Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come modificare foto Android

di

Esistono tantissime app per modificare foto Android: c’è Instagram, che ormai conoscono tutti e non necessita di presentazioni; l’applicazione Fotocamera del sistema operativo di Google che include diversi filtri per perfezionare i propri scatti, ma poi su quali altre app possiamo fare affidamento? Quali vale veramente la pena scaricare? Proviamo a scoprirlo insieme.

Qui sotto trovi una lista di applicazioni per Android, quasi tutte gratuite, che permettono di ritoccare le foto in maniera semplicissima. Ti assicuro che ce ne sono davvero per tutti i gusti: da quelle più basilari, à la Instagram, che permettono di conferire un tocco artistico ai propri scatti, a quelle leggermente più avanzate che consentono di regolare in maniera manuale vari parametri delle immagini (luminosità, colori, esposizione e quant’altro).

Esistono anche delle applicazioni professionali, destinate ai fotografi e agli appassionati più esigenti, che permettono di ritoccare le immagini in formato RAW. Adesso però cerchiamo di andare con ordine, vediamo quali sono le applicazioni che vale la pena provare e scopriamo quali sono i loro principali pregi e difetti. Sono sicuro che troverai anche quella che fa al caso tuo. Buona lettura e buon divertimento!

Indice

VSCO

VSCO è una delle applicazioni fotografiche più popolari degli ultimi tempi. Offre una vasta gamma di filtri che consentono di dare un tocco artistico ai propri scatti. Inoltre presenta dei controlli manuali che permettono di regolare i parametri di esposizione, luminosità, colori e altri valori per scattare immagini in maniera maggiormente professionale. In quest’ottima quindi puoi capire che VSCO Cam si configura anche come un’applicazione che riesce ad essere in grado di accontentare anche i fotografi più esigenti.

Dopo aver installato e avviato VSCO sul tuo terminale, fai tap sul pulsante Registrati con l’indirizzo e-mail oppure pigia sul pulsante  Registrati con il numero di telefono e segui le indicazioni che vedi a schermo per portare a termine la procedura di creazione dell’account.

Fatto ciò, pigia sull’icona del quadrato che si trova al centro della schermata, fai tap sul bottone (+) situato in alto a destra e, dopo aver selezionato lo scatto da modificare, premi sul segno di spunta situato in alto a sinistra.

Adesso, premi nuovamente sull’anteprima della foto e poi fai tap sul pulsante raffigurante le barre di regolazione, così da modificare la foto con uno dei tanti preset disponibili in VSCO. Volendo, puoi agire anche “manualmente” su alcuni parametri di scatto: basta premere sul simbolo delle barre di regolazione e poi agire sul parametro desiderato mediante i pulsanti e gli slider che compaiono a schermo.

A lavoro ultimato, pigia sulla voce Avanti e salva o condividi l’immagine di output mediante le opzioni di salvataggio o condivisione disponibili.

Snapseed

Snapseed è una delle app per modificare foto Android più complete e “quotate” di sempre. È distribuita gratuitamente da Google (che ha acquisito la sua casa produttrice nel 2012) e include un po’ tutto quello che si potrebbe volere da un’applicazione per il fotoritocco destinata ai dispositivi mobili: tanti effetti artistici pronti all’uso, un’interfaccia intuitiva e una serie di controlli manuali per regolare in maniera precisa tutti i parametri delle foto. Da non dimenticare la presenza di numerose guide che spiegano passo per passo come applicare i filtri professionali per realizzare delle modifiche degne di un fotografo esperto.

Per utilizzare Snapseed, basta avviarla, pigiare sul bottone Apri e selezionare l’immagine da modificare toccando un punto qualsiasi dello schermo e scegliendo poi lo scatto da ritoccare. Dopodiché devi selezionare la voce Effetti per applicare “al volo” uno dei tanti filtri tra quelli disponibili in Snapseed oppure premere sulla voce Strumenti per utilizzare uno dei suoi tanti tool (es. RuotaRitagliaCalibra, Nitidezza, Prospettiva, Espandi, etc.).

Una volta terminate le modifiche all’immagine da ritoccare, premi sul pulsante Esporta e scegli una delle opzioni di esportazione tra quelle messe a disposizione dall’app.

Pixlr

Pixrl

Pixlr si pone come validissima alternativa a VSCO, Snapseed e tutte le altre applicazioni di fotoritocco avanzate per Android. L’applicazione utilizza anch’essa la formula della distribuzione gratuita e include una vasta gamma di funzioni interessanti. Pixrl è disponibile anche via Web, attraverso l’editor online. L’app è gratuita, ma l’eliminazione della pubblicità e l’accesso a tutti i suoi strumenti è riservato agli utenti che acquistano la sua versione completa, che costa 3,49 euro.

