Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aprire le porte di eMule

di

Non riesci a scaricare con eMule? Quando tenti di connetterti ai server e alla rete Kad ti viene detto che hai un ID basso e le icone in basso non diventano mai verdi? Se hai già provveduto a cambiare i server del tuo eMule sostituendoli con i server eMule aggiornati, sicuri e funzionanti che ti ho consigliato l’altra volta, probabilmente c’è qualcosa che non va nella configurazione del tuo router.

Devi assolutamente entrare nel pannello di configurazione del router che usi per collegarti a Internet e controllare che il firewall sia impostato in modo corretto, consentendo a eMule di svolgere il suo lavoro. In che modo? Te lo spiego subito: prenditi cinque minuti di tempo libero e segui le indicazioni che sto per darti. In men che non si dica scoprirai come aprire le porte di eMule e comincerai a scaricare dalle reti eD2k e Kad in maniera più veloce che mai.

La procedura illustrata di seguito vale per tutte le versioni più recenti di eMule e anche per aMule, il “clone” di eMule disponibile per macOS e Linux. Ti auguro una buona lettura e spero vivamente che tu possa risolvere tutti i tuoi problemi di download. In bocca al… mulo!

Indice

Operazioni preliminari

Come aprire le porte di eMule

Per far sì che eMule funzioni in modo ottimale ed evitare il famigerato “ID basso” (ossia l’icona del mulo bendato), devi innanzitutto individuare le porte da sbloccare nel router e fornire al programma il pieno accesso alla rete, aggiungendo, se necessario, un’eccezione al firewall di sistema.

Per individuare le porte in uso da eMule/aMule, dopo aver aperto il programma, clicca sul pulsante Opzioni/Preferenze visibile in alto a destra (quello contraddistinto dal disegno della rotella d’ingranaggio oppure delle chiavi inglesi) e seleziona la scheda Connessione dalla barra laterale che va ad aprirsi. Adesso, appunta il valore della porta TCP, quello della porta UDP e quello della porta UDP estesa (solo su Mac), unitamente al protocollo di comunicazione (TCP/UDP) corrispondente a ciascuna di esse: ti serviranno tra non molto.

Come aprire le porte di eMule

Passiamo ora al firewall: per quanto riguarda Windows, l’eccezione dovrebbe già essere stata aggiunta quando hai avviato per la prima volta il programma e ne hai consentito la connessione a Internet premendo sul pulsante Sblocca. Ad ogni modo, puoi accertarti della cosa dando uno sguardo alle impostazioni di Windows Defender: apri dunque il menu Start di Windows oppure Cortana, digita le parole consenti app firewall nel campo di ricerca che compare e clicca sulla voce Consenti app tramite firewall/Consenti app attraverso Windows Firewall, visibile tra i risultati.

Ora, clicca sul pulsante Modifica impostazioni, individua le voci relative a eMule nella tabella che vedi sullo schermo, selezionale tutte (se necessario) e, successivamente, e apponi il segno di spunta in corrispondenza delle corrispondenti caselle Privata e/o Pubblica, a seconda del tipo di rete sul quale agire. Infine, rendi effettive le modifiche cliccando sul pulsante OK. Per approfondimenti, dà uno sguardo al mio tutorial su come bloccare e sbloccare un programma in Windows Firewall.

Come aprire le porte di eMule

Anche su Mac, la configurazione del firewall per aMule dovrebbe avvenire in modo pressoché automatico; per accertarti della cosa, apri le Preferenze di sistema, cliccando sul simbolo dell’ingranaggio residente sulla barra Dock, premi sull’icona di Sicurezza e privacy e apri la scheda Firewall.

Per abilitare le modifiche, fai clic sul lucchetto serrato collocato in basso a sinistra, digita la password del Mac nell’apposito campo e dai Invio; in seguito, fai clic sul pulsante Opzioni firewall…, individua aMule nella lista che compare sullo schermo e assicurati che, in sua corrispondenza, sia presente la voce Consenti connessioni in entrata.

In caso contrario, clicca sull’opzione Blocca connessioni in entrata corrispondente ad aMule e imposta il menu che compare su Consenti connessioni in entrata. Per confermare le modifiche applicate, clicca sul pulsante OK, chiudi le preferenze di sistema e il gioco è fatto.

Laddove aMule non dovesse comparire nella lista delle applicazioni installate, clicca sul pulsante [+] situato in basso, naviga nella cartella Applicazioni/Applications usando il pannello del Finder che compare e seleziona l’icona di aMule; successivamente, autorizza le connessioni in ingresso, così come ti ho mostrato poco fa.

Come aprire le porte per eMule

Come aprire le porte per eMule

Una volta impostato il firewall in modo corretto, non ti resta che aprire le porte di eMule annotate in precedenza. Per effettuare questa operazione, devi agire dal pannello di amministrazione del router, al quale puoi collegarti usando qualsiasi browser tu preferisca. Per prima cosa, dunque, individua l’indirizzo IP dell’apparecchio di rete e quello del tuo computer, seguendo le indicazioni più adatte al tuo sistema operativo.

