Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare le ombre su Photoshop

di

Sei un appassionato di fotografia ma, nell’ultima foto che hai scattato, qualcosa non va: mancano le ombre che donano tridimensionalità all’immagine, e non sai bene come risolvere il problema. Niente panico: in questo tutorial troverai diverse valide soluzioni da mettere in pratica.

Ciò che voglio fare è proprio spiegarti come fare le ombre su Photoshop, il noto programma per la post produzione e il fotoritocco delle immagini di Adobe, e in che modo modificarle, nel caso in cui fossero troppo intense o troppo chiare. Passerò poi a suggerirti come procedere con delle risorse che puoi usare direttamente online e delle app che puoi installare su smartphone e tablet

Quando sei pronto, mettiti comodo e ritagliati qualche minuto libero per leggere quello che ho da dirti: vedrai che non è poi così difficile creare le ombre con dei programmi studiati appositamente per modificare le immagini. Ti auguro buona lettura e un buon divertimento!

Indice

Come creare delle ombre su Photoshop

Photoshop, con ogni probabilità, è il software professionale più utilizzato per l’elaborazione delle foto, dunque, se la tua è una vera passione per la fotografia, sicuramente già lo conosci: in caso contrario, leggi la mia guida su come scaricare Photoshop. Completo di una miriade di opzioni e strumenti, puoi usarlo per raggiungere il tuo scopo in svariati modi. Sei pronto a scoprire quali? Allora ecco come creare delle ombre su Photoshop secondo diversi metodi.

Primo metodo: utilizzo degli strumenti Pennello e Sfoca

Come fare le ombre su Photoshop strumento Pennello

Mettiamo il caso che tu abbia una foto un po’ “piatta” e volessi aggiungere un tocco di profondità a quest’ultimo con delle ombre fittizie. Puoi raggiungere facilmente questo scopo con gli strumenti Pennello e Sfoca di Photoshop.

Apri dunque la tua immagine con Photoshop (trascinandola nel programma o andando nel menu File > Apri, in alto a sinistra) e, all’interno della palette degli Strumenti collocata a sinistra, scegli lo strumento Pennello.

Quindi portati nel menu superiore e fai clic sul piccolo pulsante con il simbolo di una freccia che punta verso il basso, accanto all’anteprima della traccia del pennello. Noterai che si aprirà un menu a tendina: al suo interno seleziona la forma di un pennello tondo e morbido. Poi, alla voce Dimensione, devi spostare il cursore fino a stabilire una misura proporzionata dell’impronta che lo strumento andrà a imprimere sull’immagine.

Come fare le ombre con Photoshop scelta strumento Pennello

Sempre nel menu in alto, spostati verso destra, fino alla voce Opacità: di nuovo, clicca sul pulsante con l’icona di una freccia che punta in basso e sposta il cursore verso sinistra, aumentando la trasparenza del tratto del pennello. Per il momento potresti impostarla al 20%, ma non c’è una regola fissa, devi regolarti a occhio e a seconda della foto sulla quale intervieni.

Prima di agire direttamente sull’immagine, recati nella zona inferiore della palette Strumenti e imposta il nero (o un grigio medio/scuro) come Colore di primo piano. Per farlo, fai clic sul simbolo del quadrato posto, appunto, in primo piano e, nella finestra di dialogo che si aprirà, con lo strumento Contagocce seleziona il colore suddetto.

Adesso osserva il cursore del mouse, che avrà assunto la forma di un piccolo cerchio, quindi disegna l’ombra dove desideri che appaia.

Come fare le ombre su Photoshop strumenti Pennello e Sfoca

Dato che l’ombra così definita potrebbe sembrare un po’ artificiale, torna sulla palette Strumenti e seleziona lo strumento Sfoca.

Spostati, poi, nel menu che vedi in alto nella pagina e clicca sul tasto con il simbolo della freccia che indica in basso, accanto all’anteprima del segno impresso dallo strumento, quindi seleziona un pennello morbido e tondo, vai alla voce Dimensione e sposta il cursore fino a impostare un diametro uguale a quella dello strumento Pennello usato prima.

Regola anche la voce Intensità su valori intorno al 50%, o meno, dunque ripassa la traccia scura dell’ombra che avevi impresso al passaggio precedente. In questo modo essa risulterà più “morbida” e veritiera.

Quando ritieni di aver concluso, vai nel menu File e seleziona l’opzione Salva con nome da quest’ultimo, per salvare il risultato finale.

Secondo metodo: stile livello

Come fare le ombre su Photoshop con Stile livello

Nel caso in cui ti trovassi di fronte a una foto con un soggetto e un fondo neutro, ad esempio bianco, come nel classico esempio delle immagini still life, impiegate soprattutto per immortalare prodotti, puoi provare a utilizzare lo stile livello per aggiungere un’ombreggiatura realistica.

