Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come collegarsi alla fibra ottica

di

Hai appena terminato una conversazione con quel caro amico che, entusiasta, ti ha raccontato di come la velocità del suo collegamento casalingo a Internet sia aumentato dopo aver effettuato un “upgrade” dall’ADSL alla fibra ottica. Questo argomento ti interessa, e non poco, poiché avere una connessione rapida potrebbe farti davvero comodo, soprattutto durante la fruzione di film e audio in streaming: con la fibra, infatti, non avresti più interruzioni improvvise dei flussi audio e video e potresti goderti concerti e serie TV in totale relax.

Dunque, risoluto, hai aperto Google, hai cercato informazioni su come collegarsi alla fibra ottica e sei finito dritto dritto su questa mia guida: ebbene, sono molto felice di dirti che questo è proprio il posto giusto per te! Di seguito, infatti, intendo fornirti informazioni dettagliate su ciò che riguarda questo tipo di tecnologia e segnalarti le migliori offerte del momento per aiutarti nella scelta.

Tanto per cominciare, sappi che la fibra ottica riesce a migliorare la velocità di navigazione rispetto all’ormai “vecchia” ADSL poiché è basata su cavi in vetro e non in rame; inoltre, per accedere a questo tipo di tecnologia è necessario che l’operatore scelto disponga dell’infrastruttura necessaria per offrire copertura nell’indirizzo di attivazione. Come dici? Questo discorso non ti è molto chiaro? Non temere: nei capitoli a venire intendo darti spiegazioni approfondite in merito, così che tu possa agire in totale autonomia e accedere a quella velocità di navigazione che tanto desideri!

Indice

Cos’è la fibra ottica

Come collegarsi alla fibra ottica

Come ti ho già accennato in precedenza, la connessione a Internet in fibra ottica è una modalità di collegamento alla Rete in cui i dati vengono trasmessi attraverso dei particolari cavi in vetro, le cosiddette fibre ottiche.

È proprio grazie alle proprietà del vetro, applicate alla modalità di trasmissione dei dati, che la fibra ottica è in grado di offrire velocità ben più elevate rispetto alla classica ADSL: quest’ultima tecnologia, infatti, effettua la trasmissione dei dati utilizzando i vecchi cavi in rame, gli stessi utilizzati per effettuare chiamate telefonice. Tale mezzo di trasmissione, però, presenta limitazioni sia in termini di frequenza di banda che di dispersione del segnale: è questo il motivo per cui la tecnologia ADSL non è strutturalmente in grado di fornire velocità di download/upload maggiori di 20 Mbps.

Il vetro offerto dalle fibre ottiche, invece, riduce drammaticamente i problemi relativi alla dispersione del segnale e alla portata dei dati trasmessi contemporaneamente, soprattutto grazie alla disomogeneità del mezzo di trasporto (il vetro) e all’ampia frequenza dei campi che possono essere creati al suo interno, aumentando dunque in modo vistoso la velocità di trasmissione e, di conseguenza, del collegamento a Internet.

Ti basti pensare, a proposito di velocità di comunicazione, che le fibre ottiche vengono utilizzate anche in ambito medico, all’interno dei microdispositivi atti alla trasmissione delle immagini in tempo reale (l’endoscopio o le telecamere utilizzate nella diagnostica e nella chirurgia laparoscopica sono soltanto due esempi di tale applicazione).

Nonostante la connettività in fibra ottica sia sempre più diffusa su suolo nazionale, non sempre è possibile far arrivare i cavi in vetro direttamente nelle abitazioni o negli uffici che necessitano di questa tipologia di connettività: nell’ambito della telefonia, ad oggi, è possibile distinguere differenti tipologie di collegamento che sfruttano (del tutto in parte) le fibre ottiche per l’accesso a Internet. Di seguito ti elenco le più importanti.

