Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottimizzare eMule

di

Ormai dovresti averlo capito: non esistono formule magiche o trucchetti super-segreti per raddoppiare la velocità di eMule. Di miracoli non se ne possono fare, anche perché il programma, con l'andar del tempo, sta cadendo sempre più in disuso, ma questo non vuol dire che non puoi migliorare la configurazione del tuo eMule e farlo andare meglio per sfruttare al massimo la tua connessione Internet.

Ecco, dunque, una serie di consigli pratici su come ottimizzare eMule che dovrebbero aiutarti a migliorare la situazione: prova a metterli in pratica e vedrai che il tuo “muletto” scarica-file ne gioverà sotto molti punti di vista. Probabilmente non raddoppierai la velocità dei download, ma vedrai che i file si scaricheranno in maniera più fluida e il computer non si incanterà ogni tanto come fa ora.

Solo una piccola precisazione prima di cominciare: io per il tutorial ho utilizzato la versione ufficiale di eMule, ma le indicazioni riportate nell'articolo sono valide anche per le principali mod del programma e per eMule, la sua versione per macOS e Linux (della quale, però, ti ho parlato più approfonditamente nel mio tutorial su come impostare eMule su Mac). Detto ciò, non mi resta altro che augurarti buona lettura e, soprattutto, buon download con il tuo fido "muletto"!

Indice

Operazioni preliminari

Prima di mettere in pratica i miei consigli su come ottimizzare eMule, devi essere sicuro di avere un eMule perfettamente funzionante e senza problemi di connessione. Per fare ciò, segui attentamente le indicazioni che trovi di seguito.

Aprire le porte di eMule

La prima operazione che devi compiere è assicurarti che le porte usate da eMule per comunicare con l'esterno (quindi per condividere file in Rete) siano aperte all'interno del router che usi per connetterti a Internet. Apri, dunque, il tuo fido "muletto", clicca sul pulsante Opzioni collocato in alto a destra, seleziona la voce Connessione dalla barra laterale di sinistra e clicca sul pulsante Testa porte.

Test porte eMule

Verrà eseguito un test delle porte tramite il browser: se il test darà esito negativo, cioè se le porte TCP e UDP usate da eMule risulteranno chiuse, dovrai provvedere ad aprirle all'interno del router.

Per aprire le porte di eMule nel router, appuntati i numeri di queste ultime, presenti anch'essi nella sezione Opzioni > Connessione del programma (nei campi TCP e UDP). Se i valori delle porte risultano essere 4662 e 4672, modificali con dei valori superiori, in quanto alcuni provider potrebbero inibire il traffico P2P che passa su di esse.

A questo punto, avvia il browser che usi solitamente per navigare in Internet (es. Chrome o Firefox) e collegati all'indirizzo 192.168.1.1 oppure all'indirizzo 192.168.0.1 per accedere al pannello di configurazione del tuo router. Ti verrà chiesto di digitare una combinazione di nome utente e password: se non hai cambiato quella predefinita, dovrebbe essere admin/admin oppure admin/password. In caso di problemi, prova a consultare il manuale del dispositivo o a seguire le indicazioni presenti nella mia guida sucome entrare nel router.

Ad accesso effettuato, individua la sezione del pannello di configurazione del router relativa all'inoltro porte, al port mapping o ai virtual server, accedi ad essa, clicca sulla voce per creare una nuova regola o un nuovo virtual server e compila il modulo che ti viene proposto come segue.

  • Porta iniziale/interna – il numero della porta TCP o UDP di eMule.
  • Porta finale/esterna – lo stesso valore inserito nel campo relativo alla porta iniziale/interna.
  • Protocollo/Tipo porta – il tipo di porta da configurare, quindi TCP o UDP.
  • Indirizzo IP server/IP destinazione – in questo campo, va messo l'indirizzo IP locale del computer sul quale si intende usare eMule. Se non sai quale valore immettere, leggi la mia guida su come scoprire l’indirizzo IP del computer.
  • Descrizione/Nome – il nome della regola appena creata (es. “eMule TCP" o “eMule UDP").

Configurazione porte eMule

Una volta compilato il modulo, clicca sul pulsante Salva/OK/Applica per salvare la regola appena creata e passa alla regola successiva, per la seconda porta di eMule. Superato anche questo step, dovresti essere riuscito ad aprire le porte di eMule nel router.

In caso di problemi, visto che ogni router ha un pannello di configurazione differente e le indicazioni che ti ho dato sono abbastanza generiche, prova a consultare i miei tutorial specifici sulle varie marche di router in commercio (in modo da ottenere indicazioni più precise circa il dispositivo in tuo possesso): come configurare un router Netgear, come configurare un router TP-Link, come configurare un router D-Link, come configurare un router TIM, come configurare un router Fastweb e come configurare un router Infostrada.

