Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come bloccare iPhone rubato

di

Nonostante il passare degli anni, l’appeal degli iPhone rimane altissimo. Talmente alto che perfino i ladri fanno di tutto per “accaparrarsi” l’ultimo modello di melafonino! Lo so, è brutto da dirsi, ma è così. Ecco il motivo per il quale oggi sono qui è voglio darti qualche suggerimento, spero utile, su come prevenire questa nefasta evenienza e limitare i danni nel malaugurato caso in cui qualche furfante la faccia diventare realtà.

Con il tutorial di oggi, vedremo insieme come attivare i sistemi anti-furto inclusi “di serie” in tutti gli smartphone Apple e scopriremo come bloccare iPhone rubato in caso di furto. In questo modo probabilmente non riuscirai a rimettere le mani sul tuo smartphone ma almeno potrai evitare utilizzi indesiderati dei tuoi dati da parte dei malintenzionati (che è già qualcosa).

Altra cosa importantissima da fare in caso di furto del telefono, sia esso un iPhone o qualsiasi altro modello di cellulare, è denunciare l’accaduto richiedendo il blocco di SIM e codice IMEI al proprio operatore. Di questo però parleremo nella seconda parte del tutorial. Per ora concentriamoci sulla procedura di localizzazione e blocco dell’iPhone e vediamo come sfruttarla al meglio.

Operazioni preliminari

Per bloccare un iPhone rubato, il dispositivo deve essere acceso e connesso ad Internet (se non lo è, si bloccherà non appena sarà disponibile una connessione). Inoltre deve essere stata attivata la funzione Trova il mio iPhone nelle impostazioni di iOS.

Per attivare la funzione Trova il mio iPhone (che è totalmente gratuita), basta selezionare l’apposita opzione durante la procedura per attivare iPhone oppure si può agire in qualsiasi momento dal menu Impostazioni di iOS. Come ti ho già ricordato in altre circostanze, basta pigiare sull’icona Impostazioni nella schermata principale di iPhone, recarsi nella sezione iCloud > Trova il mio iPhone e spostare verso destra la levetta dell’opzione Trova il mio iPhone in modo che diventi verde.

Come bloccare iPhone rubato

Senza questi requisiti essenziali, purtroppo non potrai bloccare o rintracciare il tuo smartphone a distanza con tutto ciò che ne consegue. Quindi sii prudente ed attiva la funzione per la localizzazione remota del tuo “melafonino” appena possibile, prima che sia troppo tardi.

Altra operazione che ti consiglio vivamente di compiere è recuperare il codice IMEI dell’iPhone. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, l’IMEI è un codice composto da 15 cifre che consente di identificare in maniera univoca i cellulari (non solo gli iPhone) e di bloccare il loro accesso alla rete nazionale in caso di furto o smarrimento.

Per risalire al codice IMEI del tuo “melafonino”, non devi far altro che recarti nel menu Impostazioni > Info di iOS oppure devi digitare il codice *#06# nel dialer. In alternativa, se non hai l’iPhone a portata di mano, puoi risalire all’IMEI del dispositivo selezionando la sua icona in iTunes e cliccando sulla voce relativa al numero di telefono.

Come bloccare iPhone rubato

Se incontri qualche difficoltà, puoi scoprire più in dettaglio come controllare IMEI iPhone leggendo il mio tutorial dedicato all’argomento.

Localizzare e bloccare un iPhone rubato

La funzione che permette di bloccare iPhone rubato è molto semplice da usare e può essere sfruttata da qualsiasi computer. Nel malaugurato caso in cui ti servisse, collegati al sito Internet di iCloud, effettua l’accesso al servizio usando i dati del tuo ID Apple e clicca sull’icona Trova iPhone.

Nella pagina che si apre, effettua nuovamente l’accesso con il tuo ID Apple (se necessario) e clicca sulla voce Tutti i dispositivi che si trova in alto. Seleziona quindi il tuo “melafonino” dal menu che si apre e clicca sull’icona Modalità smarrito presente nel riquadro collocato sulla destra.

Come bloccare iPhone rubato

Adesso devi seguire la procedura guidata per l’attivazione della modalità smarrito sul tuo iPhone. Digita dunque un numero di telefono da visualizzare nella schermata iniziale del dispositivo (opzionale), inserisci un codice numerico per proteggere l’iPhone dagli accessi non autorizzati (operazione necessaria solo se sul telefono non è stato già impostato un PIN di protezione) e inserisci un messaggio da visualizzare sullo smartphone. Pigia quindi sul pulsante Fine e il gioco è fatto.

Se non hai speranze di recuperare il tuo iPhone e vuoi cancellare tutti i dati presenti sul dispositivo (in modo da tutelare la tua privacy), fai click sull’icona Inizializza l’iPhone e accetta la “formattazione” del telefono. In questo modo nessuno potrà recuperare i tuoi dati ma perderai la possibilità di localizzare l’iPhone da remoto.

Bloccare un iPhone da iOS

Se non hai un computer a portata di mano, puoi localizzare e bloccare il tuo iPhone da remoto anche da un altro dispositivo iOS. Tutto quello di cui hai bisogno è l’applicazione gratuita Trova il mio iPhone che funziona in maniera pressoché identica al sito Internet di iCloud.

Dopo aver avviato l’applicazione su un qualsiasi iPhone o iPad, devi eseguire l’accesso al tuo ID Apple (lo stesso a cui è associato il “melafonino” da bloccare), selezionare il nome del dispositivo dalla barra laterale di sinistra e pigiare sul pulsante per attivare la modalità smarrito o per inizializzare l’iPhone. Più facile di così?

Come bloccare iPhone rubato

iPhone rubato: cosa fare?

Quando si subisce il furto di uno smartphone, è necessario denunciare l’accaduto alle autorità competenti e bisogna contattare il proprio operatore per richiedere il blocco di IMEI e SIM.

Dopo aver effettuato la denuncia del furto, contatta quindi il tuo operatore telefonico e richiedi il blocco della SIM (che poi riceverai in nuova copia senza perdere il tuo numero di telefono). Se non riesci a parlare con un operatore Vodafone, TIM, 3 o Wind, segui le indicazioni presenti nel mio tutorial dedicato all’argomento.

Effettuata anche questa operazione, non ti resta che compilare il modulo per richiedere il blocco del codice IMEI dell’iPhone rubato. In questo modo bloccherai l’accesso alla rete da parte del dispositivo su tutto il territorio nazionale.

Come bloccare iPhone rubato

Per bloccare l’IMEI del tuo “melafonino”, compila uno dei moduli che trovi elencati di seguito e inviali seguendo la procedura richiesta dal tuo operatore: alcuni operatori permettono di fare tutto online, altri richiedono l’invio del modulo tramite fax o raccomandata.

Bene, adesso direi che è davvero tutto. Hai bloccato il tuo iPhone, impedito l’accesso ai dati presenti su di esso e bloccato il dispositivo su tutta la rete nazionale. Ovviamente questo non ricompensa il “trauma” di aver perso uno smartphone di alto valore, ma di sicuro limita i danni dell’accaduto.