Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Adobe Connect: come funziona

di

L’utilizzo di videochiamate e videoconferenze sta aumentando in maniera esponenziale, ed esistono davvero tanti servizi adatti allo scopo, al punto che spesso ci si ritrova a che fare con nuove piattaforme di cui si fatica a comprendere il funzionamento.

Scommetto che ti ritrovi perfettamente in questa situazione e che, proprio a tal proposito, vorresti sapere come funziona Adobe Connect, una nota piattaforma di videoconferenza per la gestione di eventi online, ad esempio webinar e webmeeting, che si basa sulla creazione di stanze, ovvero spazi virtuali che permettono agli utenti invitati di condividere documenti, lo schermo del computer, chattare, intervenire tramite audio e video e prendere parte ad altre attività interattive.

Le cose stanno così, dico bene? Allora niente paura: sono qui per aiutarti. Nel corso dei prossimi capitoli, infatti, ti mostrerò come funziona Adobe Connect, sia su PC che su smartphone e tablet, nella maniera più semplice e rapida possibile. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Requisiti e prezzi

Requisiti e prezzi di Adobe Connect

Prima di mostrarti come installare e come usare Adobe Connect, voglio metterti al corrente su requisiti e prezzi del suddetto servizio.

Per prima cosa, voglio parlati dei requisiti necessari per poter accedere a una stanza di Adobe Connect: su PC è necessario disporre di un browser di navigazione supportato (tutti i più diffusi) e dell’applicazione Adobe Connect per Windows o macOS, la quale richiede almeno Windows 7 con processore Intel Pentium 4 o superiore e almeno 512 MB di RAM (consigliati 1 GB); per quanto riguarda i Mac, invece, sono necessari almeno il sistema operativo macOS 10.11, un processore Intel Core Duo o superiore e almeno 512 MB di RAM (consigliati 1 GB di RAM).

Su smartphone e tablet, bisogna invece scaricare l’app Adobe Connect disponibile per Android (anche su store alternativi per dispositivi senza servizi Google) e iOS/iPadOS. La compatibilità è assicurata con i device con Android 4.4 e successivi e iOS 8.1.2 o successivi.

Arriviamo al capitolo prezzi: il programma Adobe Connect non è completamente gratuito. Dopo una prova di 30 giorni, se si vuole mantenere la possibilità di creare nuove stanze, bisogna attivare uno dei piani a pagamento disponibili: Meetings (46 euro/mese o 497 euro/anno) per creare meeting fino a 25 partecipanti; Webinars (120 euro/mese o 1.150 euro/anno) per creare webinar con fino a 100 partecipanti (ci sono anche pacchetti da 500 o 1.000 partecipanti a prezzi più elevati); infine, c’è l’abbonamento Learning (340 euro/mese o 3.220 euro/anno) che è dedicato all’ambiente scolastico/universitario per creare sessioni virtuali con massimo 200 partecipanti.

I partecipanti alle stanze, invece, non devono sottoscrivere alcun abbonamento per partecipare alle stesse. Da partecipanti, dunque, Connect è sempre gratis.

come creare account adobe connect

Indipendentemente dal piano e dalla piattaforma scelta, per creare stanze in Adobe Connect occorre anche creare un account. Questo è necessario solo per chi vuole creare un stanza riunioni, non per chi vi partecipa.

Per creare un account, collegati al sito ufficiale di Adobe Connect e fai clic sul pulsante Free Trial. Dopodiché scegli se effettuare l’accesso con il tuo account Adobe (se ne hai già uno) oppure tramite i tuoi account Google, Facebook o Apple.

Una volta effettuato l’accesso, completa tutti i campi richiesti con i tuoi dati e, alla voce Choose a Trial, scegli quale versione di Adobe Connect vuoi provare: Meetings, Webinars o Learning. Spunta, poi, la casella che recita “I accept the terms of the license agreement” e fai clic sul pulsante Sign up.

Il sistema ti invierà una email contenente tutte le informazioni per poter effettuare il login al servizio. Apri l’email appena ricevuta e clicca sul link presente al suo interno, in modo da effettuare l’accesso al tuo account. Quando si aprirà la pagina Web apposita, inserisci username e password indicati nell’email e fai clic sul pulsante Login. Perfetto, ora sei entrato nel tuo account Adobe Connect e puoi iniziare a utilizzarlo!

Come funziona Adobe Connect su PC

Hai controllato tutti i requisiti necessari e hai creato un account Adobe Connect, ma non sai ancora come funziona Adobe Connect su PC. Niente paura: nei prossimi paragrafi ti spiegherò nel dettaglio come poter utilizzare al meglio il programma.

Come installare Adobe Connect

Come installare Adobe Connect

Partiamo, ovviamente, dal download e dall’installazione del software. Se vuoi sapere come installare Adobe Connect su un PC Windows, collegati al sito ufficiale del programma, scorri fino alla sezione Meeting Applications for Adobe Connect e clicca sul link For Windows (64 bit & 32 bit): Click here to install. Avvia poi il file .exe ottenuto: in pochi secondi verrà effettuato il download del programma e verrà installato sul tuo PC. Se l’installazione non parte in automatico niente paura, non devi far altro che fare clic sul pulsante Installa posto in basso.

Al termine puoi decidere se il programma deve creare o meno un collegamento nel menu di avvio o sul desktop; infine fai clic sul pulsante Esci per terminare l’operazione. Ora Adobe Connect è installato sul tuo PC Windows.

Come installare Adobe Connect su Mac

Se, invece, possiedi un Mac, clicca sul link For Mac: Click here to install del sito ufficiale di Adobe Connect e, a download completato, apri il file .dmg ottenuto. Avvia, dunque, l’eseguibile AdobeConnectInstaller e segui le istruzioni su schermo per completare il setup. Si tratta di confermare l’apertura dell’installer, premere sul pulsante di installazione, inserire la password di amministrazione quando richiesto e chiudere il tutto.

Come creare stanza Adobe Connect

Come creare stanza Adobe Connect

Adesso passiamo all’uso di Adobe Connect, più precisamente alla creazione di una stanza. L’unico modo per creare una stanza riunioni è tramite il browser Web, facendo il login sul sito ufficiale con l’account creato in precedenza. Una volta effettuato l’accesso, potrai gestire tutto da qui. Come dici? Hai effettuato l’accesso ma non sai come creare stanza Adobe Connect? Niente paura, sono qui per questo.

Per creare una nuova stanza riunioni, fai clic sul pulsante per creare la stanza presente in alto a destra e dal menu a comparsa decidi che tipo di stanza vuoi creare scegliendo tra le varie opzioni disponibili. Per questo tutorial, ad esempio, ho scelto la voce Meeting.

Nella pagina successiva, compila tutti i dati relativi alla stanza e decidi con che modalità consentire l’accesso: ti consiglio di abilitare l’accesso tramite link URL, in questo modo l’accesso sarà molto più semplice. Bene, prosegui cliccando sul pulsante Avanti/Next posizionato in basso. Nella pagina seguente seleziona gli utenti partecipanti dalla rubrica, se presenti, oppure invia manualmente il link di invito e fai clic sul pulsante Avanti/Next e poi sul pulsante Fine/Finish. Bene, ora il sistema ti mostrerà un riepilogo della tua stanza riunioni, da cui puoi copiare il link URL di accesso da inviare ai partecipanti ed entrare direttamente nella stanza facendo clic sul pulsante per entrare nella stanza.

Una volta cliccato sul pulsante, il programma di Adobe Connect si avvierà automaticamente nella stanza appena creata.

Come partecipare stanza Adobe Connect

Come partecipare stanza Adobe Connect

Hai ricevuto un link di invito ma non sai come partecipare stanza Adobe Connect? Niente paura, il procedimento è molto semplice. Una volta ricevuto il link di invito non dovrai far altro che copiarlo, facendo clic con pulsante destro del mouse e cliccando sulla voce Copia dal menu a comparsa.

Successivamente, apri il programma Adobe Connect sul tuo PC Windows o Mac che, dopo un breve caricamento, iti chiederà un link per accedere alla stanza. Bene, incolla il link appena copiato al suo interno e fai clic sul pulsante Continua. Dopo un breve caricamento la stanza verrà caricata e potrai partecipare alla riunione. In alcuni casi il programma potrebbe richiedere l’acceso tramite account Adobe Connect: niente paura, ti basterà cliccare sulla sezione Ospite, digitare il tuo nome e fare clic sul pulsante Entra nella stanza.

So a cosa stai pensando: vuoi sapere se poi accedere a una stanza su Adobe Connect tramite client browser, magari quando utilizzi un PC dove il programma non è installato. La risposta è affermativa. Per farlo non devi far altro che cliccare sul link di invito alla stanza, che aprirà in automatico una pagina del browser Web dalla quale il sistema cercherà di aprire il programma su PC. Se il programma non è installato, comparirà un avviso che ti chiederà di riavviare l’applicazione, installarla o continuare nel browser. Bene, clicca su Continua nel browser e dopo qualche secondo verrà aperta la stanza, con un’interfaccia identica a quella presente nel programma per PC Windows e Mac.

Come gestire partecipanti stanza Adobe Connect

Come gestire partecipanti stanza Adobe Connect

Il creatore di un stanza, che Adobe Connect chiama Ospitante, gestisce i partecipanti, ad esempio assegnando un ruolo o abilitando o meno il microfono. Come dici? Hai qualche problema nell’utilizzare questa funzione? Non ti preoccupare, nel corso di questo paragrafo ti illustrerò come gestire partecipanti stanza Adobe Connect.

Dopo aver aperto una stanza troverai l’elenco dei partecipanti posizionato nella colonna di destra. I partecipanti sono divisi in tre categorie: Ospitanti, Relatori e Partecipanti. Gli Ospitanti sono i creatori della stanza, possono accedere a ogni impostazione e possono anche decidere di mutare il microfono dei partecipanti, bloccarli ed espellerli. I Relatori sono coloro che tengono il meeting o il webinar e, oltre a prendere la parola, possono condividere il contenuto già caricato nella stanza riunioni dalla libreria o dal proprio computer.

Inoltre, possono anche trasmettere lo schermo del proprio PC affinché lo vedano tutti i partecipanti. Infine, i Partecipanti possono visualizzare il contenuto che il relatore sta condividendo, ascoltare e visualizzare la trasmissione audio e video e utilizzare la chat. Inoltre, possono intervenire se l’audio del loro microfono è abilitato. Per modificare un ruolo, l’Ospitante non deve far altro che trascinare il nome di un utente in una delle tre sezioni, abilitando automaticamente i privilegi di quella determinata categoria.

Ti stai chiedendo se puoi gestire i partecipanti di una stanza senza il programma installato sul tuo PC? La risposta è affermativa. Se non hai accesso al tuo PC con il programma installato puoi utilizzare il browser. Non devi far altro che accedere al tuo account dal sito ufficiale e, nella Home, cliccare sulla riunione che hai in programma.

Dopo aver fatto clic, si aprirà un menu: fai clic sul pulsante Open. Nella pagina successiva comparirà un avviso che ti chiederà di riavviare l’applicazione, installarla o continuare nel browser. Perfetto: fai clic sulla voce Continua nel browser e dopo qualche secondo verrà aperta la stanza, con un’interfaccia identica a quella presente nel programma per PC Windows e Mac. Da qui potrai gestire i partecipanti come sul programma per PC Windows e Mac senza alcuna limitazione.

Come funziona Adobe Connect su smartphone e tablet

Sei un tipo sempre in movimento, per cui preferisci sempre utilizzare lo smartphone o il tablet per ogni cosa, anche per una riunione tramite Adobe Connect. Niente paura, è possibile farlo. Nel corso dei prossimi paragrafi ti spiegherò come funziona Adobe Connect su smartphone e tablet e quali operazioni è possibile fare o meno.

Come installare Adobe Connect

Come installare Adobe Connect

Prima di tutto vediamo come installare Adobe Connect sul tuo dispositivo. Non ti preoccupare, è molto semplice. Come già accennato nelle battute iniziali della guida, Adobe Connect è attualmente disponibile sia su Android (anche su store alternativi per i device senza Play Store), sia su iOS/iPadOS.

