamente delle funzionalità offerte dalle app per il recupero dei dati, in merito alle quali trovi maggiori dettagli nel passo successivo.

Quello che però puoi fare, invece, è provare a recuperare le immagini di tuo interesse senza ricorrere a soluzioni più complesse andando a guardare nel Cestino della app che usi come Galleria. Forse non lo sai, ma Google Foto e altre app Galleria preinstallate sui dispositivi Android dispongono di un pratico cestino, simile a quello dei computer, in cui vanno a finire automaticamente tutte le immagini e i filmati che si cancellano dall’app, e in cui permangono per 60 giorni prima che vengano eliminati definitivamente.

Per cui, per provare a recuperare foto cancellate Android senza root come ti ho appena indicato, prendi il tuo dispositivo, sbloccalo (se necessario), accedi alla home screen e/o al drawer e avvia l’app di Google Foto o della Galleria alternativa che utilizzi selezionando la relativa icona.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, sfiora la dicitura Raccolta che si trova in basso a destra e poi quella Cestino presente nella nuova schermata. A questo punto, se tra gli elementi nel cestino ci sono pure le foto eliminate di tuo interesse, per recuperarle sfiora la dicitura Seleziona situata in alto a destra, seleziona i contenuti di tuo interesse e fai tap sull’opzione Ripristina per due volte consecutive. Le indicazioni che ti ho appena dato valgono per Google Foto, ma sono applicabili anche ad altre app Galleria.

Come recuperare foto cancellate Android: app

Un altro sistema che puoi adottare per recuperare foto cancellate Android consiste nel ricorrere all’uso di alcune app concepite per il recupero dei dati, quindi non solo immagini, ma anche video, audio ecc. Come ti avevo anticipato, tieni però presente che soluzioni del genere risultano efficaci solo se sul dispositivo in uso è stata effettuata la procedura di root.

DiskDigger photo recovery

DiskDigger photo recovery

La prima app per recuperare foto cancellate su Android che ti suggerisco di provare è DiskDigger photo recovery. Si tratta di uno strumento tramite il quale è possibile recuperare le immagini in formato JPG e PNG cancellate dal dispositivo. È gratis, ma eventualmente è disponibile anche in una versione a pagamento che costa 3,37 euro e consente di ripristinare anche altre tipologie di file. Consente di intervenire sia sulla memoria interna del dispositivo che su eventuali supporti esterni in uso. Per funzionare, come ti dicevo, richiede il root.

Per scaricare e installare l’app sul tuo device, visita la relativa sezione del Play Store e premi sul pulsante Installa (se stai usando un device su cui mancano i servizi Google, puoi scaricare l’app da store alternativi). In seguito, avvia l’app selezionando la sua icona che è stata aggiunta alla home screen e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale di DiskDigger photo recovery, concedi le autorizzazioni richieste, rifiuta l’aggiornamento alla versione Pro, seleziona l’unità in cui cercare le foto (dovrebbe essere quella selezionata di default), metti il segno di spunta in corrispondenza delle voci JPG e/o PNG e fai tap sul pulsante OK per avviare la ricerca dei file cancellati.

Al termine della scansione, metti il segno di spunta accanto alle miniature delle foto da ripristinare, fai tap sul pulsante Recover che c’è in alto a destra e seleziona una delle icone presenti nel menu che si apre: la nuvola se vuoi auto-inviarti le foto via email o vuoi salvarle su un servizi di cloud storage, la cartella se vuoi salvarle sulla memoria del tuo device oppure la freccia se vuoi caricarle su un server FTP.

Undeleter Recover Files & Data

Undeleter Recover Files & Data

Undeleter Recover Files & Data è un’altra applicazione per recuperare le foto cancellate su Android, la quale agisce andando a effettuare una scansione approfondita della memoria dello smartphone, o del tablet, in modo da recuperare tutti i dati che non sono ancora fisicamente scomparsi dal dispositivo. Anche in tal caso, per funzionare correttamente è richiesto il root. Da notare che di base è gratuita, ma per salvare i dati eventualmente recuperati bisogna passare alla versione completa tramite acquisti in-app (al prezzo di 3,19 euro).

