Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Prime Day 2018
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Prime Day 2018. Vedi le offerte Amazon

Che cos’è PayPal

di

Ultimamente hai sentito parlare tanto di PayPal dai tuoi amici, ma dato che non ti hanno spiegato perbene di cosa si tratti, hai deciso  di fare una breve ricerca su Internet per sapere esattamente che cos’è PayPal e in che modo potresti utilizzare al meglio questo servizio. Beh, in questo caso devo rassicurarti: sei capitato proprio nel posto giusto al momento giusto! Nei prossimi paragrafi, infatti, non solo ti spiegherò cos’è PayPal, ma ti indicherò anche come puoi utilizzare al meglio questo servizio.

Come ti spiegherò in modo dettagliato più avanti, PayPal è un servizio nato con l’obiettivo di semplificare i pagamenti che avvengono online. Grazie a esso, infatti, gli utenti possono trasferire e ricevere denaro senza fornire le coordinate del proprio corrente bancario o il numero della propria carta di credito. Come se ciò non bastasse, un conto PayPal può essere aperto da chiunque — sia privati che aziende — e in modo del tutto gratuito: non ci sono vincoli di deposito, non ci sono costi d’apertura o d’altro genere. Gli unici costi a cui bisogna far fronte sono rappresentati da alcune piccole commissioni che bisogna pagare per i trasferimenti di denaro che non avvengono fra due conti PayPal, ma approfondirò il discorso delle tariffe e delle commissioni tra qualche paragrafo.

Dunque, non vedi l’ora di immergerti in questa lettura per capire cos’è esattamente PayPal e quali vantaggi offre? Beh, allora non perdiamo altro tempo e passiamo subito al sodo. Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per esaminare attentamente le informazioni che sto per darti e vedrai che, al termine di questa lettura, saprai più cose tu su come funziona PayPal che i tuoi amici: scommettiamo?

Indice

PayPal: cos’è e quali vantaggi offre

PayPal, come ti ho già accennato nell’introduzione di questo articolo, è un servizio che permette di effettuare pagamenti online. Venne fondato nell’ormai lontano 1998 da Peter Thiel, Max Levchin e Elon Musk (l’imprenditore e inventore sudafricano divenuto famoso soprattutto per i suoi audaci progetti riguardanti la guida autonoma e la conquista di Marte).

Il successo di PayPal fu relativamente rapido, tanto da spingere la società eBay Inc., noto colosso dell-ecommerce, ad acquisire il servizio nel 2002 per la cifra record di 1,4 miliardi di dollari. Nel settembre del 2014 iniziò poi la fase di scorporo di eBay da PayPal, la quale diede a una società a sé stante — PayPal Holdings Inc., per la cronaca — che fece il suo debutto in borsa nell’estate del 2015.

Il concetto fondamentale su cui si basa PayPal, come già accennato in precedenza, riguarda il fatto che l’utente deve essere messo in condizione di effettuare transazioni online senza dover necessariamente condividere i propri dati (coordinate del proprio corrente bancario, il numero della propria carta di credito, etc.) con il destinatario del del pagamento. Un altro aspetto significativo contemplato nella filosofia di PayPal riguarda la semplicità con cui può essere utilizzato il servizio: per inviare denaro è sufficiente disporre di una e-mail, una password e associare un metodo di pagamento tra carta prepagata, carta di credito e conto bancario al proprio account .

Probabilmente avrai già capito quali sono i principali vantaggi dati da PayPal: oltre al fatto che non vengono condivisi i propri dati con gli altri utenti, il servizio è davvero semplice da utilizzare e le transazioni avvengono in modo piuttosto veloce. Ma anche sotto il profilo economico PayPal offre vantaggi considerevoli: non è previsto il pagamento di alcun canone mensile o annuale, ma soltanto alcune piccole commissioni che sono indicate di seguito.

  • Acquisti in euro — è gratuito.
  • Vendite — se le vendite vengono effettuate nella zona euro si paga una commissione che va dall’1,8% fino al 3,4% sul totale delle vendite + 0,35 euro per la transazione. Se le vendite vengono effettuate fuori dalla zona euro si applica, invece, la tariffa per conversioni di valuta e pagamenti internazionali; mentre per le vendite che riguardano le Onlus si paga una commissione dell’1,8% sul totale delle vendite + 0,35 euro per la transazione.
    Invio di denaro — se avviene nella zona euro è gratuito soltanto se viene usato il conto PayPal, mentre si paga una commissione fino al 3,4% + 0,35 euro per transazione se il denaro viene inviato tramite una carta associata al conto PayPal. Per quanto riguarda l’invio di denaro fuori dalla zona euro, viene applicata una tariffa di ricezione sui pagamenti internazionali compresa tra lo 0,4% e l’1,8% e, se viene utilizzata una carta associata al proprio account, è prevista una tariffa fino al 5,2% + 0,35 euro (le tariffe possono variare in base al Paese di destinazione).

Per visualizzare il resto delle tariffe in modo dettagliato, ti consiglio di prendere visione della tabella che si trova sul sito Internet di PayPal.

Un ulteriore aspetto interessante di PayPal è rappresentato dal cosiddetto Programma PayPal per la protezione dell’acquirente. Di cosa si tratta? Te lo spiego subito: grazie al Programma PayPal per la protezione dell’acquirente, è possibile ricevere il rimborso dell’intero importo di un acquisto effettuato (spese di spedizione comprese) se questi risulta non essere conforme alla descrizione fatta dal venditore, presenta segni di danneggiamento/usura che non sono indicati nella descrizione fatta dal venditore o, naturalmente, se il prodotto non viene consegnato all’acquirente. Per maggiori dettagli in merito, leggi le condizioni d’uso del servizio che PayPal ha pubblicato sul proprio sito Internet.

Ti piacerebbe utilizzare PayPal e usufruire dei molteplici benefìci di cui ti ho parlato poc’anzi? In tal caso ti invito a leggere i prossimi paragrafi per avere qualche dettaglio in più in merito a come creare un account PayPal, associare una carta all’account e come inviare e ricevere denaro. Oltre a ciò, ti suggerisco di leggere i vari approfondimenti che ho pubblicato e che trovi linkati in ciascuno dei capitoli seguenti.

La carta prepagata di PayPal

Carta PayPal

PayPal è anche una carta prepagata del circuito MasterCard, la quale può essere utilizzata per fare acquisti online e nei negozi fisici. Non è legata direttamente ai conti online, né è inclusa “di serie” in questi ultimi, ma si può collegare all’account di PayPal per effettuare trasferimenti rapidi di denaro. Te ne ho parlato in maniera più dettagliata nel mio post su come fare la carta PayPal.

Come creare un account PayPal

Per utilizzare PayPal devi innanzitutto creare il tuo account gratuito. Collegati dunque al sito Internet di PayPal e fai clic sul bottone Registrati, che è collocato in alto a destra. Nella pagina che si apre, apponi il segno di spunta accanto alla voce Conto Personale, se sei un privato, oppure accanto alla voce Conto Business, se sei un utente business e vuoi accettare pagamenti e inviare fatture pro-forma ai tuoi clienti. Dopo aver scelto il tipo di conto che vuoi aprire, fai clic sul bottone blu Continua per proseguire nella creazione del tuo account gratuito.

Nella pagina che si apre, compila il modulo che visualizzi a schermo inserendo negli appositi campi i dati richiesti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Confermi di avere letto e accettato le Condizioni d’uso e l’Informativa sulla privacy di PayPal e di essere maggiorenne e, infine, fai clic sul pulsante blu Accetta e registrati. Nel giro di qualche minuto, dovresti ricevere un’email di benvenuto in cui ti viene confermato che hai creato correttamente il tuo account PayPal. Clicca quindi sul link contenuto nella e-mail per confermare l’indirizzo e-mail che hai indicato in fase di registrazione e accedi a PayPal per verificare la tua identità.

A login effettuato, ti verrà chiesto di confermare anche il numero di cellulare che hai fornito. Per fare ciò, clicca sul bottone Ricevi il codice e, nel giro di qualche minuto, dovresti ricevere un codice a 6 cifre via SMS da inserire nel campo Codice di conferma.

