Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare il portale del Nether

di

Il mondo di Minecraft non ha più segreti per te. Hai esplorato in lungo e in largo molti dei suoi luoghi trascorrendo dei fantastici momenti, anche insieme agli amici. Hai sentito parlare di un luogo, non raggiungibile direttamente, chiamato Nether che risulta essere una grande sfida per chi vi accede.

Affascinato da questa opportunità, sei venuto a sapere che è necessario creare un portale per raggiungerlo. Non hai però alcuna idea di come questo debba essere costruito e quali materiali siano necessari. Se le cose stanno in questo modo, non devi preoccuparti, perché ci sono qui io ad aiutarti.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come fare il portale del Nether per raggiungere questo luogo oscuro e misterioso, che nasconde tanti pericoli ma altrettanti tesori. Sei pronto a iniziare? Non perdiamo altro tempo e mettiamoci subito al lavoro! Siediti bello comodo e segui attentamente tutte le indicazioni che ho preparato per te in questo mio tutorial. In men che non si dica, avrai creato questo portale per continuare a divertirti in questo fantastico videogioco. A me non resta che augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon divertimento!

Indice

Cos’è il Nether

Il Nether su Minecraft è una dimensione parallela inospitale, simile all’inferno. È caratterizzato da un bioma cupo, desertico, con fiumi e cascate di magma, oltre a creature aggressive che attaccheranno a vista gli avatar dei giocatori. È poco illuminato, in quanto l’unica luce deriva dalla luminescenza del magma e di alcune rocce, e non esiste il concetto di tempo, né di cambio delle condizioni climatiche.

Il Nether mette a dura prova i giocatori che si ritrovano in questo luogo selvaggio, in quanto nasconde pericoli a ogni angolo. A cosa serve, quindi, raggiungere il Nether? È così fondamentale? La risposta è sì, perché per progredire e avere accesso a nuovi progetti è necessario raccogliere dei materiali reperibili soltanto in questo luogo.

Infatti, il Nether può essere fonte di risorse in abbondanza come l’oro (dall’eliminazione di alcune creature), di piante come la Verruca del Nether, essenziale per i distillati alchemici, oppure di oggetti di grande valore che si possono trovare all’interno di bauli nelle Fortezze del Nether.

A questo proposito, un giocatore dovrà portare con sé tutto l’equipaggiamento indispensabile per sopravvivere e riportare le risorse raccolte nella dimensione di provenienza. In genere, è sconsigliato portare oggetti di grande valore e di difficile fabbricazione perché, nel caso in cui il proprio avatar venga eliminato, si verrà teletrasportati nel proprio mondo, perdendo l’equipaggiamento e il contenuto del proprio inventario.

Il consiglio è di portare con sé un’armatura e delle armi di facile costruzione, come quelle in ferro, e cibi per curarsi. Inoltre, è necessario portarsi dei blocchi per creare una stanza attorno al portale per proteggerlo e avere un luogo più o meno sicuro dove ripiegare in caso di pericolo.

Inoltre, il fuoco, che è elemento predominante in questo luogo, utilizzato anche da alcune creature come arma, può distruggere il portale rimanendo in questo modo bloccati nel Nether. È quindi importante portare con sé degli acciarini per riattivare il portale.

Ti ricordo, inoltre, che non è possibile costruire un letto nel Nether, perché causeresti la sua esplosione non appena tenteresti di usarlo, quasi più devastante del TNT.

Fatte queste premesse, è il momento di passare all’azione, indicandoti gli strumenti e le risorse necessarie per costruire un portale di accesso a questa ostile dimensione.

Creare gli attrezzi necessari

Il primo passo da effettuare per creare un portale del Nether è quello di realizzare gli strumenti indispensabili per raccogliere le risorse utili allo scopo. Ti indicherò, dunque, quali sono e ti segnalerò anche alcuni strumenti che possono facilitare l’attivazione di un portale del Nether.

