Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare le bollette con il cellulare

di

Nell’ultimo periodo hai ricevuto alcune bollette che ti sei ripromesso di pagare quanto prima presso l’ufficio postale più vicino; con il passare dei giorni, però, ti sei reso conto di non avere tempo a sufficienza per farlo e, visto il drammatico avvicinarsi della scadenza degli avvisi di pagamento, ti sei finalmente deciso a operare tramite il tuo fidato smartphone… o almeno a provarci.

Poiché non sei un massimo esperto in ambito di tecnologia, infatti, non hai la più pallida idea di come pagare le bollette con il cellulare e hai paura di combinare qualche “guaio” nel tentativo di riuscirci. Ebbene, lascia che te lo dica: se è questo il tuo caso, ti trovi nel posto giusto, al momento giusto!

Nel corso di questa guida, infatti, avrò cura di spiegarti come effettuare il pagamento di bollettini e avvisi PagoPA in maniera semplicissima, tramite le app oppure i siti Web dei fornitori, oppure i servizi di home banking. Basta avere gli strumenti giusti e qualche minuto di tempo a propria disposizione, per poter riuscire nell’impresa in quattro e quattr’otto!

Indice

Operazioni preliminari

Come pagare le bollette con il cellulare

Per poter pagare le bollette con il cellulare è indispensabile, oltre al telefono stesso e a una connessione a Internet, avere a disposizione gli strumenti necessari per disporre il pagamento.

Come scoprirai tra non molto, alcuni provider offrono la possibilità di pagare utilizzando il sito Web oppure l’app ufficiale: in questo caso, è quasi sempre sufficiente avere a disposizione una carta di credito, una carta di debito oppure una carta prepagata in corso di validità e con sufficienti fondi a disposizione, per riuscire nell’impresa.

In alcuni casi, è possibile effettuare il pagamento anche avvalendosi di altri circuiti di pagamento online come PayPal, SisalPay, MyBank oppure BANCOMAT Pay, evitando così l’inserimento “diretto” delle coordinate relative alla carta in proprio possesso. Tieni presente che ciascun fornitore potrebbe accettare un metodo di pagamento anziché un altro: per questo motivo, prima di procedere, ti invito a consultare la sezione FAQ presente sul sito Web della compagnia di proprio interesse e di cercare indicazioni relative ai metodi di pagamento accettati.

In alternativa, è spesso possibile procedere con il pagamento delle bollette usando l’applicazione di home banking messa a disposizione dal proprio istituto di credito; in questo caso, però, è indispensabile che l’istituto stesso offra supporto alla tipologia di pagamento supportata dalla bolletta (bollettino postale bianco/precompilato, PagoPA, CBILL e così via.

Ti faccio presente, inoltre, che per poter usare i sistemi di pagamento tramite le app per smartphone e tablet (o il sito Web) del proprio istituto di credito è necessario aver abilitato il conto o la carta per eseguire transazioni di questo tipo. In genere, bisogna iscriversi al portale dell’istituto fornendo i propri dati personali, un recapito telefonico e un indirizzo email validi, dopodiché scaricare l’app ufficiale dallo store di riferimento del proprio dispositivo e portare a termine una procedura di attivazione per la stessa, inserendo, quando richiesto, un codice monouso ricevuto via SMS oppure generato tramite un dispositivo esterno.

Per maggiori informazioni, da’ uno sguardo al mio tutorial d’approfondimento su come accedere al conto corrente online oppure alle pagine di supporto/FAQ disponibili sul sito Web della tua banca.

Come pagare le bollette con il cellulare: sito Web/app del fornitore

Come pagare le bollette con il cellulare: sito Web/app del fornitore

Allo stato attuale delle cose, sono sempre più i fornitori di servizi che consentono di pagare le bollette mediante i rispettivi siti Web e/o applicazioni, a patto di possedere uno tra i sistemi di pagamento supportati.

Dopo esserti accertato di avere gli strumenti necessari per poter procedere con il pagamento della tua bolletta, tutto ciò che devi fare è recarti sul sito Internet del fornitore di tuo interesse e, se non l’hai ancora fatto, effettuare la registrazione online fornendo i tuoi dati anagrafici e quelli relativi alla tua fornitura. Completata questa operazione, effettua l’accesso alla tua area personale usando le credenziali appena create, recati nella sezione relativa al conto, alle fatture/bollette oppure ai pagamenti e seleziona la bolletta/fattura da pagare, tra quelle disponibili.

