Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scoprire chi guarda le storie in anonimo su WhatsApp

di

WhatsApp è l'applicazione di messaggistica che usi maggiormente per restare in contatto con amici, parenti e conoscenti. Sei solito, dunque, pubblicare Stati e storie ogni giorno. Sapendo che è possibile, però, vedere gli Stati su WhatsApp senza essere visti, ti è sorto un dubbio: e se qualcuno dei tuoi contatti stesse visualizzando i contenuti che condividi anonimamente?

Se le cose stanno proprio così e ti sei rivolto a me in cerca di risposte, non ti preoccupare: sei capitato nel posto giusto. In questo articolo, infatti, ti fornirò alcune informazioni utili su come scoprire chi guarda le storie in anonimo su WhatsApp, illustrandoti alcune soluzioni a tua disposizione per gestire le tue preferenze sulla condivisione degli Stati nella nota app del gruppo Meta.

Prenditi dunque pochi minuti di tempo libero da dedicare alla lettura dei prossimi paragrafi, mettiti comodo e prova a seguire, passo per passo, le procedure che sto per indicarti. Sono sicuro che, così facendo, risolverai i tuoi dubbi in men che non si dica. Buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

WhatsApp

Prima di addentrarci nel vivo di questo tutorial, è mio dovere fornirti alcune informazioni preliminari sul funzionamento delle storie di WhatsApp (tecnicamente chiamate Stati, nell'app).

Devi sapere, innanzitutto, che le impostazioni della privacy di WhatsApp, sia per Android e iOS che per PC, consentono agli utenti di vedere le storie altrui in anonimo disattivando la conferma di lettura. In questo modo, il loro nome non compare nell'elenco dei contatti che hanno visualizzato lo Stato di un determinato utente quando quest'ultimo va a consultare le statistiche delle sue storie.

Come facilmente intuibile, non è possibile “aggirare” tale impostazione e prendere visione di chi se ne è avvantaggiato e, a tal proposito, ti consiglio vivamente di diffidare delle applicazioni che promettono di riuscirci: oltre a non funzionare, possono rappresentare un serio rischio per la tua privacy.

Se ti è tutto chiaro, passiamo invece alle soluzioni che puoi adottare per vedere chi guarda le tue storie e gestirne le impostazioni.

Come scoprire chi guarda le storie su WhatsApp

Come scoprire chi guarda le storie su WhatsApp

Per vedere chi tra i tuoi contatti ha visualizzato un tuo Stato di WhatsApp, ti basta andare nella scheda Stato dell'app di WhatsApp per Android o iPhone e premere sulla voce Il mio stato: una volta aperta una storia, tramite l'icona dell'occhio è possibile trovare la lista dei contatti che hanno visto lo Stato selezionato.

Per procedere da PC tramite l'applicazione di WhatsApp per Windows o macOS o WhatsApp Web, basta premere l'icona del cerchio situata in alto a sinistra, quindi su Il mio stato e premere anche qui sull'icona dell'occhio per vedere la lista dei contatti che hanno visualizzato una determinata storia.

Fin qui tutto normale. Abbiamo visto come vedere le visualizzazioni di chi non ha nascosto il suo stato online. Ma se la persona che ti interessa ha scelto di disattivare le notifiche di lettura e dunque impedire che il suo nome compaia tra quelli dei contatti che hanno visualizzato una storia? Come fare?

Non disperare: hai comunque modo di “indagare” e scoprire qualcosa in più utilizzando dei piccoli “trucchetti” che non ti permetteranno di sapere al 100% se qualcuno abbia effettivamente preso visione di uno stato pubblicato, ma possono comunque esserti d'aiuto per avanzare ipotesi in tal senso. Trovi spiegato tutto qui sotto.

Vedere lo stato online

Stato online WhatsApp

Il primo “trucchetto” che ti consiglio di mettere in pratica è controllarne lo stato online di un utente, ovvero verificare se il contatto è in linea o meno. Si tratta di una pratica un po' “impegnativa”, ma così facendo potrai capire quando un utente potrebbe essere attivo su WhatsApp e avere dunque modo di vedere le tue storie.

