Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come nascondere cartelle e file

di

I tuoi colleghi sono dei veri ficcanaso: non appena ti allontani dal PC, iniziano a curiosare nelle tue cartelle e nei tuoi file personali. Dal momento che questa situazione va avanti da mesi, non ne puoi più e vorresti trovare un modo per nascondere cartelle e file. Se sei giunto su questo tutorial, però, mi sembra di capire che non hai le idee chiare su come procedere. E allora lascia che ti dia una mano!

Nei prossimi paragrafi, ti illustrerò nel dettaglio come puoi nascondere le cartelle sia su Windows che su macOS, utilizzando delle funzioni presenti “di serie” nei sistemi operativi di Microsoft ed Apple e delle utilissime soluzioni di terze parti. E qualora tu abbia la necessità di nascondere file anche sui tuoi dispositivi mobili, troverai molto utili le informazioni riguardanti i dispositivi Android e iOS presenti nell’ultima parte del tutorial.

Dimmi, sei pronto per iniziare? Sì? Fantastico! Mettiti bello comodo e prenditi il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi. Vedrai, se seguirai passo-passo le mie “dritte”, non avrai alcun problema nel celare file e documenti riservati tenendoli così lontani da occhi indiscreti. Ti auguro buona lettura!

Indice

Nascondere cartelle e file su Windows

Foto che mostra una cartella nascosta su Windows 7

Se vuoi sapere come nascondere cartelle e file su Windows, sappi che puoi ricorrere sia ad alcune funzioni di sistema integrate nel sistema operativo sia ad alcuni strumenti di terze parti, grazie ai quali è possibile creare dei volumi criptati da “montare” e “smontare” all’occorrenza. Scopriamo più da vicino entrambe le soluzioni.

Funzione Nascondi file

Se vuoi nascondere cartelle senza ricorrere a software di terze parti, puoi utilizzare la funzione per nascondere file presente “di serie” su Windows che, però, è bene chiarirlo fin da subito, può essere facilmente aggirata da chiunque abbia accesso al PC.

Aprendo l’Esplora File, selezionando la scheda Visualizza (situata in alto) e mettendo il segno di spunta accanto alla voce Elementi nascosti (situata in alto a destra), infatti, le cartelle e i file nascosti con la funzione nativa di Windows vengono visualizzate e risultano accessibili senza alcun problema (anche se le loro icone sono trasparenti).

Un altro modo per visualizzare una cartella o un file nascosti è recarsi nel menu File > Modifica opzioni cartelle e ricerca o Strumenti > Opzioni cartella dell’Esplora File (sulle versioni meno recenti di Windows), selezionare la scheda Visualizzazione e spuntare la voce Visualizzare cartelle, file e unità nascosti. Insomma, nulla di complicato. Se nonostante ciò, sei ancora intenzionato a sfruttare la funzione per nascondere file inclusa di serie in Windows, segui le indicazioni che trovi di seguito.

Fai clic destro sull’icona della cartella o del file che vuoi rendere invisibile, seleziona la voce Proprietà dal menu che si apre, apponi il segno di spunta accanto alla voce Nascosto che si trova in basso (nella finestra che si apre) e salva i cambiamenti facendo clic sui pulsanti Applica e OK.

Prompt dei comandi

Se vuoi provare a rimediare alle limitazioni della funzione “Nascondi file” di Windows, sappi che puoi ricorrere al Prompt dei comandi al fine di trasformare (almeno tecnicamente) la cartella o il file da nascondere in un file di sistema.

Per richiamare il Prompt dei comandi, apri il menu Start , digita cmd nella barra di ricerca e premi il tasto Invio sulla tastiera. Nella finestra che si apre, digita il comando attrib +s +h, inserisci uno spazio e poi il percorso della cartella o del file che vuoi nascondere. Se non vuoi digitare manualmente il percorso della cartella o del file, trascina quest’ultimo nel Prompt dei comandi (dopo il comando attrib +s +h), premi poi il tasto Invio sulla tastiera e il gioco è fatto.

Se decidi di tornare sui tuoi passi puoi rimuovere l’attributo di file di sistema alla cartella dando il comando  attrib -s -h “[percorso cartella o file]” nel  Prompt dei comandi. Ti avviso che anche questo sistema può essere aggirato abbastanza facilmente, accedendo alle impostazioni dell’Esplora File e togliendo la spunta dall’opzione Nascondi i file protetti di sistema.

VeraCrypt

Per nascondere cartelle e file su Windows senza rischiare che queste vengano visualizzate facilmente da qualche ficcanaso, avrai capito che è meglio rivolgersi a soluzioni di terze parti. Una delle migliori soluzioni che puoi adottare è VeraCrypt, un programma gratuito e open source (disponibile anche per macOS e Linux) grazie al quale è possibile creare dei volumi cifrati nei quali inserire tutti i dati che si vogliono nascondere e mantenere al sicuro.