Inoltre, consulta la mia guida dedicata in maniera specifica su come aprire le porte di eMule, scommetto che ti sarà di grande aiuto per raggiungere il risultato sperato.

Aggiornare i server eD2K

Server eMule

Come sicuramente ben saprai, eMule sfrutta due reti peer-to-peer differenti: la prima è la rete eD2K, che funziona tramite server e prevede che gli utenti si colleghino a questi ultimi per condividere i propri file, mentre la seconda è la rete Kad, la quale funziona senza sfruttare i server e, di conseguenza, mette gli utenti direttamente in comunicazione tra loro (risultando più sicura e, potenzialmente, longeva).

Per scaricare da eMule in maniera rapida e, soprattutto, sicura, bisogna usare una lista di server eD2K aggiornata e proveniente da una fonte affidabile, in modo da evitare server "morti" o server spia progettati con l'unico scopo di monitorare le attività degli utenti.

Per aggiornare la lista dei server del tuo eMule, seleziona la scheda Server del programma (in alto al centro), fai clic destro in un punto “vuoto” della lista attuale, seleziona la voce Elimina tutti i server dal menu che si apre e dai conferma cliccando sul pulsante . Adesso hai una lista vuota, da popolare con server aggiornati e sicuri.

Spostati quindi nel campo Aggiorna server.met da indirizzo che si trova nella barra laterale di destra, incolla in esso uno degli indirizzi che trovi elencati di seguito e clicca sul pulsante Aggiorna.

  • http://edk.peerates.net/servers.met
  • http://www.gruk.org/server.met
  • http://update.adunanza.net/servers.met (solo per eMule AdunanzA)

A lista caricata (ci vorranno appena pochi secondi), fai doppio clic sul nome del server che vuoi usare per collegarti alla rete eD2K di eMule e la freccia collocata nell'angolo in basso a destra della finestra del programma dovrebbe diventare verde (se resta gialla, probabilmente c'è ancora qualcosa che non va nella configurazione delle porte nel router, controlla di aver seguito bene le indicazioni presenti nel capitolo procedente del tutorial).

In caso di problemi o dubbi, puoi provare a seguire la mia guida specifica come scaricare una lista di server in eMule: al suo interno troverai illustrati ancora più in dettaglio tutti i passaggi da compiere.

Connettersi alla rete Kad

Kad eMule

Configurata a dovere la rete eD2K, è arrivato il momento di occuparsi della rete Kad: se, provando a collegarti a quest'ultima, la freccia collocata nell'angolo in basso a destra della finestra di eMule resta gialla, prova a ripristinare il collegamento.

Ci sono due strade che puoi seguire: la prima, e anche la più semplice, consiste nel selezionare la scheda Kad del programma (in alto), apporre il segno di spunta accanto alla voce Carica nodes.dat dall’URL collocata nella barra laterale di destra, digitare uno dei seguenti indirizzi nel campo di testo sottostante e pigiare sul pulsante BootStrap

  • http://www.emule-mods.it/download/nodes.dat (dal forum Emule Mods)
  • http://www.nodes-dat.com/dl.php?load=nodes&trace=39513030.1944

L'altra strada consiste nel connettersi a un server eD2K, avviare il download di un file tramite quest'ultimo, attendere di raggiungere una buona posizione nella coda di download, mettere il segno di spunta accanto alla voce Dai client conosciuti nella scheda Kad di eMule e cliccare sul pulsante Bootstrap: in questo modo la connessione alla rete Kad viene stabilita sfruttando i nodi contattati tramite la rete eD2K.

In entrambi i casi, dopo aver stabilito la connessione alla rete Kad, dovrai aspettare qualche minuto per vedere la freccia collocata nell'angolo in basso a destra della finestra di eMule colorarsi di verde.

Qualora qualche passaggio non ti fosse chiaro, prova a consultare il mio tutorial specifico su come connettersi alla rete Kad.

Ottimizzazione di eMule

A questo punto, iniziamo a vedere qualche regola base per rendere il tuo eMule più “pimpante”. Il consiglio numero uno da seguire è quello di lasciare il programma in funzione per quanto più tempo è possibile. Come mai? Perché eMule ci mette 4-8 ore per raggiungere il massimo della velocità e, soprattutto, utilizza un sistema di crediti che bilancia la quantità dei dati caricati (file condivisi messi in upload) con quella dei dati scaricati (file in download), quindi più file carichi, più aumentano i tuoi crediti e più riuscirai a scaricare velocemente.