  • FTTH (fiber to the home) – si tratta della tecnologia in grado di offrire le migliori prestazioni: i cavi in fibra ottica vengono portati fin dentro le abitazioni, gli uffici o, in generale, gli spazi chiusi, così che i dati viaggino soltanto su vetro dalla centrale al modem e viceversa. In termini di velocità, ciò si traduce in connessioni a Internet che possono toccare i 1.000 Mbps (o 1 Gbps). In alcuni contesti commerciali, la connettività FTTH viene anche definita Gigabit o GPON. Quando tale tecnologia è disponibile, solitamente è richiesto un intervento tecnico in sede di attivazione della linea Internet, al fine di sostituire i classici cavi in rame (tipicamente presenti negli edifici) con i cavi in fibra ottica.
  • FTTB (fiber to the building) o FTTN (fiber to the node) –  con questa tecnologia, i cavi in fibra ottica arrivano fino alle fondamenta dell’edificio: solitamente, nel sottoscala, è presente un apparato attivo che riceve i cavi in fibra ottica e “suddivide” la connessione tra i vari interni avvalendosi del cavo in rame. Ciò significa che la comunicazione dalla centrale alla base dell’edificio avviene su vetro, mentre dal sottoscala all’edificio si procede su rame. La connessione FTTB offre prestazioni minori rispetto a FTTH, ma non per questo di poco conto: è possibile toccare velocità pari a 500 Mbps con dispersioni di segnale estremamente basse.
  • FTTS (fiber to the street) o FTTC (fiber to the cabinet) si tratta della “fibra ottica” attualmente più diffusa ma, allo stesso tempo, dalle prestazioni minori: questo avviene perché i dati viaggiano su vetro soltanto dalla centrale all’armadio su strada, mentre il percorso rimanente che va dall’armadio alla casa o all’edificio che riceve il collegamento a Internet viene coperto attraverso il cavo in rame. La qualità del collegamento, in questo caso, varia a seconda della posizione dell’armadio rispetto all’edificio: più questi sono lontani, meno la connessione è efficiente (a causa delle limitazioni imposte dal rame). Ciò nonostante, le connessioni FTTS/FTTC raggiungono velocità maggiori rispetto a quelle offerte dall’ADSL (in alcuni casi, è possibile toccare anche i 200 Mbps), tuttavia non possono essere definite propriamente in “sola fibra ottica”: tecnicamente, infatti, questo tipo di tecnologia risponde all’acronimo di VDSL (very-high-bit-rate digital subscriber line). A seconda della modalità di gestione da parte degli operatori di telefonia, la tecnologia FTTS può anche essere definita commercialmente VULA Bitstream NGA.

Dunque, riepilogando, la tecnologia FTTH offre pura connettività in fibra ottica, la tecnologia FTTB “subisce” il cavo in rame soltanto dal sottoscala dell’edificio all’interno in cui risiede il modem, mentre la tecnologia FTTS/VDSL offre fibra ottica fino al cabinato su strada e porta Internet nell’edificio attraverso il cavo in rame. Tieni sempre bene a mente queste differenze: ti torneranno sicuramente utili nella scelta dell’offerta in fibra più adatta a te!

Verificare la copertura della fibra ottica

Chiariti i vantaggi della fibra ottica e la tipologia di connettività che essa può offrire, è arrivato il momento di comprendere nel concreto come collegarsi alla fibra ottica: innanzitutto, l’operatore di telefonia con cui si intende sottoscrivere l’abbonamento deve disporre degli apparati necessari per offrire la copertura nella zona in cui è ubicato l’edificio su cui attivare la nuova connessione.

Il metodo più semplice per verificare la copertura della fibra ottica nella tua zona è quello di consultare gli appositi portali messi a disposizione dai vari operatori: di seguito ti indico nel dettaglio come avvalertene.

