Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come convertire PPT in PDF

di

Esportare una presentazione di PowerPoint in PDF è facilissimo: basta recarsi nel menu “File” di Office, selezionare la voce “Esporta” e il gioco è fatto. Tuttavia questa funzione è inclusa solo nelle versioni più recenti della suite Microsoft (dalla 2007 in poi), e poi non tutti hanno una copia di Office installata sul PC, giusto?

Con la guida di oggi, vedremo dunque come convertire PPT in PDF utilizzando alcuni servizi online che permettono di copiare il contenuto delle presentazioni di PowerPoint (comprese le immagini e altri contenuti grafici) in file PDF visualizzabili in tutti i software adatti allo scopo. I servizi in questione sono tutti gratuiti e tutelano la privacy degli utenti cancellando automaticamente, nel giro di qualche ora, tutti i file che vengono caricati sui loro server.

Sarebbe davvero un peccato non approfittarne. Ad ogni modo, non ti preoccupare, se per qualsiasi motivo volessi evitare l’utilizzo di soluzioni online, esistono anche dei software alternativi a Office che consentono di convertire file PPT e PPTX in PDF in maniera totalmente gratuita: li trovi alla fine del post. Adesso però procediamo con ordine e approfondiamo la parte relativa ai servizi Web a cui accennavo prima.

SmallPDF

SmallPDF è uno dei migliori servizi online per la modifica, la conversione e la creazione di documenti in formato PDF: supporta non solo le presentazioni di PowerPoint, ma anche i documenti di Word, i fogli di Excel, le immagini JPG e altri tipi di file. È completamente gratuito, non richiede registrazioni e funziona con qualsiasi browser. La sua unica limitazione è che consente di trattare un solo file alla volta, per il resto possiamo dire che è impeccabile.

Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina iniziale e trascina la presentazione di PowerPoint da trasformare in PDF nella finestra del browser. Attendi qualche istante affinché il file venga caricato online ed elaborato e avviane il download sul tuo PC pigiando sul bottone Scarica il file. Più facile di così?

iLovePDF

iLovePDF è una validissima alternativa a SmallPDF Il suo piano di base gratuito, senza registrazioni, consente di convertire un solo file alla volta e prevede un limite di upload di 200MB; quello a pagamento, che costa 3,99 euro al mese, invece consente di elaborare fino a 3 file alla volta e alza il limite di upload a 300MB complessivi. Vediamo come funziona.

Per convertire PPT in PDF con iLovePDF, collegati alla sua pagina iniziale e trascina la presentazione da trasformare in PDF nella finestra del browser. Dopodiché pigia sul bottone Convertire a PDF e attendi che il documento venga prima elaborato e poi scaricato automaticamente sul tuo PC.

CloudConvert

Se vuoi convertire più presentazioni alla volta, ti consiglio vivamente di provare CloudConvert. A differenza di SmallPDF e iLovePDF non è un servizio dedicato interamente ai file PDF, si tratta bensì di un convertitore “universale” in grado di trattare qualsiasi genere di file (dai documenti di Office ai file multimediali) ed è completamente gratuito.

Per scoprire come funziona, collegati alla sua pagina iniziale e trascina le presentazioni da trasformare in PDF nella finestra del browser. Clicca quindi sul pulsante Start conversion e aspetta che i file vengano caricati online e convertiti. Al termine della procedura, pigia sul bottone di download che compare accanto al nome di ciascun documento e i file in formato PDF verranno scaricati istantaneamente sul tuo PC.

CloudConvert permette anche di accorpare il contenuto di due o più presentazioni nello stesso file PDF. Basta espandere il menu a tendina merge all into one (in basso a destra), selezionare la voce pdf da quest’ultimo e pigiare sul bottone Start conversion.

LibreOffice

Se hai bisogno di convertire delle presentazioni particolarmente pesanti o, molto più semplicemente, preferisci affidarti a delle soluzioni offline, prova LibreOffice. Ormai dovresti già saperlo: si tratta di un’eccellente suite per la produttività gratuita compatibile con Windows, Mac OS X e Linux.

LibreOffice può essere usato per creare, modificare ed esportare in PDF qualsiasi formato di file tipico di Microsoft Office: dalle presentazioni PPT e PPTX di PowerPoint ai documenti DOC e DOCX di Word passando per i fogli di calcolo XLS e XLSX di Excel.

Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e pigia sul bottone Scaricate la versione x. A download completato, apri il file LibreOffice_xx_Win_x86.msi e clicca prima su Avanti due volte consecutive, poi su Installa e infine su e Fine per concludere il setup.

Utilizzi un Mac? Allora sappi che dopo aver scaricato LibreOffice – la procedura da seguire è la stessa appena vista insieme per Windows – devi procurarti anche il language pack per tradurlo in lingua italiana (che su Windows non serve in quanto incluso nel pacchetto d’installazione base).

Torna quindi sul sito Internet della suite e clicca sul pulsante Interfaccia utente tradotta. A download completato, apri il pacchetto dmg che contiene LibreOffice e copia l’icona della suite nella cartella Applicazioni di OS X. Dopodiché apri il pacchetto dmg del language pack, fai click destro sull’icona LibreOffice Language Pack, seleziona la voce Apri dal menu contestuale e pigia sul bottone Installa per tradurre LibreOffice in italiano.

Ad installazione terminata, per convertire le tue presentazioni in PDF, apri LibreOffice, clicca sul pulsante Apri e seleziona il file PPT (o PPTX) da trattare. Recati quindi nel menu File > Esporta nel formato PDF, clicca sul pulsante Esporta presente nella finestra che si apre e attendi qualche istante affinché il documento venga esportato. Missione compiuta!