Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disattivare antivirus Windows 10

di

Hai recentemente installato Windows 10 sul computer e sei soddisfatto della tua scelta, eccezion fatta per l’antivirus integrato: nonostante Microsoft abbia fatto passi da gigante in questo settore, il software di sicurezza incluso nel sistema operativo, Windows Defender, proprio non riesce a soddisfare le tue aspettative, per cui avresti bisogno di installare una soluzione di sicurezza alternativa nel brevissimo termine.

Un tuo amico smanettone, però, ti ha consigliato di disattivare antivirus Windows 10 prima ancora di procedere, onde evitare conflitti e situazioni impreviste, ed è questo il motivo per cui hai aperto Google alla ricerca di istruzioni su come portare a termine quest’operazione. Ebbene, sono lieto di comunicarti che ti trovi nel posto giusto al momento giusto: seguendo alla lettera le semplici istruzioni che mi appresto a fornirti, infatti, riuscirai a disabilitare temporaneamente Windows Defender per installare in tutta sicurezza un software antivirus alternativo.

Dunque, cos’altro aspetti per iniziare? Ritaglia un po’ di tempo libero per te, mettiti bello comodo e segui per filo e per segno i passaggi seguenti: sono sicuro che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di raggiungere il tuo obiettivo. Ricorda sempre, qualsiasi cosa tu decida di fare, che lasciare il computer senza antivirus è un’operazione estremamente rischiosa per l’integrità dei dati e del computer stesso: non dire che non ti avevo avvisato!

Indice

Come disattivare l’antivirus di Windows 10

Prima di entrare nel vivo di questa guida e capire nel concreto come disattivare antivirus Windows 10, devo farti un’importante premessa: innanzitutto, questa operazione lascerà la tua macchina vulnerabile alle minacce, per cui ti consiglio di procedere soltanto se hai intenzione di installare una soluzione alternativa. Inoltre, la disattivazione di Windows Defender (salvo modifiche “avanzate” sul sistema operativo) è provvisoria: l’antivirus, per questioni di sicurezza, viene riattivato dopo un periodo di tempo prestabilito.

Considerata la pericolosità della rete Internet, ti invito caldamente a scegliere il tuo nuovo antivirus con Defender ancora attivo e, solo dopo aver scelto cosa installare e dopo aver scaricato l’installer, provvedi a disattivare l’antivirus di Windows 10.

Ora che disponi di tutte le informazioni necessarie, è il momento di passare all’azione! Se intendi ancora disattivare antivirus Windows 10, puoi servirti del pannello di gestione dedicato alla sicurezza del sistema operativo: per richiamarlo, pigia sull’icona a forma di scudo bianco con segno di spunta collocata nell’angolo in basso a destra dello schermo (nei pressi dell’orologio, per intenderci) e seleziona la voce Protezione da virus e minacce dalla schermata che va ad aprirsi.

In alternativa, puoi accedere alla medesima sezione avvalendoti dell’area di ricerca del menu Start (richiamabile cliccando sull’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo in basso a sinistra dello schermo) oppure della barra di ricerca di Cortana: digita nell’apposito campo la parola Defender, fai clic sulla voce Impostazioni di Windows Defender e, dalla finestra che si apre a schermo, pigia sull’opzione Protezione da virus e minacce per accedere al pannello relativo alla sicurezza di Windows.

A questo punto, fai clic sulla voce Impostazioni di Protezione da virus e minacce, quindi disattiva tutte le voci collocate nel pannello successivo, facendo clic sulle relative levette (che devono assumere la posizione Disattivato): per ottenere il risultato che desideri, devi obbligatoriamente “spegnere” le funzionalità di Protezione in tempo reale, Protezione fornita dal cloud e Invio automatico file di esempio.

Durante la disattivazione di ciascuna voce, vedrai comparire le schermate di sicurezza relative al Controllo Account Utente (UAC) di Windows: per confermare la volontà di procedere, pigia sul pulsante , quando richiesto.

Completata questa operazione, Windows Defender sarà disattivato per un tempo limitato (al massimo fino al successivo riavvio del computer), così da predisporre il PC all’installazione di una nuova soluzione di sicurezza. Personalmente, ti consiglio di procedere il più velocemente possibile poiché, dopo aver seguito i passaggi che ti ho illustrato, il computer risulterà completamente vulnerabile ai virus e, in generale, ai malware reperibili sul Web (ma non solo).

Come dici? Vuoi liberarti di Windows Defender e disattivarlo definitivamente? Allora ti consiglio di seguire alla lettera la mia guida su come disattivare antivirus, in cui ti ho descritto i passaggi da seguire per azzerare del tutto la protezione offerta dall’antivirus di Windows 10 (intervenendo anche sul registro di sistema). Come al solito, ti esorto a valutare attentamente se compiere o meno questa operazione, che potrebbe mettere seriamente a rischio la sicurezza del computer e dei dati in esso presenti. Non dire che non ti avevo avvisato!