Per servirti di Undeleter Recover Files & Data, recupera l’app dalla relativa sezione del Play Store (oppure da store alternativi), dopodiché avvia l’app selezionando la sua icona nella home screen e/o nel drawer e, una volta visualizzata la schermata principale di Undeleter Recover Files & Data, concedi i permessi richiesti.

In seguito, scegli l’opzione Restore files, seleziona l’unità da scansionare, indica se effettuare una scansione profonda oppure generica, metti il segno di spunta accanto alle opzioni JPG e PNG che trovi nella sezione Immagini e fai tap sul bottone Scansione per avviare la ricerca delle immagini.

Al termine della procedura, seleziona le immagini di tuo interesse che desideri recuperare e, se decidi di acquistare la versione completa dell’app, fai tap sulle relative anteprime, quindi sul pulsante con i tre puntini in verticale in alto a destra, sfiora la dicitura Salva il file dal menu che si apre e indica la posizione di output.

Come recuperare foto cancellate Android da PC

Ti interessa capire come recuperare foto cancellate Android da PC? Allora prosegui nella lettura. Qui sotto, infatti, trovi indicati quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori programmi utili allo scopo. Spero vivamente possano esserti d’aiuto.

PhotoRec (Windows/macOS/Linux)

PhotoRec

Se il tuo smartphone o tablet Android ha una scheda microSD sulla quale vengono archiviate le immagini, la soluzione più efficace, da computer, alla quale puoi ricorrere per recuperare le foto cancellate su Android è PhotoRec. Si tratta di un software gratuito per Windows, macOS e Linux che ripristina tutti i file recuperabili dalle unità di memorizzazione esterne. Da notare, però, che solo sul sistema operativo di casa Microsoft dispone di interfaccia utente. Viene fornito in coppia con TestDisk, un altro programma gratuito per il recupero delle partizioni perdute e la riparazione dei dischi danneggiati a livello software; a te però interessa solo PhotoRec.

Per scaricare PhotoRec sul tuo computer, visita il sito Internet del programma e clicca sul collegamento relativo al sistema operativo che stai usando che trovi in corrispondenza della sezione TestDisk & PhotoRec x.x (mese giorno, anno), Data Recovery.

A scaricamento ultimato, se stai usando Windows, estrai l’archivio ZIP ottenuto in una cartella a piacere e avvia il file qphotorec_win.exe che si trova al suo interno. Nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sul pulsante e, una volta visualizzata la schermata principale di PhotoRec, seleziona l’unità relativa alla microSD dal menu a tendina che si trova in alto.

In seguito, fai clic sulla voce relativa alla partizione primaria della scheda (dovrebbe essere quella denominata FAT32, FAT16 o exFAT) e metti il segno di spunta accanto alle voci FAT/NTFS/HFS+/ReiferFS e Free.

A questo punto, clicca sul pulsante File formats e, nella finestra che si apre, metti il segno di spunta solo accanto alle voci JPG o PNG o comunque ai formati d’immagine che ti interessano, in modo che PhotoRec tenti di recuperare solo i file di questo tipo. Per azzerare la selezione predefinita di tutte le estensioni, clicca sul pulsante Resettare.

Per concludere, fai clic sul bottone OK, seleziona la cartella in cui salvare le foto recuperate da PhotoRec premendo sul pulsante Naviga e avvia la scansione della microSD facendo clic sul bottone Cerca. Al termine della scansione, troverai tutte le foto recuperate da PhotoRec nella cartella indicata in precedenza. È stato semplice, vero?

Se stai usando macOS, invece, apri l’archivio tar.bz2 scaricato sul computer, estraine il contenuto in una posizione a piacere e avvia il file photorec che si trova al suo interno, facendo clic destro sulla sua icona e scegliendo la voce Apri dal menu che compare.

Si aprirà quindi la finestra del Terminale. Per cui, serviti della freccia destra della tastiera per selezionare l’opzione Sudo, premi il tasto Invio e immetti la password di amministrazione del Mac.