Per controllare il tuo bilancio di upload e download, clicca sul pulsante Statistiche presente nella barra degli strumenti di eMule e controlla il valore Rapporto Up:Down totale nella barra laterale di sinistra. Se il rapporto è uguale a 1:1 sei in una situazione ottimale, in quanto hai caricato e scaricato in media la stessa quantità di dati; se il rapporto è maggiore di 1 (es. 2:1), hai caricato più dati di quello che hai scaricato e quindi hai parecchi crediti da sfruttare, mentre se il rapporto è minore di 1 (es 1:5) devi aspettarti un calo generale della velocità di download perché hai scaricato più di quello che hai caricato. In quest’ultimo caso, cerca di incrementare i tuoi upload.

Attenzione, però, a non condividere file che non si trovano su eMule. Mettere in condivisione un file che ha una sola fonte (cioè tu) è inutile e controproducente, poiché nessuno scarica un file con una sola fonte completa. Cerca piuttosto di trovare dei file con un buon numero di fonti e di scaricare quelli (per poi condividerli a tua volta con gli altri utenti di eMule). Fai inoltre attenzione alle priorità degli upload: lascia gestire tutto ad eMule lasciando le impostazioni automatiche e non mettere mai su Release i file con più di 5 fonti.

Un altro modo per ottimizzare eMule è tenere sempre sotto controllo i valori Fonti trovate, In coda e Troppe connessioni nelle statistiche del programma. Il valore Fonti trovate indica la somma delle fonti trovate da eMule per i file in download, le quali saranno inizialmente pari alle Troppe connessioni perché eMule non ha ancora avuto il tempo di contattare tutte le fonti trovate (in genere ci mette circa 30 minuti).

Per controllare lo stato dei valori appena menzionati, clicca sul pulsante Statistiche di eMule e utilizza la barra laterale di sinistra per recarti nella sezione Trasferimenti > Download > Sessione > Fonti trovate. Per avere un eMule perfettamente funzionante, il valore Troppe connessioni deve essere impostato su 0 (segno che tutte le fonti da contattare sono state già contattate) mentre le Fonti in coda devono essere comprese in un intervallo che va dalle 2500 alle 3500 fonti.

Il numero di Fonti in coda dipende dal numero di file che hai messo a scaricare e da quante fonti hanno questi ultimi, quindi è impossibile fare un calcolo preciso del numero di file da inserire nella coda di download per ottenere un valore ottimale. Se hai superato le 3500 fonti in coda, prova ad eliminare alcuni file in fase di scaricamento o a fermarne il download cliccando su Ferma.

Se il tuo problema non è la velocità con cui eMule scarica i file ma il fatto che, eseguendo il programma, il tuo PC diventa molto più lento, prova a ottimizzare eMule riducendo il suo consumo di RAM e CPU. Clicca quindi sul pulsante Opzioni del programma e, nella finestra che si apre, recati nella scheda Aspetto. Metti il segno di spunta accanto alle voci Disattiva la lista dei Client Conosciuti e Disattiva la lista dei Client in Coda e clicca prima su Applica e poi su OK per salvare i cambiamenti.

Un altro modo per evitare blocchi del PC e della connessione è quello di limitare la banda in Upload. Clicca quindi sul pulsante Opzioni del programma e, nella finestra che si apre, recati nella scheda Connessione. Metti il segno di spunta accanto alla voce Limite di Upload, imposta la barra Limite di upload all'80% del valore scritto nel campo di testo Upload (es. 25 KB/s se nel campo Upload c’è scritto 32 KB/s) e clicca prima su Applica e poi su OK per salvare i cambiamenti. Chiaramente, il valore da inserire nei campi Upload e Download devono essere corrispondenti ai reali valori della connessione in uso: se non sai qual è la vera velocità della tua connessione Internet, usa i servizi di speed test che ti ho consigliato nel mio tutorial sui migliori speed test.

Speed Test

Infine, altri due accorgimenti che puoi adottare per migliorare l’andamento generale di eMule sono quelli di attivare l’offuscamento del protocollo in Opzioni > Sicurezza e non tenere tantissimi file in condivisione (diciamo non più di 30, altrimenti alcuni server ti potrebbero bloccare l’accesso).

L'offuscamento del protocollo, qualora non lo sapessi, serve a bypassare i blocchi che alcuni provider Internet applicano al traffico peer-to-peer. Per quanto concerne la cancellazione dei file "superflui" dalla condivisione, ti consiglio di partire sempre da quelli con dimensioni inferiori ai 10MB e fonti maggiori di 15-20 unità.