Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare il video allo schermo

di

Quando si tratta di far fronte a difficoltà legate all’utilizzo di alcuni programmi o app, i tuoi amici contano sempre e solo su di te. Non è infatti la prima volta che ti viene chiesto come risolvere questa o quell’altra cosa che tu stesso hai imparato a gestire leggendo le guide che ogni giorno pubblico sul mio sito.

Beh, se la situazione è questa è tempo che anche i tuoi amici prendano confidenza con la tecnologia ed eseguano i fondamentali passaggi relativi all’utilizzo dello smartphone e del computer. Non è che puoi stare a ripetere sempre le stesse cose! Proprio in virtù di ciò, ti è venuta una bella idea: vorresti realizzare dei video allo schermo del tuo dispositivo, in modo da mostrare a tutti come attuare le procedure che più ti vengono richieste.

Adesso, dunque, tocca di nuovo a te imparare e vorresti allora sapere come fare il video allo schermo del tuo computer, smartphone e tablet? Niente paura, ci sono qui io pronto ad aiutarti ancora una volta. Prenditi qualche minuto libero e leggi con attenzione le istruzioni che sto per fornirti con questo mio tutorial. Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come fare il video allo schermo: PC

Se stai usando Windows e desideri fare il video allo schermo del PC, le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle che trovi qui di seguito. Posso assicurarti che è un vero e proprio gioco da ragazzi.

Xbox Game Bar

Programmi per registrare lo schermo del PC

Su Windows 10 o versioni successive (es. Windows 11), puoi fare il video allo schermo del computer usando la Xbox Game Bar. È un’utility inclusa nelle più recenti versioni del sistema operativo di casa Microsoft che offre la possibilità di registrare video delle sessioni di gioco, ma che torna utile per fare altrettanto pure con qualsiasi altra attività visibile sul desktop.

L’unica cosa che occorre tenere in considerazione è che funziona solo sui computer equipaggiati con una di queste schede video: NVIDIA GeForce 600, NVIDIA 800M o versioni successive, AMD Radeon serie HD 7700, HD 7700M, HD 8500, HD 8500M, R7, R9 o versioni successive. Se non sai che scheda grafica adopera il tuo PC, consulta la mia guida su come vedere che scheda video ho per scoprirlo subito.

Ciò detto, per avviare la Xbox Game Bar, fai clic sul pulsante Start (quello con il logo di Microsoft) che trovi sulla barra delle applicazioni, digita “xbox game bar” nel campo di ricerca e seleziona il suggerimento pertinente. Se prediligi l’uso delle hotkey, puoi avviare l’utility anche premendo tasti Win+G sulla tastiera del computer.

Se stai usando Windows 10 e nel compiere i passaggi appena descritti la Xbox Game Bar non viene avviata, è perché risulta disabilitata nelle impostazioni del sistema operativo. Per risolvere, premi sul pulsante Start sulla taskbar, clicca sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) dal menu che compare e, nella schermata mostrata sul desktop, seleziona la voce Giochi, quindi quella Xbox Game Bar e sposta su Attivato la levetta in alto a destra.

A questo punto, dovrebbero essere visibili sul desktop le componenti dell’utility. Dunque, per usare la Xbox Game Bar, fai clic sul pulsante REC nella scheda Acquisisci (se la scheda non è visibile, per risolvere clicca sul pulsante con la telecamera posto sulla barra principale dell’applicazione). Ad acquisizione video avviata, se desideri nascondere i widget della Xbox Game Bar (ad eccezione di quello per il controllo della registrazione) serviti della combinazione di tasti Win+G.

Se è tua intenzione includere pure l’audio nella registrazione, utilizzando il microfono come periferica d’acquisizione, devi abilitare preventivamente la funzione apposita, facendo clic sul pulsante con il microfono presente sempre nella scheda Acquisisci. Per selezionare la periferica di acquisizione audio e regolare il volume, utilizza gli strumenti nel riquadro Audio (se non è visibile, per rimediare premi sul pulsante con l’altoparlante posto sulla barra principale dell’utility).

