Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare SPID per anziani

di

Grazie al Decreto Semplificazioni, entrato in vigore il 22 giugno 2022, è stata data la possibilità di disporre di un’identità SPID con delega, in modo da far ottenere l’Identità Digitale a persone anziane che magari possono avere qualche difficoltà ad accedere autonomamente ai servizi online della Pubblica Amministrazione.

Il suddetto decreto ha infatti introdotto un nuovo sistema di gestione delle deleghe, il quale permette a un soggetto (l’anziano) di conferire una delega a un un altro soggetto (ad esempio un figlio o un nipote) in possesso di identità digitale (quindi SPID o CIE) per l’accesso ai servizi pubblici online. La delega può essere acquisita online o presso sportelli pubblici e può riguardare uno o più servizi della Pubblica Amministrazione.

Tramite la delega è possibile scongiurare alcuni rischi legati alla (purtroppo) diffusa pratica di “consegnare” le proprie credenziali di accesso a soggetti terzi che, usandole al loro posto, potrebbero utilizzarle in modo improprio. Con la delega, invece, è impossibile perpetrare azioni dannose nei confronti dei soggetti deleganti, in quanto si risponde delle azioni fatte tramite il proprio SPID per conto del soggetto che ha conferito la delega. Se ti ho incuriosito e ora vuoi saperne di più su come fare SPID per anziani continua a leggere: trovi tutto spiegato qui sotto!

Indice

Come fare delega SPID per anziani

Addentriamoci, quindi, nel vivo dell’articolo andando a vedere come fare SPID per anziani non autosufficienti o che, comunque, hanno delle difficoltà con l’uso della tecnologia e di sistemi come lo SPID.

Per poter aiutare la persona anziana di tuo interesse, devi partire dal presupposto di avere tu stesso un’identità SPID; in caso contrario, leggi la mia guida su come ottenerlo e poi torna sull’articolo corrente.

Nota: al momento della stesura di questa guida solo l’INPS consente di accedere ai propri servizi tramite delega dell’Identità Digitale, ma quanto prima la cosa dovrebbe estendersi a tutti i servizi della PA.

Compilare il documento di delega

SPID INPS

La prima operazione che bisogna fare per aiutare una persona anziana che non è in grado di utilizzare lo SPID è quello di compilare il documento di delega mediante cui può autorizzare un’altra persona (presumibilmente te) a effettuare delle operazioni a proprio nome mediante l’Identità Digitale di quest’ultima.

Come ti dicevo, al momento è possibile fare ciò solo per quanto riguarda l’INPS. La delega in questo caso è valida sia per quanto concerne l’accesso ai servizi online dell’Istituto, che per le richieste presentate presso i suoi sportelli.

Come si deve procedere? Tanto per cominciare, recati su questa pagina del sito dell’INPS e clicca sul link Richiesta di registrazione delega dell’identità digitale presente in corrispondenza della dicitura Scarica. Se il documento PDF viene semplicemente aperto nel browser e non viene scaricato in locale, provvedi a effettuarne il download cliccando sul simbolo del floppy disk o su quello della freccia rivolta verso il basso.

Una volta scaricato il modulo, bisogna compilarlo in ogni sua parte andando a indicare negli appositi spazi i dati del delegante e del delegato, nonché la durata della delega (fino al [data] o a tempo indeterminato). Bisogna poi recarsi in un qualsiasi ufficio territoriale dell’INPS, muniti di un proprio documento di identità e di una sua copia da allegare alla richiesta, e firmare il modulo alla presenza dell’addetto.

Usare lo SPID dietro delega della persona anziana

Come accedere con SPID a INPS

Una volta che il delegato ha ricevuto la delega, può usare lo SPID per conto della persona anziana. Il delegato, quindi, può effettuare l’accesso ai siti dell’INPS a nome del delegante utilizzando le proprie credenziali SPID, avendo cura di scegliere di volta in volta se agire a proprio nome o, in alternativa, per conto del delegante.

Per riuscirci, recati quindi sulla pagina principale dell’INPS, seleziona sulla voce Entra in MyINPS (in alto) e, dopo aver cliccato sulla scheda SPID, premi sul bottone Entra con SPID.

Fatto ciò, seleziona il tuo Identity Provider dal menu comparso a schermo e, nella nuova pagina che si apre, immetti le tue credenziali all’interno dei campi Nome utente e Password e, quando richiesto, autorizza l’accesso dall’app ufficiale del tuo provider oppure inserisci il codice ricevuto via app o SMS.

In alternativa, puoi accedere tramite un codice QR che, dopo essere stato scansionato con l’app del tuo provider, ti consentirà di accedere ai servizi INPS con ancora più facilità. Ad accesso fatto, ricordati di scegliere se agire per conto tuo o per conto del delegato ogni volta che usi i servizi presenti sul sito INPS.

Per maggiori informazioni su come entrare nel sito dell’INPS con lo SPID, ti rimando alla lettura della mia guida sull’argomento.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.