Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fai ad ottenere informazioni sull’identità di un sito

di

Qualche tempo fa, hai chiesto delucidazioni a un tuo amico informatico riguardo un particolare sito Internet che proponeva oggetti in vendita a prezzi stracciati; egli, dopo aver cercato informazioni in merito al gestore, ti ha messo in guardia sulla scarsa attendibilità del portale in essere, con buona ragione: dopo pochi giorni, le recensioni iniziate a circolare in Rete hanno confermato le perplessità del tuo amico! Questo episodio ti è stato di lezione e vorresti imparare a tutelarti da te, d’altra parte, però, ti senti in imbarazzo a chiedere al tuo amico “Come fai a ottenere informazioni sull’identità di un sito?” e, per questo motivo, hai cercato su Internet una guida che ti insegnasse a farlo in completa autonomia.

Se è questo il tuo obiettivo, sappi che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore: di seguito, infatti, ti illustrerò alcune efficaci tecniche per risalire alle informazioni di un sito Web (come l’intestatario del dominio, l’amministratore del sito e quant’altro) semplicemente conoscendone l’indirizzo, grazie a una serie di servizi online progettati per lo scopo; inoltre, ti spiegherò come fare a capire se un sito Internet è effettivamente sicuro e non presenta rischi di sicurezza in fase di inserimento e di invio di dati sensibili (come una password, per esempio).

Dunque, senza attendere un attimo in più, ritaglia un po’ del tuo tempo libero per dedicarlo alla lettura di questa guida: sono sicuro che tutto ciò che imparerai, leggendo attentamente il mio tutorial, ti tornerà molto utile in futuro. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come ottenere informazioni sull’identità di un sitoCome ottenere informazioni sull'identità di un sito

La necessità di ottenere informazioni sull’identità di un sito può presentarsi laddove, ad esempio, si volesse segnalare al titolare la presenza di un errore nel codice, di contenuti o di utenze inappropriate, e non fosse messo a disposizione un apposito modulo di contatto. In Rete, esistono diversi portali atti a far fronte a questa necessità, in grado di mostrare una serie di informazioni riguardo i vari siti Internet, come l’indirizzo IP e la relativa posizione geografica, il nome cognome dell’amministratore del sito e/o dell’intestatario, i dati di contatto e molto altro.

Uno dei migliori portali che offre servizi di questo tipo è Domaintools: tramite questa pagina, infatti, è possibile risalire a un gran numero di dettagli riguardo l’identità di un sito Internet, in tempi molto brevi e con pochissimo sforzo. Per servirtene, collegati alla pagina Internet che ti ho linkato poc’anzi, digita l’URL (cioè l’indirizzo Web) del sito che intendi analizzare all’interno della casella di testo collocata al centro della pagina e contraddistinta dalla dicitura Enter a domain or IP address…, quindi pigia sul bottone Search, situato subito accanto a quest’ultima.

In seguito, risolvi il controllo di sicurezza collocato nella pagina successiva, apponendo il segno di spunta nella casella proposta, e premi il pulsante Go, collocato subito sotto; dopo qualche istante, se tutto è andato per il verso giusto, dovresti vedere la pagina contenente i primi risultati della ricerca appena effettuata: indirizzo IP del sito e posizione dello stesso, identificativo univoco del dominio, titolostato del serverimmagini link contenuti nella pagina Web.

Per ottenere, invece, le informazioni aggiuntive relative al dominio, al suo intestatario e/o all’amministratore del sito Web a esso collegato, identifica il riquadro Whois record e, se necessario, effettua il controllo di sicurezza situato al suo interno e pigia il pulsante Go.

Superato questo step, dovresti finalmente avere i dati aggiuntivi che stavi cercando: data di creazione (Created) e di scadenza (Expire date) del dominio, la data di ultimo rinnovo (Last Update) dello stesso, nome e contatti dell’intestatario del dominio, sia esso persona fisica o azienda (sezione Registrant), nome e contatti dell’amministratore del sito (sezione Admin Contact), nome e contatti dell’area tecnica del sito (Technical contacts) e, infine, i dati relativi al fornitore di servizi che detiene il dominio (sezione Registrar).

Nota: a seconda delle impostazioni sulla privacy definite dall’intestatario del dominio, potresti visualizzare soltanto una parte dei dati che ti ho elencato poc’anzi, o non visualizzarli affatto: l’intestatario, infatti, può non dichiarare affatto i dati di contatto dello staff amministrativo e/o tecnico, oltre che richiedere l’inibizione dei propri dati o di quelli della propria azienda dagli elenchi pubblicamente accessibili.

Il servizio offerto da Domaintools è senza dubbio uno dei più completi ma, in caso di necessità (laddove, ad esempio, stessi operando tramite smartphone o tablet e non dovessi riuscire a superare con successo i controlli captcha proposti), puoi sfruttare altri portali online per avere accesso ai dati relativi all’identità del sito Web di tuo interesse. Di seguito te ne elenco alcuni.

Come verificare se un sito è sicuro

Come verificare se un sito è sicuro

Vorresti un account su un sito Web che hai scoperto di recente ma hai il timore che la password inserita possa essere “intercettata” dall’esterno e, prima ancora di procedere, avresti il desiderio di verificare che la connessione verso il summenzionato portale sia effettivamente sicura?