Quando lo vorrai, potrai interrompere la registrazione dello schermo facendo clic sul pulsante con il quadrato nella scheda Stato acquisizione e il video ottenuto verrà salvato direttamente nella cartella Video\Captures di Windows.

Ti faccio notare che è altresì possibile registrare lo schermo con la Xbox Game Bar senza avviare prima l’applicazione, usando queste combinazioni di tasti: Win+Alt+R per avviare e interrompere la registrazione dello schermo, Win+Alt+G per registrare lo schermo per 15 secondi e Win+Alt+M per attivare o disattivare l’uso del microfono durante la registrazione dello schermo.

OBS

OBS

Se stai usando una versione di Windows più datata o comunque cerchi un’alternativa più versatile a quanto già incluso nel sistema operativo di casa Microsoft, puoi provare OBS (Open Broadcaster Software). Si tratta di un software gratuito, open source e molto versatile, grazie al quale è possibile registrare lo schermo del PC, acquisire flussi audio/video da fonti esterne e trasmettere video in streaming.

Per scaricare il programma sul tuo PC, visita il relativo sito Internet e fai clic sul pulsante Windows. Completato il download, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che compare sul desktop, premi sui pulsanti , Next (per due volte di fila) e Install, dopodiché concludi il setup, cliccando sul bottone Finish.

Una volta visualizzata la finestra di OBS sul desktop, scegli l’opzione Ottimizza solo per le registrazioni, non faccio dirette che trovi nella schermata relativa alla configurazione guidata e clicca sui pulsanti Avanti (per due volte consecutive) e Applica le impostazioni.

Premi, dunque, sul bottone Impostazioni collocato in basso a destra, scegli la voce Uscita dalla barra laterale e verifica che nel menu a tendina Modalità di uscita risulti selezionata la voce Semplice (altrimenti provvedi tu).

Adesso, premi sul Sfoglia posto accanto al campo Percorso di registrazione e indica la cartella in cui desideri archiviare le registrazioni, quindi assicurati che nel menu a tendina Qualità della registrazione sia impostata l’opzione La stessa della diretta (altrimenti provvedi sempre tu) e serviti del menu a tendina Formato di registrazione per seleziona il formato del video della registrazione. Per salvare i cambiamenti, clicca sui pulsanti Applica e OK.

Provvedi ora a indicare a OBS le fonti da cui catturare i video, cliccando sul pulsante (+) sotto il riquadro Fonti, scegliendo la voce Cattura lo schermo dal menu che compare e premendo sul bottone OK (per due volte consecutive). In seguito, sposta e/o ridimensiona il riquadro con il desktop nella finestra di OBS per includere la zona dello schermo di tuo interesse.

Se alla registrazione del desktop vuoi associare pure quella della webcam, fai clic sul pulsante (+) sotto il campo Origini, seleziona la voce Dispositivo di cattura video dal menu che compare e premi sul pulsante OK (per due volte). In seguito, sposta il riquadro della webcam nel punto del video che preferisci.

Ti segnalo che se lo desideri puoi effettuare una registrazione dello schermo del tuo PC anche includendo l’audio, cliccando sul pulsante (+) nel riquadro Fonti e scegliendo l’opzione Cattura l’audio in entrata oppure quella Cattura l’audio in uscita, in base alle tue esigenze e preferenze.

Quanto ti senti pronto, fai clic sul pulsante Avvia registrazione per avviare la registrazione dello schermo. Per terminarla, richiama nuovamente la finestra principale di OBS e clicca sul pulsante Termina la registrazione. Se ritieni di aver bisogno di maggiori dettagli, puoi consultare la mia guida dedicata in maniera specifica a OBS.

