Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come collegare il telefono alla stampante

di

Il cellulare, da qualche tempo, è diventato parte integrante della tua vita: ormai con esso fai praticamente di tutto, dalla lettura dei messaggi di lavoro, allo svago tramite i social network. Dunque ritieni ad oggi impossibile riuscire a rimanere un solo istante senza il tuo fido alleato. L’idea di abbandonare il computer ormai è insita nella tua mente, tuttavia c’è ancora qualcosa che non riesci a fare con quel piccolo miracolo di tecnologia che stringi, sempre più spesso, tra le tue mani: la stampa dei documenti.

In altre parole, vorresti trasferire i documenti digitali su carta direttamente dal cellulare, ma non hai la più pallida idea di come collegare il telefono alla stampante per farlo, per cui resti ancora “legato” a quell’apparecchio dotato di mouse e tastiera che utilizzi, ormai, sempre meno. Come dici? Ho proprio centrato il punto e vorresti da me una soluzione valida al tuo problema? Sono lieto di dirti che l’hai trovata: di seguito, infatti, ti illustrerò per filo e per segno come effettuare la connessione dal cellulare alla stampante in tuo possesso, così da poter imprimere su carta i tuoi documenti, senza il bisogno di affidarti a qualcosa che faccia da tramite.

Non preoccuparti se non ti ritieni molto esperto sull’argomento: i metodi illustrati nelle righe a venire sono di semplice applicazione e adatti anche a chi, come te, fa parte della categoria degli imbranati tecnologici. Dunque, cosa aspetti a metterti al lavoro? Ritaglia un po’ di tempo per te, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sul tema: sono sicuro che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di procedere alla stampa da cellulare con la necessaria esperienza. Detto ciò, non mi resta che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Operazioni preliminari

Prima di poter collegare il telefono alla stampante e procedere eventualmente alla stampa dei file, è necessario che la stampante stessa venga collegata alla rete locale o a Internet: questo perché, come sicuramente saprai già, non è possibile effettuare un collegamento diretto tramite cavo dal telefono alla stampante.

Se possiedi una stampante Wi-Fi e intendi collegarla al router di casa, non devi fare altro che entrare nella sezione delle Impostazioni avvalendoti del display integrato sulla stampante, accedere alla Configurazione Wi-Fi, selezionare la tua rete wireless dalla lista di quelle disponibili e, avvalendoti del tastierino numerico in dotazione o del pulsante WPS del router, procedere al collegamento. In genere, a connessione avvenuta, la stampante esegue automaticamente una stampa riepilogativa che mostra le informazioni necessarie per l’accesso e la gestione (ad es. il suo indirizzo IP di rete).

In alternativa, se possiedi una stampante cablata e compatibile con Ethernet, non devi fare altro che inserire le due estremità del cavo in dotazione, rispettivamente, nelle apposite porte della stampante e del router, per poi attendere l’eventuale stampa riepilogativa.

Infine, se la tua stampante non è compatibile nativamente con Internet o con l’accesso in rete, puoi connetterla tramite cavo USB o LPT a un computer collegato in rete, dopodiché installare i driver e il software necessario sul computer in questione e, infine, attivare la Condivisione della stampante attraverso il pannello delle Impostazioni di Windows o le Preferenze di sistema di macOS. Se non sai come fare, ti consiglio di leggere la mia guida su come collegare stampante in rete, in cui ti spiego per filo e per segno i dettagli relativi alle summenzionate procedure, se disponi di una stampante non compatibile con Internet, oppure la mia guida su come collegare stampante Wi-Fi, se invece sei in possesso di un dispositivo connesso.

Tieni bene a mente, prima di compiere qualsiasi altro passo, che una stampante collegata a un computer può essere utilizzata attraverso il telefono se e solo se il PC è acceso e connesso alla medesima rete locale in cui si trova lo smartphone in questione (fatta eccezione per la stampa tramite Google Cloud Print, per cui è sufficiente soltanto che il computer sia acceso).