  • Windows: tenendo premuto il tasto Shift, fai clic destro su un punto vuoto del desktop e seleziona la voce Apri finestra PowerShell qui, Apri nel Terminale oppure Apri Prompt dei comandi qui. Successivamente, impartisci il comando ipconfig nella finestra che va ad aprirsi e dai Invio: individua la sezione relativa alla scheda di rete attraverso la quale sei collegato a Internet; prendi nota dell’IP posto in corrispondenza della voce Gateway predefinito, che è l’indirizzo del router, e di quello visibile in corrispondenza della voce IPv4, che è quello del computer.
  • macOS: recati nel menu Vai > Utility del Mac, fai doppio clic sull’icona del Terminale e, quando quest’ultimo si apre, impartisci il comando netstat -nr | grep default e dai Invio. L’indirizzo IP del router è specificato accanto alla voce Default. Per trovare l’IP del computer, invece, impartisci il comando ipconfig getifaddr en1 (se sei connesso tramite Wi-Fi) oppure ipconfig getifaddr en0 (se sei connesso tramite cavo) e dai Invio.

Una volta individuato l’indirizzo IP del router, puoi accedere all’area amministrativa di quest’ultimo con facilità: apri il programma di navigazione su Internet che sei solito usare, digita l’IP recuperato in precedenza nella barra degli indirizzi e schiaccia il tasto Invio della tastiera. A seguito di questa operazione, dovresti visualizzare una schermata di login, che ti chiede di immettere le credenziali d’accesso del router oppure di specificare una nuova password da usare per gli accessi futuri.

A meno che non ti venga chiesto di definire una parola d’ordine, in genere, il nome utente e la password da usare per effettuare il primo login sono stampate sul retro o sul fondo del router, all’interno della sua confezione di vendita oppure nel manuale d’uso. Ad ogni modo, se riscontri difficoltà nell’accedere al router oppure nell’individuare l’indirizzo IP del computer, dà uno sguardo alle guide specifiche disponibili sul mio sito, nelle quali ti ho spiegato come procedere con assoluta dovizia di particolari.

Ad accesso effettuato, individua il menu del pannello amministrativo del router dedicato all’inoltro porte/port forwarding, al virtual server oppure all’abilitazione delle porte (o simili) e avvia la creazione di una nuova regola, impostando i parametri che ti elenco di seguito.

  • Porta interna/iniziale e Porta esterna/finale: inserisci in questi campi il numero della prima porta di eMule da aprire.
  • Tipo porta (o protocollo): inserisci in questo campo il protocollo della porta che ti appresti ad aprire (ad es. TCP).
  • IP destinazione/IP server: inserisci l’indirizzo IP del computer che hai recuperato in precedenza.
  • Nome: inserisci in questo campo un nome con il quale riconoscere la regola (ad es. Porta 1 eMule TCP).

Una volta compilato il modulo, clicca sul pulsante Salva/Applica per salvare le modifiche, avendo cura di contrassegnare l’opzione per abilitare subito la regola. Successivamente, ripeti l’operazione con tutte le altre porte da sbloccare.

Sfortunatamente, non mi è possibile fornirti indicazioni specifiche per il modello di router in tuo possesso, poiché ciascun apparecchio ha un sistema gestionale organizzato in maniera differente. A titolo di esempio, però, lascia che ti illustri come agire su alcuni modelli di router comunemente diffusi.

Come aprire le porte di eMule con Vodafone Power Station

Come aprire le porte di eMule con Vodafone Power Station

Per aprire le porte nella Vodafone Power Station (e Vodafone Station Revolution), dopo aver effettuato l’accesso al modem, clicca sulla freccia verso il basso residente in alto a destra e seleziona la Modalità utente esperto dal menu che compare.

Ora, clicca sulla voce Internet residente di lato, raggiungi la sezione Gestione porte e clicca sul pulsante (+) corrispondente alla voce Associazione porte: imposta ora il menu a tendina Servizio sull’opzione Personalizzato, digita il Nome del servizio (ad es. eMule 1 TCP) nel campo che compare subito sotto e inserisci l’indirizzo IP del computer all’interno del campo situato accanto alla voce Indirizzo IP locale.

Ci siamo quasi: specifica ora il protocollo di comunicazione da usare nel campo omonimo e digita il numero della porta da aprire all’interno dei campi Porta pubblica e Porta locale. Clicca infine sui pulsanti Salva e Applica per salvare le modifiche apportate e ripeti la stessa operazione per tutte le altre porte di eMule/aMule da aprire. Per saperne di più, consulta il mio tutorial su come aprire le porte del router Vodafone.

Come aprire le porte di eMule con modem TIM HUB

Come aprire le porte di eMule con modem TIM HUB

Se poi il tuo è un modem della famiglia TIM HUB, dopo aver effettuato l’accesso al pannello gestionale del dispositivo, clicca sull’icona con gli ingranaggi residente nel riquadro Servizi WAN, individua la sezione Tabella di port forwarding IPv4 dalla pagina che va ad aprirsi e clicca sul pulsante Aggiungi un nuovo port mapping IPv4, annesso al nuovo pannello che compare sullo schermo.