  • TIM – puoi verificare la disponibilità della fibra TIM collegandoti al sito Internet dell’operatore, cliccando sulla voce Verifica copertura ADSL e Fibra e digitando, nelle caselle preposte, il Comune, l’indirizzo e il numero civico presso cui desideri attivare la linea Internet, per poi selezionare il risultato più attinente tra quelli proposti all’interno dei menu a scomparsa: tieni ben presente che è quest’ultimo passaggio è fondamentale affinché la verifica vada a buon fine. Fatto ciò, pigia sul pulsante Verifica per avviare immediatamente il controllo della copertura.
  • Fastweb – accedi a questo sito Internet, compila il modulo proposto digitando nelle apposite caselle il comune, la via e il numero civico di attivazione della linea Internet e scegli dal menu a tendina Operatore di telefonia fissa l’operatore presso cui sei attualmente abbonato (seleziona la voce Nessun operatore di telefonia fissa se intendi effettuare l’attivazione di una nuova linea). Anche in questo caso, dopo aver digitato le varie voci, devi selezionare quella più attinente dai menu a scomparsa proposti: compilato il modulo, pigia sul pulsante Verifica disponibilità per avviare il controllo della copertura.
  • Vodafone – collegati al sito Internet dedicato, clicca sul pulsante Verifica la copertura collocato in fondo alla pagina e compila il modulo proposto con le informazioni necessarie. Anche in questo caso, devi scegliere comuneindirizzonumero civico della sede di attivazione del servizio tra le opzioni proposte dal menu a comparsa. Inserite le informazioni necessarie, clicca sul pulsante Verifica la copertura per sapere se presso l’indirizzo selezionato sono disponibili offerte in fibra di Vodafone.
  • Wind/Infostrada – collegati al sito Internet dedicato alla fibra dell’operatore, clicca sulla voce Hai già una linea se intendi effettuare portabilità dal tuo operatore attuale, oppure sulla voce Non ho una linea se invece hai intenzione di attivare una nuova utenza, e compila il piccolo modulo proposto subito sotto con le informazioni richieste: se necessario, specifica il tuo attuale numero di telefono, per poi selezionare la provincia dall’apposito menu a tendina e specificare Comuneindirizzonumero civico nelle caselle di testo collocate accanto. Anche in questo caso, comune e indirizzo devono essere selezionati tra le scelte proposte dal menu a scomparsa. Una volta compilato il modulo, pigia sul pulsante Verifica copertura per ottenere la lista delle offerte in fibra, se presenti, attivabili presso l’indirizzo specificato.
  • 3fiber (Wind Tre) – collegati a questo sito Internet, scorri leggermente verso il basso fino a trovare il modulo di controllo copertura, clicca sulla voce Ho un numero di telefono se intendi effettuare un’attivazione con portabilità da operatore precedente oppure sulla voce Voglio una nuova linea telefonica qualora tu intenda procedere con un’attivazione da zero. Fatto ciò, segui le medesime istruzioni segnalate poc’anzi per visualizzare se e quali offerte in fibra 3 sono applicabili nella tua zona.
  • Tiscali – accedi al portale Web dell’operatore, indica se disponi o meno di un servizio telefonico o di un servizio ADSL e digita le informazioni richieste (localitàindirizzo e civico di attivazione ed eventualmente numero di telefono) negli appositi campi, ricordando di selezionare le voci, ove richiesto, dal menu a scomparsa. Compilato il modulo, pigia sul pulsante Procedi con la verifica per ottenere l’eventuale lista delle offerte in fibra attivabili nella tua zona.
  • Open Fiber – non si tratta di un operatore telefonico, bensì di un progetto di Enel teso a portare portare la fibra ottica a banda ultra larga (BUL) in tutte le maggiori città italiane. La sua rete viene sfruttata a livello commerciale da operatori come Vodafone, Fastweb, WindHome e 3Fiber. Per verificarne la copertura, collegati a questa pagina Web e sfrutta il modulo collocato al centro della pagina.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni in merito ai passaggi visti in precedenza, ti invito a consultare il mio tutorial relativo alla copertura in fibra ottica, in cui mi sono occupato nello specifico dell’argomento.