Come collegare Android alla stampante

Come collegare Android alla stampante

Ora che hai collegato a Internet la tua stampante, non vedi l’ora di collegarvi il cellulare in tuo possesso e iniziare subito a stampare file? Non preoccuparti, tra breve saprai esattamente come fare. I modi di procedere, essenzialmente, sono due: il primo, che mi accingo ad esporti in questa sezione ed è dedicato alle stampanti nativamente compatibili con la connettività a Internet, prevede l’installazione di una specifica app fornita dal produttore della stampante. In tal caso, lo smartphone e la stampante debbono essere collegati alla medesima rete Wi-Fi.

Il secondo metodo, di cui intendo parlarti nelle battute successive di questo tutorial, prevede l’associazione della stampante a Google Cloud Print, un servizio gratuito di stampa da remoto offerto da Google: tramite esso è possibile stampare da dispositivi collegati alla rete tramite computer, così come ti ho mostrato nella precedente sezione.

Fatta questa doverosa premessa, è il momento di passare all’azione: per prima cosa, scarica dal Google Play Store l’app dedicata alla stampante in tuo possesso, solitamente pubblicata dal suo produttore (ad es. Plugin per i servizi di stampa HP, adatta alle stampanti connesse HP) e procedi all’installazione di essa sul tuo telefono Android. Tra le app più conosciute per la stampa tramite Android, posso suggerirti Samsung Mobile Print, Canon Print Service, Epson Print e Lexmark Mobile Print.

Qualora l’app non sia disponibile su Google Play, ma come file APK scaricabile dal sito del produttore, ti consiglio di effettuarne il download avvalendoti del browser installato sul telefono, per poi procedere all’installazione dopo aver attivato il setup da Origini Sconosciute di Android; se non sai come fare, ti invito ad effettuare i passaggi illustrati nel mio tutorial specifico sull’argomento.

Una volta effettuata l’installazione del software del produttore sul tuo smartphone, il gioco è praticamente fatto: per effettuare il collegamento tra il telefono e la stampante e procedere alla stampa di un file, non devi fare altro che accedere al documento che ti interessa imprimere su carta, sfiorare l’icona Condividi presente a schermo, scegliere il nome dell’app (ad es. Plugin di HP Print Service) dal menu proposto, pigiare sul nome della stampante e seguire le istruzioni a schermo per la regolazione delle impostazioni e la finalizzazione del processo.

Purtroppo non posso essere più preciso riguardo questa procedura, poiché ciascun produttore mette a disposizione un’app differente, tuttavia posso aiutarti nello specifico qualora tu possegga una stampante HP o una stampante Epson: se così fosse, ti esorto a consultare i miei tutorial su come stampare dal cellulare alla stampante HP e come stampare dal cellulare alla stampante Epson per informazioni dettagliate sulla procedura di configurazione.

Come collegare iPhone alla stampante

Non hai a disposizione un terminale Android ma un iPhone? Allora ho ottime notizie per te: collegare il telefono alla stampante è ancora più semplice grazie al servizio AirPrint di Apple, integrato nativamente in iOS e in grado di mettere in comunicazione il melafonino con le stampanti Wi-Fi compatibili con il servizio. Anche in questo caso, sia la stampante che lo smartphone devono essere collegati alla stessa rete (se necessiti di un servizio di stampa da remoto, invece, puoi far riferimento alla sezione dedicata a Google Cloud Print).

Effettuare stampe attraverso il servizio AirPrint è un’operazione oltremodo semplice: dopo aver collegato la stampante a Internet, non devi fare altro che aprire sull’iPhone il documento da inviare in stampa, pigiare sul pulsante Condivisione (un foglio con la freccia verso l’alto), per poi scegliere il pulsante Stampa e attendere che, in corrispondenza della voce Stampante, compaia il nome del dispositivo di stampa in tuo possesso.