Come fare il video allo schermo: Mac

Passiamo, adesso, al mondo Mac e andiamo a scoprire come fare il video allo schermo in tal caso. Le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle che trovi qui sotto. Non preoccuparti, è sempre tutto molo semplice.

Screenshot

Screenshot macOS

Se stai utilizzando un Mac aggiornato a macOS 10.14 (Mojave) o versioni successive, puoi fare il video allo schermo usando l’apposita funzione “di serie” denominata Screenshot (oppure Istantanea schermo, sulle versioni meno recenti di macOS), la quale consente, come facilmente intuibile dallo stesso nome, di catturare schermate di quanto visualizzato sulla scrivania e di registrare ciò che accade su di essa.

Per potertene servire, fai clic sull’icona del Launchpad (quella con i quadrati colorati) che trovi sulla barra Dock, quindi accedi alla cartella Altro presente nella schermata visualizzata e seleziona l’icona di Screenshot (quella con la macchina fotografica su sfondo bianco). In alternativa, puoi avviare il tool usando la combinazione di tasti cmd+shift+5.

A questo punto, sulla scrivania di macOS vedrai comparire la barra degli strumenti dell’utility: fai clic sul tasto Registra l’intero schermo per creare una registrazione dell’intera scrivania oppure su quello Registra la selezione per creare una registrazione solo di una porzione dello schermo. In seguito, premi sul pulsante Registra o fai clic su un qualsiasi punto dello schermo (il cursore sarà cambiato con un’icona di una fotocamera).

Quando lo riterrai opportuno, potrai interrompere la registrazione facendo clic sull’icona Stop visibile sulla barra dei menu. Ti verrà poi mostrata una schermata con l’anteprima della registrazione realizzata nell’angolo in basso a destra dello schermo e facendoci clic sopra potrai visualizzare il risultato dell’acquisizione e apportarvi eventuali modifiche. Il file video ottenuto viene salvato in automatico sul desktop.

Ti segnalo altresì che, se lo ritieni necessario, prima di avviare la registrazione puoi modificare i parametri di acquisizione, facendo clic sul pulsante Opzioni che trovi sempre sulla barra degli strumenti dell’utility e decidendo in quale posizione salvare i video, se impostare un timer prima di avviare l’acquisizione e se registrare anche i suoni usando il microfono.

QuickTime Player

quicktimeplayer1

Un altro strumento già incluso in macOS che puoi usare per fare il video allo schermo è QuickTime Player. Si tratta, in realtà, di un’applicazione di riproduzione dei contenuti multimediali che però permette pure di creare delle registrazioni di quanto visualizzato sulla scrivania di macOS e sullo schermo di qualsiasi dispositivo iOS/iPadOS collegato al computer.

Per potertene servire per il tuo scopo, avvia QuickTime Player, facendo clic sull’icona del Launchpad (quella con i quadrati colorati) posta sulla barra Dock, accedendo alla cartella Altro presente nella schermata visualizzata e selezionando l’icona dell’applicazione (quella con la “Q” grigia su sfondo nero).

A questo punto, clicca sul menu File in alto a sinistra, seleziona la voce Nuova registrazione schermo da quest’ultimo e se stai usando macOS 12 (Monterey) o versioni successive serviti della barra degli strumenti che vedi comparire sullo schermo, procedendo analogamente a come ti ho già spiegato nel passo precedente relativo all’utility Screenshot.

Se stai usando una versione di macOS più datata, invece, clicca sul pulsante per avviare la registrazione, dopodiché fai clic sullo schermo per registrarlo per intero oppure trascina il mouse in modo da creare un rettangolo di selezione per acquisire soltanto una sua porzione.

Se vuoi includere pure l’audio del microfono, fai preventivamente vlic sull’icona con la freccia verso il basso e seleziona la configurazione corretta dal menu che si apre.