A questo punto, digita il nome da assegnare alla regola (ad es. eMule TCP), imposta il menu a tendina Protocollo sul protocollo specifico per la porta in questione e digita il numero di quest’ultima nei campi Porta WAN e Porta LAN. Infine, digita l’indirizzo IP del computer nel campo Indirizzo IP remoto e salva la regola creata, premendo sul bottone dedicato.

In caso di dubbi o problemi, ti rimando alla lettura della mia guida al funzionamento di TIM HUB, nella quale trovi tutte le procedure del caso.

Come aprire le porte di eMule con Eolo

Come aprire le porte di eMule con Eolo

Se il router che ti è stato fornito in dotazione da Eolo appartiene alla famiglia dei FRITZ!Box, puoi procedere con l’apertura delle porte di eMule nel seguente modo: per prima cosa, clicca sulla voce Internet situata nella barra laterale di sinistra, premi sul sotto-menu Abilitazione e apri la scheda Abilitazioni porte, residente nel pannello che compare subito dopo.

Ora, clicca sul pulsante Aggiungi dispositivo per abilitazioni, imposta il menu a tendina Dispositivo sull’opzione Inserire manualmente l’indirizzo IP e digita l’IP del computer, all’interno del campo Indirizzo IPv4. Successivamente, clicca sul bottone Nuova abilitazione, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Abilitazione porte e imposta il menu a tendina Applicazione su Altra applicazione.

Ci siamo quasi: specifica ora il protocollo e il numero della prima porta di eMule da aprire all’interno degli appositi campi, apponi il segno di spunta accanto alla dicitura Attivare abilitazione e schiaccia sul pulsante OK, per abilitare la regola. Ripeti la stessa operazione per le restanti porte di eMule da aprire. Se riscontri difficoltà, consulta senza esitare la mia guida alla configurazione dei router FRITZ!Box, per ottenere indicazioni ancor più precise.

Come aprire le porte di eMule con Fastweb

Come aprire le porte di eMule con Fastweb

Passiamo ora ai modem distribuiti da Fastweb: se possiedi il modello FASTGate, dopo aver effettuato l’accesso al relativo pannello di amministrazione, clicca sulla voce Avanzate collocata in alto e poi sull’opzione Configurazione manuale porte, che compare di lato. Adesso, premi sul pulsante Associa nuovo port mapping e compila il modulo che compare sullo schermo con le informazioni richieste: il nome della regola (ad es. eMule Porta 1 TCP), l’indirizzo IP locale del computer, il protocollo della prima porta da aprire e il numero di porta interna ed esterna (che devono coincidere). Per salvare e attivare la regola definita, clicca sui pulsanti Aggiungi e Salva modifiche e il gioco è fatto.

Se, invece, hai ricevuto in dotazione l’Internet Box NeXXt, avvia l’applicazione MyFastweb dal tuo smartphone oppure dal tablet (che deve essere collegato alla rete wireless generata dal router), fai tap sul pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e raggiungi le sezioni NeXXt > Impostazioni di rete > Impostazioni avanzate, mediante i vari menu che compaiono sullo schermo.

A questo punto, seleziona la voce Internet, tocca il pulsante Aggiungi situato sotto la voce Port mapping e compila i vari campi con le stesse modalità viste poc’anzi. Per finire, sposta la levetta Stato su ON e premi sul pulsante Salva impostazioni, per salvare la regola.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti al riguardo, prendi visione del mio tutorial dedicato all’installazione e alla configurazione dei modem FASTGate e NeXXt, nel quale trovi tutto spiegato nei minimi dettagli.

Operazioni conclusive

Come aprire le porte di eMule

Per verificare che tutto sia “in regola” e che le porte di eMule siano state aperte correttamente, riavvia il programma e, dopo aver stabilito la connessione verso il server e verso la rete Kad, assicurati che non ti sia stato assegnato un ID basso.

Come ulteriore prova, puoi avviare un test dall’interno del programma stesso: clicca dunque sul pulsante Opzioni/Preferenze collocato in alto a destra, seleziona la voce Connessione dalla finestra che si apre (nella barra laterale di sinistra) e clicca sul pulsante Testa Porte.

Se tutto va per il verso giusto, cioè se le porte sono state configurate correttamente, si apre una pagina Web con al centro un segno di spunta verde e un messaggio che segnala la corretta apertura delle porte TCP e UDP. In caso contrario, invece, viene visualizzata una pagina Web con una croce rossa e il messaggio Il test della porta TCP e fallito! Il test della porta UDP non sarà eseguito.

In quest’ultimo caso, prova a riavviare sia il router che il computer, in modo da accertarti che le modifiche apportate alla configurazione delle porte e/o al firewall vengano effettivamente messe in atto. Nel caso in cui le porte di eMule risultassero aperte ma incontrassi ancora dei problemi di connessione, prova a ripristinare i server della rete eD2K e il collegamento alla rete Kad mettendo in pratica i consigli che ti ho dato nelle mie guide su come connettersi alla rete Kad e come aggiornare i server di eMule.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.