Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come nascondere messaggi WhatsApp

di

Il tuo smartphone finisce sempre fra le mani di amici impiccioni che, non appena ne hanno l’occasione, ficcano il naso nelle tue conversazioni su WhatsApp? Allora scommetto che ti piacerebbe trovare un modo per impedire loro l’apertura dell’applicazione o quantomeno la lettura dei messaggi che ritieni più importanti. Ho indovinato? Bene, allora cerchiamo di scoprire insieme come difenderci dai ficcanaso.

Purtroppo non esiste una funzione “ufficiale” per nascondere messaggi WhatsApp, ma con un pizzico d’astuzia e con le applicazioni giuste si può raggiungere ugualmente lo scopo. Di cosa sto parlando? Beh, ad esempio potresti archiviare le conversazioni che vuoi mantenere private in modo da farle “scomparire” dalla schermata iniziale di WhatsApp, oppure puoi installare un’applicazione in grado di bloccare l’accesso a WhatsApp con una password. Ce ne sono diverse fra cui scegliere, ma purtroppo la loro efficacia non è la stessa su tutte le piattaforme software (su Android funzionano molto bene anche senza effettuare il root, mentre su iOS c’è bisogno del jailbreak; altrimenti bisogna ricorrere ad alcune impostazioni di sistema, più limitate).

Ti va di saperne di più? Bene, allora prenditi cinque minuti di tempo libero e continua a leggere. Trovi tutte le informazioni e tutte le indicazioni di cui hai bisogno qui sotto. Resterai sorpreso dalla facilità con la quale si possono mettere “K.O.” tutti i seccatori!

Nascondere messaggi WhatsApp su Android

Come nascondere messaggi WhatsApp

Il modo più semplice per nascondere i messaggi di WhatsApp su Android è archiviarli, ma sappi che non si tratta di una soluzione definitiva.

I messaggi archiviati, infatti, vengono semplicemente spostati in una sezione apposita della app e non nascosti davvero. Inoltre basta che un partecipante alla discussione archiviata invii un nuovo messaggio e questa tornerà automaticamente nella schermata iniziale di WhatsApp. Insomma, usa questa soluzione solo se devi nascondere momentaneamente una chat prima di far utilizzare il tuo smartphone a un’altra persona (e spera di non ricevere nuovi messaggi nel frattempo!).

Per archiviare un messaggi in WhatsApp, apri l’applicazione, seleziona la scheda Chat che si trova in alto e tieni premuto il dito sulla conversazione (o il gruppo) da nascondere. Dopodiché seleziona la voce Archivia chat dal menu che si apre e il gioco è fatto.

Successivamente, per ripristinare le conversazioni archiviate in WhatsApp, seleziona la scheda Chat che si trova in alto, scorri fino in fondo la schermata che si apre e seleziona la voce Chat archiviate per visualizzare la lista di tutti i messaggi nascosti. A questo punto, tieni il dito premuto sul titolo di una conversazione da riportare nella schermata iniziale dell’applicazione e seleziona la voce Estrai chat dall’archivio dal menu che si apre per completare l’operazione.

Se l’archiviazione dei messaggi ti sembra una soluzione un po’ troppo blanda, puoi bloccare l’accesso a WhatsApp con un PIN di sicurezza rivolgendoti a delle applicazioni di terze parti, come ad esempio DoMobile AppLock che è completamente gratuita e funziona anche sui dispositivi che non sono stati sbloccati tramite root.

Per attivare la protezione di DoMobile AppLock, non devi far altro che scaricare l’applicazione dal Google Play Store, avviarla e configurare il PIN che desideri utilizzare per bloccare l’accesso a WhatsApp (e tutte le altre applicazioni che vorrai proteggere).

Una volta configurato il PIN (che va digitato per due volte consecutive), scegli se fornire agli sviluppatori di DoMobile AppLock il tuo indirizzo di posta elettronica per il recupero del PIN in caso di smarrimento (io ti consiglio di non farlo, per questioni di privacy) e pigia sul pulsante Annulla per rifiutare l’attivazione del servizio di risparmio energetico, che non serve ai fini della protezione di WhatsApp.

A questo punto, individua WhatsApp nella schermata principale di DoMobile AppLock, seleziona il lucchetto situato accanto alla sua icona e il gioco è fatto.

La prima volta che utilizzi DoMobile AppLock, devi autorizzare l’applicazione a controllare le app che desideri proteggere. Pigia dunque sul pulsante Consentire presente nella schermata che si apre automaticamente, sposta su ON la levetta situata accanto all’icona dell’applicazione e rispondi OK all’avviso che compare sullo schermo.

Ora per aprire WhatsApp ci sarà bisogno di inserire il PIN che hai impostato in precedenza. Se cambi idea, per rimuovere la protezione a WhatsApp, avvia DoMobile AppLock, digita il tuo PIN e pigia sull’icona del lucchetto che si trova accanto all’icona di WhatsApp.

Se qualche passaggio non ti è chiaro, consulta la mia guida su come mettere la password su WhatsApp in cui ti ho illustrato più in dettaglio il funzionamento di applicazioni come DoMobile AppLock.

Nascondere messaggi WhatsApp su iPhone

Come nascondere messaggi WhatsApp

Adesso vediamo come nascondere messaggi WhatsApp su iPhone, cominciando dalla funzione di archiviazione delle chat.

Se vuoi nascondere una conversazione dalla schermata iniziale di WhatsApp, avvia l’applicazione, seleziona la scheda Chat dal menu che si trova in basso e trascina il dito da destra verso sinistra sul titolo della chat (o del gruppo) da archiviare.