Se non sei riuscito a portare a termine l’apertura del tuo conto PayPal, magari perché ti sei perso in qualche passaggio, non esitare a leggere l’articolo in cui spiego in modo ancora più dettagliato come creare un account PayPal: sono certo che questo ulteriore approfondimento ti sarà di grande aiuto.

Come associare una carta di credito o un c/c bancario

Ora è giunto il momento di associare la tua carta di credito o il tuo conto corrente bancario a PayPal. Per fare ciò, clicca sulla voce Collega una carta o Collega un conto bancario che visualizzi nella sezione Scopri altre funzioni PayPal o, se non visualizzi questa schermata, fai clic sulla voce Portafoglio (in alto) per accedere alla pagina che permette di portare a termine l’operazione.

Per collegare una carta, clicca sul bottone Collega una carta (se non l’hai già fatto), compila il modulo che visualizzi a schermo inserendo tutti i dati richiesti e fai clic sul bottone blu Salva per ultimare l’operazione. Per collegare il tuo conto corrente bancario al tuo account PayPal, invece, clicca sul bottone Collega un conto bancario (se non l’hai ancora fatto), inserisci l’IBAN del tuo conto nel campo apposito e clicca sul bottone Continua.

Così come hai fatto con la tua e-mail e il tuo numero di telefono, ora devi confermare la carta di credito o il conto corrente che hai associato al tuo account PayPal. Per quale ragione devi fare ciò? Confermando di essere il titolare della carta di credito o del conto corrente associato al tuo account PayPal, non dovrai fare i conti con le limitazioni previste per chi non conferma tali dati. Nel momento in cui scrivo, le limitazioni di PayPal non permettono di prelevare più di 750 euro al mese, non consentono di prelevare più di 1.000 euro all’anno e non permettono di ricevere accrediti superiori a 2.500 euro.

Per confermare la tua carta di credito o il tuo conto corrente, clicca sul simbolo della campanella e segui le indicazioni che visualizzi a schermo per poter confermare la tua carta di credito o il tuo conto corrente. Se riscontri difficoltà nel portare a termine questa operazione, non esitare a leggere il tutorial in cui spiego nel dettaglio come funziona PayPal: lì troverai informazioni che ti saranno di grande aiuto per portare a termine l’intera procedura.

Come pagare e inviare denaro con PayPal

Ora che hai associato la tua carta o il tuo conto corrente a PayPal, puoi finalmente “passare all’azione” e utilizzare il tuo conto per pagare e inviare denaro (nel capitolo successivo ti spiegherò brevemente anche come riceverlo).

PayPal è già supportato da un numero enorme di siti di e-commerce, in primis eBay che, come ti ho accennato all’inizio, ha acquisito PayPal rendendolo difatti il metodo di pagamento più utilizzato dai suoi utenti. Per usarlo, clicca semplicemente sul bottone nel quale si trova il logo del servizio e digita la password del tuo account.

Per inviare denaro a una persona, invece, accedi al tuo account PayPal, fai clic sulla voce Invia e richiedi (in alto nella home page del servizio), clicca sulla voce Invia denaro a familiari e amici oppure sulla voce Pagare beni o servizi, e digita l’indirizzo e-mail della persona a cui vuoi effettuare il pagamento. In alternativa scarica la app di PayPal per Android, iOS e Windows 10 Mobile e fai tutto da lì. Trovi maggiori dettagli su come inviare denaro con PayPal nel tutorial in cui spiego in modo approfondito come pagare con questo servizio.

Come farsi pagare e ricevere denaro con PayPal

Per ricevere denaro o per richiedere pagamenti su PayPal, basta comunicare l’indirizzo di posta elettronica associato al proprio account alla persona che deve inviare il denaro, tutto qui.

Se invece vuoi richiedere un pagamento che hai in sospeso, seleziona la voce Richidere denaro che visualizzi dopo aver cliccato sulla voce Invia e richiedi (in alto) e digita l’indirizzo e-mail dell’utente al quale vuoi richiedere del denaro. La persona in questione riceverà una notifica che la solleciterà a procedere al pagamento, così che possa procedere il prima possibile con l’accredito a tuo favore (almeno si spera!). Per maggiori informazioni in merito a come ricevere un pagamento su PayPal, leggi il tutorial che ho pubblicato sull’argomento.