Per scaricare VeraCrypt, collegati al suo sito Internet ufficiale e poi fai clic sul link VeraCrypt Setup x.xx.exe collocato in corrispondenza dell’icona di Windows. A download completato, avvia il file .exe che hai ottenuto e porta a termine la procedura di installazione seguendo le istruzioni che visualizzi a schermo: clicca, quindi, sul pulsante , metti la spunta sulla voce I accept the license terms, fai clic sul bottone Next per due volte di seguito e poi premi su Install, OK, Finish No.

Dopo aver installato e avviato VeraCrypt, clicca sulla voce Language… dal menu Settings, seleziona l’opzione Italiano e fai clic sul bottone OK per tradurre in italiano l’interfaccia del programma. Ora puoi procedere con la creazione del volume cifrato nel quale puoi nascondere le cartelle e i file che vuoi tenere al sicuro. Clicca, quindi, sul pulsante Crea un volume…, metti la spunta sulla voce Crea un file contenitore criptato, clicca sul pulsante Avanti, seleziona poi la voce Volume VeraCrypt standard e clicca di nuovo sul bottone Avanti.

Adesso, clicca sul pulsante Seleziona file…, scegli la cartella in cui desideri salvare il tuo volume, digita il suo nome nell’apposita casella di testo e premi sui bottoni SalvaAvanti per proseguire. Seleziona, poi, gli algoritmi di codifica e di confusione da usare per la protezione del volume (o, se non sai cosa scegliere, lascia le impostazioni predefinite), clicca sul bottone Avanti, scegli la capienza massima che vuoi assegnare al tuo volume indicando il quantitativo di memoria nell’apposito campo di testo e selezionandone l’unità di misura (es. KB, MB, GB o TB) e clicca sul pulsante Avanti per proseguire.

Dopo aver scelto la dimensione del volume, crea la password sicura con la quale proteggerlo e inseriscila nei campi PasswordConferma. Dopodiché clicca sul pulsante Avanti e scegli il file system da utilizzare per il tuo volume selezionando una delle opzioni presenti nel menu File system (es. FAT o exFAT, se vuoi utilizzare il volume sia su Windows che su macOS oppure  NTFS, se vuoi conservare usare il volume solo su Windows. Tieni conto del fatto che il file system FAT non supporta singoli file più grandi di 4GB). Dopo aver scelto il file system più adatto alle tue esigenze, clicca sul pulsante Formatta e poi sui bottoni OK ed Esci per portare a termine la creazione del volume criptato.

Per accedere al volume cifrato che hai appena creato, seleziona una delle lettere di unità fra quelle presenti nella finestra principale di VeraCrypt (es. A:G:I:, Q:, etc.), clicca sul bottone Seleziona file… collocato in basso a destra e seleziona il volume cifrato che hai creato poc’anzi. Clicca, quindi, sul pulsante Monta, inserisci la password che hai impostato in fase di creazione del volume nel campo di testo Password e pigia sul bottone OK.

Se hai eseguito nel modo corretto le procedure che ti ho indicato nei paragrafi precedenti e se hai inserito la password corretta, dovresti visualizzare l’icona dell’unità creata con VeraCrypt nella sezione Questo PCComputer o Risorse del computer (in base alla versione di Windows installata sul tuo computer). Facendo doppio clic sulla lettera di unità che rappresenta il tuo volume, puoi gestire le cartelle e i file presenti al suo interno esattamente come faresti con una pendrive o un hard disk esterno.

Quando avrai finito di lavorare sui file presenti nel volume cifrato, “smontalo” così da non renderlo visibile agli occhi dei ficcanaso: seleziona la lettera di unità corrispondente al tuo volume e poi clicca sul bottone Smonta. Facile, vero?

Nascondere cartelle e file su macOS

Come trasformare WMV in MP4

Anche su macOS è possibile nascondere file e cartelle dando dei semplici comandi da Terminale o ricorrendo a VeraCrypt (di cui ti ho già parlato nel capitolo precedente). Vediamo tutto più in dettaglio.

Terminale

Per nascondere file e cartelle su macOS tramite il Terminale, avvia quest’ultimo recandoti nel Launchpad, apri poi la cartella Altro e fai clic sulla sua icona. Una volta avviato il Terminale, digita il comando chflags hidden, inserisci uno spazio, copia la cartella o il file che vuoi nascondere nella finestra del Terminale (così da inserire il percorso senza digitarlo manualmente) e premi di nuovo sul pulsante Invio della tastiera. Come per “magia”, la cartella o il file di cui hai inserito il percorso diventerà invisibile.

Se vuoi raggiungere la cartella o il file che hai appena nascosto, seleziona la voce Vai alla cartella… dal menu Vai a del Finder, digita il percorso esatto della cartella o del file nascosto nell’apposito campo di testo e premi il tasto Invio sulla tastiera. Per far rendere la cartella o il file nuovamente visibile nel Finder, invece, utilizza il comando chflags nohidden [percorso cartella o file].

