Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come attivare la dark mode su Android

di

I tuoi amici parlano continuamente della dark mode di Android? Ti dicono di quanto questa sia elegante, oltre che utile per riposare gli occhi nelle ore serali e risparmiare batteria sui dispositivi equipaggiati con display OLED? Beh, difficile dar loro torto! Il tema scuro è una vera e propria manna dal cielo per chi si trova a usare lo smartphone o il tablet per molte ore al giorno; poi, come già detto, è anche molto bello da vedere, soprattutto ora che è supportato da una vasta gamma di app e dunque permette di avere uno stesso stile, molto elegante, in tutti gli applicativi che si utilizzano.

Se, però, ora sei qui e stai leggendo questo tutorial, mi pare evidente che tu non riesca a usufruire di questa utile funzione sui tuoi device, vero? Beh, se le cose stanno così non ti preoccupare: oggi sono qui proprio per darti una mano e spiegarti, nella maniera più semplice e rapida possibile, come attivare la dark mode su Android.

Ti anticipo già che su Android 10 e successivi basta attivare una levetta nelle impostazioni del sistema operativo e il gioco è fatto; sulle versioni precedenti di Android, invece, le cose si possono fare leggermente più difficili, sebbene non impossibili. Per maggiori dettagli, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Come attivare la dark mode su Android 10 (e successivi)

Come attivare la dark mode su Android 10

Se vuoi sapere come attivare la dark mode su Android e utilizzi un dispositivo equipaggiato con Android 10 o successivi, non devi fare nulla di particolare: puoi infatti trovare l’opzione per attivare la modalità scura in tutto il sistema operativo e nelle app supportate direttamente nel menu delle impostazioni.

Apri, quindi, l’app Impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio che si trova in Home screen o nel drawer delle app), vai su Display e luminosità e sposta su ON la levetta relativa alla Modalità scura. Missione compiuta! La dark mode si attiverà istantaneamente per tutti i menu di sistema e le app che supportano la suddetta modalità in maniera automatica (che cioè si adeguano allo stile dell’interfaccia di sistema).

Se non riesci a trovare alcune delle voci che ti ho indicato poc’anzi, sappi che i menu possono cambiare a seconda della versione di Android e dal dispositivo in uso (io ho usato Android 10 su uno smartphone Huawei); per semplificarti il compito, prova a cercare "dark mode", "modalità scura" o "colori scuri" nella schermata delle impostazioni.

In alternativa, ti segnalo che puoi attivare la modalità scura anche dalla tendina delle notifiche: per farlo, richiama il menu in questione eseguendo uno swipe dalla cima dello schermo verso il basso, ripeti dunque l’operazione, in modo da visualizzare tutti i pulsanti disponibili, e premi su quello dedicato alla Modalità scura (per far sì che si accenda).

Qualora te lo stessi chiedendo, non è attualmente disponibile una funzione che attiva la dark mode su Android automaticamente in base all’ora del giorno; puoi però ricorrere a un’app di terze parti che consente di ottenere questo automatismo: l’app si chiama Automatic Dark Theme for Android 10 e la puoi scaricare gratuitamente sia dal Play Store che da store alternativi per Android.

Il suo funzionamento, però, non è super intuitivo: prevede infatti l’attivazione delle opzioni sviluppatore su Android, il collegamento dello smartphone/tablet al computer, l’installazione del software ADB sul PC e l’immissione di alcuni comandi da Prompt/Terminale. Trovi tutte le istruzioni dettagliate direttamente nell’app.

Superato questo primo scoglio, comunque, basta attivare una levetta e si ottiene la dark mode automatica (anche se, onestamente, non so se il gioco valga la candela, visto quanto è semplice attivare/disattivare manualmente la suddetta modalità).

Come attivare la dark mode su Android 9 e precedenti

Dark Mode

Se vuoi sapere come attivare la dark mode su Android 9 o su versioni precedenti del sistema operativo di casa Google, le cose si fanno un po’ più complesse. Per essere più precisi, su Android 9 è presente una dark mode nascosta da attivare tramite le opzioni sviluppatore; su Android 8 e Android 7 è possibile "forzare" l’adozione della dark mode tramite alcune applicazioni di terze parti, mentre su versioni ancora precedenti del sistema operativo è possibile agire solo a livello di launcher e app. Ma andiamo con ordine.

