Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come recuperare codice PUK TIM

di

Hai digitato per più volte il codice PIN della tua scheda TIM in maniera errata e ora, per sbloccarne l’uso, ti viene chiesto di immettere un altro codice denominato PUK. Essendo però tu poco esperto in fatto di telefonia, sei disperato perché non hai la più pallida idea di cosa sia e, soprattutto, di dove reperirlo. 

Se le cose stanno esattamente così e, dunque, vorresti sapere come recuperare il codice PUK TIM, lascia che ti dia una mano io a raggiungere il tuo scopo. Coraggio: mettiti bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e comincia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.

Insieme, andremo in primo luogo a scoprire che cos’è, esattamente il codice PUK, poi vedremo come reperire quello di TIM, come utilizzarlo e, ovviamente, anche come rimediare qualora non fosse possibile ricavare il codice in questione. Sei pronto per iniziare? Sì? Grandioso. Mettiamo, dunque, al bando le ciance e procediamo. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice 

Informazioni preliminari

Ragazza che usa un cellulare

Prima di entrare nel vivo del tutorial, e, dunque, andare a scoprire come recuperare il codice PUK TIM, è mio dovere spiegarti di che cosa stiamo parlando.

Il PUK (acronimo di "Personal Unblocking Key), non è altro che un codice di 8 cifre che occorre inserire per riuscire a sbloccare la scheda SIM in uso dopo che il relativo PIN (acronimo di "Personal Identification Number) è stato digitato in maniera errata per più di 3 volte consecutive.

Tale codice viene fornito direttamente dall’operatore di rete, in questo caso specifico da TIM, e non può essere modificato in alcun modo da parte dall’utente. In virtù di ciò, conoscere e ricordare il PUK può non essere cosa semplice, per cui sapere come poterlo recuperare è utile in diverse circostanze.

Da notare poi che, se il PUK viene immesso per più di 10 volte consecutive in maniera errata, la SIM in uso viene bloccata completamente e l’unico modo per poterla tornare a usare è sostituirla.

Per completezza d’informazione, ti faccio notare che il PUK differisce dal codice PIN in quanto quest’ultimo è un codice costituito da 4 cifre, associato in automatico a ciascuna scheda SIM prodotta e che bisogna digitare all’accensione del telefono al fine di poter sfruttare i servizi collegati alla rete cellulare (es. telefonate, SMS e connettività a Internet).

Il PIN, inoltre, risiede (in modalità cifrata, vale a dire camuffata e resa illeggibile) in una precisa area del chip annesso alla SIM e può essere modificato, in qualsiasi momento, tramite l’apposita funzionalità del sistema operativo del telefono scelto, come ti ho spiegato nella mia guida specifica su come cambiare il PIN della SIM.

Il PUK non si può modificare e, come già detto, serve solo in circostanze particolari, non per sbloccare la SIM ad ogni riavvio del telefono.

Come recuperare il codice PUK TIM

Supporto in plastica SIM TIM

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, direi che possiamo finalmente andare al sodo e scoprire, insieme, come recuperare il codice PUK TIM: per riuscirci, l’unica via percorribile consiste nel dare uno sguardo alla confezione di vendita della SIM.

Per la precisione, devi recuperare il supporto in plastica della tua SIM (quello in cui era collocata la scheda al momento dell’acquisto), e dare uno sguardo al suo retro. Il PUK dovrebbe essere riportato in corrispondenza della voce apposita. Se non hai già provveduto a farlo in passato, prima di poter visualizzare il codice PUK, provvedi a rimuovere con una moneta lo strato di vernice protettiva applicato sullo stesso.

Se non riesci trovare il supporto plastificato della tua SIM TIM, mi spiace dirtelo ma non c’è nessun altro modo per reperire il PUK della stessa, neppure chiamando il servizio clienti del gestore.

Il codice PUK, infatti, è strettamente personale e gli operatori TIM non possono fornirlo in caso di perdita da parte dell’utente, come specificato anche dallo stesso operatore sulla pagina dedicata all’argomento.

Come usare il PUK per sbloccare la SIM TIM

Foto di un vecchio cellulare

Dopo essere riuscito a recuperare il codice PUK della tua scheda TIM, puoi finalmente servirtene per sbloccare quest’ultima e ricominciare a usarla normalmente. Come si fa? Te lo spiego subito.

Tutto quello che devi fare è prendere il tuo cellulare, sbloccarlo, accedere al dialer (vale a dire il tastierino numerico) e digitare la stringa *\*05*PUK*NuovoPIN*NuovoPIN#**, avendo cura di sostituire al termine PUK il codice PUK della SIM appena recuperato e al termine NuovoPIN il nuovo codice PIN che intendi associare alla tua scheda. Subito dopo la SIM verrà sbloccata e potrai ricominciare a usarla normalmente.

