Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come economizzare batteria iPhone

di

Da qualche settimana fai fatica ad arrivare a sera con la batteria del tuo iPhone? Non sei il solo. Anche se si tratta di un dispositivo realizzato in maniera tale che hardware e software siano ottimizzati l’uno per l’altro in modo quasi maniacale, lo smartphone di casa Apple non è esente da problemi relativi all’autonomia della batteria. Ma per fortuna si può fare qualcosa per limitare il problema.

Non aspettarti magie o ricette “miracolose” ma se provi a seguire i consigli su come economizzare batteria iPhone che sto per darti, dovresti riuscire a limitare gli sprechi di energia da parte del tuo “melafonino” senza sacrificare più di tanto la tua esperienza utente. In realtà basta mettere in pratica alcune piccole misure di buonsenso e poco più. Vediamo tutto in dettaglio.

Prima di vedere qualche “dritta” su come economizzare batteria iPhone, se il tuo “melafonino” ha dei problemi di autonomia ti consiglio di verificare che tu abbia l’ultima versione di iOS installata sul telefono. Infatti ci sono alcune release del sistema operativo Apple che soffrono di problemi relativi alla durata della batteria e che sono state corrette grazie a degli aggiornamenti del firmware.

Per verificare che il tuo iPhone sia equipaggiato con la versione più recente di iOS, recati nelle Impostazioni del dispositivo, seleziona la voce Generali dal menu che si apre e recati in Aggiorn. Software (assicurandoti di avere una connessione Internet attiva). Se è disponibile una nuova versione del software per il tuo telefono, l’iPhone ti avviserà e potrai effettuare l’aggiornamento semplicemente pigiando sul pulsante Scarica e installa. Per maggiori informazioni su come aggiornare iPhone, consulta pure la guida che ho preparato qualche tempo fa sull’argomento.

Adesso vediamo come economizzare batteria iPhone. La prima soluzione che ti consiglio di adottare è disattivare le notifiche di tutte quelle applicazioni che “succhiano” inutilmente energia per generare promemoria perfettamente inutili. Mi riferisco a giochi e app di natura ludica che abusano del sistema di notifiche di iOS per inondare lo schermo del telefono con avvisi che ricordano di fare una nuova partita o altri messaggi senza i quali si può vivere tranquillamente.

Per gestire le notifiche del tuo iPhone, recati nelle Impostazioni del dispositivo, seleziona la voce Notifiche dal menu che si apre e pigia sul nome dell’applicazione per la quale intendi vietare l’invio di notifiche push. Nella schermata che compare, imposta su Nessuno lo Stile avviso e sposta su OFF le levette relative alle opzioni Centro notifiche, Icona badge app, Suoni e In “Blocco schermo” (in modo che da azzurre diventino grigie).

Naturalmente, io ti consiglio di disattivare le notifiche solo per le app e i giochi palesemente superflui, ma se vuoi puoi disattivare anche le notifiche per social network (Twitter, Facebook, ecc.), servizi di messaggistica (es. WhatsApp) e per la posta elettronica. Dipende tutto dalle esigenze che hai e dall’uso che fai del tuo “melafonino”.

Attraverso lo stesso meccanismo, puoi disattivare anche il widget del meteo e il widget della borsa che sono presenti nel centro notifiche di iOS. Non rappresentano un grosso problema per l’autonomia del telefono ma disattivarli non fa certo male alla batteria. Per farlo, basta selezionare il loro nome e impostare su OFF la levetta relativa all’opzione Centro notifiche.

Un altro accorgimento che ti potrebbe aiutare ad arrivare fino a sera con il tuo iPhone senza troppi patemi d’animo è disattivare le connessioni 3G e Wi-Fi quando non strettamente necessarie. Insomma, se a metà giornata ti accorgi che la batteria del tuo “melafonino” ha raggiunto un livello di guardia e ti trovi in un frangente in cui puoi fare a meno della connessione Internet, recati nelle Impostazioni di iOS e disattiva le opzioni relative alle connessioni Wi-Fi e 3G recandoti nelle sezioni Wi-Fi e Generali > Cellulare del menu. Ma non prenderla come una mania. Attivare e disattivare di continuo le connessioni non serve a nulla.

Altro consiglio che posso darti è quello di non incaponirti nel chiudere applicazioni iPhone. Anche se aprendo il task switcher di iOS ti sembrerà di avere decine di applicazioni in funzione, in realtà sono pochissime quelle realmente attive ed il sistema le gestisce già in maniera ottimale per evitare gli sprechi di energia. Anzi, lo sforzo che il processore del telefono dovrebbe compiere per chiuderle tutte causerebbe un consumo maggiore di batteria rispetto a lasciare tutto così com’è!

Infine, una dovuta considerazione riguardante il jailbreak. Come ribadito più volte in articoli dedicati al tema, il jailbreak è una procedura che permette di usare software non “benedetti” da Apple su iOS e di ampliare le funzioni del sistema in modi che altrimenti sarebbero vietati.

Questo da una parte favorisce una maggiore libertà d’uso di terminali come iPhone, iPad, ecc. ma dall’altra può rappresentare un rischio. Difatti, avendo la libertà di fare quello che si vuole con il proprio telefono/tablet, salgono le possibilità che si facciano danni o comunque si compromettano le performance del device.

Tradotto in termini pratici, ciò significa che dopo aver applicato il jailbreak ed aver installato determinati tweak non ufficiali sull’iPhone, è possibile che l’autonomia e la stabilità del telefono abbiano dei contraccolpi negativi. Per evitare tutto questo, puoi mettere in pratica quanto scritto nella mia guida su come levare il jailbreak e ripristinare così lo stato originale di iOS. A te la scelta.