  • Se utilizzi Android 9, puoi provare ad attivare la dark mode recandoti nel menu Impostazioni > Sistema e aggiornamenti > Opzioni sviluppatore e attivando la modalità notturna dal menu che si apre. Se non hai ancora attivato il menu con le "opzioni sviluppatore", recati in Impostazioni > Info telefono del tuo device e premi sulla voce Numero di build per sette volte consecutive (se ti viene detto che "sei già uno sviluppatore", prova a cercare "Opzioni sviluppatore" nelle impostazioni e dovresti trovare il menu di cui hai bisogno).
  • Se utilizzi Android 8 o Android 7, puoi installare una delle app che permettono di forzare l’uso della dark mode, sapendo però che queste non sempre funzionano (l’esito dipende dal device in uso). Tra le applicazioni in questione ti segnalo Dark Mode che puoi scaricare gratuitamente dal Play Store o da store alternativi e che permette di attivare la dark mode sui device supportati e la modalità scura nelle app (es. Instagram) anche su quei device che non supportano la dark mode di sistema. Ne è disponibile anche una versione Premium (da sbloccare tramite acquisti in-app, a partire da 0,99 euro) per rimuovere pubblicità, attivare il widget per la Home screen e sbloccare altre funzioni avanzate. Per usare l’applicazione, non devi far altro che avviarla e premere sul bottone Modalità notte, oppure sul bottone Automatica se vuoi programmare l’applicazione del tema scuro. Recandoti nel menu Show supported apps, puoi anche vedere la lista delle app che supportano il tema scuro e cosa fare per attivarlo in ognuna di esse.

Escluse le soluzioni elencate poc’anzi, che sono tra le più efficaci ma anche tra le più problematiche da applicare, puoi mettere in pratica alcuni accorgimenti che consentono di avere una sorta di modalità scura su tutte le versioni di Android, comprese quelle precedenti alla 7.

Innanzitutto, potresti pensare di installare un launcher che supporta la dark mode, in modo da avere il menu delle applicazioni e i vari elementi della Home screen in tonalità scura. Tra i migliori launcher per Android che supportano la dark mode, ti segnalo il famosissimo Nova Launcher (gratis, nella sua versione base) che puoi rendere il launcher predefinito del tuo device andando nel menu Impostazioni > Home oppure Impostazioni > App > App predefinite > App Home.

Per attivare la modalità scura in Nova Launcher, ti basta accedere alle impostazioni dello stesso (eseguendo un tap prolungato in un punto vuoto della Home screen e premendo sulla voce Impostazioni che compare in basso), selezionare la voce Modalità notturna dal menu che si apre e impostare il menu a tendina relativo alla funzione in oggetto su Attivato, per attivare sùbito la dark mode, o su un’opzione tra Automatico e Personalizzato, per rendere automatica l’applicazione della modalità scura.

Spuntando, poi, le opzioni in basso puoi decidere il colore di sfondo delle schermate con la dark mode attiva e gli elementi da rendere scuri tra barra di ricerca, menu delle app, icona menu delle app e cartelle.

Nova Launcher

Una volta ottenuta la modalità scura su Home screen e drawer, ti consiglio di attivare la dark mode nelle app che la supportano, installando l’app Dark Mode di cui ti ho parlato prima e agendo sulle impostazioni delle singole applicazioni, come trovi spiegato nel capitolo successivo del tutorial.

Nota: un’altra opzione che potresti prendere in considerazione è attivare l’inversione dei colori nelle impostazioni di accessibilità del tuo smartphone o tablet (Impostazioni > Accessibilità o Impostazioni > Funzioni accessibilità > Accessibilità), il che renderebbe scure tutte le schermate che normalmente sono chiare, ma invertirebbe anche i colori dei contenuti multimediali e, in generale, "rovinerebbe" la resa di molti contenuti, quindi, in linea generale, tenderei a sconsigliartela. Meglio optare per le altre soluzioni di cui ti ho appena parlato.

Come attivare la dark mode nelle app per Android

Ora vediamo in che modo attivare la dark mode nelle singole app per Android. Alcune, come già detto, riprendono in automatico l’impostazione generale del sistema operativo; altre, invece, richiedono di agire manualmente nelle loro impostazioni. Ecco qualche esempio pratico.

Come attivare la dark mode su Instagram per Android

Instagram nero

Instagram è una delle applicazioni che riprendono automaticamente le impostazioni del sistema operativo, quindi per attivare la dark mode in essa basta attivare la suddetta modalità nelle impostazioni di Android (o in app come Dark Mode). Per tutti i dettagli, leggi il mio tutorial su come avere Instagram nero.

Come attivare la dark mode su WhatsApp per Android

WhatsApp

WhatsApp è una delle applicazioni che prevedono un’apposita voce per l’attivazione della dark mode nelle sue impostazioni. Per trovarla, premi sul pulsante ⋮ collocato in alto a destra nella schermata principale dell’applicazione e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre. Spostati dunque su Chat > Tema e seleziona la voce Scuro dal riquadro che ti viene proposto. Per maggiori dettagli, leggi il mio tutorial su come avere WhatsApp nero su Android.

Come attivare la dark mode su YouTube per Android

YouTube

Anche YouTube prevede un’apposita impostazioni per attivare o disattivare il tema scuro. Per trovarla, apri l’app del celebre servizio di video sharing, premi sulla tua foto profilo collocata in alto a destra, vai nel menu Impostazioni > Generali e attiva la levetta relativa al Tema scuro. Per ulteriori dettagli, ti invito a leggere il mio tutorial su come avere YouTube nero.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.