Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come tagliare SIM in MicroSIM

di

Ormai sono tantissimi gli smartphone che funzionano con le MicroSIM, lo sanno tutti. Tranne te, che hai appena acquistato un nuovo telefonino, l’hai aperto e hai scoperto che non è compatibile con la tua vecchia SIM in formato standard (MiniSIM). E ora che succede?

Ora hai due soluzioni a tua disposizione: recarti in un punto vendita del tuo operatore e richiedere la sostituzione della SIM con una MicroSIM (operazione che può costare da 0 a 10 euro a seconda delle politiche adottate dall’azienda) oppure ritagliare la scheda con una tecnica “fai da te” e incrociare le dita affinché vada tutto bene.

Se hai optato per questa seconda opzione e vuoi una mano a ritagliare la tua SIM, nessun problema, sono qui per questo. Però ti avviso: basta sbagliare il taglio di 1mm per danneggiare irrimediabilmente la scheda. Non t’importa? Bene, allora rimbocchiamoci le maniche e vediamo subito come tagliare SIM in MicroSIM.

Per ritagliare la SIM puoi affidarti a un pratico modello che si può scaricare gratuitamente da Internet, il quale va stampato e usato per ottenere una MicroSIM dalle dimensioni perfette. Prima di entrare nel vivo della guida, però, lascia che ti indichi tutto l’occorrente per portarla a termine.

  • Una stampante
  • Un foglio A4
  • Un po’ di nastro biadesivo
  • Un paio di forbici ben affilate
  • Un pennarello indelebile
  • Un righello
  • Una limetta o della carta abrasiva

Se sei sicuro di avere tutto a portata di mano, collegati a questa pagina Web e scarica il modello per ritagliare SIM in MicroSIM realizzato da Christian von der Ropp cliccando prima sulla voce Download original PDF file e poi sull’icona del floppy disk. Se non vedi l’icona del floppy, fai click destro in un punto qualsiasi del documento (che dovrebbe essersi aperto automaticamente nel browser) e seleziona la voce Salva con nome dal menu che compare.

A download ultimato, apri il file PDF che hai appena scaricato – puoi usare qualsiasi software adatto allo scopo -, richiama il comando di stampa dal menu File e assicurati che nella schermata di anteprima ci sia impostato il livello di zoom al 100%.

Quello che ti ho appena illustrato è un passaggio fondamentale, perché se sbagli le proporzioni di stampa finirai col ritagliare una scheda di dimensioni errate che non ti servirà assolutamente a nulla! Una volta verificata la correttezza di tutte le impostazioni, avvia dunque il processo di stampa (su un comune foglio A4) e preparati ad entrare in azione.

Come tagliare SIM in MicroSIM

Ora prendi il modello che hai appena stampato, posiziona la tua scheda in formato standard (MiniSIM) nel campo tratteggiato che si trova sotto la scritta MiniSIM (2FF) to MicroSIM (3FF) e fissala sul foglio con un po’ di nastro biadesivo; utilizza quindi un pennarello indelebile per ricalcare sulla SIM le linee guida da usare per il ritaglio (meglio se aiutandoti con un righello), stacca la scheda dal foglio e ritagliala usando un paio di forbici affilate. Fai molta attenzione a non intaccare il chip presente sulla scheda!

Ad operazione completata, utilizza una limetta o un po’ di carta abrasiva per limare i bordi della SIM e inseriscila nel tuo smartphone. Se tutto è filato per il verso giusto, la scheda verrà riconosciuta dal dispositivo e potrai usarla per telefonare e navigare in Internet sulle reti 3G/LTE.

Nota: nella parte di scheda ritagliata potrebbero esserci indicati i codici ICCID e IMEI, che possono servire per cambiare operatore effettuando la portabilità del numero. Ti consiglio di appuntarli, anche se in realtà puoi recuperarli facilmente in un secondo momento seguendo le indicazioni che trovi nei miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI.