Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come accendere TV senza telecomando

di

Dopo l’ennesima, rovinosa caduta dal tavolo, il telecomando del tuo televisore ha deciso di abbandonarti rompendosi in mille pezzi: dopo esserti rimproverato ancora una volta per la tua distrazione, hai realizzato che, difficilmente, riuscirai ancora a usare il TV come si deve senza avvalerti di qualcosa che possa controllarlo da lontano.

Trattandosi di un modello non recentissimo, sai perfettamente che trovare un telecomando identico che possa sostituire quello che hai distrutto potrebbe rivelarsi un’impresa abbastanza ardua: è questo il motivo per cui, risoluto, hai aperto Google alla ricerca di una guida che ti illustrasse come accendere TV senza telecomando, usufruendone così nuovamente e senza spendere un capitale.

Ebbene, sono molto felice di annunciarti che hai trovato proprio ciò che stavi cercando: se seguirai attentamente le istruzioni che mi appresto a fornirti di seguito, riuscirai di certo a trovare la soluzione che fa al caso tuo e a riprendere il controllo del tuo televisore, il tutto senza perderti in ricerche impossibili e in spese decisamente eccessive. Come dici? Ho stimolato la tua curiosità e ora non vedi l’ora di metterti all’opera? Allora mettiti bello comodo e continua la lettura di questo tutorial: il risultato potrebbe davvero sbalordirti!

Indice

Utilizzare un telecomando universale

L’idea di accendere TV senza telecomando per te è impensabile? Non preoccuparti, esiste una soluzione semplice, rapida ed estremamente economica: l’utilizzo di un telecomando universale.

Se non ne avessi mai sentito parlare, un telecomando universale è un dispositivo a infrarossi che si adatta senza problemi alla maggior parte dei televisori disponibili in commercio (anche quelli più datati), poiché può essere programmato “al volo” grazie a una serie di codici e di combinazioni di sequenze a infrarossi. In commercio ne esistono di diversi tipi, da quelli più economici a quelli più complessi: di seguito te ne propongo alcuni.

vijodi Telecomando universale,Universal LCD/LED TV Remote Control Funz...
Amazon.it: 8,50 €Vedi offerta su Amazon
Meliconi CONTROL 2 DIGITAL Telecomando Universale 2 in 1 per TV e Deco...
Amazon.it: 12,99 € 10,90 €Vedi offerta su Amazon
Meliconi Telecomando Universale"GUMBODY" Senior 2
Amazon.it: 19,90 € 14,99 €Vedi offerta su Amazon
One For All URC7140 Essence 4 Telecomando Universale, per TV, Set Top ...
Amazon.it: 20,99 € 17,49 €Vedi offerta su Amazon
Logitech Harmony 650 Telecomando
Amazon.it: 60,66 €Vedi offerta su Amazon

Ciascun telecomando universale è dotato di un piccolo manuale d’uso che indica come programmarlo e abbinarlo al televisore da controllare: di solito, è sufficiente premere una combinazione di tasti per impostare il telecomando in modalità “apprendimento”, per poi digitare il codice specifico relativo al televisore che si possiede. In altri casi, invece, è possibile effettuare la configurazione previa pressione ripetuta di un determinato tasto, finché il televisore in questione non risponde ai comandi.

Altri, ancora, si possono addirittura collegare al computer per scaricare i database dei televisori e personalizzare alcune funzioni.

Ad ogni modo, il tutto è riportato sulle istruzioni a corredo del telecomando universale: qualora ne avessi acquistato uno non dotato di manualistica comprensibile (perché, per esempio, le istruzioni per l’uso sono state redatte in sola lingua cinese!), ti consiglio far riferimento alla mia guida su come programmare telecomando universale, per portare a termine la configurazione in modo corretto.

Utilizzare un’app telecomando

Se l’idea di acquistare un secondo telecomando “fisico” proprio non ti va giù, puoi controllare il televisore in tuo possesso avvalendoti di alcune applicazioni in grado di trasformare smartphone e tablet in veri e propri telecomandi virtuali. In particolare, questo tipo di app si suddivide in due categorie: quelle che permettono di controllare il TV attraverso gli infrarossi (utilizzabili soltanto su smartphone e tablet dotati di questa tecnologia) e quelle che permettono di prendere il controllo del televisore attraverso la connessione di casa (il televisore e il dispositivo di controllo devono essere collegati alla stessa rete).

Se hai a disposizione uno smartphone o un tablet dotato di connettività a infrarossi, il metodo più semplice di agire è mettendo in comunicazione il dispositivo e il televisore attraverso la porta IR, tramite un’app che supporti questa tecnologia. Voglio dirti fin da subito che questa possibilità è offerta solo dai terminali Android: se possiedi un iPhone o un iPad, devi rivolgerti a uno degli altri metodi segnalati in questa guida, in quanto Apple ha scelto di non implementare la connettività IR sui suoi device.