Per fare ciò, avvia WhatsApp su smartphone o PC, individua il contatto di cui vuoi vedere lo stato online (scorrendo la lista dei contatti oppure premendo sull'icona della lente di ingrandimento e digitandone il nome o il numero) e apri la relativa chat. Nella parte superiore della schermata della chat, se l'utente è attivo, comparirà la dicitura Online (anche se ha disattivato lo stato online).

Se il contatto è online, è possibile che abbia visto la tua storia: semplice.

Controllare l'ultimo accesso

Ultimo accesso WhatsApp

Se la persona in questione ha scelto di condividere il suo ultimo accesso piuttosto che nasconderlo, proprio sotto il suo nome nella schermata della chat sarà indicato l'orario della sua ultima attività online.

Conoscendolo, potrai provare a dedurre se la persona in questione possa aver visto la tua storia rispetto al suo orario di pubblicazione: per controllarlo, apri la chat con il contatto in questione come ti ho appena indicato e dai un'occhiata alle informazioni che compaiono.

Ad esempio, se hai aggiornato il tuo stato alle 12:00 e noti che l'ultimo accesso dell'utente risulta alle 11:30, con molta probabilità non avrà avuto modo di aprirlo e visualizzarlo.

Te ne ho parlato in dettaglio nella mia guida su come vedere l'ultimo accesso su WhatsApp. Se, ahimè, il contatto l'ha nascosto, puoi provare invece alcuni dei metodi che ti ho suggerito in questa guida.

Sfruttare i gruppi in comune

Info messaggi gruppi WhatsApp

I gruppi in comune sono un utile strumento per “aggirare” la disattivazione delle notifiche di lettura: infatti, anche se un membro del gruppo ha scelto di nasconderle, le impostazioni dei gruppi, di default, non permettono di disattivarle.

Pertanto, conoscendo l'orario in cui il contatto di tuo interesse ha letto un messaggio che hai inviato all'interno di un gruppo di cui siete entrambi parte può aiutarti a desumerne l'attività rispetto alla pubblicazione della storia. Allo stesso modo, se questi ha pubblicato un messaggio nel gruppo di recente, significa che era online e dunque potrebbe aver visto la tua storia.

Per procedere in questo senso, avvia WhatsApp sul tuo dispositivo, individua la conversazione di gruppo nella sezione Chat e premi per aprirla. Fai ora riferimento ai simboli posti in basso a destra di un qualsiasi messaggio: la doppia spunta blu indica che il messaggio è stato ricevuto e visualizzato da tutti i membri del gruppo.

La singola spunta grigia indica che il messaggio non è ancora stato consegnato; la doppia spunta grigio significa, invece, che è stato consegnato ai partecipanti, ma che non è ancora stato letto da tutti.

Puoi controllare chi, tra i partecipanti, abbia preso visione del messaggio e a che ora tramite la schermata Info messaggio. Per farlo tramite l'app per Android o iOS, tieni premuto su un messaggio inviato, poi premi sull'icona (…) collocata in alto a destra, e infine sulla voce Info.

Su WhatsApp Web o per PC, invece, clicca sul simbolo ˅ che compare in corrispondenza di un messaggio inviato nella chat di gruppo per poi cliccare sulla voce Info messaggio situata nel menu che si apre.

Nella schermata che si apre ti sarà mostrato chi, tra i membri, lo ha letto, con il relativo orario di lettura per ciascun utente.

Come nascondere le storie su WhatsApp

Come nascondere le storie su WhatsApp

Se invece vorresti condividere foto, video o contenuti testuali con i tuoi contatti, ma preferiresti che qualcuno in particolare non lo veda, puoi scegliere di nascondere le tue storie nello specifico ad alcuni contatti tramite le impostazioni di WhatsApp.

Una volta avviato WhatsApp sul tuo smartphone, apri la scheda Stato e vai su ⁝ > Privacy dello stato (Android) o Privacy (iOS). Qui puoi modificare le impostazioni di condivisione degli aggiornamenti dello Stato, scegliendo un'opzione tra I miei contatti eccetto… (per nascondere le storie da alcune persone) e Condividi con (per condividere la tua storia solamente con contatti specifici).

Nel momento in cui scrivo, questa opzione non è modificabile da WhatsApp per PC né tramite l'applicazione Web. Per qualsiasi dubbio, ti invito alla lettura della mia guida su come funziona lo stato di WhatsApp.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.