Se, in questa situazione, non sai come creare ombre su Photoshop, per prima cosa, importa la tua immagine nel software, quindi recati nel menu Livello situato in alto e scegli l’opzione Duplica livello da quest’ultimo.

Nella palette Livelli, in genere situata in basso a destra sul monitor, accertati che sia selezionato proprio questo secondo livello appena creato (altrimenti selezionalo tu); dopodiché spostati sulla palette Strumenti, a sinistra, e scegli lo strumento Bacchetta magica, in modo da selezionare lo sfondo monocromo presente dietro al soggetto principale.

Ora, seleziona la voce Modifica dal menu in alto e, quindi, l’opzione Taglia. Fatto ciò, sempre nel menu posto in alto, vai sulle voci Livello > Stile livello > Ombra esterna. Si aprirà una finestra di dialogo: al suo interno sono presenti vari parametri, che puoi variare a piacere finché non sarai soddisfatto della resa dell’ombra.

Accertati che sia presente la spunta sulla casella Anteprima, per poter osservare immediatamente le modifiche mentre le applichi. Infine, premi il pulsante Ok, all’interno della finestra di dialogo, e salva il risultato finale.

Una nota a margine: per avere una selezione più accurata del soggetto in primo piano, puoi utilizzare lo strumento Penna, per scontornarlo e creare un Tracciato. In questo caso, però, dovrai armarti di tempo e pazienza, per svolgere il lavoro minuzioso, e ti servirà anche un po’ di esperienza d’utilizzo del programma. Inoltre sappi che, il metodo appena descritto per applicare un’ombra esterna con Photoshop si può impostare anche selezionando la voce fx dalla palette Livelli.

Terzo metodo: ricavare l’ombra dal soggetto

Come fare le ombre su Photoshop opzione Trasforma

Un’altra possibilità che hai dalla tua, se vuoi generare delle ombre con Photoshop, è ricavare l’ombra dal soggetto. Puoi applicare la soluzione al meglio se hai un’immagine con fondo in tinta unita, o comunque privo di grosse irregolarità. Non temere se noterai parecchi passaggi in questo capitolo: come spesso accade, le cose sono più veloci a farsi che a dirsi.

Inizia, dunque, aprendo l’immagine che vuoi modificare in Photoshop, quindi, dalla barra collocata a sinistra seleziona lo strumento Bacchetta magica (oppure puoi usare lo strumento Penna, come indicato nel paragrafo precedente) e seleziona l’area prevalentemente monocroma dell’immagine, in modo da isolare il soggetto principale a cui desideri applicare l’ombra. Potrai poi perfezionare la selezione attivando uno strumento di selezione dalla barra laterale di sinistra e usando il pulsante per migliorare i bordi, che comparirà in alto. Se hai difficoltà in questa fase, ti invito a leggere il mio tutorial su come scontornare in Photoshop.

Come fare le ombre su Photoshop selezione Bacchetta magica

Fatto ciò, vai nel menu Selezione > Inversa collocato in alto: in questo modo resterà selezionato esclusivamente il soggetto principale. Vai poi nel menu Modifica > Incolla, così da creare un Nuovo livello con il solo soggetto e sfondo trasparente.

Se lo sfondo del nuovo livello non dovesse essere trasparente, vai nel menu Livello > Nuovo > Livello. Vedrai che si aprirà una finestra di dialogo, al suo interno è importante andare alla sezione Colore e selezionare, in corrispondenza, la voce Nessuno, dunque premere il tasto Ok. Nella palette dei Livelli, se ne creerà uno nuovo trasparente: incolla qui la selezione precedentemente eseguita (tramite il menu Modifica > Incolla).

Terminato il passaggio, torna nel menu principale del programma, seleziona la voce Livello, poi l’opzione Duplica livello. A questo punto seleziona il tasto Blocca pixel trasparenti all’interno della palette livelli.

Spostati ora nella palette Strumenti e imposta il nero come colore di primo piano, (leggi come fare nel paragrafo precedente) quindi vai nel menu collocato in alto nella pagina e seleziona la voce Modifica e poi l’opzione Riempi. In questo modo vedrai che la sagoma selezionata nel livello corrispondente diventerà di colore nero: adesso clicca di nuovo sul pulsante Blocca pixel trasparenti (azione che, stavolta, in realtà li sbloccherà).

Ora devi porti all’interno della palette dei Livelli e trascinare il livello con la sagoma nera sotto quello del solo soggetto. Fatto ciò, insistendo sul livello dell’ombra scura, recati nel menu principale e clicca sulla voce Modifica; poi, di seguito, sull’opzione Trasforma. Noterai che ai bordi del ritaglio del livello si saranno creati dei punti di aggancio: spostali e trascinali in modo tale da simulare la direzione e l’inclinazione dell’ombra, come risulterebbe nella realtà.