Esistono numerose applicazioni progettate per lo scopo (ne riparleremo più avanti), tuttavia intendo focalizzare la mia attenzione su Mi Remote Control: quest’app, disponibile gratuitamente per Android, simula il comportamento di un telecomando universale e permette, grazie a una semplice configurazione, di controllare numerosi televisori esistenti in commercio. Al bisogno, l’app può essere utilizzata anche per controllare lettori DVD, decoder satellitari, condizionatori e così via.

Per servirtene, scarica l’app dal Google Play Store e avviala dal drawer del tuo dispositivo: fatto ciò, pigia sul pulsante Aggiungi telecomando collocato in basso (o sul pulsante (+) situato invece in alto a sinistra), fai tap sull’icona TV e tocca il nome del produttore del televisore che intendi controllare (ad es. Akai) dalla lista proposta; se lo desideri, puoi aiutarti nella ricerca del produttore utilizzando l’apposita barra collocata nella parte superiore dell’app.

A questo punto, fai tap sul pulsante Attivo se hai già preventivamente acceso l’apparecchio da controllare, oppure sul pulsante Spento se questo è spento/in stato di standby. Completata questa operazione, punta il tuo smartphone/tablet dritto verso il televisore e segui le istruzioni a schermo per avviare la fase di configurazione, molto simile a quella di auto-programmazione reperibile su alcuni telecomandi universali.

Per esempio, potrebbe venirti chiesto di premere un pulsante virtuale di accensione mostrato a schermo: se il televisore dovesse accendersi, devi toccare il pulsante  per passare alla fase successiva, oppure il pulsante No per visualizzare il pulsante di accensione seguente. Allo stesso modo, potrebbe venirti chiesto di verificare se il volume del televisore si alza o si abbassa o, ancora, di controllare se il canale corrente viene modificato.

Al termine della fase di configurazione, non devi fare altro che indicare il Nome dispositivo nell’apposito campo di testo, specificare se Aggiungere un collegamento alla schermata Home di Android, agendo sull’interruttore preposto, per poi finalizzare la procedura pigiando sul pulsante Accoppiato. Se necessario, pigia infine sul pulsante Aggiungi scorciatoia per concedere all’app il permesso di aggiungere il telecomando sulla schermata Home di Android.

Per servirti del telecomando virtuale appena configurato, devi semplicemente avviarlo, puntare il dispositivo verso il televisore e utilizzare i tasti che compaiono a schermo, esattamente come se stessi usando un vero e proprio telecomando.

La soluzione precedente non fa al caso tuo, poiché non hai a disposizione uno smartphone o un tablet dotato di connettività IR? Non disperare, hai ancora una possibilità: se disponi di un televisore connesso a Internet, puoi avvalerti di un’app telecomando in grado di controllare il televisore tramite Wi-Fi.

Prima di continuare, però, è bene che ti chiarisca un paio di aspetti fondamentali riguardanti questa possibilità: innanzitutto, il televisore da controllare deve essere acceso (puoi farlo usando i tasti funzione, come ti ho spiegato nella sezione successiva) e collegato a Internet o alla rete di casa, tramite cavo Ethernet o Wi-Fi. Inoltre, affinché il tutto funzioni correttamente, sia lo smartphone/tablet che il televisore devono essere collegati alla stessa rete.

Ad ogni modo, numerosi produttori di Smart TV (o, in generale, di televisori in grado di accettare comandi da Rete) mettono a disposizione le proprie app telecomando: se, per esempio, hai a disposizione uno smart TV LG, puoi affidarti all’app LG TV Plus, disponibile per Android e iOS.

Tutto ciò che devi fare è scaricare l’app dallo store del tuo dispositivo mobile, avviarla e seguire le istruzioni fornite a schermo per completare l’associazione al televisore: per prima cosa, accorda all’app i permessi necessari pigiando sui pulsanti OK e Consenti/Permetti, Accetta successivamente il contratto di licenza pigiando sull’apposito pulsante collocato in alto e, una volta avviata la scansione, attendi che l’app rilevi il televisore attivo sulla rete.

A questo punto, tocca il suo nome dalla schermata che va ad aprirsi, digita nell’apposita casella di testo il codice PIN visualizzato sullo schermo del TV e il gioco è fatto! Pigia sul pulsante Seguente per visualizzare il breve tutorial introduttivo oppure sul pulsante Salta per evitare questa fase: a partire da questo momento, puoi controllare il televisore tramite l’app avvalendoti dei pulsanti presenti nelle schede TV Dal vivo (per i tasti di controllo canali), Menu TV (per i tasti di controllo delle funzionalità del televisore) e Controllo (per i tasti funzioni colorati e un pad tramite cui controllare un mouse virtuale).

Purtroppo non posso fornirti istruzioni dettagliate riguardo tutte le app sviluppate da ciascun produttore, tuttavia il funzionamento è spesso simile a quanto visto poc’anzi. Tra le più conosciute applicazioni di questo tipo meritano menzione Video & TV Sideview (Smart TV Sony, per Android e iOS),  Samsung Smart View (Smart TV Samsung, per Android, iOS e PC Windows) e Panasonic TV Remote (TV Panasonic Viera, per Android e iOS).