A questo punto, seleziona il suddetto effettuando un tap sulla sua icona, definisci, se lo desideri, le Opzioni di stampa aggiuntive (numero di copie, stampa fronte/retro e stampa a colori/bianco e nero) e, per finalizzare il processo e inviare il documento in stampa, pigia sulla voce Stampa collocata in alto a destra.

Aspetta, mi stai dicendo che la tua stampante non è compatibile con AirPrint e stai già abbandonando l’idea di poterla collegare al melafonino? Non scoraggiarti, in tal caso puoi ricorrere all’app Printer Pro, che funziona con la maggioranza delle stampanti disponibili sul mercato: l’app ha un costo di 6.99 euro, tuttavia puoi scaricare e installare la sua versione di prova gratuita per verificare che la tua stampante sia effettivamente compatibile con il servizio offerto.

Come ti ho già detto, Printer Pro permette di effettuare il collegamento tra stampante e iPhone anche sui dispositivi di stampa non compatibili con AirPrint, inclusi quelli collegati alla rete tramite computer (previo utilizzo del cavo USB): in tal caso, prima di procedere, devi installare ed eseguire Printer Pro Desktop per Windows o macOS.

Se è proprio questo il tuo caso e non hai la più pallida idea di come utilizzare quest’app per configurare la stampante in tuo possesso, ti consiglio di leggere attentamente la sezione dedicata della mia guida su come stampare da iPhone: in essa ti spiego, per filo e per segno, come verificare che la tua stampante sia compatibile con Printer Pro e come, eventualmente, utilizzare la sua versione completa per effettuare la stampa dei file.

Collegare il telefono alla stampante con Google Cloud Print

Collegare il telefono alla stampante con Google Cloud Print

Non vuoi affidarti alle app fornite dai produttori e desidereresti, invece, utilizzare i servizi di stampa integrati in Android o nelle app Google disponibili per lo smartphone Apple? Allora la soluzione più adatta a te è, senza ombra di dubbio, Google Cloud Print: come ti ho accennato nella precedente sezione, si tratta di un servizio di stampa remota (dunque non è necessario che il cellulare e la stampante risiedano sulla stessa rete) offerto da Google, il quale permette di utilizzare, attraverso il cellulare, sia stampanti connesse compatibili nativamente con il servizio sia stampanti collegate alla rete tramite computer.

In ogni caso, puoi utilizzare Google Cloud Print in due modi: il primo, che riguarda le stampanti Wi-Fi compatibili con il servizio (qui la lista ufficiale offerta da Google), prevede la configurazione immediata tramite l’accesso a una specifica pagina di configurazione. Ad esempio, per le stampanti HP, devi semplicemente collegarti a questa pagina e inserire l’indirizzo email della stampante (che puoi reperire dalla pagina di stampa riepilogativa), mentre per configurare le stampanti Epson devi accedere al pannello di configurazione della stampante attraverso il suo indirizzo IP (ad es. 192.168.1.4) e cliccare sulla voce Servizi di Google Cloud Print, per poi seguire le istruzioni a schermo. Puoi trovare le istruzioni dettagliate relative alla configurazione delle stampanti compatibili con Google Print tra le pagine della guida ufficiale di Google.

Se invece disponi di una stampante collegata al computer tramite cavo USB/Ethernet, allora devi effettuare la configurazione attraverso il browser Google Chrome: se non lo hai ancora fatto, dunque, provvedi a installarlo sul computer scaricando il file di setup dalla pagina Internet del programma, avviandolo e seguendo le istruzioni a schermo proposte (se hai bisogno di assistenza passo-passo, puoi rivolgerti alla mia guida dedicata)

Completata l’installazione di Chrome, avvia il programma, pigia sul pulsante Accedi collocato in alto a destra e, quando richiesto, inserisci le credenziali del tuo account Google, fondamentale per eseguire la configurazione con Google Cloud Print. Se non disponi di un account Google, provvedi a crearne uno seguendo il mio tutorial specifico sull’argomento.

