Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come nascondere chat WhatsApp

di

Ultimamente ho ricevuto diversi messaggi dai miei lettori che mi chiedono se esiste un modo per nascondere le chat di WhatsApp. Ebbene, vista la frequenza di queste domande, ho deciso di scrivere un tutorial al riguardo, in modo da fornire una soluzione. Se stai leggendo questa guida perché sei interessato a questa possibilità, la prima cosa che devi sapere è che farlo è possibile, ma dipende da cosa si intende con il termine “nascondere” e da quale smartphone si utilizza.

WhatsApp, come noto, non include un sistema per bloccare l’accesso a utenti non autorizzati, né permette di impedire la visualizzazione di determinate chat. L’unica cosa che si può fare è archiviare un messaggio, in modo che non compaia più nella schermata principale dell’applicazione (ma si tratta di una misura molto blanda). In alternativa, su Android, se si vuole tutelare in maniera più seria la propria privacy, si può installare un’applicazione in grado di bloccare l’accesso a WhatsApp con una password o un PIN di sicurezza. Su iOS, invece, le cose sono un po’ più complicate ed è possibile fare uso di quest’ultimo tipo di soluzioni solo sbloccando il dispositivo tramite jailbreak. In alternativa, un modo per nascondere le chat di WhatsApp consiste nell’utilizzo di strumenti predefiniti di iOS che bloccano l’accesso a tutte le applicazioni (Restrizioni di iOS 10+) o soltanto alcune di esse (Tempo di utilizzo per iOS 12).

Insomma, come puoi ben capire, a parte la tradizionale archiviazione delle chat di WhatsApp, esistono diverse procedure alternative che è possibile portare a termine. Detto ciò, vista la presenza di più soluzioni e la necessità di dover eseguire specifiche procedure per portare a termine il risultato finale, ti consiglio di prestare la massima attenzione alle procedure indicate in questo tutorial. Mettiti quindi seduto bello comodo perché sto per iniziare: ti auguro una buona lettura.

Indice

Nascondere la chat di WhatsApp su Android

Se utilizzi uno smartphone Android e vuoi nascondere le chat di WhatsApp che si trovano nella schermata iniziale dell’app, avvia l’app pigiando sulla icona che trovi in home screen o nel drawer (la sezione con l’elenco di tutte le app installate) del tuo dispositivo.

A questo punto, tramite la schermata Chat, individua la conversazione da archiviare (sia essa una conversazione singola o una di gruppo), tieni il dito premuto su di essa e pigia sul pulsante con il simbolo (…), situato in alto a destra. Per terminare, premi sulla voce Archivia chat che vedi nel menu contestuale.

Le conversazioni archiviate non sono immediatamente visibili nella schermata principale di WhatsApp, ma possono essere recuperate facilmente, agendo tramite la scheda Chat dell’applicazione: per farlo, scorri la schermata con l’elenco delle chat attive fino in fondo e premi sulla dicitura Chat archiviate che vedi in basso. A questo punto, per riportare la chat archiviata nella schermata principale di WhatsApp, tieni il dito premuto sul nominativo della conversazione da ripristinare, pigia nuovamente sul simbolo (…) che vedi nell’angolo in alto a destra e, nel menu che si apre, seleziona la voce Estrai chat dall’archivio.

Tieni presente, però, che le chat archiviate possono tornare automaticamente nella schermata principale di WhatsApp, se vengono ricevuti dei messaggi in queste ultime. Per evitare che ciò accada, potresti per esempio bloccare temporaneamente le persone delle conversazioni che intendi archiviare (a tal proposito puoi fare riferimento alle indicazioni presenti nel mio tutorial su come bloccare una persona su WhatsApp).

In alternativa, potresti semplicemente chiedere alle persone presenti nella conversazione di non inviarti messaggi in giorni o orari da te stabiliti.

Nascondere la chat di WhatsApp su iPhone

Se possiedi un iPhone e vuoi nascondere le chat di WhatsApp sfruttando l’apposita funzione di archiviazione inclusa nella celebre app di messaggistica, fai tap sulla scheda Chat. Una volta individuata la conversazione da nascondere, tieni premuto il dito su di essa, effettua uno swipe da sinistra verso destra e, infine, premi sulla dicitura Archivia.