Migliori alternative all’antivirus di Windows 10

Ora che hai disattivato l’antivirus di Windows 10, non hai la più pallida idea di quale soluzione adottare per proteggere adeguatamente il computer? Allora questa è la sezione più adatta a te: di seguito mi appresto, infatti, a mostrarti alcune tra le più valide alternative a Windows Defender, tutte estremamente efficienti e, soprattutto, gratuite.

Avast Free

La prima soluzione che voglio suggerirti per sostituire l’antivirus integrato in Windows 10 è Avast Free: questo programma, nella sua versione gratuita, offre un modulo di scansione in tempo reale (per l’analisi dei file attivi), un modulo comportamentale (per scovare i comportamenti nascosti dei file e dei programmi), un modulo per la protezione mentre si naviga sul Web, un modulo per proteggere i programmi di posta elettronica, un modulo per controllare la sicurezza della connessione Wi-Fi e un modulo per controllare se i programmi installati sono aggiornati, il tutto attivabile nel giro di un paio di clic.

Per servirtene, collegati alla pagina ufficiale dell’antivirus e clicca sul pulsante DOWNLOAD GRATUITO PER PC, in modo scaricare il suo file d’installazione sul disco del computer. Al termine del download. fai doppio clic sul file appena scaricato (ad es. avast_free_antivirus_setup_online.exe) per avviare l’installazione dell’antivirus: se lo desideri, rimuovi il segno di spunta dalle caselle relative all’installazione di Google Chrome e della Chrome Toolbar, entrambe collocate in basso, per poi cliccare sul pulsante Installa presente al centro.

Al termine dell’installazione, l’antivirus verrà attivato automaticamente e dovrebbero comparire alcune finestre per ottenere funzionalità aggiuntive, che puoi tranquillamente chiudere: per accedere al pannello di gestione di Avast, fai clic sul tasto Prosegui non appena esso sarà visibile.

Avira Free

Un altro antivirus che puoi installare gratuitamente sul computer per sostituire Windows Defender è Avira Free: nella sua versione gratuita, questa suite di sicurezza prevede un modulo di protezione in tempo reale, un modulo firewall per controllare l’accesso non autorizzato alla Rete da parte dei programmi sospetti, il sistema di connessione Phantom VPN per navigare sicuri tramite connessione VPN, il tool System Speedup per velocizzare il PC, il modulo Safe Shopping per proteggere durante gli acquisti effettuati sul Web e Privacy Pal, un utile strumento per regolare le impostazioni della privacy di Windows 10 e dei programmi supportati.

Per servirtene, collegati alla sua pagina di download ufficiale, clicca sul pulsante Scarica Free Security Suite e ripeti l’operazione con il pulsante Scaricala nella finestra di scelta della versione, così da avviare subito il download del file d’installazione.

Completato il processo, fai doppio clic sul file avira_it_fassXX_ws.exe, pigia sul pulsante Accetta e Installa che compare nella finestra successiva, premi più volte sul pulsante Avanti collocato in basso e attendi che l’installazione venga automaticamente portata a termine. Completata quest’operazione, puoi avviare la suite di sicurezza tramite l’icona creata sul desktop, così da visionare e gestire i suoi vari componenti.

AVG Free

Un’altra validissima soluzione antivirus gratuita adatta a sostituire Windows Defender è AVG Free: essa offre un livello di sicurezza paragonabile a quello ottenibile con Avast, al punto che molte voci (e anche notifiche) sono praticamente identiche.

AVG include un modulo di protezione in tempo reale, un modulo per controllare i siti Web visitati e le email ricevute tramite i programmi per la posta elettronica, un modulo per controllare i comportamenti sospetti, un modulo di valutazione file per scovare le minacce nascoste, l’estensione SafePrice per ottenere le migliori offerte del Web e la modalità Do-Not Disturb, utile per inibire la comparsa delle finestre d’avviso durante l’esecuzione di programmi a schermo intero (ad es. riproduttori multimediali o videogiochi).

Per scaricare AVG, recati sulla pagina ufficiale del programma e clicca sul pulsante Download gratuito per copiare il suo file d’installazione sul computer. Fatto ciò, lancia il file appena scaricato (ad es. AVG_Antivirus_Free_XXXX.exe) e, nella finestra di benvenuto, rimuovi ogni eventuale segno di spunta relativo all’installazione di programmi aggiuntivi, quindi fai clic sul pulsante Prosegui e successivamente sul pulsante Installa la protezione di base. Una volta completata la procedura di installazione, puoi avviare AVG e controllarne i vari moduli sia tramite la sua icona sul desktop, sia tramite l’area di notifica di Windows 10.

