Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare giacenza media Poste Italiane

di

L’operatore del CAF o il commercialista al quale sei solito rivolgerti per gestire le tue questioni fiscali ti ha richiesto di fornirgli l’informazione relativa alla giacenza media del tuo conto corrente – o di altri prodotti finanziari di cui sei in possesso -, in modo da portare avanti determinate pratiche, ad esempio per l’ottenimento della certificazione ISEE.

Dato che sei un correntista Bancoposta, ti sei dunque messo alla ricerca di tale informazione utilizzando gli strumenti di Poste Italiane dei quali ti avvali per eseguire le tue operazioni bancarie, tuttavia non sei riuscito a individuare una funzionalità adatta allo scopo.

Non c’è nessun motivo di allarmarsi: come vedrai a breve, infatti, si tratta di un’operazione particolarmente facile da eseguire e ti basterà dedicare solo pochi minuti alla lettura di questa guida per realizzare come scaricare giacenza media Poste Italiane. Allora, sei pronto a cominciare? Perfetto, in tal caso non mi rimane che augurarti buon proseguimento!

Indice

Dove scaricare la giacenza media Poste Italiane

logo Poste Italiane

Prima di mostrarti dove scaricare la giacenza media Poste Italiane tramite le apposite risorse online previste dall’operatore in questione e illustrarti le relative procedure per effettuare la richiesta, desidero informarti che per svolgere l’operazione è necessario essere in possesso un account BancoPosta online. Se non hai ancora provveduto, in questa guida dedicata ti mostro nel dettaglio come fare.

Funzione di richiesta online Certificazione ISEE

servizio ISEE Poste Italiane

La prima soluzione che desidero proporti è la funzione di richiesta online Certificazione ISEE: si tratta di un servizio messo a disposizione da Poste Italiane appositamente per tale scopo, il quale emette in maniera molto veloce e intuitiva un documento digitale contenente tutte le informazioni necessarie al calcolo dell’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente). Come probabilmente già saprai, quest’ultimo è essenziale per dimostrare lo stato finanziario di una famiglia e accedere così a eventuali prestazioni sociali e previdenziali alle quali si ha diritto.

Il documento ottenuto mediante la suddetta funzionalità comprende una sintesi, registrata al 31/12 e riferita, di norma, al secondo anno precedente a quello attuale, di tutto ciò che concorre a determinare una consistenza patrimoniale: dunque, per quanto riguarda ad esempio la certificazione ai fini ISEE 2022, viene presa in considerazione la situazione patrimoniale al 31/12/2020.

I dati in esso contenuti, in sostanza, comprendono sia il saldo che la giacenza media dei vari prodotti finanziari, intestati o cointestati, associati al proprio Codice Fiscale, ovvero:

  • Conti correnti BancoPosta.
  • Libretti di Risparmio Postale – cartacei e dematerializzati.
  • Buoni Fruttiferi Postali – cartacei (ad esclusione di quelli emessi prima del 2005) e dematerializzati.
  • Carte prepagate Postepay nominative – in questo caso solo saldo, a meno che non sia associato un IBAN come nel caso della Postepay Evolution.
  • Carte Enti Previdenziali.

Inoltre, troverai riportata anche la situazione relativa a eventuali Fondi comuni d’investimento, Deposito titoli e Polizze assicurative.

Per procedere alla richiesta online ti consiglio di collegarti dal tuo browser preferito direttamente a questa pagina dedicata al servizio sul sito di Poste.it e premere sul pulsante Richiedi online ivi presente.

Una volta fatto ciò, sarà necessario eseguire l’autenticazione tramite uno dei metodi di riconoscimento proposti alla schermata successiva: per procedere, quindi, inserisci username e password e pigia sul sottostante bottone Accedi, o inquadra il QR Code tramite l’apposita funzionalità presente in app Bancoposta o app Postepay.

Successivamente, sul tuo smartphone dovrai pigiare la contestuale notifica prodotta da una delle suddette app e inserire il codice PosteID all’interno della seguente schermata per soddisfare il secondo fattore di autenticazione. Se lo hai smarrito non temere, puoi facilmente recuperarlo come ti mostro in questa guida.

In alternativa, puoi anche scegliere di eseguire il riconoscimento mediante SMS: ti verrà recapitato un messaggio, al numero di cellulare che hai certificato in fase di attivazione dei servizi online, contenente un codice che dovrai semplicemente riportare nel relativo campo presente all’interno della pagina seguente.

selezione tipologia di documento per ISEE

Una volta eseguita l’autenticazione verrai rimandato alla schermata di richiesta del servizio: arrivato a questo punto, non devi far altro che selezionare dal menu a tendina Tipologia certificazione il documento che ti occorre. Se selezioni l’ultimo Report ISEE disponibile, il campo Anno di riferimento a lato verrà valorizzato automaticamente con il dato corrispondente, mentre per i report ISEE degli anni precedenti dovrai digitare tale informazione in base alle tue esigenze.