Fatto ciò, premi sul pulsante per effettuare il pagamento e segui la breve procedura che ti viene proposta, in modo da concludere la transazione: generalmente, dovrebbe esserti richiesto di indicare il metodo di pagamento che intendi usare (ad es. carta oppure PayPal) e di fornire le informazioni relative allo stesso (ad es. intestatario, numero, scadenza e CVV della carta, oppure credenziali dell’account PayPal).

Generalmente, i passaggi da seguire per effettuare il pagamento tramite l’app ufficiale del provider, se disponibile, è quasi sempre la stessa.

Purtroppo non mi è possibile elencarti con precisione la procedura da seguire nel tuo caso, poiché ciascun fornitore di servizi prevede passaggi e sistemi di pagamento diversi; ciò che posso fare, però, è darti un esempio concreto spiegandoti come pagare una bolletta emessa da Enel Energia tramite l’app ufficiale del servizio, disponibile per Android (Play Store e market alternativi), iOS e iPadOS.

Come pagare le bollette con il cellulare

Per ottenerla, apri allo store di riferimento del tuo dispositivo, individua il nome dell’app usando la funzione di ricerca dedicata e premi sul pulsante Installa/Ottieni in posto in sua corrispondenza, per avviarne il download. Se necessario, autorizza l’installazione autenticandoti tramite riconoscimento facciale, impronta digitale o password dell’account configurato nello store.

Una volta ottenuta l’applicazione, aprila e fornisci i permessi necessari al suo funzionamento, rispondendo in maniera affermativa a eventuali avvisi proposti; ora, se hai già provveduto a sottoscrivere un account, inseriscine le credenziali negli appositi campi e fai tap sul bottone Accedi; se non possiedi, invece, un profilo unico Enel, tocca il pulsante Registrati e compila i moduli successivi con le informazioni richieste (categoria di utenza, dati personali dell’intestatario e dati relativi alla fornitura).

Ad accesso effettuato, fai tap sulla scheda Forniture, seleziona quella di tuo interesse e individua la bolletta da pagare tra quelle elencate (potresti dover premere sul pulsante Archivio bollette, se non vedi quelle meno recenti); successivamente, tocca il pulsante Paga la bolletta e serviti del menu a tendina situato nella schermata successiva per selezionare la modalità di pagamento che intendi utilizzare.

A questo punto, tocca il pulsante Paga ora e prosegui indicando le informazioni richieste: le coordinate della carta scelta (intestatario, numero, scadenza e CVV) le credenziali dell’account PayPal oppure quelle di MyBank. Per concludere, conferma la correttezza delle informazioni inserite e premi nuovamente sul pulsante Paga adesso, se necessario, per concludere la transazione.

Per quanto riguarda il pagamento tramite il sito Web di Enel, la procedura da seguire è praticamente la stessa: una volta visualizzata la pagina iniziale, fai tap sul simbolo dell’omino e immetti le credenziali del tuo account negli appositi campi; in alternativa, premi sul pulsante Registrati e porta a termine la procedura d’iscrizione, così come visto in precedenza. Successivamente, fai tap sulla scheda Forniture e segui i medesimi passaggi visti poco fa, per portare a termine il pagamento della bolletta. Per approfondimenti, leggi la mia guida specifica dedicata all’argomento.

Come pagare le bollette con il cellulare: home banking

Se il tuo fornitore di servizi non offre la possibilità di effettuare il pagamento delle bollette tramite sito Web o app ufficiale, puoi provare a riuscire nell’impresa sfruttando l’applicazione di home banking associata al tuo conto oppure alla tua carta. La maggior parte delle applicazioni di questo tipo offre la possibilità di pagare bollettini postali precompilati oppure in bianco, avvisi PagoPA o, ancora, usare sistemi di pagamento di terze parti come CBILL (che possono essere usati per pagare bollettini e moduli PagoPA quando il proprio istituto di credito non offre compatibilità “diretta” con le suddette tipologie di bollette).

Identificare il tipo di pagamento

Come pagare le bollette con il cellulare: home banking

La prima cosa da fare, se intendi pagare usando l’home banking associato al tuo conto oppure alla tua carta, è individuare la tipologia di modulo emesso dal tuo fornitore di servizi e scegliere il sistema di pagamento più adatto, in base a quelli compatibili con il tuo istituto di credito. Generalmente, le bollette relative alle forniture vengono distribuite in quattro forme differenti, che ti elenco di seguito.