Dopo aver sistemato la traccia nera nella maniera che più ti sembra consona, vai sul menu in alto e scegli l’opzione Filtro poi la voce Sfocatura, quindi seleziona la voce Controllo sfocatura. Nella finestra di dialogo che si aprirà, imposta un raggio di circa 20 pixel o più (lascia la spunta sulla casella Anteprima, per osservare come agisce il filtro e regolarlo di conseguenza). Terminato questo passaggio, vedrai che l’ombra, priva di bordi netti, risulterà più realistica.

Come fare le ombre con Photoshop ricavandole dal soggetto

Se vuoi essere ancor più minuzioso, all’interno della palette Livelli seleziona il livello con l’ombra, quindi fai clic sull’icona della Maschera e applicane una di colore bianco. Vai sulla palette Strumenti e scegli il simbolo Sfumatura, fai clic sopra di esso e, nel menu principale seleziona il pulsante con il simbolo della freccia rivolta verso il basso, quindi scegli una sfumatura di tipo lineare nero-trasparente.

Torna sul livello giusto, seleziona la maschera impostata e sull’immagine relativa, devi letteralmente disegnare una linea immaginaria che definisce la direzione di diffusione della sfumatura, cioè dal punto più vicino del soggetto al più lontano. Questa operazione aiuterà in modo ulteriore l’ombra a sembrare realistica, determinando i punti d’intensità maggiore e minore.

Ce l’hai fatta! Non ti resta che scegliere la voce Livello, situata il alto nella finestra, scorrere il menu a tendina che si aprirà fino all’opzione Unico livello, quindi selezionare la voce File e infine l’opzione Salva con nome, per salvare il risultato finale.

Come modificare le ombre su Photoshop

Nello stesso modo in cui potrebbe presentarsi l’esigenza di applicare un’ombra a un’immagine, potresti volerla schiarire, scurire o cancellare. Lascia, dunque che ti spieghi come modificare le ombre su Photoshop.

Primo metodo: regolazioni immagine

Come fare le ombre su Photoshop con Curve

Se le modifiche che vuoi apportare alle ombre di un’immagine riguardano la loro intensificazione o schiaritura, a livello globale, ti suggerisco, come primo metodo, quello di applicare le regolazioni all’immagine.

Per procedere, una volta aperta la foto con Photoshop, recati nel menu Immagine > Regolazioni, in alto. Nel menu a tendina che si andrà a generare, avrai diverse possibilità di scelta.

  • Luminosità/contrasto, permette di scurire, o schiarire, un immagine spostando i cursori relativi alla luminosità e al contrasto, ognuno in senso opposto rispetto all’altro.
  • Valori tonali, una versione più accurata del metodo precedente che, attraverso una finestra di dialogo, permette all’utente di variare diversi parametri. La modifica si applica spostando dei cursori correlati a ombre, mezzitoni e luci.
  • Curve, consente la variazione dei toni spostando dei punti lungo la diagonale che rappresenta l’insieme dei valori tonali di un’immagine.
  • Esposizione, un semplice comando che varia il rapporto nativo tra zone scure e chiare della foto. Le modifiche si applicano spostando dei cursori.
  • Ombre/luci, di nuovo un comando che agisce attraverso delle levette e varia il tono dei colori dell’immagine, rendendoli più scuri o più chiari.

Secondo metodo: cancellazione dell’ombra

Come fare le ombre su Photoshop Modifica sfondo irregolare

Vuoi sapere come cancellare un’ombra in Photoshop. Vediamo come procedere, sia nel caso la tua immagine presenti uno sfondo irregolare, sia che abbia un soggetto su fondo a tinta unita o neutro.

Qualunque sia il tuo problema, apri la foto con Photoshop e seleziona l’area con l’ombra che vuoi eliminare. Per farlo puoi spostarti nella palette Strumenti e utilizzare diversi di essi: se l’area è davvero netta e precisa, potresti utilizzare lo strumento Selezione rettangolare o ellittica, altrimenti, con un po’ di pazienza, usare lo strumento Penna, per eseguire un lavoro accurato e realizzare un Tracciato. Una via di mezzo? Sfruttare lo strumento Lazo poligonale e poi perfezionare la selezione tramite il pulsante per migliorare i bordi.

Le ultime due soluzioni citate prevedono la delimitazione dell’ombra attraverso un tratto che ne ricalca più o meno grossolanamente i contorni.

Circoscritta la zona, scegli lo strumento Timbro clone e determina il diametro della traccia utilizzando un’impronta tonda e morbida, adattando la dimensione all’area da correggere. Quindi premi il pulsante della tastiera del computer Alt (Windows) oppure opzione (macOS) insieme al clic del mouse per prelevare un campione di pixel, vicino all’area selezionata.