Anche su iOS le chat archiviate scompaiono dal menu principale di WhatsApp, ma possono essere recuperate facilmente. Puoi farlo tramite la scheda Chat dell’applicazione: trascina quest’ultima verso il basso e premi sulla voce Chat archiviate. Individua, in questa schermata, la conversazione che vuoi ripristinare e, tenendo il dito premuto su di essa, fai uno swipe da sinistra verso destra, dopodiché fai tap sulla voce Estrai.

Nota bene che le chat archiviate torneranno automaticamente nella schermata principale di WhatsApp, se si riceverà un messaggio all’interno delle stesse. Per evitare che ciò accada, anche in questo caso potresti pensare di bloccare temporaneamente le persone appartenenti alle conversazioni archiviate. Per farlo, ti consiglio di fare riferimento al mio tutorial su come bloccare una persona su WhatsApp.

Altre soluzioni per nascondere la chat di WhatsApp

Come non perdere le chat di WhatsApp cambiando telefono

Se preferisci adottare un metodo di protezione più sofisticato, puoi bloccare l’accesso all’applicazione di WhatsApp con una password. Per effettuare quest’operazione su Android, puoi utilizzare un’applicazione dedicata a questo scopo, come per esempio Serratura (App Lock).

Su iOS, invece, a causa delle restrizioni imposte dal sistema operativo alle applicazioni di terze parti, non ci sono applicazioni che permettono di bloccare l’accesso a determinate app con una password. Ciò è però possibile se hai sbloccato l’iPhone tramite jailbreak: in questo modo puoi infatti installare dei tweak (ossia delle applicazioni che interagiscono in maniera profonda con il sistema operativo) come BioLockDown o BioProtect, che consentono di bloccare l’accesso alle app con delle password o con il Touch ID.

Se il device da te in uso non possiede il jailbreak, le scelte sono le seguenti: o imposti lo sblocco del tuo dispositivo tramite codice e Touch ID tramite il menu delle Impostazioni di iOS oppure puoi avvalerti di alcune funzionalità native di iOS. In particolar modo, su iOS 12 è possibile bloccare l’accesso un’app tramite lo strumento di parental control denominato Tempo di utilizzo.

Se, invece, ancora non hai ancora aggiornato l’iPhone all’ultima versione dell’OS, puoi utilizzare le Restrizioni di iOS (per iOS 10+), in modo da bloccare l’accesso a tutte le applicazioni scaricate dall’App Store. Ti parlo più nel dettaglio di queste soluzioni nel corso dei prossimi capitoli.

Invece, se non vuoi fare in modo che venga impedito l’accesso alle app, ma vuoi soltanto nasconderle, puoi utilizzare un bug di iOS che permette di nascondere delle cartelle.

Questo si può però sfruttare soltanto nella versione 9 (e precedenti) del sistema operativo Apple. Su iOS 10 o superiore, invece, questo bug è stato corretto. In tal caso, fai riferimento alle indicazioni che ti ho fornito nel mio tutorial su come nascondere le app su iPhone.

Serratura (App Lock) (Android)

Se stai utilizzando uno smartphone Android, il metodo che ti consiglio di utilizzare per nascondere le chat di WhatsApp riguarda l’impiego dell’applicazione Serratura (App Lock). Questa è un’app gratuita che può essere utilizzata per bloccare l’accesso ad alcune specifiche applicazioni installate tramite il Play Store e che non richiede i permessi di root per il suo funzionamento.

Per utilizzare Serratura (App Lock), scaricala dal Play Store cercandola tramite il motore di ricerca e pigiando sui pulsanti Installa e Accetto. Al termine del download, avviala pigiando sul pulsante Apri, oppure fai tap sulla sua icona nella home screen.

Ad applicazione avviata, configura il codice di protezione con cui intendi bloccare l’accesso alle tue app: traccia sullo schermo la sequenza di sblocco per due volte consecutive, inserisci anche un indirizzo di posta elettronica e fai tap sul pulsante Salva.

Una volta visualizzata la schermata principale dell’app, denominata Privacy, individua l’icona di WhatsApp tra l’elenco delle app installate sul tuo smartphone, fai tap sull’icona del lucchetto collocata accanto a quest’ultimo, e autorizza l’applicazione, premendo sul pulsante Consentire.

