Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare Office

di

Hai appena formattato il tuo computer e ti sei accorto del fatto che purtroppo non hai più a portata di mano il CD di installazione di Office? Hai da poco acquistato un nuovo PC e necessiti della nota suite per la produttività di casa Microsoft? A prescindere da quale sia la situazione nella quale ti trovi attualmente sappi che in entrambi i casi è possibile far fronte alla cosa. Come? Beh, semplice: andando a scaricare Office. Se sei effettivamente interessato alla questione, leggi le righe successive e vedrai che in men che non si dica capirai come fare. Prima di indicarti tutti i vari passaggi da effettuare mi sembra però doveroso fare una precisazione. Al momento Office viene distribuito in due versioni differenti:

  • Office Home & Student – si acquista pagando la licenza del programma una tantum – con prezzi a partire da 149 euro. È compatibile con Windows e macOS ma non prevede periodi di prova gratuiti.
  • Office 365 – È disponibile sia per Windows che per macOS ed è un servizio in abbonamento – presenta un prezzo pari a 7,00 euro o 10,00 euro euro al mese (a seconda del piano sottoscritto) – che comprende tutte le applicazioni della suite più 1TB di spazio su OneDrive e 60 minuti di conversazioni Skype mensili. La versione da 10 euro/mese si può provare gratis per 30 giorni senza obbligo di rinnovo.

Considerando che Office 365 offre un periodo di prova gratuito, trascorso il quale è poi possibile decidere se sottoscrivere un abbonamento per continuare a usare la suite, io ti suggerisco di cominciare a scaricare Office gratis e poi di valutare se è effettivamente il caso oppure no – in base alle tue effettive esigenze e necessità – di procedere con l’acquisto. Trovi spiegato come procedere qui sotto. Buona lettura e buon download!

Indice

Come scaricare Office gratis

Il primo passo che devi compiere per scaricare Office sul tuo computer, sia esso un PC Windows o un Mac, è collegarti al sito Internet di Office e cliccare sul pulsante Prova gratis per 1 mese. A questo punto, effettua l’accesso al tuo account Microsoft (se non ne hai ancora uno, segui la mia guida sull’argomento) e clicca sul pulsante Avanti per confermare di voler attivare la prova gratuita di 30 giorni di Office 365 Home (che dopo la trial costa 10 euro/mese).

Fatto ciò, scegli un metodo di pagamento valido tra carta di credito o di debito, addebito diretto e PayPal, inseriscine i relativi dati (oppure, nel caso di PayPal, effettua l’accesso al tuo account), clicca sulla voce Aggiungi indirizzo profilo e compila il modulo che ti viene proposto con i dati relativi al tuo indirizzo.

A questo punto, fai clic sui pulsanti Avanti e Salva, verifica che tutti i dati che hai inserito siano corretti e, in caso di esito affermativo, premi sul pulsante Sottoscrivi per confermare la tua sottoscrizione e procedere con il download di Office.

Se utilizzi un Mac, puoi scaricare Office 365 anche dal Mac App Store usando questo link. In alternativa puoi scaricare singolarmente Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote e OneDrive visitando i link che ti ho appena fornito, cliccando sul pulsante Vedi in Mac App Store, poi su quello Ottieni (nel Mac App Store, che nel frattempo si sarà aperto) e digitando la password del tuo ID Apple (o usando il Touch ID, se il tuo Mac supporta Touch ID).

Al termine del download di Office, avvia il pacchetto d’installazione della suite e attendi che vengano scaricati e installati automaticamente tutti i componenti della stessa: potrebbero volerci diversi minuti.

Una volta completata l’installazione di Office, potrai cominciare a utilizzare la suite per la produttività di casa Microsoft avviandola direttamente dal menu Start (su Windows) oppure dal Launchpad o dalla cartella Applicazioni (su macOS). Al primo avvio di Office ricordati di inserire, quando richiesto, i dati relativi al tuo account Microsoft in modo tale da attivare il periodo di prova gratuito di 30 giorni.