Ad ogni modo, onde evitare l’insorgere di ulteriori futuri problemi analoghi, ti suggerisco di prendere nota del codice PUK appena recuperato e di custodirlo in un luogo sicuro ma che al tempo stesso ti risulti facile da ricordare, al fine di poterlo reperire senza problemi qualora dovessi averne nuovamente bisogno.

Come effettuare il cambio SIM TIM

Mappa negozi TIM

Se non ricordi il PUK associato alla tua SIM TIM e se non riesci a trovare la confezione di vendita della stessa, oppure se hai digitato per più di 10 volte il codice in questione in maniera errata, l’unico sistema che hai dalla tua per poter riprendere a usare la tua numerazione è quello di sostituire la scheda attualmente in essere con un’altra. La scheda sostitutiva avrà lo stesso numero di telefono di quella vecchia ma codici di protezione diversi.

Per riuscirci, devi recarti in un negozio TIM: se non sai dove si trova quello più vicino alla tua zona, puoi scoprirlo consultando l’apposita mappa presente sul sito Internet del gestore. Per cui, avvia il browser che utilizzi di solito per navigare in Rete (es. Chrome), recati sulla pagina Web che ti ho appena linkato e serviti dei menu a tendina e dei campi sulla sinistra per indicare provincia, comune, via o piazza e CAP di tuo interesse, dopodiché clicca sul pulsante Cerca.

Dopo aver visualizzato l’elenco dei negozi TIM sulla mappa, individua il segnaposto di quello di tuo interesse e cerca il relativo numero nell’elenco posto in basso, in modo tale da poter visualizzare l’indirizzo esatto e i relativi recapiti.

Successivamente, recati sul posto portando con te la tua SIM TIM attuale, un tuo documento di riconoscimento valido e il tuo codice fiscale e spiega all’addetto alle vendite il fatto che la scheda risulta bloccata perché non ricordi il PUK o perché l’hai digitato troppe volte in maniera errata e che vorresti sostituirla.

Ti verrà quindi chiesto di esibire i tuoi documenti e, dopo una rapida verifica, ti verrà fornita una nuova SIM. Da notare che l’operazione, purtroppo, non è gratuita ma presenta un costo pari a 15 euro, come specificato dalla stessa TIM sulla pagina dedicata all’argomento.

In caso di dubbi o problemi

Screenshot della pagina di assistenza del sito TIM

Hai seguito per filo e per segno le indicazioni contenute in questa mia guida ma non hai ancora ben capito come recuperare il codice PUK TIM, oppure in corso d’opera è sorto qualche altro intoppo? Allora ti suggerisco vivamente di dare un’occhiata alla pagina Web dedicata all’assistenza che trovi sul sito Internet di TIM, per vedere se tra i vari argomenti disponibili c’è qualcosa che fa al caso tuo.

Se preferisci confrontarti con altri utenti come te, un’altra cosa che puoi fare è quella di visitare il sito Internet dedicato alla community ufficiale di TIM e cercare tra le discussioni aperte quelle che sono di tuo interesse. Se non riesci a trovare il supporto di cui hai bisogno, puoi anche avviare tu una nuova discussione.

Se poi procedendo nel modo in cui ti ho appena indicato non riesci a risolvere i tuoi dubbi o problemi, ti consiglio di metterti in contatto diretto con il servizio clienti di TIM, chiamando il numero 119, gratuito e funzionante 7 giorni su 7.

Per cui, prendi il tuo cellulare, componi il numero che ti ho appena indicato e schiaccia il tasto per accedere all’assistenza commerciale, amministrativa e tecnica (che dovrebbe corrispondere al 4), dopodiché premi il tasto per ricevere assistenza commerciale (che dovrebbe essere il 2) e quello per canalizzare la chiamata verso richieste generiche (che dovrebbe corrispondere al 6). Attendi quindi la risposta da parte di un operatore ed esponi a quest’ultimo quelle che sono le tue necessità, per ricevere il supporto di cui hai bisogno.

Mie indicazioni a parte, tieni però presente che le combinazioni numeriche da premere per poter parlare con un operatore sono spesso soggette a cambiamenti da parte di TIM (così come da parte di tutti gli altri gestori di telefonia mobile e fissa). Per cui, ti suggerisco di ascoltare con la massima istruzione le indicazioni della voce registrata, in modo tale da evitare il più possibile di andare incontro a fastidiosi errori di forma e inutili perdite di tempo.

Oltre che così come ti ho appena indicato, sappi che puoi contattare il servizio clienti di TIM anche tramite Facebook, inviando un messaggio alla pagina ufficiale dell’operatore, e Twitter, scrivendo agli account @TIM4UAlessio, @TIM4UGiulia o @TIM4UStefano, che sono quelli ufficiali per il supporto TIM mobile. Per ulteriori dettagli e approfondimenti, ti rimando alla lettura della mia guida incentrata in maniera specifica su come parlare con un operatore TIM.