Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire file PDF su iPhone

di

Tante volte ti sarà capitato di dover leggere un documento PDF ricevuto via email o via chat: ogni volta, però, hai dovuto aspettare di trovarti davanti al computer per poter visionare i documenti, poiché non sei mai stato in grado di aprire file di questo tipo direttamente dall’iPhone. Deciso a ovviare a questo inconveniente, dunque, hai aperto Google alla ricerca di una guida che ti insegnasse ad aprire file PDF su iPhone, finendo proprio sul mio sito.

Se è questo il tuo caso, allora sto per darti una buona notizia: non devi più aspettare di essere davanti al computer, poiché sto per insegnarti a leggere i file PDF direttamente dallo schermo del tuo iPhone! Per lo scopo, puoi utilizzare sia gli strumenti inclusi “di serie” in tutti gli smartphone Apple che alcune app di terze parti per usufruire, all’occorrenza, anche di funzionalità aggiuntive. Per la precisione, ti spiegherò come agire tramite le app Safari, File e Libri già presenti di default in iOS, e poi ti fornirò un elenco di app di terze parti che puoi scaricare sul tuo “melafonino” per aprire i PDF e, in alcuni casi, modificarli.

Quindi, senza attendere un secondo in più, dedica qualche minuto del tuo tempo libero alla lettura di questa guida e individua la soluzione più adatto alle tue esigenze: posso garantirti che il risultato saprà soddisfarti appieno. Detto ciò, non mi resta altro da fare se non augurarti una buona lettura e un buon lavoro!

Indice

App predefinite per aprire file PDF su iPhone

Alcune app adatte alla lettura dei file PDF sono già presenti “di serie” sull’iPhone: in questa sezione ti mostrerò, in dettaglio, il loro funzionamento.

Safari

Il metodo più comodo e rapido per aprire PDF su iPhone prevede l’utilizzo di Safari, il browser Apple integrato in tutti i dispositivi della “mela morsicata”. Con Safari è possibile sia visualizzare i PDF che salvarli nella memoria interna del dispositivo, così da poterli aprire in un secondo momento anche senza una connessione a Internet attiva.

Per sfruttare Safari per il tuo scopo, devi effettuare pochi e semplici passaggi: individua il file PDF da scaricare da Internet e procedi al download dello stesso, utilizzando uno dei tasti predisposti allo scopo (es. Scarica, Download, Apri o semplicemente PDF); a download completato, il file in questione dovrebbe aprirsi automaticamente all’interno del browser.

Se desideri salvare il file PDF appena aperto sulla memoria dell’iPhone, fai tap sul pulsante Condividi (l’icona del quadrato con la freccia rivolta verso l’alto), seleziona la voce Salva su File dal menu che va ad aprirsi e, nella schermata successiva, pigia sulle opzioni iCloud Drive o Su iPhone, in modo da salvare il PDF nel cloud di Apple o nella memoria del telefono. Per concludere, scegli la cartella in cui effettuare il salvataggio e fai tap sulla voce Aggiungi, collocata in alto a destra. In alternativa, puoi aggiungere il PDF direttamente all’app Libri: per farlo, devi scegliere la voce Copia su Libri dopo aver premuto il pulsante Condividi.

Un’altra funzionalità poco nota di Safari per iPhone, ma estremamente utile, permette di creare dei PDF partendo da semplici pagine Web: se trovi un articolo di giornale o una guida che ti interessa e vuoi leggerla in seguito, puoi generare un pratico PDF da consultare (anche offline) visitando la pagina Web in questione, pigiando sul pulsante Condividi e selezionando, dal menu che si apre, la voce Crea PDF.

File

Un altro ottimo metodo per aprire i documenti PDF sul “melafonino” prevede l’impiego dell’app File, il gestore file sviluppato da Apple e incluso nelle più recenti versioni di iOS. File è integrato di default su tutti gli iPhone, ma, nel caso fosse stato inavvertitamente disinstallato, puoi rimediare scaricando nuovamente l’app dall’App Store.

Usare File è piuttosto semplice: avvia l’applicazione, richiamandola dalla schermata Home di iOS, seleziona la cartella in cui hai scaricato il PDF e scegli, infine, il documento da visualizzare: tutto qui! Al bisogno, puoi esportare un PDF aperto in Safari pigiando sul pulsante Condividi del browser e selezionando l’opzione Salva su File (in modo del tutto analogo a quanto ti ho mostrato nel paragrafo precedente).

Se, invece, è tua intenzione aprire un PDF ricevuto tramite AirDrop, devi selezionare la voce Apri con… nel menu di AirDrop, in fase di ricezione, per poi scegliere il percorso in cui salvare il file. In seguito, procedi ad aprirlo con le modalità mostrate in precedenza.

Inoltre, puoi avvalerti del visualizzatore PDF di File anche quando ricevi documenti via email o via app di messaggistica: per servirtene, non devi far altro che selezionare il file PDF in allegato o incluso in una conversazione, quindi fare tap sulla voce/tasto Condividi e poi sull’opzione Salva su File.

Colgo l’occasione per ricordarti che tutti i file salvati iCloud saranno disponibili anche sugli altri dispositivi associati allo stesso l’ID Apple, nativamente o tramite programma dedicato (ad es. iCloud per Windows).