Nella successiva schermata App con accesso dati di utilizzo individua l’icona di App Lock, fai tap su di essa e sposta la levetta su ON, in corrispondenza della dicitura Consenti accesso dati di utilizzo, in modo da terminare la configurazione e poter bloccare l’accesso all’app di WhatsApp.

A questo punto, ogni volta che avvierai WhatsApp verrà visualizzata una schermata in cui verrà chiesto di inserire la sequenza di sblocco precedentemente immessa, per accedere all’app.

In caso di ripensamenti, rimuovi il blocco dall’applicazione di WhatsApp avviando AppLock, digitando la sequenza di sblocco e pigiando sull’icona del lucchetto che si trova accanto all’icona di WhatsApp.

In maniera simile all’applicazione App Lock esistono anche altri strumenti, come per esempio Norton App Lock, in grado di svolgere compiti simili, permettendo di bloccare l’accesso a delle specifiche applicazioni. Te ne ho parlato più nel dettaglio nella mia guida dedicata alle app per bloccare le app.

Tempo di utilizzo (iOS 12)

Se hai aggiornato il tuo iPhone a iOS 12 puoi impostare una restrizione nell’utilizzo dell’applicazione di WhatsApp e impedirne così l’accesso, avvalendoti della funzionalità nativa di parental control denominata Tempo di utilizzo.

Per utilizzarla, fai come prima cosa tap sull’app Impostazioni di iOS (il simbolo dell’ingranaggio che trovi nella home screen), poi fai tap sulla voce Tempo di utilizzo e premi su Continua. Indica, quindi, se si tratta del tuo iPhone oppure se appartiene a un bambino premendo sulle rispettive voci.

Immaginando che si tratti del tuo dispositivo, come prima cosa imposta un codice per impedire che l’applicazione di WhatsApp possa essere avviata, scaduto il tempo di utilizzo. Per farlo, premi sulla voce Utilizza codice tempo di utilizzo e digita, per due volte consecutive, il PIN da utilizzare.

Una volta impostato il codice, premi sulla voce che mostra il tempo di utilizzo del dispositivo in uso poi, nella schermata successiva, individua l’applicazione di WhatsApp (è necessario che sia già stata avviata in precedenza), fai tap su di essa e, infine, premi sulla dicitura Aggiungi limitazione di utilizzo.

A questo punto, inserisci il codice precedentemente impostato e imposta un tempo di utilizzo tramite il relativo menu. Eventualmente fai anche tap sulla dicitura Personalizza giorni in modo da impostare una regola.

Inoltre, assicurati che sia spostata su ON la levetta Blocca al termine del limite, in modo da poi consentire l’accesso all’app soltanto dietro la digitazione del codice da te impostato. Per confermare l’operazione, fai tap sulla voce Aggiungi situata nell’angolo in alto a destra.

Agendo in questo modo, scaduto il tempo impostato per l’utilizzo dell’applicazione di WhatsApp, questa non sarà più accessibile. Provando ad aprirla verrà infatti visualizzata la dicitura Limite di tempo e, premendo sul pulsante Richiedi tempo, sarà richiesto di inserire il codice precedentemente impostato.

Restrizioni (iOS 10+)

Se devi prestare lo smartphone a una persona e non vuoi che questa possa avere accesso alle tue applicazioni, puoi abilitare le Restrizioni di iOS e bloccare l’accesso a tutte le applicazioni scaricate tramite l’App Store. Questa opzione è disponibile sulle versioni di iOS precedenti a iOS 12.

Per effettuare quest’operazione, recati nelle Impostazioni di iOS (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen), fai tap sulle voci Generali > Restrizioni nella schermata che si apre e pigia sul pulsante Abilita restrizioni per impostare il PIN con il quale proteggere le app.

Ad operazione completata, seleziona la voce App che vedi a schermo in corrispondenza della dicitura Contenuti consentiti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Non consentire le app e, in questo modo, tutte le applicazioni scaricate dall’App Store diventeranno così inaccessibili.

Successivamente, per ripristinare l’accesso a WhatsApp e a tutte le altre applicazioni, torna nel menu Impostazioni > Generali > Restrizioni di iOS, digita il PIN di impostato in precedenza, pigia sul pulsante Disabilita restrizioni e conferma la disattivazione, digitando nuovamente il codice di sblocco.