In casi come questo, non hai necessità di ottenere informazioni sull’identità di un sito ma devi, invece, verificare la validità del certificato a esso abbinato. Ti spiego subito di cosa si tratta: i siti Internet protetti da connessioni sicure (quelli che iniziano per https, per intenderci) devono necessariamente installare e aggiornare periodicamente un certificato di sicurezza fornito da un’agenzia esterna. In tal modo, il sito ottiene la certificazione necessaria per non essere “bloccato” dai browser e, dall’altra parte, gli utenti hanno la garanzia di comunicare con il server in modo sicuro, azzerando la possibilità di essere intercettati dall’esterno (a meno di non aver installato keylogger, spyware o altro software dannoso, così come ti ho spiegato nella mia guida dedicata alle tecniche per entrare un PC di nascosto).

Per questo motivo, per verificare se un sito è sicuro, è necessario controllare che il certificato a esso abbinato sia valido. Come? Nulla di più semplice: basta guardare la barra degli indirizzi del browser (quella in cui immetti l’URL del sito Internet che intendi visitare) e, una volta caricato il sito in questione, verificare la presenza di un’icona a forma di lucchetto chiuso per essere certo di trovarti in una pagina protetta.

Se, al contrario, dovessi visualizzare un’icona a forma di lucchetto aperto con o senza sfondo rosso, la dicitura “https” barrata o, ancora, qualsiasi altro messaggio relativo a problemi di sicurezza, allora ti troveresti di fronte a un sito non protetto oppure dotato di certificato non valido/scaduto.

Sebbene, ai fini della semplice navigazione, ciò potrebbe non rappresentare un grave problema, ti sconsiglio fortemente di inserire qualsivoglia tipo di informazioni su pagine di questo tipo, poiché queste ultime potrebbero essere facilmente intercettate dall’esterno o, peggio ancora, usate per scopi non leciti (ad esempio per il furto di dati d’accesso con la tecnica del phishing).

Come ulteriore verifica, in caso di dubbi riguardo la sicurezza di un sito Web, puoi ottenere facilmente le informazioni relative al certificato (ente che l’ha rilasciato, periodo di validità, numero di serie) e al tipo di protezione utilizzata per la connessione. Per farlo, collegati al sito Internet di tuo interesse, attendi che la pagina venga completamente caricata, dopodiché segui i passaggi che ti mostrerò qui di seguito, in base al browser che stai usando.

Browser per PC

Come verificare se un sito è sicuro - PC

  • Google Chrome – clicca sul lucchetto (o su qualsiasi altra icona) presente accanto al nome del sito, nella parte sinistra della barra degli indirizzi, poi sulla voce Visualizza certificato annessa al menu che compare a schermo, quindi utilizza la nuova finestra mostrata per accedere alle informazioni di tuo interesse. Tieni ben presente che, in caso di sito non sicuro, visualizzerai, invece, un pannello contenente informazioni riguardo la cessata validità del certificato in uso, la mancata verifica o la mancanza dello stesso.
  • Mozilla Firefox – clicca sul lucchetto (o altra icona) residente a sinistra dell’indirizzo del sito Web e pigia sul pulsante [>] collocato accanto alla voce Connessione per visualizzare lo stato del collegamento e l’ente di registrazione del certificato. Per i dettagli aggiuntivi, clicca sulla voce Ulteriori informazioni collocata nella parte bassa del pannello visualizzato a schermo e dai un’occhiata ai riquadri Identità sito web, per le informazioni sul certificato attivo, e Dettagli tecnici, per i chiarimenti riguardo al tipo di protezione usata per il collegamento.
  • Microsoft Edge – clicca sul lucchetto situato accanto al nome del sito Internet per le informazioni di base relative al certificato e alla sicurezza del sito stesso. In seguito, se lo desideri, fai clic sulla voce Visualizza certificato per ottenere dettagli aggiuntivi in merito.
  • Safari – clicca sull’icona a forma di lucchetto collocata accanto al nome del sito Internet, poi sul pulsante Mostra certificato. Infine, clicca sul pulsante ► collocato accanto alla voce Dettagli per visionare le informazioni aggiuntive.

Browser per smartphone e tablet

Come fai a ottenere informazioni sull'identità di un sito - smartphone e tablet

  • Google Chrome – fai tap sul lucchetto (o altra icona) corrispondente al nome del sito Internet visitato per visualizzare immediatamente lo stato della connessione; in seguito, tocca la voce Dettagli e, se lo ritieni opportuno, la voce Informazioni certificato.
  • Internet Samsung – tocca il lucchetto collocato accanto al nome del sito Internet in questione, quindi sfiora le voci Vedi certificatoDettagli e, se necessario, Informazioni certificato.
  • Safari – i siti Web sicuri, in Safari, sono contraddistinti da un’icona a forma di lucchetto verde in corrispondenza del nome visualizzato nella barra degli indirizzi. Al momento, non esiste una funzionalità per visualizzare le informazioni dettagliate sul certificato e/o sulla cifratura applicata.
  • Mozilla Firefox – sfiora l’icona a forma di lucchetto annessa all’indirizzo del sito Internet per visualizzare un breve riepilogo delle informazioni relative alla sicurezza e al certificato di protezione.