Una volta aperto un PDF in File, hai la possibilità di modificarlo aggiungendo annotazioni, evidenziazioni e quant’altro, semplicemente pigiando sull’icona della matita situata in alto e poi scegliendo lo strumento di cui necessiti dal menu che compare in basso. A modifica completata, potrai salvare il risultato finale pigiando sulla voce Fine, situata in alto a sinistra.

Libri

Altra app che puoi utilizzare per gestire i PDF dall’iPhone è Libri (conosciuta anche come Apple Books), il lettore predefinito di eBook (ma non solo) integrato nei dispositivi Apple.

Anche in questo caso, si tratta di un’app di semplicissimo utilizzo: dopo aver aperto il documento di tuo interesse dall’app tramite la quale l’hai ottenuto (sia essa Safari, Mail, un’app di messaggistica o altro), non devi far altro che pigiare sul pulsante Condividi e scegliere la voce Copia su Libri (o, in alcuni casi, Apri in Libri) dal menu proposto.

Dopo aver aggiunto il documento PDF in Libri, puoi leggerlo tutte le volte che vuoi e approfittare anche degli strumenti inclusi nell’app: usa quindi l’icona della freccia rivolta verso l’alto (posta in alto a sinistra) per inviare il file tramite posta elettronica e/o per stamparlo immediatamente, l’icona della lente d’ingrandimento per cercare parole all’interno del documento, l’icona del segnalibro per apporre un segnalibro a una pagina importante del PDF oppure l’icona della matita per aprire gli strumenti di modica del documento (sottolinea, firma ed evidenzia).

Anche l’app Libri supporta l’integrazione con iCloud: dopo aver importato un file PDF in quest’app, esso verrà sincronizzato automaticamente su tutti i dispositivi abbinati all’ID Apple configurato nell’iPhone.

Altre app per aprire file PDF su iPhone

Le soluzioni incluse nell’iPhone non ti hanno soddisfatto o necessiti di strumenti più avanzati? In questo caso, puoi aprire file PDF su iPhone affidandoti ad alcune app di terze progettate per lo scopo. Prima di illustrarti le app, voglio però mostrarti i passaggi necessari per aprire i PDF con una di queste, così da non sbagliare quando ne avrai bisogno.

Dunque, dopo aver scaricato una delle app elencate di seguito, puoi aprire i PDF tramite quella che preferisci ripetendo una parte della procedura che ti ho già illustrato nei capitoli precedenti: apri la pagina Web contenente il file PDF di tuo interesse e aprilo con browser, fai tap sul pulsante Condividi e successivamente sulla voce Copia su [nome app PDF].

In questo modo, il file PDF verrà inviato all’app in questione e potrai intervenire su di esso come meglio credi. I passaggi sono identici anche nel caso di PDF inclusi come allegati email oppure ricevuti tramite app di messaggistica: devi semplicemente toccare il nome del documento e pigiare sul pulsante della condivisione, per poi selezionare la voce relativa all’app di tuo interesse.

Detto ciò, ecco quelli che, a mio modesto avviso, sono i migliori lettori di file PDF per iPhone scaricabili dall’App Store.

  • Adobe Acrobat Reader — è senza ombra di dubbio la più famosa app per leggere i documenti PDF. Essa consente di aprire facilmente i file in questione, di apporre nuove annotazioni, evidenziazioni, appunti scritti a mano libera e molto altro. L’app fornisce alcune funzionalità aggiuntive, come quelle che permettono di creare, convertire e combinare PDF; esse sono accessibili da iPhone solo dopo aver sottoscritto l’abbonamento alla versione Premium, con prezzi a partire da 9,99 €/mese.
  • Foxit PDF — una buona alternativa ad Acrobat Reader per la gestione dei file PDF su iPhone. Con quest’app è possibile leggere e modificare i documenti con diverse modalità: tra gli strumenti di modifica, per esempio, spiccano quelli per firmare digitalmente i PDF, per creare PDF vuoti, per unire più PDF in un nuovo file e altro ancora. Alcune funzionalità avanzate sono disponibili a pagamento tramite acquisti in-app, con prezzi che partono da 11€/anno.
  • Documents by Readdle — quest’app si presenta come un ottimo file manager, quindi in grado di aprire ogni tipo di file, PDF inclusi. L’app è totalmente gratuita e può essere usata in tutte le sue funzionalità senza dover procedere a ulteriori acquisti.
  • PDF Expert by Readdle — altra app di Readdle. Si presenta come uno dei più completi lettori PDF per i dispositivi targati Apple. Essa permette di leggere efficacemente qualsiasi file in formato PDF (ma può gestire anche file compressi ZIP e documenti in formato Word, oltre che un gran numero di altri formati supportati) e di sincronizzarli con i più famosi servizi di cloud storage. L’app è disponibile a pagamento al costo di 10,99€ e offre anche altri acquisti in-app a prezzo variabile, per espanderne le funzionalità (utili in particolare in ambito lavorativo e business).
  • Xodo PDF — Xodo è un altro valido lettore PDF gratuito che offre anche funzionalità basilari di modifica, come annotazioni, sottolineature, disegni a mano libera e poco altro. L’app supporta la sincronizzazione dei documenti con i principali servizi di cloud, come Dropbox, Google Drive e OneDrive (oltre che iCloud, ovviamente).