A seguire, puoi anche aggiungere un indirizzo e-mail e ricevere così il documento in allegato su un messaggio di posta elettronica: ti basterà semplicemente apporre il segno di spunta sulla casella presente in corrispondenza della dicitura Invia la certificazione anche per e-mail e scegliere se mantenere l’indirizzo già associato al tuo account o specificarne uno diverso. Se scegli questa modalità dovrai anche inserire il segno di spunta sulla sottostante casella per l’accettazione delle condizioni del servizio.

Per concludere, pigia sul pulsante Continua: se l’operazione viene completata correttamente visualizzerai una pagina di notifica dell’esito positivo dell’operazione e potrai scaricare subito il documento in PDF mediante l’apposito bottone.

Se, invece, sei intenzionato a capire come scaricare giacenza media Poste Italiane con SPID, nella pagina di autenticazione di cui ti ho parlato in precedenza puoi procedere in tal senso pigiando sul pulsante Accedi con PosteID collocato in basso e seguire la relativa procedura di autenticazione che prevede, dunque, oltre alla compilazione dei campi username e password anche l’inserimento del codice PosteID nell’omonima app.

Per poter accedere al servizio in questione, però, successivamente occorrerà eseguire anche l’autenticazione a MyPoste, esattamente come mostrato nei paragrafi precedenti: data la ridondanza di questo sistema di riconoscimento, ti suggerisco di utilizzare direttamente tale modalità.

Estratto conto online

estratto conto online Poste Italiane

Se sei un correntista Bancoposta puoi ottenere l’informazione relativa alla giacenza media anche tramite la funzione di Estratto conto online disponibile all’interno della tua area MyPoste. Devo informarti, però, che il servizio in questione è accessibile unicamente sul sito dell’istituto bancario (se sei solito utilizzare l’app BancoPosta, nel momento in cui scrivo tale funzionalità non è prevista) e comprende solamente gli ultimi 12 mesi di gestione. Dunque, se stai cercando di ottenere la giacenza media degli anni passati ai fini ISEE, ti consiglio di utilizzare l’apposito servizio descritto al capitolo precedente.

Se, invece, desideri consultare l’estratto conto per verificare la giacenza media dell’ultimo mese di dicembre disponibile, in tal caso prosegui pure la lettura. Tuttavia, considera anche che se sei solito ricevere il documento in questione in formato cartaceo, per procedere dovrai necessariamente convertire questa modalità attivando il servizio in versione online. Tale operazione necessita di un pò di tempo per essere completata: se viene effettuata entro il giorno 25 del mese, infatti, sarà valida a partire dal mese successivo, mentre se viene eseguita dopo il giorno 25 potrai accedervi solo due mesi dopo.

Per cominciare, quindi, collegati alla pagina principale del sito Bancoposta ed esegui l’autenticazione come mostrato nel capitolo precedente. A seguire, accedi al menu Conto BancoPosta e Carte e premi sulla voce Estratto conto online per aderire gratuitamente al servizio in questione: riceverai un’e-mail di conferma non appena l’attivazione verrà portata a termine.

Una volta fatto ciò, o se hai già provveduto in passato a eseguire tale operazione, accedi nuovamente alla tua area personale del sito BancoPosta: qui troverai, all’interno del menu situato sulla sinistra, la voce Documenti e contratti e premendola verrai rimandato alla pagina con le funzionalità dedicate alla loro consultazione.

A seguire, pigia sulla scheda Documenti, dopodiché seleziona dall’elenco di prodotti a te intestati ivi presente il tuo conto corrente premendo sulla rispettiva freccia collocata sulla destra e pigia sull’opzione BancoPosta. Ora, scorri la schermata nella quale ti trovi e premi sul simbolo [+] accanto alla voce Rendicontazioni per espandere questa sezione: qui troverai l’elenco di tutti gli estratti conto disponibili emessi negli ultimi 12 mesi in base alla frequenza prestabilita.

L’indicazione della giacenza media si trova nell’estratto conto di Dicembre, il quale viene messo a disposizione indicativamente a partire dalla fine del mese di gennaio. Arrivato a questo punto, dovrai semplicemente fare clic sulla relativa voce e questo verrà automaticamente scaricato nella cartella di download predefinita in formato PDF. Per aprirlo, quindi, esegui un doppio clic sul file, dopodiché scorri le pagine e individua la voce Giacenza media ai fini ISEE, situata in calce alla sezione relativa all’elenco scalare: qui è riportato il valore che ti interessa.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.