A questo punto, digita l’indirizzo chrome://devices nell’apposita barra del browser, premi il pulsante Invio, accendi la stampante collegandola, se necessario, al computer, per poi pigiare sul pulsante Aggiungi stampante e avviare il processo di configurazione (qualora la stampante in tuo possesso fosse nativamente compatibile con Google Cloud Print, devi invece pigiare sul pulsante Registrati accanto al suo nome e seguire le semplici istruzioni a schermo).

Dopo qualche istante, Chrome ti farà visualizzare una nuova pagina Web contenente la lista delle stampanti collegate al computer: a quel punto, non ti resterà che impostare un segno di spunta accanto al nome di quella che intendi usare per effettuare la stampa e pigiare sul pulsante Aggiungi stampanti.

Il gioco è praticamente fatto! A partire da questo momento, puoi avvalerti della stampante così configurata per effettuare stampe da Android e/o dalle app Google presenti su iPhone seguendo le istruzioni fornite qui di seguito.

  • Stampare da Android – una volta aperto il file da stampare, pigia sul pulsante  (di solito collocato in alto a destra), fai tap sulla voce Stampa, dopodiché seleziona la stampante dall’elenco proposto, modifica le impostazioni di stampa, se necessario, per poi finalizzare il processo effettuando un tap sul pulsante Stampa.
  • Stampare da Google Chrome su iPhone – fai tap sul pulsante , tocca il pulsante Condividi (il foglio con la freccia in alto) e premi sulle voci Stampa Google Cloud Print. A questo punto, seleziona la stampante dalla lista proposta, imposta, se necessario, le impostazioni di stampa e fai tap sul pulsante Stampa.
  • Stampare da Gmail su iPhone – apri l’email da stampare, pigia sulla freccia verso il basso e seleziona, successivamente, le voci Stampa Google Cloud Print, per poi selezionare con un tap la stampante desiderata e pigiare ancora sul pulsante Stampa.
  • Stampare da Google Drive su iPhone – tocca il pulsante (…), sfiora le voci StampaGoogle Cloud Print e seleziona dalla lista proposta il nome della stampante registrata. Modifica, se necessario, le impostazioni di stampa e finalizza il processo premendo sul pulsante Stampa.

Altri metodi per collegare il telefono alla stampante

Come collegare il telefono alla stampante

Se sei arrivato fin qui, posso dedurre che tu abbia acquisito le competenze necessarie per collegare il telefono alla stampante e procedere alla stampa dei documenti di cui necessiti. Prima di congedarti, però, vorrei portarti a conoscenza di alcune soluzioni alternative a quelle illustrate fino ad ora, che potrebbero tornarti utili qualora dovessi avere difficoltà a metterle in pratica.

  • Printershare (Android/iPhone) – si tratta di un’app funzionale e completa, che permette di effettuare stampe da cellulari attraverso stampanti connesse tramite USB, Wi-Fi, Internet e addirittura Bluetooth. L’app è gratuita ma, per accedere ad alcune funzionalità aggiuntive, si rivela necessario l’acquisto della sua versione Premium (sotto forma di acquisto in-app per iOS).
  • Breezy Print (Android/iPhone) – è un’app gratis associata all’omonimo servizio di stampa tramite cloud, simile per alcuni aspetti a Google Cloud Print. Affinché possa funzionare correttamente, è necessario installare un programma “server”, anch’esso gratuito, sul computer a cui la stampante è connessa.
  • ePrint di HP – si tratta di un servizio dedicato alle stampanti Hewlett-Packard che, previa configurazione della stampante, permette di avviare processi di stampa da remoto utilizzando l’email. Ti ho parlato in modo approfondito di HP ePrint nella mia guida su come stampare dal cellulare alla stampante HP.
  • Epson Connect – è il servizio di stampa remota da cloud dedicato alle stampanti Epson, di cui è possibile usufruire attraverso le app Epson iPrint per Android e iOS. Maggiori info qui.