Bitdefender Free

Se cerchi una soluzione che possa sostituire l’antivirus di Windows 10 fornendo un’adeguata protezione insieme a un’interfaccia estremamente semplice e pulita, potresti optare per Bitdefender Free. Questa suite di sicurezza include un modulo di scansione in tempo reale, un modulo per il rilevamento delle definizioni sconosciute tramite cloud, un modulo comportamentale e un modulo Web, utile per controllare l’integrità delle pagine Internet visitate tramite il browser.

La particolarità di Bitdefender è quella di essere particolarmente “silenzioso”, mostrando notifiche e finestre d’avviso soltanto quando ce n’è bisogno. Utile, inoltre, la possibilità di analizzare “al volo” un file sospetto semplicemente trascinandolo nella finestra principale del programma.

Per avvalerti di questa soluzione, collegati al suo sito ufficiale e clicca sul pulsante Scaricalo gratis, per scaricare subito il suo file d’installazione. Completato il download, avvia quest’ultimo (ad es. bitdefender_online.exe) e attendi qualche minuto affinché il materiale necessario al setup venga scaricato da Internet.

Giunto alla finestra di benvenuto, accetta la licenza d’uso del programma apponendo il segno di spunta nell’apposita casella e pigia sul pulsante Install per avviare il setup vero e proprio: a questo punto, Bitdefender effettuerà una rapida scansione del computer alla ricerca di minacce preesistenti e, completata la stessa, procederà a copiare i file necessari e a mettere immediatamente in sicurezza il PC.

Kaspersky Free

Tra gli antivirus più famosi esistenti sulla scena informatica e compatibili anche Windows 10 c’è sicuramente Kaspersky che, ormai da qualche anno, offre una soluzione gratuita per utilizzo domestico, la quale include un modulo di scansione in tempo reale, un modulo di scansione comportamentale tramite servizio cloud KSN, l’integrazione in tutti i principali browser (così da ottenere un controllo completo per le pagine Internet visitate) e la modalità Gioco, utile per evitare di essere “disturbati” dalle notifiche durante la riproduzione di titoli a schermo intero.

Per servirtene, collegati al sito ufficiale dell’antivirus e clicca sul pulsante Scarica ora per avviare immediatamente il download di Kaspersky Free sul computer. Fatto ciò, lancia il file appena scaricato (ad es. startup_XX.exe), quindi fai clic sul pulsante Continua. Nella nuova finestra che compare a schermo, apponi il segno di spunta sulle due voci presenti in basso, così da sbloccare il tasto Accetto: premilo per due volte e, se lo desideri, ripeti l’operazione per accettare la raccolta dei dati ai fini di marketing e avviare dunque l’installazione.

Alla fine del processo, apponi il segno di spunta nelle caselle annesse alla finestra di riepilogo conclusiva, così da permettere a Kaspersky di analizzare il computer alla ricerca di programmi indesiderati e rootkit e il gioco è fatto: puoi avviare l’antivirus richiamandolo dal desktop, dal menu Start o dall’area di notifica di sistema.

Panda dome

In ultimo, ma non per importanza, vorrei segnalarti un antimalware non molto conosciuto ma in grado di offrire un livello di protezione più che adeguato per un utilizzo domestico: sto parlando di Panda Dome. Questa soluzione fornisce un modulo di scansione in tempo reale, un modulo cloud per il rilevamento di minacce e definizioni sospette e sconosciute, un modulo di analisi comportamentale, gli aggiornamenti in tempo reale, la modalità VPN (per attivare la navigazione sicura) e il modulo “Vaccino USB”, in grado di immunizzare chiavette USB e dischi esterni nel momento in cui essi vengono collegati al computer.

Installare Panda Dome è semplicissimo: collegati alla pagina Internet ufficiale, pigia sul pulsante Scarica presente in alto e, completato il download del file di setup (ad es. PANDAFREEAV.exe), avvialo immediatamente sul computer. A questo punto, clicca sul pulsante Successivo, rimuovi eventualmente tutti i segni di spunta presenti nella finestra successiva per evitare l’installazione di software aggiuntivo e, completata questa operazione, pigia sul pulsante Accetta e installa per avviare l’installazione dell’antivirus, che viene immediatamente attivato a conclusione del processo.

Come dici? Trovi ottime le soluzioni che ti ho proposto, tuttavia avresti la necessità di visionare ulteriori soluzioni per sostituire l’antivirus di Windows 10 per aumentare il tuo margine di scelta? Allora ti consiglio caldamente, dopo aver dato un’occhiata alle classifiche antivirus più aggiornate, di consultare il tutorial dedicato agli antivirus per Windows 10 che ho preparato apposta per te, in cui ho avuto modo di trattare in dettaglio l’argomento, lasciando spazio anche a soluzioni commerciali ancor più complete, utilizzabili previo acquisto di licenza.