In seguito, seleziona l’unità relativa alla scheda microSD del tuo smartphone o tablet, indica la partizione su cui desideri andare ad agire, seleziona il file system con cui quest’ultima è formattata e decidi se effettuare solo la scansione dello spazio segnato come libero o se controllare in maniera approfondita tutta l’unità.

Successivamente, specifica la cartella in cui intendi salvare il contenuto della scheda di memoria una volta portata a termine la procedura di recupero, premi il tasto C sulla tastiera per confermare le tue intenzioni e aspetta che la scansione venga completata.

Wondershare dr.Fone

Wondershare Dr.Fone

Anche Wondershare dr.Fone è un ottimo software da usare per recuperare le foto cancellate su Android. Si tratta, infatti, di un noto e affidabile strumento per il recupero dei datti, il quale è in grado di andare ad agire non solo sulle immagini, ma anche su video, messaggi, contatti e vari altri dati. C’è sia per Windows che per macOS ed è facilissimo da impiegare. Si può scaricare e usare gratis, ma solo per visualizzare i dati recuperabili dalla memoria del dispositivo e recuperarne alcuni. Per recuperare i dati cancellati senza alcun limite, occorre passare alla versione a pagamento del programma (con prezzi a partire da 39,99 euro).

Per scaricare Wondershare dr.Fone sul tuo computer, collegati al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Prova gratis che si trova al centro della pagina.

A scaricamento completato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto, clicca sul pulsante nella finestra che ti viene mostrata sul desktop e poi sul bottone OK. In seguito, seleziona la voce Accetto i termini del contratto di licenza, clicca sul pulsante Avanti (per quattro volte di fila), aspetta che vengano scaricati da Internet tutti i file necessari al funzionamento del software e premi sul bottone per avviare il programma e concludere il setup.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg scaricato, clicca sul pulsante Accetto e trascina l’icona di Wondershare dr.Fone nella cartella Applicazioni del Mac, dopodiché facci clic destro sopra e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, così da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni volute da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Ora che visualizzi la finestra principale del software sullo schermo, collega il tuo smartphone o tablet Android al computer, utilizzando il relativo cavetto di ricarica, clicca sul pulsante relativo al recupero dati, assicurandoti preventivamente che sul dispositivo sia attivato il debug USB nelle opzioni sviluppatore, come ti ho spiegato in dettaglio nella mia guida su come attivare le opzioni sviluppatore.

In seguito, accetta l’installazione di Connector e Dr.Fone sullo smartphone o sul tablet, che sono due app necessarie al corretto funzionamento di Wondershare dr.Fone, rispondi in modo affermativo alla richiesta di comunicazione con il PC e, se hai eseguito il root sul tuo device, consenti i relativi permessi.

Quando compare la schermata per la scelta dei dati da recuperare, scegli la scheda Recupero dati del telefono nella barra laterale di sinistra. In alternativa, puoi eseguire il recupero dei dati presenti sulla microSD.

Successivamente, spunta l’opzione Galleria, clicca sul pulsante Avanti e attendi che la procedura di scansione venga portata a termine. Se hai un dispositivo su cui è stato effettuato il root, provvedi inoltre a spuntare la casella Scan per eliminati, vai avanti, concedi i permessi di root a dr.Fone sul dispositivo e attendi che venga completata la scansione del device.

In conclusione, seleziona le miniature delle foto da recuperare, clicca sul pulsante per recuperare i dati sul dispositivo oppure sul pulsante per recuperare i dati sul computer conferma le tue intenzioni ed è fatta.

Come recuperare foto WhatsApp cancellate Android

WhatsApp

Sei finito su questa mia guida perché interessato a scoprire come recuperare foto WhatsApp cancellate Android? Beh, ti informo che se le immagini di tuo interesse erano state salvate nella galleria del tuo cellulare puoi in primo luogo provare a recuperarle “curiosando” nel cestino della Galleria e/0 usando le app e i programmi che ti ho già suggerito nelle righe precedenti. Un altro sistema utile consiste poi nello usare i backup del servizio. Se vuoi saperne di più, consulta la mia guida specifica su come recuperare foto cancellate da WhatsApp su Android.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.