Piccone in diamanti

La risorsa principale per la creazione di un portale del Nether è l’ossidiana: questa si ottiene quando si interagisce su un blocco di ossidiana per mezzo di un piccone in diamanti. Prima di affrontare l’argomento su questa importantissima risorsa, di cui ti parlerò nel prossimo paragrafo, ti illustrerò come creare un piccone con questo materiale.

Un piccone in diamanti è composto da due materiali: legno e diamanti. Il legno può essere raccolto interagendo su un albero a mani nude o per mezzo di un’ascia. I diamanti, invece, si possono raccogliere all’interno delle miniere o, in generale, nel sottosuolo con un piccone in ferro o di qualità superiore.

Per quanto riguarda il legno, una volta raccolto, bisogna convertirlo in bastoni (ne servono due) tramite un banco da lavoro. Il processo di creazione di un bastone prevede il posizionamento di tronchi da convertire in assi; successivamente, due blocchi di assi devono essere posizionati verticalmente su due riquadri per ottenere i bastoni.

Per i diamanti, invece, bisogna creare un piccone in ferro (tramite due bastoni e tre lingotti di ferro), il cui processo di creazione è simile a quello che ti illustrerò nelle prossime righe riguardo alla creazione di un piccone in diamanti. Dopo che sarai in possesso di un piccone, prova a cercare una grotta, una miniera o scava delle gallerie per andare quanto più in profondità, per avere più possibilità di trovare i blocchi di diamante.

Inoltre, in alcuni bauli che puoi trovare nel mondo di Minecraft, puoi avere la possibilità di trovare i diamanti, da utilizzare immediatamente per la creazione di un piccone di questa fattura.

Adesso che possiedi le risorse necessarie, è il momento di creare un piccone con questo prezioso materiale. Apri il banco da lavoro e posiziona orizzontalmente tre diamanti sulla prima linea di riquadri. Inserisci, poi, due bastoni di legno verticalmente, partendo dal riquadro centrale: in questo modo avrai formato una “T” con i materiali e ti verrà mostrato il risultato, cioè un piccone in diamanti, che potrai equipaggiare o posizionare in inventario.

Secchio

L’ossidiana non viene generata autonomamente così come accade con tutte le altre risorse nel sottosuolo, come metalli e pietre preziose. L’ossidiana si ottiene dal contatto tra acqua e magma. Quando si esplorano le caverne, è possibile trovare l’ossidiana a causa di fiumi sotterranei che interagiscono con laghi di magma.

Quando, però, non ci si imbatte in questo processo in modo “naturale”, è necessario eseguire qualche forzatura. I secchi servono proprio a questo scopo: per trasportare dell’acqua da riversare sul magma per creare l’ossidiana. Un secchio è costituito da lingotti di ferro e può essere utilizzato per contenere acqua, ma anche magma.

Per creare un secchio, ti serve quindi un banco da lavoro, dentro il quale devi posizionare tre lingotti di ferro. La disposizione da seguire è quella che prevede il posizionamento di tre lingotti di ferro in modo orizzontale e spostare poi quello centrale di una riga più in basso: così facendo, creerai un secchio di ferro da equipaggiare o posizionare nell’inventario.

Un secchio vuoto, però, non serve a nulla: dovrai quindi riempirlo. Per fare ciò, ti basterà avvicinarti all’elemento che vuoi raccogliere e interagire su di esso, con il secchio vuoto equipaggiato, in modo da riempirlo.

Acciarino

L’acciarino è uno degli oggetti più immediati e di facile realizzazione, se si vuole generare del fuoco. Un portale del Nether, per essere attivato, è necessario utilizzare del fuoco. Puoi quindi capire come sia utile un acciarino, soprattutto se ti trovi nel Nether e devi attivare un portale spento per tornare indietro.

Creare un acciarino richiede un banco da lavoro, un lingotto di ferro e un’unità di selce. Quest’ultima risorsa può essere facilmente trovata ogni qualvolta si distrugge un blocco di ghiaia, molto comune nel mondo di Minecraft.

Dopo aver raccolto le risorse necessarie, posiziona un lingotto di ferro e un’unità di selce in modo orizzontale. In questo modo, creerai immediatamente un acciarino da equipaggiare o posizionare nel proprio inventario.