  • Bollettino postale precompilato: si tratta di un particolare tipo di bollettino, il cui codice identificativo (che puoi trovare in basso a destra) inizia per 896 oppure 674. In questo caso, è necessario inserire l’identificativo del bollettino (oppure scansionarne il codice QR) per vedere tutti i campi relativi al beneficiario già compilati.
  • Bollettino postale bianco: si tratta del bollettino postale standard, i cui campi andranno compilati manualmente all’interno dell’app di home banking.
  • Modulo pagoPA: è un bollettino postale particolare, integrato negli avvisi di pagamento PagoPA. In questo caso, è sufficiente inserire il codice dell’avviso e il conto corrente del beneficiario negli appositi campi, oppure scansionare il relativo codice QR, per vedere compilato automaticamente l’intero modulo.
  • CBILL: se disponibile, il pagamento tramite CBILL richiede l’inserimento di alcune informazioni, quali la tipologia di pagamento (in questo caso, azienda privata), il nome dell’azienda beneficiaria, il codice identificativo del pagamento e l’importo da pagare. In alternativa, è sufficiente scansionare il QR code per compilare il tutto automaticamente. Le informazioni necessarie sono impresse a margine del bollettino cartaceo/digitale, in corrispondenza della tabella CBILL.

Tieni presente che ciascun istituto di credito applica un costo aggiuntivo sull’effettivo importo della bolletta, di importo variabile a seconda del metodo di pagamento scelto, a titolo di contributo per le commissioni. Per esempio, il pagamento di un bollettino postale oppure di un avviso PagoPA tramite i servizi di home banking di Poste Italiane prevede un importo a titolo di commissione pari a 1€.

Pagare la bolletta

Come pagare le bollette con il cellulare

Una volta individuata la tipologia (o le tipologie) di pagamento che possono essere usate per saldare l’importo presente sulla bolletta, avvia la tua app di home banking e utilizza le credenziali in tuo possesso, insieme al secondo fattore di autenticazione, per effettuare l’accesso al tuo profilo.

Fatto ciò, premi sulla sezione relativa al tuo conto oppure alla tua carta, poi sul pulsante per effettuare un pagamento e scegli il tipo di pagamento di tuo interesse (ad es. PagoPA) dalla lista proposta; successivamente, scansiona il codice QR disponibile sulla bolletta cartacea, per velocizzare la compilazione dei campi, oppure inserisci manualmente le informazioni all’interno delle caselle preposte. In alcuni casi, potresti dover compilare i dati relativi alla persona che effettua il pagamento pagamento, anche se esegui la scansione del codice QR.

Ora, fai tap sul pulsante per pagare, verifica che i dati relativi al mittente, al beneficiario e all’importo del pagamento siano esatti e fai tap sul bottone per disporre il pagamento. Per finire, autorizza la transazione usando il sistema di sicurezza previsto dal tuo conto (impronta digitale, immissione di un codice monouso, dispositivo fisico secondario e così via).

Anche in questo caso, non mi è possibile indicarti precisamente quelli che sono gli step da compiere sul tuo sistema di home banking, in quanto ciascun istituto e ciascuna app prevedono procedure a sé. A titolo esemplificativo, lascia che ti spieghi come effettuare il pagamento di una bolletta tramite l’app BancoPosta di Poste Italiane.

Per procedere, avvia l’app in questione, tocca il pulsante Accedi ed effettua l’accesso usando la tua impronta digitale oppure inserendo il codice PosteID associato al tuo prodotto postale. In seguito, fai tap sul pulsante (>) corrispondente al riquadro Conto, tocca il bottone Paga e scegli l’opzione Bollette e pagamenti dal menu che compare in seguito.

Adesso, autorizza l’app ad accedere alla fotocamera (se necessario) e scansiona il codice QR stampato sull’avviso in tuo possesso; se non ti è possibile farlo, tocca il pulsante Compila manualmente, seleziona il tipo di avviso in tuo possesso (Precompilato 896, Precompilato 674, Bollettino Bianco, MAV, Avviso PagoPA oppure Bollo auto e moto) e compila il modulo successivo con le informazioni necessarie.

Se hai necessità di specificare, come mittente del pagamento, una persona diversa da quella a cui è intestato il conto, individua il riquadro Inserisci i dati di chi paga, fai tap sul pulsante Cancella e digita i dati relativi alla persona a cui è “intestata” la bolletta.

Ci siamo quasi: fai ora tap sul pulsante Continua, verifica la correttezza dei dati inseriti e l’importo della commissione aggiuntiva e, quando sei pronto, tocca il pulsante Paga [XX], per disporre il pagamento. Infine, utilizza nuovamente il tuo codice PosteID oppure l’impronta digitale associata all’app, in modo da autorizzare la transazione e pagare la bolletta.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.