Successivamente, per accedere alla lista delle conversazioni archiviate in WhatsApp, seleziona la scheda Chat dell’applicazione, trascina la schermata verso il basso e seleziona la voce Chat archiviate che compare in alto. Dopodiché trascina il dito da destra verso sinistra sul titolo delle discussioni che vuoi riportare nella schermata principale di WhatsApp e il gioco è fatto.

Su iPhone, così come su Android, l’archiviazione delle chat non è una soluzione permanente, in quanto tutte le discussioni archiviate ritornano automaticamente nella schermata principale della app non appena arriva un nuovo messaggio in esse. Se vuoi limitare questo rischio puoi bloccare temporaneamente le persone che partecipano alle chat che vuoi mantenere nascoste, ma si tratta di una soluzione abbastanza forzata.

Se cerchi una soluzione più efficace per mantenere le conversazioni di WhatsApp private puoi effettuare il jailbreak del tuo “melafonino” e installare applicazioni come BioLockDown o BioProtect che consentono di bloccare l’accesso alle app con dei PIN di sicurezza (o con Touch ID/Face ID), mentre se non hai intenzione di sbloccare il tuo iPhone puoi solo attivare le restrizioni di iOS e nascondere tutte le applicazioni appartenenti a una determinata categoria (in questo caso, quelle dedicate al mondo del social networking).

Se vuoi attivare le restrizioni di iOS, recati nel menu Impostazioni del tuo iPhone (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen), vai su Tempo di utilizzo > Utilizza codice “Tempo di utilizzo” e imposta un PIN per bloccare l’accesso alle applicazioni installate sul tuo smartphone. Ad operazione completata, spostati su Limitazioni app, digita il PIN che hai impostato poc’anzi e fai tap sulla voce Aggiungi limitazione di utilizzo.

Adesso, metti il segno di spunta accanto alla voce Social network, premi sul bottone Aggiungi e imposta l’intervallo di tempo dopo il quale far scattare il blocco delle app su 0 ore e 1 min (il minimo possibile) e il gioco è fatto. Se vuoi consentire l’accesso ad altre app di messaggistica e social networking (es. Messenger o Facebook), vai nel menu Impostazioni > Tempo di utilizzo > Sempre consentite e selezionale.

Per concludere, avvia WhatsApp, attendi 1 minuto e il blocco a quest’ultima (e alle altre app incluse nel gruppo “Social Network”) verrà bloccato con il PIN che hai impostato in precedenza. In caso di ripensamenti, per revocare il blocco torna nel menu Impostazioni > Tempo di utilizzo > Limitazioni app > Social Network e pigia sul pulsante Elimina limitazione. Se, invece, vuoi disattivare il blocco solo per alcuni giorni della settimana, vai in Impostazioni > Tempo di utilizzo > Limitazioni app > Social Network > Personalizza giorni e metti la spunta solo sui giorni in cui vuoi il blocco attivato.

Se utilizzi una versione di iOS antecedente alla 12, puoi bloccare le app solo in base alla loro età di destinazione. Recati, quindi, nel menu Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen), seleziona le voci Generali > Restrizioni dalla schermata che si apre e fai “tap” sul pulsante Abilita restrizioni. Imposta quindi un PIN per proteggere le impostazioni di iOS da modifiche non autorizzate e seleziona la voce Applicazioni dal menu che si apre.

A questo punto, metti il segno di spunta accanto alla voce Non consentire applicazioni e il gioco è fatto. Tutte le applicazioni scaricate dall’App Store, fra cui WhatsApp, diventeranno invisibili e dunque inaccessibili.

Successivamente, per ripristinare le icone delle app, torna nel menu Impostazioni > Generali > Restrizioni di iOS, digita il PIN di protezione che hai impostato in precedenza e pigia sul pulsante Disabilita restrizioni. Facile, vero?

Se ritieni che le restrizioni di iOS siano un po’ eccessive, puoi nascondere il solo WhatsApp dalla schermata iniziale dell’iPhone immettendolo in una sotto-cartella (quindi creando una cartella con WhatsApp e inserendola all’interno di un’altra cartella). Per scoprire come si fa, leggi la mia guida su come creare cartelle iPhone.

Nascondere messaggi WhatsApp su Windows Phone

Come nascondere messaggi WhatsApp

Utilizzi un Windows Phone? In questo caso puoi archiviare i messaggi di WhatsApp (e quindi nasconderli dalla schermata iniziale dell’applicazione) selezionando la scheda Chat che si trova in alto, tenendo il dito premuto sul titolo della chat (o del gruppo) da nascondere e selezionando la voce archivia dal menu che si apre.

Successivamente, per ripristinare i messaggi archiviati e riportarli nel menu iniziale di WhatsApp, pigia sul pulsante (…) che si trova in basso a destra e seleziona la voce chat archiviate dal menu che si apre. Dopodiché tieni il dito premuto sul titolo della conversazione da recuperare e seleziona la voce estrai dall’archivio dal menu che si apre per completare l’operazione.

Se l’archiviazione dei messaggi ti sembra una misura troppo “blanda”, puoi vietare l’accesso a WhatsApp agli utilizzatori del tuo smartphone attivando la funzione angolo dei bambini nel menu impostazioni di Windows Phone, la quale permette di creare un ambiente di lavoro protetto all’interno del quale eseguire solo le app e i contenuti autorizzati.

In alternativa puoi installare l’applicazione AppLocker+ che permette di creare un collegamento protetto a WhatsApp nella schermata iniziale di Windows Phone, per accedere al quale bisogna inserire in un PIN di sicurezza. Purtroppo si tratta di una misura di sicurezza abbastanza facile da superare, in quanto basta avviare la app dal menu di ricerca o dall’area di notifiche di Windows Phone e la richiesta della password viene bypassata, ma è sempre meglio di niente!