Dopo aver installato e avviato Pixlr sul tuo dispositivo, premi sulla voce fotocamera, così da scattare al momento la foto da editare; premi sulla voce foto, per importare una foto dalla Galleria oppure premi sulla voce collage per realizzare un collage fotografico.

Successivamente, fai tap sull’icona della valigia per accedere al set di strumenti di Pixlr; premi sul simbolo del pennello per disegnare sulla foto; fai tap sull’icona della stella per sovrapporre più effetti e stili; seleziona il simbolo della cornice per applicare cornici e adesivi all’immagine o, ancora, seleziona il simbolo della T per applicare della scritte.

A lavoro ultimato, fai tap sulla voce fatto (in alto a destra) e salva l’immagine in locale oppure condividila online selezionando una delle opzioni di salvataggio/condivisione tra quelle disponibili.

PhotoFunia

PhotoFunia è un’applicazione gratuita che si discosta da quelle viste in precedenza per i suoi strumenti dal tono più giocoso, oltre che per il semplice fatto che non permette di ritoccare le proprie foto manualmente, bensì di utilizzarle e di modificarle per dar vita a dei divertentissimi fotomontaggi.

La app di PhotoFunia si appoggia al database di effetti disponibili sull’omonimo sito Web, difatti necessita di una connessione a Internet sempre attiva per funzionare.

Spiegare come si utilizza è quasi superfluo, specialmente visto che utilizzare l’app è di una semplicità disarmante: si seleziona uno degli scenari disponibili (per sfogliarli tutti basta recarsi nella sezione Categories), dopodiché si pigia sul pulsante Scegli foto, si seleziona la foto da usare nel fotomontaggio (si può scattare sul momento oppure anche importarla dal social network Facebook o VK) si preme OK per due volte consecutive e il gioco è fatto!

PhotoFunia è disponibile gratuitamente sul PlayStore di Google ma presenta al suo interno banner pubblicitari.

Adobe Photoshop Lightroom

Adobe Photoshop Lightroom per Android è la trasposizione mobile del celebre software fotografico di casa Adobe. Si tratta dunque di una soluzione destinata ai fotografi professionisti o agli appassionati di fotografia che desiderano ritoccare i propri scatti in maniera “seria” sin da subito, senza dover aspettare l’importazione delle immagini sul computer.

Adobe Photoshop Lightroom supporta le immagini in formato RAW ed è scaricabile gratuitamente dal Play Store, tuttavia non è realmente gratuita, in quanto per usufruire di tutti i vantaggi di quest’applicazione, tra cui la possibilità di sincronizzare le foto in cloud per usufruirne su qualsiasi dispositivo, oltre ad altri strumenti di modifica avanzata.

Potrai capire quindi che, volendo sfruttare quest’applicazione per modificare foto su Android in maniera professionale, è decisamente necessario sottoscrivere un abbonamento al servizio Creative Cloud di Adobe.

Da tenere presente che, tra le altre cose, aver sottoscritto un abbonamento al servizio Creative Cloud di Adobe con il piano Fotografia (che tra l’altro è quello più economico al costo di 12,19 euro al mese) permette di utilizzare sul PC programmi come Adobe Photoshop Lightroom e Photoshop CC, a fronte del pagamento del canone mensile, anziché dell’acquisto una tantum per la licenza di uno o più software.

Adobe Photoshop Mix

Pur non essendo professionale quanto Adobe Photoshop Lightroom, Adobe Photoshop Mix riesce ad offrire un ottimo compromesso per chi desidera modificare foto su Android in maniera avanzata.

Rispetto ad Adobe Photoshop Lightroom. Adobe Photoshop Mix è utilizzabile in maniera del tutto gratuita e quindi riesce ad essere un buon compromesso con interessanti funzionalità offerte agli utenti. Permette per esempio di applicare vari effetti artistici alle foto; regolare facilmente luminosità, contrasto e altri parametri delle immagini e – cosa che differenzia questa app da quelle menzionate in precedenza – scontornare oggetti e persone dalle foto.

Viste le sue enormi potenzialità, Photoshop Mix richiede l’utilizzo di dispositivi abbastanza potenti, quindi potrebbe non funzionare a dovere su smartphone e tablet datati o economici. Pur essendo gratuito, richiede l’accesso tramite Adobe ID (che si può ottenere gratuitamente anche effettuando la registrazione tramite la stessa app).

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.