Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare lo SPID in tabaccheria

di

Da quando è stato introdotto, lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è diventato uno strumento essenziale per ogni cittadino. È la chiave di accesso semplice, veloce e sicura che permette di accedere a tutti i servizi digitali delle Pubbliche Amministrazioni (e non solo) usando le medesime credenziali.

Può essere richiesto presso gli Identity Provider autorizzati direttamente online oppure in modalità più classiche, recandosi di persona in luoghi preposti. Le prime sono spesso gratuite (a meno che non venga coinvolto un operatore umano) e prevedono l’identificazione del cittadino tramite CIE (Carta di Identità Elettronica) da scansionare con uno smartphone dotato di chip NFC, Tessera Sanitaria con CNS, firma digitale o webcam; nel secondo caso invece si fa riferimento alla possibilità di essere riconosciuti in uffici postali e tabaccherie.

Se tu sei qui e stai leggendo questo tutorial, però, è perché sei interessato a quest’ultima modalità e vorresti qualche informazione in più su come fare lo SPID in tabaccheria, giusto? Benissimo, allora sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto, in quanto di seguito trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Indice

Come si fa lo SPID in tabaccheria

spid in tabaccheria

Da gennaio 2021 è possibile fare lo SPID in tabaccheria. A offrire questa possibilità è, almeno nel momento in cui scrivo, soltanto un provider: InfoCert, che propone il servizio al costo di 8,99 euro.

Per usufruire di questa soluzione c’è bisogno di una casella di posta elettronica e un numero di telefono cellulare valido su cui ricevere l’SMS per validare la registrazione. Ricorda che e-mail e numero di telefono non devono essere collegati a nessun’altra identità digitale. Ti serviranno inoltre un documento d’identità in corso di validità (es. carta d’identità o passaporto) e la tessera sanitaria.

Devi inoltre sapere che non tutte le tabaccherie possono aiutarti a ottenere lo SPID, ma solo quelle abilitate Mooney. Sono 4.5000 su tutto il territorio nazionale. Per trovare quella più vicina al tuo domicilio puoi fare una rapida ricerca su questa pagina.

Bisogna precisare, ad ogni modo, che in tabaccheria avviene esclusivamente la fase del riconoscimento (per cui dovrai esibire un documento di identità valido). La fase precedente è invece completamente online ed è gestita da Inforcert.

I tempi per richiedere lo SPID in tabaccheria sono piuttosto rapidi e non superano mai le 72 ore dal perfezionamento della richiesta. Di seguito tutti i dettagli su come procedere.

Come ottenere lo SPID in tabaccheria con InfoCert

spid con infocert tabaccheria

Per ottenere lo SPID in tabaccheria con InfoCert devi innanzitutto accedere a questa pagina e cliccare su SPID personale, dunque su Attiva il tuo SPID personale.

A questo punto devi scegliere il metodo di riconoscimento di persona pigiando su Presso un InfoCert Point e, nella nuova pagina, su Tabaccheria convenzionata Mooney. Cliccando su Scopri le sedi avrai la possibilità di trovare la tabaccheria convenzionata più vicina al tuo domicilio.

Ora non ti resta che aggiungere il prodotto a carrello e cliccare sul pulsante per procedere al pagamento (anche se al momento non ti verrò fatto alcun addebito) . Se non ancora un account InfoCert, dovrai registrarti con e-mail e password compilando il modulo su schermo.

Una volta completata la richiesta di acquisto, riceverai un’email con un link: visitalo e ti verrà proposta una procedura per la richiesta dello SPID. Quest’ultima consiste nel caricamento delle foto e dell’inserimento dei dati di un documento d’identità valido (es. CIE).

La cosa va poi ripetuta per la tessera sanitaria. Fatto anche questo, bisogna sottoscrivere la documentazione contrattuale di InfoCert tramite un certificato di firma remota One-Shot via SMS. Inserisci, dunque, il tuo numero di cellulare e usa il codice di verifica che ricevi per identificarti e procedere, in questo modo, alla firma remota della documentazione.

InfoCert

A questo punto potrai recarti nella tabaccheria abilitata più vicina portando con te il codice di prenotazione, il documento d’identità registrato sul sito e la tessera sanitaria. L’esercente effettuerà il riconoscimento facciale e genererà le credenziali SPID InfoCert, che ti saranno poi inviate all’email indicata. Maggiori info qui.

Completata la fase di riconoscimento, entro 48 ore lavorative otterrai il tuo SPID (salvo problemi con la pratica). Otterrai uno SPID di secondo livello, che è quello che prevede l’accesso presso i servizi supportati tramite nome utente, password e conferma via app per smartphone (in questo caso parliamo di MyInfoCert, disponibile per Android e iOS).

Come ottenere lo SPID in tabaccheria con Banca 5

Banca 5

Se lo preferisci, puoi ottenere lo SPID in tabaccheria con Banca 5, un’app facente capo a una società partecipante al Gruppo Intesa Sanpaolo. Lo SPID che si ottiene è sempre di InfoCert.

Per procedere tramite quest’ultima, scarica l’app Banca 5 Mobile per Android o iOS/iPadOS tramite la classica procedura, avviala, indica di essere un consumatore e crea il tuo account seguendo le indicazioni su schermo. Ti serviranno indirizzo email e numero di cellulare.

Potrai successivamente richiedere l’attivazione dell’identità digitale SPID. Per farlo, dovrai fotografare con lo smartphone e caricare sull’app la carta di identità (o il passaporto) e il codice fiscale.

Dopo aver ricevuto il codice di prenotazione, potrai recarti a effettuare il riconoscimento in uno dei punti vendita abilitati Mooney, dove ti saranno richiesti il codice di prenotazione, il codice fiscale e il documento di riconoscimento caricati sull’app.

Una volta che avrai fatto questo, riceverai conferma di attivazione delle tue credenziali SPID direttamente nell’area privata dell’app Banca 5 Mobile.

InfoCert perfezionerà l’attivazione delle credenziali SPID entro 72 ore, e notificherà, all’indirizzo e-mail fornito in fase di richiesta, la conferma dell’attivazione delle credenziali SPID. Maggiori info qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.