Per installarla, cercala nello store del tuo dispositivo, premi sulla sua icona (o collegati direttamente a uno dei link di download che ti ho fornito poc’anzi, per fare prima) e premi sul pulsante Installa/Ottieni. Su iPhone e iPad potrebbe esserti richiesta la verifica dell’identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Come creare stanza Adobe Connect

Come creare stanza Adobe Connect su smartphone e tablet

Ad applicazione installata, ti stai chiedendo come creare una stanza Adobe Connect tramite il tuo smartphone o tablet? Purtroppo non ho buone notizie per te.

Dall’app non è possibile effettuare questa operazione, esattamente come avviene con il programma per Windows e macOS. Per ovviare al problema dovrai necessariamente accedere tramite browser Web, ad esempio Google Chrome o Safari, al tuo account Adobe Connect e creare una stanza, esattamente come avviene sul PC.

Ti sconsiglio, però, di utilizzare il tuo smartphone per farlo, perché il sito Web di Adobe Connect non dispone di una versione mobile, per cui avrai a disposizione solo la vista desktop del sito, che diventa molto difficile da utilizzare sullo schermo di uno smartphone. Il mio consiglio è quello di effettuare la procedura, che è identica a quella da seguire su PC, tramite un tablet, o proprio un PC.

Come partecipare stanza Adobe Connect

Come partecipare stanza Adobe Connect

Ti stai chiedendo come partecipare stanza Adobe Connect? Tranquillo, è molto semplice. Una volta ricevuto il link di invito non dovrai far altro che copiarlo, facendo un tap prolungato su di esso e successivamente un tap sulla voce Copia dal menu a comparsa. Se hai qualche difficoltà nel copiare e incollare il link, puoi seguire il mio tutorial su come fare copia e incolla sul cellulare.

Apri poi l’app di Adobe Connect sul tuo smartphone Android o iPhone. Dopo un breve caricamento, l’app richiederà un link per accedere alla stanza. Bene, incolla il link appena copiato al suo interno e fai clic sul pulsante Continua. Nella schermata successiva l’app ti chiederà l’accesso tramite account Adobe Connect, ma in questo caso non è necessario, per cui fai tap sulla voce Enter using your name, inserisci il tuo nome e fai tap sul pulsante Continue. Perfetto: dopo un breve caricamento, l’app ti farà accedere alla stanza riunioni. Facile vero?

Come gestire partecipanti stanza Adobe Connect

Come gestire partecipanti stanza Adobe Connect su smartphone e tablet

Adesso vuoi capire anche come gestire partecipanti stanza Adobe Connect da smartphone o tablet, giusto? Bene. Il funzionamento di base è simile a quello da PC, ma per accedere come Ospitante sull’app bisogna eseguire qualche passaggio in più.

Prima di tutto, bisogna accedere alla stanza tramite link di invito. In questo caso, essendo Ospitante, puoi usare lo stesso link di invito che hai inviato agli altri partecipanti o recuperarlo effettuando l’accesso tramite browser Web al tuo account Adobe Connect.

Apri, dunque, il browser sullo smartphone e accedi al tuo account dal sito ufficiale inserendo username e password. Una volta individuata la riunione di cui vuoi recuperare il link di invito dalla schermata principale, fai un tap su di essa e fai un tap sul pulsante Open che compare nel menu che ti viene proposto.

Ben fatto! Lo smartphone ti chiederà se vuoi accedere tramite l’app Adobe Connect o tramite browser. In questo caso, seleziona Adobe Connect e l’app si aprirà con il link di invito già incollato al suo interno, per procedere fai un tap sul pulsante Continue. Bene, ora inserisci indirizzo email e password del tuo account e fai un tap sul pulsante Sign in.

Benissimo, ora hai effettuato l’accesso nell’app come Ospitante, per cui ora puoi gestire tutti i partecipanti. Per farlo non devi far altro che premere sull’icona dell’omino che trovi in alto a destra. Verrà aperta una scheda che ti mostra i partecipanti, divisi per categorie (Hosts/Ospitanti, Presenters/Relatori e Partecipant/Partecipanti). Per modificare il ruolo di un partecipante alla stanza, non devi far altro che trascinare il nome in una delle tre sezioni. Facile, vero?

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.