Per terminare la registrazione, premi sul tasto Stop sulla barra dei menu. Ti verrà quindi mostrata l’anteprima del video. Se decidi di salvarlo, clicca sul menu File e sulla voce Esporta come da quest’ultimo, dopodiché seleziona la risoluzione che preferisci tra le opzioni che ti vengono mostrate, indica il percorso di output e clicca sul bottone Salva.

Come fare il video allo schermo: Android

Puoi fare il video allo schermo anche agendo da smartphone e tablet. Più precisamente, se desideri intervenire su un dispositivo Android le indicazioni alle quali devi attenerti sono quelle riportate di seguito.

Funzione predefinita

Come fare video schermo

Se vuoi fare il video allo schermo e stai agendo da un dispositivo Android, devi per prima cosa che sapere che alcuni dispositivi possiedono uno strumento di registrazione nativo.

In genere, lo strumento in questione è accessibile previa selezione di un’apposita icona annessa al centro notifiche o dal menu delle app del sistema operativo o, ancora, mediante la pressione di una combinazione di tasti specifica. Purtroppo, però, non posso fornirti informazioni più precise al riguardo, poiché i passaggi da compiere possono variare a seconda della marca e del modello dello smartphone, oltre che della di versione di Android in uso.

Per fare un esempio pratico, per fare il video allo schermo Huawei basta premere sul contemporaneamente sul pulsante dell’accensione e spegnimento e sul pulsante Volume (+). Si avvierà così un conto alla rovescia, al termine del quale, automaticamente, verrà effettuata una registrazione dello schermo del dispositivo.

L’avvenuta registrazione viene confermata dalla presenza di una barra in alto e può essere interrotta premendo sul pulsante Interrompi posto su questa stessa barra. Il filmato registrato è poi visibile all’interno della galleria multimediale predefinita. Per approfondimenti, leggi la mia guida specifica su come registrare lo schermo Huawei.

ADV Registratore schermo

Se il tuo dispositivo Android non possiede una funzione predefinita per la registrazione dello schermo o comunque se cerchi una soluzione alternativa ad essa, ti consiglio di rivolgerti all’app ADV Registratore schermo. Si tratta di un’applicazione gratuita che permette di registrare lo schermo usando molteplici funzionalità extra, come ad esempio la possibilità di includere la propria inquadratura usando la fotocamera frontale o posteriore e quella di aggiungere i suoni del microfono, tutto senza che siano necessari permessi di root. È compatibile con Android 5.0 e versioni successive e di base è gratis, ma propone acquisti in-app (al costo di 1,19 euro) per sbloccare alcune funzioni aggiuntive.

Per scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa. Se stai usando un device su cui non è disponibile il Play Store, puoi scaricare l’app tramite uno store alternativo. Successivamente, avvia ADV Registratore Schermo selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’app sul display, accetta i termini di utilizzo sfiorando la voce Accept che compare sul display, premi sul pulsante ALLOW per acconsentire alle varie richieste per l’accesso, fai tap sul pulsante (+) che si trova in basso a destra, sfiora la voce OK per concedere all’app gli ulteriori permessi richiesti e poi la dicitura Avvia adesso, così da avviare l’app sotto forma di icona in sovrimpressione.

Procedi, dunque, con la registrazione dello schermo, selezionando l’icona con la telecamera visibile sul lato destro del display e premendo sul tasto REC annesso al menu che si apre.

Se vuoi, in fase di registrazione puoi aggiungere un disegno o un’annotazione sullo schermo, facendo tap sull’icona di ADV Registratore Schermo presente sul bordo dello schermo e sul pulsante con la matita. In alto sinistra comparirà una tavolozza attraverso la quale impostare il colore della matita virtuale. Puoi pure decidere di abilitare l’uso della fotocamera del dispositivo, premendo sull’icona della webcam che trovi sempre nel menu dell’app.