Per collegarsi alla fibra ottica è necessario essere dotati di un modem (o di un modem/router) che possa effettuare le dovute trasformazioni del segnale: nel momento in cui ti sto scrivendo questa guida, quasi tutti i gestori di telefonia fissa includono nei loro pacchetti il dispositivo necessario per collegarsi a Internet.

Come ti ho già accennato in precedenza, nel caso tu decida di sottoscrivere un abbonamento con tecnologia FTTH o di attivare una nuova linea telefonica, è necessario un ulteriore intervento tecnico in sede di attivazione (solitamente anch’esso compreso nel pacchetto offerto dall’operatore) per portare i cavi necessari  – in fibra ottica nel caso di FTTH o in rame in caso di nuova linea FTTB/FTTS – fino alla presa telefonica principale dell’appartamento.

Sappi, inoltre, che attivando un piano in fibra ottica, la linea voce passerà sempre dal modem usato per la connessione Internet e non più per il vecchio cavo a parete usato per la linea telefonica tradizionale.

Migliori tariffe per la fibra ottica

Come collegarsi alla fibra ottica - migliori tariffe

Nel corso degli anni, gli investimenti perpetrati dai gestori di telefonia e da alcuni enti del settore altrettanto importanti (Enel, per esempio), hanno fatto sì che la copertura in fibra ottica in Italia aumentasse a vista d’occhio: pertanto, le offerte che offrono questo tipo di connettività a Internet sono sempre più vantaggiose.

Come ti ho già spiegato all’inizio di questa mia guida, per collegarsi alla fibra ottica è necessario sottoscrivere un abbonamento che preveda tale tecnologia: di seguito ti illustro quelle che a mio avviso sono le migliori. Mi raccomando, prima di effettuare qualsiasi tipo di sottoscrizione, abbi cura di verificare che la fibra ottica sia effettivamente disponibile presso l’indirizzo in cui intendi attivare la linea Internet!

TIM

Il primo gestore di cui intendo parlarti è TIM: l’ex Telecom Italia mette a disposizione ben tre offerte in fibra ottica, una delle quali prevede una linea dedicata esclusivamente a Internet (dunque senza nessun tipo di linea voce associata). Tieni ben presente che la connettività in fibra può variare tra FTTS e FTTH, a seconda della copertura disponibile nella zona, e che tutti gli abbonamenti prevedono un costo aggiuntivo di 5.48€/mese per il servizio di assistenza TIM Expert.

  • TIM Connect Fibra – questo pacchetto offre navigazione illimitata in fibra ottica, con modem TIM e abbonamento a TIMVISION incluso nel prezzo.
  • TIM Connect Gold Fibra – questo tipo di tariffa aggiunge a quanto detto in precedenza una linea voce con telefonate nazionali illimitate verso numeri di rete fissa e cellulari.
  • TIM Connect Black Fibra – questo pacchetto aggiunge a quello precedente le chiamate internazionali verso Nord America ed Europa Occidentale e una SIM con 1000 minuti e 5 Giga.

Fastweb

Fastweb è probabilmente l’operatore che offre più combinazioni per quanto riguarda le tariffe dedicate alla fibra ottica: nella fattispecie, sono disponibili pacchetti con la sola navigazione a Internet, pacchetti compresi di traffico voce e pacchetti combinati con Sky. Il traffico voce si riferisce alle sole telefonate verso le numerazioni fisse nazionali, con chiamate verso i cellulari a 5 cent/min senza scatto alla risposta (è possibile includere l’opzione per le chiamate illimitate verso i cellulari al prezzo di 3€/mese).

Inoltre, per tutti i pacchetti il modem Fastweb è compreso nel prezzo e non sono previsti costi di attivazione né altri costi aggiuntivi per ciò che riguarda la parte telefonica. La tecnologia di connessione può essere FTTS/VULA o FTTH, a seconda della zona in cui si richiede l’attivazione.