Fai clic con il mouse dentro la selezione, per applicare la campionatura e coprire l’ombra. Trascina, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, per riprodurla in maniera estesa, come se stessi “colorando” la zona scura con quella più chiara. Per maggiori dettagli sullo strumento Timbro, leggi la mia guida su come clonare con Photoshop.

Se lo sfondo è irregolare, dovrai prestare attenzione al risultato finale, in modo tale che sia privo di evidenti aberrazioni e stacchi. Per eliminare questi ultimi, puoi servirti dello strumento Toppa, funzionale anche per togliere le ombre direttamente, quando lo sfondo è monocromatico. Si usa semplicemente selezionando con il mouse l’area da modificare e spostando la selezione in una zona migliore.

Come fare le ombre su Photoshop online

Come fare le ombre su Photoshop online con Photopea

Potrebbe essere che non hai Photoshop installato sul tuo computer e, tutto sommato, non credi ti convenga acquistare uno dei pacchetti proposti da Adobe Creative Cloud (ad esempio, il piano che comprende i programmi per l’elaborazione delle foto Adobe Lightroom e Adobe Photoshop costa 24,39€ al mese). Forse a questo punto ti starai chiedendo come fare le ombre su Photoshop online, o meglio, se esiste un’alternativa gratuita al famoso software Adobe: ottime notizie! La risposta è affermativa.

Se hai esaurito tutti i periodi di prova gratuiti per i programmi Adobe (a tal proposito, leggi la mia guida su come avere Photoshop gratis) ciò a cui sto pensando, e che vorrei consigliarti di usare, è Photopea, un editor di foto da utilizzare direttamente dal browser, il quale ricalca perfettamente l’interfaccia utente del software Adobe (pur non avendo nulla a che fare con quest’ultimo e avendo diverse funzioni in meno).

Per avvalertene, raggiungi il sito ufficiale di Photopea, che si può usare gratis con banner pubblicitari (non invasivi). Esistono anche dei piani a pagamento che consentono di eliminare gli annunci pubblicitari presenti sulla pagina e di portare da 30 a 60 le azioni visibili nella palette della Storia, che racchiude tutti i passaggi eseguiti durante l’elaborazione delle immagini. Il costo di un piano per un singolo utente può arrivare al massimo a 40$ l’anno.

Per quanto riguarda la gestione delle ombre nelle foto con Photopea, ti rimando ai capitoli su come creare delle ombre su Photoshop e su come modificare le ombre su Photoshop: il modo di procedere è grossomodo lo stesso. Per tradurre il servizio in italiano, vai nel menu More > Language > Italiano.

Come fare le ombre su Photoshop su smartphone e tablet

Come fare le ombre su Photoshop con smartphone e tablet

Di sicuro scatti tante foto con il telefono e, proprio queste, potrebbero aver bisogno di qualche ritocco, magari prima di essere condivise online. Ci sono diverse soluzioni anche in tal caso, dunque continua a leggere per scoprire come fare le ombre su Photoshop su smartphone e tablet.

  • Adobe Photoshop (iPadOS) — se sei alla ricerca della migliore versione “portatile” di Photoshop, non puoi fare a meno del suo adattamento per iPad. Questo comporta che tu sia in possesso anche di tale dispositivo, ma, per 10,99€ al mese (il costo dell’app dopo il periodo di prova gratuito di 30 giorni) potrai avere sempre a portata di mano, ovunque ti trovi, tutte le funzioni di Photoshop versione PC e la possibilità di sfruttarle tramite display touch-screen e Apple Pencil.
  • Adobe Photoshop Express (Android/iOS/iPadOS) — per effettuare rapidamente, in maniera efficace, i più tipici ritocchi fotografici (rotazione, ritaglio, correzione di difetti, applicazione di filtri e così via) e creare collage d’immagini, questa è l’app Adobe perfetta. Grazie alla possibilità di variare esposizione, contrasto e luminosità, sarà facile intervenire anche sulle ombre globali presenti in una foto. Consigliato l’accesso con Adobe ID, per sbloccare funzionalità aggiuntive.
  • Adobe Lightroom (Android/iOS) — si tratta di un app che ha delle funzioni per selezionare porzioni di foto, campionare e clonare delle aree all’interno delle immagini e, ovviamente, di variare l’intensità luminosa e le ombre. Lightroom per smartphone, nella sua versione gratuita, presenta qualche limitazione rispetto a quella desktop, inoltre può essere utilizzata su dispositivi non troppo datati.

Ti consiglio di leggere la mia guida sulle app per Photoshop, qualora fossi interessato a conoscere nel dettaglio quelle appena menzionate.

Per capire come fare le ombre sulle foto, con le app per il fotoritocco Adobe, ti rimando alle descrizioni dei procedimenti, di cui ti ho parlato nei capitoli dedicati a creare e a modificare le ombre su Photoshop.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.