In alternativa, se il produttore del tuo televisore non fornisce soluzioni dedicate, puoi rivolgerti a un’app di controllo universale quale potrebbe essere SURE, disponibile per Android e iOS: dopo averla scaricata e avviata, assicurati che il televisore sia acceso e collegato a Internet e pigia sul pulsante Aggiungi dispositivo collocato nella schermata principale dell’app.

Fatto ciò, apponi il segno di spunta accanto alla voce Dispositivo WiFi, pigia sul pulsante OK, fai tap sulla voce TV e, nella schermata successiva, indica il produttore del televisore in tuo possesso e attendi che questo venga rilevato all’interno della rete.

A questo punto, seleziona il televisore da controllare dalla lista dei dispositivi rilevati, digita il codice PIN che compare sullo schermo di quest’ultimo e tocca il pulsante Accoppiamento per finalizzare il tutto e poter finalmente utilizzare il telecomando.

Come dici? Le app che ti ho illustrato non sono riuscite a soddisfare le tue esigenze, dunque vorresti conoscere qualche telecomando Wi-Fi alternativo?  Non preoccuparti, la Rete pullula di alternative: di seguito ti indico le migliori.

  • Peel Smart Remote – consente di gestire a distanza numerosi dispositivi (televisori, DVD, BluRay, condizionatori e così via) attraverso la porta a infrarossi e, ove disponibile, la rete Wi-Fi. È disponibile gratuitamente per Android (Wi-Fi+IR) e iOS (solo Wi-Fi).
  • AnyMote – molto simile all’app precedente, offre un’interfaccia flessibile che permette di combinare più telecomandi insieme. È scaricabile gratuitamente per Android (Wi-Fi+IR) e iOS (solo Wi-Fi), con la possibilità di acquisti in-app per espanderne le funzionalità.
  • IR Universal TV Remote – è un semplice ma funzionale telecomando virtuale che si basa sulla sola porta a infrarossi. L’app può essere scaricata gratuitamente su Android, tuttavia ne esiste anche una versione a pagamento con maggiori funzionalità.
  • Roco – si tratta di un’app progettata per gestire gli Smart TV Samsung e LG direttamente dai dispositivi iOS: può essere scaricata da App Store al costo di 4.49€.
  • myTifi – si tratta di un telecomando Wi-Fi dedicato agli Smart TV Samsung, dall’interfaccia semplice e personalizzabile. È compatibile con iOS e disponibile gratuitamente su App Store.

Se hai bisogno di una mano per configurare le summenzionate app o, ancora, sei alla ricerca di ulteriori soluzioni alternative, ti consiglio vivamente di dare un’occhiata ai tutorial sulle app per cambiare canale alla TV e sulle app per telecomandi che ho preparato appositamente per te: sono sicuro che troverai ciò che stai cercando!

Utilizzare i tasti fisici del televisore

Se hai urgentemente bisogno di accendere TV senza telecomando e non ne hai a disposizione uno, ti consiglio di sfruttare i tasti fisici di cui, con molta probabilità, il tuo televisore è dotato: questi si trovano generalmente su una sporgenza o in una rientranza collocata su uno dei bordi laterali, sul bordo inferiore dell’apparecchio o nelle vicinanze del tasto di accensione/spegnimento ON/OFF; in alcuni casi, questi tasti possono essere “nascosti” da uno sportellino.

Una volta trovati i tasti funzione, dai uno sguardo alle didascalie corrispondenti a ciascuno di essi per capire a cosa servono: in generale, dovresti poter apprezzare due tasti per sfogliare i canali/le voci di menu (solitamente P+ e P-), due tasti per il controllo del volume (V+ e V-) e, se sei fortunato, potresti trovare anche i tasti menu e OK.

Accendere il televisore, a questo punto, è semplicissimo: tutto ciò che devi fare è premere il tasto ON/OFF per impostarlo nella modalità standby (acceso, ma con schermo spento e pronto a ricevere comandi), per poi pigiare sui tasti P+ o P- per accendere lo schermo e avviare la visualizzazione dei canali. Su alcuni televisori, specie quelli più datati, è addirittura sufficiente premere il solo tasto ON/OFF per avviare la visione dei canali.

Chiaramente, l’utilizzo del televisore attraverso i tasti fisici non è poi così comodo: in primo luogo, sarai costretto ad alzarti anche solo per cambiare canale; inoltre, in mancanza dei tasti fisici dedicati, potresti non poter accedere alle caratteristiche Smart del televisore in essere o addirittura ai menu delle impostazioni/regolazioni. Pertanto, superata l’emergenza, ti consiglio di utilizzare i tasti fisici per la sola accensione/spegnimento dell’apparecchio, se necessario, affidandone invece il controllo a uno dei metodi alternativi che ho avuto modo di segnalarti nelle precedenti sezioni.