Se lo ritieni opportuno, puoi mettere in pausa la registrazione premendo nuovamente sull’icona di ADV Registratore Schermo che si trova sul bordo del display e sul pulsante Pausa, mentre per stopparla del tutto devi fare tap sul bottone Stop che trovi sempre nel medesimo menu.

Tutti i video registrati vengono salvati in automatico nella galleria del dispositivo e risultano visibili pure nella schermata principale dell’app.

Ti segalo che se lo ritieni necessario puoi intervenire sulle impostazioni dell’app e modificarne i parametri relativi alla qualità dei video e dell’audio. Per riuscirci, premi sul pulsante con i tre puntini in verticale che trovi nella parte in alto a destra della schermata principale di ADV Registratore Schermo, seleziona la voce Settings dal menu che si apre e regola i valori che trovi nelle varie sezioni disponibili.

Come fare il video allo schermo: iPhone

Possiedi un iPhone e ti piacerebbe poter fare il video allo schermo in tal caso? Ti spiego immediatamente come procedere, trovi tutte le indicazioni di cui hai bisogno qui sotto. Inoltre, tieni presente che le istruzioni sono valide pure per iPad, non cambia nulla.

Registrazione schermo

Registrazione schermo di iOS

Se vuoi registrare lo schermo del tuo iPhone, devi per prima cosa sapere della possibilità di utilizzare una funzionalità di serie, denominata Registrazione schermo. È disponibile su iOS 11 e versioni successive e consente di registrare tutto quello che succede sul display del dispositivo, senza rivolgersi a soluzioni di terze parti.

Per potertene servire, la prima cosa che devi fare è richiamare il Centro di Controllo, effettuando uno swipe dall’alto verso il basso dall’angolo in alto a destra (se hai un iPhone con Face ID) oppure eseguendo uno swipe dal basso verso l’alto partendo dal centro (se hai un iPhone con tasto Home fisico). Successivamente, fai tap sul pulsante con un cerchio grande e uno più piccolo al suo interno.

Dopo un breve conto alla rovescia verrà quindi avvia la registrazione del display dell’iPhone. Quando lo riterrai opportuno, potrai interrompere la registrazione facendo nuovamente tap sul bottone di cui sopra nel Centro di Controllo. Il filmato verrà salvato nell’app Foto, per la precisione nella raccolta Video.

Se non riesci a visualizzare il pulsante per attivare la funzione mediante cui registrare lo schermo nel Centro di Controllo, è perché non hai ancora provveduto ad attivare la funzione in oggetto dalle impostazioni. Per risolvere, procedi in questo modo: seleziona l’icona delle Impostazioni (quella a forma di ruota d’ingranaggio) che trovi nella home screen e/o nella Libreria app, fai tap sulla voce Centro di Controllo nella nuova schermata visualizzata e premi sul pulsante (+) accanto alla dicitura Registrazione schermo.

Web Recorder

Come fare video schermo

Se stai utilizzando un iPhone aggiornato a una versione meno recente di iOS o comunque in alternativa alla funzionalità predefinita del “melafonino” per registrare lo schermo, puoi rivolgerti all’app alternativa Web Recorder, che è gratis e offre la possibilità di utilizzare il browser interno per effettuare ricerche sul Web e registrare lo schermo del cellulare mentre si naviga su Internet.

Per scaricare e installare Web Recorder, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, avvia l’app selezionando la relativa icona aggiunta in home screen e/o alla Libreria app.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, serviti del motore di ricerca per raggiungere il sito di cui intendi effettuare la registrazione, dopodiché premi sul pulsante circolare posto in basso per avviare la registrazione e fai tap sul pulsante Stop per interromperla quando lo ritieni opportuno.

Potrai poi salvare il video ottenuto premendo sul pulsante Save. Tutti i filmati realizzati vengono raggruppati nella sezione apposita dell’app, accessibile facendo clic sul pulsante con la telecamera che si trova nella parte in basso a destra della schermata di Web Recorder.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.