Se voi mantenere la cartella o il file nascosto e desideri visualizzarlo soltanto temporaneamente, apri di nuovo il Terminale e digita i comandi defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles TRUE (per attivare la visualizzazione dei file nascosti) e killall Finder (per rendere effettive le modifiche riavviando il Finder).  Come risultato, la cartella o il file nascosto sarà momentaneamente visibile e la sua icona apparirà trasparente. Per disattivare nuovamente la visualizzazione dei file nascosti nel Finder, poi, usa i comandi defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles FALSE e killall Finder.

VeraCrypt

Anche su Mac puoi ricorrere a VeraCrypt per nascondere file e cartelle visto che, come ti ho già detto qualche riga più su, il programma è disponibile anche per macOS. Prima di procedere alla sua installazione, però, devi provvedere al download di FUSE, un componente necessario per il corretto funzionamento di VeraCrypt su macOS.

Per scaricare FUSE, collegati alla sua pagina di download cliccando sul link che ti ho appena fornito e clicca sull’icona FUSE for macOS x.x.x collocata in alto a destra. A download completato, apri il file appena ottenuto, fai doppio clic sull’icona FUSE for macOS, clicca sul pulsante Continua per tre volte di seguito e poi su AccettaContinuaInstalla.

Quando ti viene chiesto di inserire la password del Mac, inseriscila nell’apposito campo di testo, clicca sul pulsante Installa software e poi sui pulsanti OKOpen Security & Privacy System PreferencesConsentiChiudi e Sposta.

Adesso, per scaricare VeraCrypt, collegati alla sua pagina di download, fai clic sul link VeraCrypt_x.xx.dmg e, a download completato, apri il file appena scaricato, fai doppio clic sull’icona VeraCrypt_Installer.pkg, clicca per due volte consecutive sul bottone Continua e poi su Accetta Installa. Inserisci, quindi, la password del Mac non appena ti viene chiesto di farlo e, per concludere, pigia sui pulsanti Installa software, Chiudi e Sposta.

Adesso puoi finalmente utilizzare VeraCrypt per creare volumi cifrati seguendo i medesimi passaggi che ti ho illustrato nel capitolo dedicato alla versione Windows del programma (considera, però, che su macOS l’interfaccia di VeraCrypt è disponibile soltanto in lingua inglese).

Nascondere cartelle e file su Android

Desideri tenere al sicuro cartelle e file su Android? Puoi contare sui numerosi file manager disponibili per il sistema operativo mobile sviluppato da Google e utilizzare le funzioni di criptaggio offerte da questi ultimi.

Uno dei migliori file manager che puoi utilizzare a tale scopo è Solid Explorer, un’applicazione che può essere scaricata e utilizzata in modo gratuito per 14 giorni. Una volta terminato il periodo di prova, è necessario effettuare un acquisto in-app da 1,99 euro per continuare a proteggere i propri file.

Dopo aver installato e avviato Solid Explorer sul tuo device, fai tap sul pulsante Successivo per scorrere le schede illustrative che descrivono le caratteristiche dell’app, metti la spunta sulla voce Accetto il contratto di licenza e infine premi sulla voce Fatto.

A questo punto, non ti resta che effettuare un tap prolungato sulla cartella nel quale è presente il contenuto che vuoi proteggere, premere sul bottone (⋮) situato in alto a destra e poi selezionare la voce Nascondi dal menu che si apre. Selezionando la voce Cripta, invece, è possibile proteggere la cartella con una password (cosa che ti consiglio di fare, se vuoi avere maggiori garanzie che il contenuto non venga in qualche modo intercettato).

Se vuoi approfondire l’argomento e desideri avere maggiori informazioni su come come proteggere file e cartelle su Android e su come nascondere foto e video su Android, consulta pure il tutorial che ho dedicato all’argomento.

Nascondere cartelle e file su iOS

Come nascondere foto iPhone

Se hai un iPhone o un iPad, purtroppo non puoi nascondere direttamente le cartelle o i file presenti sulla memoria del tuo device. Su File, il file manager introdotto con iOS 11, non vi è alcuna funzione che consenta di procedere in tal senso.

L’unica soluzione a tua disposizione è quella di installare app del calibro di Private Photo Vault, grazie alle quali è possibile nascondere foto e video all’interno di “cassaforti virtuali”. Altresì è possibile nascondere le foto presenti sul rullino fotografico sfruttando la funzione Nascondi foto presente su iOS (per richiamare tale funzione, basta selezionare le foto che si desidera nascondere, fare tap sul pulsante Condividi, pigiare sulle voci Nascondi e Nascondi N Foto e il gioco è fatto) che però è alquanto limitata dal momento che le foto sono facilmente accessibili aprendo la cartella “Nascondi”.

In ogni caso, se vuoi approfondire l’argomento ti invito a dare un’occhiata ai tutorial in cui spiego più nel dettaglio come nascondere foto su iOS e come nascondere app su iOS.