Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come bloccare chiamate Android

di

Sei stufo di ricevere decine di chiamate al giorno da parte degli operatori di telemarketing? C’è un numero anonimo che ti chiama di tanto in tanto e vorresti trovare un modo per bloccarlo? Nessun problema, se utilizzi uno smartphone Android puoi dire facilmente addio a tutte le telefonate moleste. Basta utilizzare alcune applicazioni gratuite adatte allo scopo e persino sfruttare alcune funzioni di sistema, forse un po’ nascoste. Sarà facile come bere un bicchiere d’acqua, sempre se seguirai le istruzioni che ti indicherò in questo mio tutorial.

Se vuoi bloccare solo i numeri di alcune persone che ti disturbano spesso, infatti, puoi semplicemente entrare nella rubrica del tuo smartphone e bloccarli da lì. Se, invece, vuoi prevenire le chiamate da parte degli operatori di telemarketing, dei truffatori e di altri “seccatori noti”, puoi installare una tra le numerose applicazioni per bloccare le chiamate su Android che fanno tutto in automatico e di cui ti spiegherò il funzionamento.

Grazie a dei database online aggiornati quotidianamente (spesso con il contributo degli stessi utenti), queste app consentono di bloccare in anticipo tutte le chiamate provenienti dai numeri ritenuti poco affidabili o, in alternativa, di indicare l’ID del chiamante come seccatore. In questo modo potrai evitare di rispondere per scoprire che dall’altra parte del telefono vi è l’ennesimo operatore di telemarketing. Se queste premesse ti hanno incuriosito e vuoi sapere come bloccare chiamate Android, continua a leggere per saperne di più.

Indice

Funzioni di sistema per bloccare le chiamate su Android

Iniziamo questa disamina vedendo alcune funzioni di sistema per bloccare le chiamate Android. Se utilizzi una versione abbastanza recente del sistema operativo del robottino verde puoi bloccare le chiamate dai mittenti indesiderati senza installare alcuna app.

Tutto quello che devi fare è aprire l’applicazione Contatti (quella che, generalmente, è rappresentata dal simbolo dell’omino), creare un contatto contenente il numero (o i numeri) da bloccare e attivare la deviazione automatica alla segreteria.

Per creare il contatto, pigia sul pulsante (+) che si trova in basso a destra e compila il modulo visualizzato a schermo con tutte le informazioni richieste, numero compreso. Dopo aver creato il contatto, apri l’applicazione Telefono che sarebbe quella che usi normalmente per effettuare una chiamata dal tuo smartphone Android (solitamente rappresentata dal simbolo di una cornetta).

A questo punto, pigia sul pulsante (…) collocato in alto a destra e fai tap sulla voce Impostazioni. Nella schermata che si apre, fai tap sulla voce Blocco delle chiamate o Numeri bloccati. Successivamente premi sulla voce Aggiungi un numero e aggiungi manualmente il numero della persona che desideri bloccare.

Torna ora indietro alla schermata Impostazioni e fai tap sulla voce ID chiamante e spam. Nella schermata successiva, verifica che vi sia la levetta su ON in corrispondenza della voce ID chiamante e Spam. Se è su OFF, attiva spostando la levetta verso destra.

Da questo momento in poi, ogni volta che riceverai una chiamata dai numeri inclusi nella lista dei bloccati, il mittente potrà ascoltare solo un breve squillo e poi verrà dirottato alla segreteria telefonica. Se la tua segreteria telefonica è disattivata, il mittente potrà comunque ascoltare un breve squillo ma poi verrà avvisato che il numero chiamato è occupato.

Per quanto riguarda invece i numeri che non hai salvato nella lista dei bloccati, una volta che avrai attivato l’opzione per mostrare l’ID chiamante, sarà grazie a Google che potrai ricevere informazioni utili sull’identità del numero che ti sta chiamando. La chiamata non verrà bloccata in automatico in caso di possibile spam, ma potendo visualizzare informazioni utili, riuscirai quindi in autonomia a capire se si tratta di un operatore di telemarketing.

Se utilizzando questo strumento di blocco delle chiamate Android hai scoperto che la segreteria è ancora attivata e vuoi disattivarla, scopri come fare leggendo il mio tutorial su come disattivare la segreteria telefonica.

App per bloccare chiamate su Android

Adesso, invece, vediamo quali sono alcune app per bloccare chiamate su Android. Come ti dicevo in apertura dell’articolo, questo genere di soluzioni permettono di bloccare preventivamente le chiamate provenienti da potenziali “seccatori noti”.

Calls Blacklist

Una delle più note app per bloccare chiamate per dispositivi Android, è Calls Blacklist, applicazione che consente di bloccare i numeri aggiunti dall’utente alla sua “blacklist” e tutte le chiamate provenienti da numeri anonimi o non inclusi nella rubrica del cellulare.

Calls Blacklist di base è gratis, anche se ne è disponibile una versione Pro (da 1,99 euro) che non presenta banner pubblicitari al suo interno. In ogni caso, utilizzarla nella sua versione gratuita è davvero un gioco da ragazzi.

Tutto quello che devi fare per avvalertene è avviare l’applicazione e autorizzarla affinché possa accedere ai tuoi contatti, premendo sul pulsante Continuare e sul pulsante Consenti per tre volte consecutive. A questo punto, una volta che ti troverai nella schermata principale dovrai pigiare sul pulsante (+) e tra le opzioni disponibili potrai scegliere se bloccare un contatto dal registro delle chiamate, un nominativo dai contatti o se digitare un numero manualmente.