Raccogliere l’ossidiana

Come già anticipato nei paragrafi precedenti, l’ossidiana è un materiale essenziale per la creazione di un portale del Nether. L’ossidiana viene generata dal contatto del magma con l’acqua.

Il magma è presente in alcuni casi in superficie, ma è facile trovarlo nel sottosuolo. Prima però di interagire con il magma, è importante che ti porti dietro diversi secchi con dell’acqua.

Per prima cosa, equipaggia il secchio d’acqua e interagisci sulla parete di un blocco che si trova adiacente al lago di magma. Eseguendo questa operazione, si riverserà molta acqua sul magma, generando l’ossidiana (una pietra di colore scuro).

Adesso, prendi il secchio vuoto e interagisci sul blocco di acqua che hai prima posizionato, per raccogliere immediatamente tutta il liquido riversato. In questo modo, avrai campo libero, senza che l’acqua possa infastidirti durante la raccolta dell’ossidiana.

Se il lago di magma è abbastanza grande, puoi utilizzare più secchi d’acqua per convertire il magma in ossidiana. Abbi sempre l’accortezza di raccogliere l’acqua per utilizzarla in altri sezioni del lago.

Se hai seguito le mie indicazioni, ti troverai di fronte una distesa di ossidiana, da raccogliere interagendo con il piccone in diamanti che hai portato con te.

Costruire il portale del Nether

Il portale del Nether è una struttura a forma rettangolare o quadrata che presenta una cornice di ossidiana. Le sue dimensioni sono di almeno cinque blocchi in verticale per quattro in orizzontale, ma possono essere costruiti portali più grandi.

L’accesso al Nether avviene tramite la superficie viola che si genera all’interno del portale, dopo la sua attivazione. È quindi importante che la cornice del portale sia costruita interamente in ossidiana, ma non è fondamentale che questa abbia gli angoli, che possono essere sostituiti da qualsiasi materiale.

Per costruire il portale del Nether, innanzitutto, piazza quattro blocchi in orizzontale di ossidiana (oppure due di ossidiana con agli estremi due blocchi di qualsiasi materiale). Sugli estremi, innalza le pareti laterali del portale con altri quattro blocchi di ossidiana (oppure tre di ossidiana e uno di un qualsiasi materiale nel margine superiore).

Infine, posiziona i restanti blocchi di ossidiana per chiudere la cornice e completare la costruzione del portale del Nether. A questo punto, innesca una fiamma sulla cornice del portale, utilizzando ad esempio un acciarino, per vederlo attivo.

Ti basta, adesso, posizionarti al suo interno e attendere qualche secondo per essere teletrasportato nel Nether.

Metodo alternativo per costruire un portale del Nether

Se non hai la possibilità di raccogliere i diamanti per realizzare un piccone con i materiali precedentemente elencati (utili per raccogliere l’ossidiana), puoi provare a creare il portale generando l’ossidiana direttamente nel luogo di costruzione del portale.

Per fare ciò, ti servono soltanto una decina di secchi per raccogliere del magma e altrettanti per l’acqua. Come ti ho già detto nei paragrafi precedenti, il magma puoi trovarlo nel sottosuolo oppure in alcune zone della superficie dove affiora.

Una volta ottenuti i secchi pieni di magma e quelli di acqua, puoi avviare la costruzione del portale del Nether. Come prima cosa, però, ti consiglio di costruire una struttura alta cinque blocchi che fungerà da impalcatura per raggiungere l’area più alta del portale.

Per prima cosa, riversa il contenuto di un secchio d’acqua a terra e immediatamente, su di essa, versa il magma contenuto nell’altro secchio. In questo modo, i due materiali a contatto genereranno un blocco di ossidiana. Continua con questo principio per realizzare la base, le pareti e, infine, il margine superiore.

Puoi seguire lo schema di cui ti ho parlato nel paragrafo precedente, per realizzare un portale completo oppure uno senza gli angoli. Dopo aver creato la cornice, rimuovi l’impalcatura e innesca un fuoco sul portale, così da attivarlo e avere accesso al Nether. Non è stato poi così difficile, vero?!