  • Internet Fibra – questo pacchetto offre navigazione illimitata a Internet, in fibra ottica, senza linea fissa abbinata, con in regalo un abbonamento trimestrale a PlayStation Plus. È possibile ottenere uno sconto sull’utenza Fastweb se si è già clienti Sky (con aggiunta dei pacchetti Sky Famiglia e Sky Box Sets all’abbonamento Sky in essere), oppure attivare contestualmente una sottoscrizione a Sky con parabola e decoder inclusi (con un costo di attivazione pari a 49€ se si possiede già l’antenna parabolica o di 79€ altrimenti).
  • Internet + Telefono Fibra – questo pacchetto aggiunge al precedente una linea voce con chiamate illimitate verso le numerazioni fisse nazionali e chiamate cellulari a consumo, con i termini visti in precedenza. È previsto, contestualmente all’attivazione dell’abbonamento, il riscatto di un regalo digitale a scelta tra un abbonamento annuale ad Amazon Prime o PlayStation Plus. È possibile abbinarvi un’utenza Sky, nuova o preesistente, secondo le medesime condizioni viste per l’offerta precedente.

Vodafone

Per quanto riguarda la fibra ottica, Vodafone mette a disposizione due ottimi piani tariffari: anche in questo caso, le tecnologie di connessione possono essere sia FTTS che FTTH (in base al tipo di copertura disponibile nella zona interessata). Inoltre, entrambe le offerte prevedono l’addebito di un ulteriore costo di attivazione di 5€/mese per 48 mesi.

  • Vodafone IperFibra – questo piano tariffario prevede navigazione a Internet illimitata in fibra ottica, il modem Vodafone Station Revolution incluso nel prezzo e chiamate con tariffa a consumo.
  • Vodafone IperFibra + – questo pacchetto include navigazione a Internet illimitata gratuita per i primi 12 mesi (con successivo addebito di 5€/mese al termine del periodo promozionale), il modem Vodafone Power Station incluso nel prezzo e chiamate illimitate verso numerazioni fisse e mobili nazionali e internazionali.

Wind/Infostrada

Wind entra nel mercato della fibra ottica con due pacchetti di base, FibraFibra Unlimited by Infostrada: il primo offre la sola navigazione a Internet con chiamate a consumo, mentre il secondo aggiunge al pacchetto chiamate illimitate verso fissi e cellulari nazionali e verso fissi di Europa Occidentale, USA e Canada. Per entrambi i pacchetti l’attivazione è gratuita, ma è abbinata la vendita del modem a un costo aggiuntivo di 2€/mese per 48 mesi.

Anche in questo caso, la connettività in fibra può variare tra le tecnologie FTTS e FTTH in base all’indirizzo scelto (con la possibilità di ottenere anche la sola ADSL, qualora nella zona non sia presente la summenzionata tecnologia).

Wind Tre/3fiber

L’offerta 3fiber prevista dal “nuovo” operatore Wind Tre è molto semplice: essa include navigazione in fibra ottica (FTTH o FTTC, a seconda della zona di attivazione o, in mancanza di copertura, in ADSL a 20 o 7 Mb/s), chiamate gratuite verso tutte le numerazioni fisse e chiamate a consumo verso i cellulari a 18 cent/min ma senza scatto alla risposta. Nell’offerta sono previsti inoltre 3 mesi abbonamento a Netflix.

3fiber prevede un costo mensile di 22.90€/mese con modem incluso nel prezzo e può essere “arricchita” con una SIM con piano ALL-IN Prime  (1000 minuti e Giga illimitati a 5€/mese) o ALL-IN Master (minuti illimitati e Giga illimitati a 7.5€/mese). Maggiori informazioni qui e qui.

Come dici? Hai letto con attenzione le offerte che ti ho segnalato ma credi di non aver ancora trovato ciò che fa per te? Allora ti esorto a controllare anche la mia guida alle migliori offerte fibra, in cui ho trattato questo argomento in modo ancora più approfondito.