Se pensi di voler interrompere l’utilizzo della suite una volta trascorso il periodo di prova gratuita dello stesso, ricordati di disattivare il rinnovo automatico dell’abbonamento prima della sua scadenza altrimenti ti verrà addebitato il casto della sottoscrizione del servizio! Puoi fare ciò collegandoti all’apposita pagina Web annessa al sito Internet di Office tramite il collegamento che ti ho appena indicato. Se invece decidi di voler continuare ad utilizzare Office e quindi di pagare il relativo abbonamento non fare assolutamente nulla, come già accennato si rinnoverà in maniera automatica allo scadere del periodo di prova gratuita (a 10 euro/mese).

Come scaricare Office su smartphone e tablet

Come scaricare Office gratis

Se utilizzi uno smartphone o un tablet basato su Android oppure se possiedi un dispositivo iOS sappi che puoi scaricare Office e utilizzare la suite per la produttività di Microsoft direttamente in mobilità. Per entrambe le piattaforme Microsoft ha infatti reso disponibili le app di Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote e OneDrive, tutte scaricabili gratuitamente e senza limiti temporali, a patto di avere un device di dimensioni pari o inferiori ai 10.1?. Per i dispositivi più grandi, bisogna sottoscrivere necessariamente un abbonamento a Office 365.

Se vuoi scaricare Office sul tuo smartphone o sul tuo tablet Android, puoi rivolgerti alle applicazioni gratuite di Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneNote e OneDrive. Per installarle, avvia il Play Store (l’icona del sacchetto bianco con il simbolo “play” al centro), cerca uno dei nomi summenzionati tramite l’apposita barra collocata in alto e pigia prima sull’icona dell’applicazione che intendi scaricare e poi sui pulsanti Installa e Accetto.

Se invece vuoi scaricare Microsoft Office sul tuo dispositivo iOS, apri l’App Store (l’icona azzurra con la “A” al centro che vedi in home screen) e cerca Word, Excel, PowerPoint, Outlook, OneDrive oppure OneNote. Successivamente pigia sul bottone Ottieni/Installa e attendi che la app venga prima scaricata e poi installata sul tuo device. Per completare l’operazione potrebbe esserti richiesto di verificare la tua identità tramite Face ID, Touch ID o digitando la password dell’ID Apple.

Alternative a Office

Come scaricare Office gratis

Forse non ne eri a conoscenza ma devi sapere che oltre ad Office esistono anche delle alternative totalmente gratuite ed in grado di offrire strumenti pressoché analoghi a quelli della suite per la produttività di casa Microsoft. Anziché scaricare Office puoi ad esempio rivolgerti a LibreOffice, ad OpenOffice oppure, nel caso di smartphone e tablet, a WPS Office. Trovi maggiori dettagli qui di seguito.

  • LibreOffice – È disponibile per Windows, macOS e Linux, è completamente in italiano (correttore orotografico compreso), è molto semplice da utilizzare e, per non far mancare proprio nulla, permette anche di modificare i file PDF. Per effettuarne il download, collegati al sito Internet ufficiale della suite tramite il link che ti ho appena finto dopodiché fai clic sul pulsante Scaricate ora e poi su Scaricate la versione xx. Per saperne di più, leggi il mio tutorial su come scaricare LibreOffice.
  • OpenOffice – Si tratta di una suite d’ufficio molto simile a LibreOffice (in quanto ricavata dal suo codice sorgente) e comprensiva di software per la videoscrittura, per l’elaborazione dei fogli di calcolo, per la creazione di presentazioni, per la realizzazione di database e per la creazione di documenti stampabili. Anche OpenOffice è disponibile per tutti i principali sistemi operativi. Per effettuarne il download, collegati al sito Internet ufficiale della suite mediante il collegamento che ti ho appena indicato dopodiché fai clic sulla voce download presente sul pulsante verde al centro dello schermo, clicca sul pulsante Scarica versione completa (consigliato) ed attendi che il download del programma venga avviato. Maggiori dettagli sono disponibili nel mio tutorial su come scaricare OpenOffice.
  • WPS Office – È una suite gratuita per device mobile davvero affidabile e ben fatta. Puoi effettuarne il downloads sia su Android pigia qui che su iOStramite i collegamenti che ti ho appena indicato.