Per bloccare tutte le chiamate provenienti dai numeri anonimi e/o non inclusi nella rubrica del telefono, seleziona invece l’icona dei tre puntini verticali che si trova in alto a destra, vai su Impostazioni > Blocco e scegli le opzioni che desideri attivare: Numeri privati, Numeri sconosciuti, etc. In caso di ripensamenti, per sbloccare un numero precedentemente bloccato in Calls Blacklist, avvia l’applicazione, pigia sul numero bloccato e seleziona la voce Cancella dal menu che si apre.

Nota: Calls Blacklist include anche una funzione per bloccare gli SMS dai mittenti indesiderati, ma ti sconsiglio di attivarla. Il motivo è che su Android 4.4 e successivi funziona solo se si trasforma la app nell’applicazione predefinita per la gestione dei messaggi, e ciò può comportare dei costi aggiuntivi sull’invio degli SMS. Se compaiono dei messaggi che ti invitano ad attivare questa funzione, rifiuta.

TrueCaller

TrueCaller è un’altra ottima applicazione che ti permette di bloccare le chiamate Android che si configura inoltre come più completa rispetto a Calls Blacklist. Oltre a impedire le chiamate provenienti dai mittenti indesiderati (scelti dall’utente), ha un database costantemente aggiornato che le permette di bloccare e segnalare automaticamente tutti i numeri dei “seccatori noti”: operatori di telemarketing, truffatori, etc.

Funziona bene, ma bisogna precisare una cosa molto importante: installando TrueCaller sul proprio smartphone, si accetta la creazione di un account che rende il proprio numero di cellulare rintracciabile nel database pubblico del servizio (insieme al proprio nome, che però risulta visibile solo agli altri iscritti al servizio). Per cancellare il proprio recapito dal database di TrueCaller bisogna disattivare il proprio account, disinstallare l’applicazione e compilare l’apposita richiesta presente sul sito ufficiale del servizio.

Fatta questa doverosa precisazione passiamo al funzionamento dell’applicazione, che è estremamente intuitivo. Dopo aver installato TrueCaller, crea il tuo account gratuito premendo su Inzia per cominciare a usare il servizio e consenti che l’applicazione abbia accesso al tuo smartphone per gestire le telefonate premendo sul pulsante Consenti per due volte consecutive. Inserisci, quindi, il tuo numero di telefono e pigia sul pulsante Continua per due volte consecutive. Salta il tutorial premendo su Avanti e Capito. Inoltre, nel caso in cui ti venga richiesto di utilizzare Truecaller come app per gli SMS, premi su No.

Per bloccare i numeri dei seccatori noti e i numeri anonimi, fai tap sul menu in alto a sinistra e fai tap su Impostazioni > Blocca. Nella scheda che si aprirà puoi spostare alcune levette su ON in corrispondenza della voce Blocca gli spammer arcinoti e Blocca numeri privati. 

Per aggiungere un numero alla tua blacklist personale, invece, fai “tap” sul pulsante con il simbolo dello scudo collocato in alto a destra per accedere alla scheda Bloccato e, tramite il pulsante + e scegli se digitare un numero manualmente (blocca un numero) o se bloccare una serie di numeri (blocca una serie numerica).

In caso di ripensamenti, per sbloccare un contatto bloccato in precedenza, recati nuovamente nella scheda Bloccato premendo sul simbolo dello scudo dal menu principale.  Premi ora il simbolo dei tre puntini in alto a destra e fai tap sulla voce La mia lista di indesiderati. Pigia quindi sul pulsante (–) situato accanto al numero da sbloccare e poi su per sbloccarlo.

Should I Answer

Should I Answer 2019

Should I Answer è un’altra app che ti consiglio di provare. Per certi versi è simile a TrueCaller. Una volta che avrai autorizzato l’applicazione ad accedere ai tuoi contatti, questa funzionerà tramite un database collaborativo, grazie al quale riesce a bloccare in anticipo tutte le chiamate provenienti dai numeri che la community ha ritenuto poco affidabili: degli operatori di telemarketing, dei truffatori e così via. A differenza di TrueCaller, però, non richiede la creazione di un account e quindi non rende i numeri degli utenti rintracciabile pubblicamente.

Il funzionamento della app è estremamente intuitivo. Dopo averla installata e avviata sul tuo dispositivo, concedile tutti i permessi necessari per farla funzionare al meglio e sfoglia le schede informative che ti illustrano le sue caratteristiche principali. Successivamente, nella schermata che si apre, fai tap sul pulsante Protezione attiva, per bloccare direttamente le chiamate spam (facendolo, però, imposterai Should I Answer come app “Telefono” predefinita) oppure premi sul bottone Protezione passiva, in modo tale da visualizzare gli avvisi contro lo spam e scegli quali avvisi attivare.

Per attivare il blocco automatico delle chiamate, invece, fai tap sul pulsante (≡), pigia sulle le voci Impostazioni > Blocco e sposta su ON le levette degli interruttori che corrispondono al tipo di chiamate da bloccare sul nascere (es. segnalato da te come spamnumero straniero, e così via).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.