Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come tagliare Micro SIM

di

Hai appena acquistato un nuovo smartphone, morivi dalla voglia di provarlo ma appena tolto dalla confezione hai ricevuto un’amarissima sorpresa: il telefono non supporta le Micro SIM che usavi sul tuo vecchio cellulare ma le nuove Nano SIM, che sono ancora più piccole.

Niente panico! Domani puoi recarti in un qualsiasi centro del tuo operatore telefonico e richiedere la sostituzione della scheda con una SIM adatta al tuo nuovo cellulare. Il costo dell’operazione? Dipende. In alcuni casi la sostituzione è gratuita, in altri può richiedere una spesa massima di 10 euro. Troppo? Allora ho un’altra soluzione che potrebbe fare al caso tuo.

Che ne dici di adattare manualmente la tua scheda al formato che ti serve? In che modo? Con un paio di forbici ben affilate e… un bel po’ di precisione. Vedo che sei interessato all’argomento. Beh, se vuoi posso illustrarti la procedura corretta per tagliare Micro SIM, ma ti avviso: basta un piccolo errore e renderai la tua scheda completamente inservibile. Sei disposto a correre il rischio? Bene, allora mettiamoci all’opera!

La prima cosa di cui hai bisogno per trasformare la tua Micro SIM in Nano SIM (o anche una SIM standard in Micro SIM) è un modello da usare come base per ritagliare correttamente la scheda. Il modello l’ha creato un ragazzo che si chiama Christian von der Ropp, è disponibile gratuitamente in Rete e può essere stampato su un comune foglio A4. Meglio di così?

Per scaricarlo sul tuo computer, collegati a questa pagina Web e fai click prima sul pulsante Download original PDF file collocato in basso e poi sull’icona del floppy disk contenuta nella barra degli strumenti del browser. Se non vedi alcuna icona relativa a un floppy, procedi al download del documento facendo click destro in un punto qualsiasi del foglio e seleziona la voce Salva con nome dal menu che compare.

A download completato, apri il modello PDF che hai appena scaricato con qualsiasi software adatto allo scopo (es. Adobe Reader o Anteprima di OS X) e richiama il comando di Stampa dal menu File. Nella finestra che si apre, assicurati che nelle preferenze di stampa ci sia impostato un livello di zoom pari al 100% e che non ci sia selezionata alcuna opzione per ritagliare i lati del documento (altrimenti le proporzioni del modello verrebbero sballate). Dai quindi il comando di Stampa e attendi che la procedura giunga a termine.

Come tagliare Micro SIM

Ora hai bisogno di altri strumenti, e più in particolare di un paio di forbici ben affilate per ritagliare la scheda in maniera precisa, un po’ di nastro biadesivo per fissare la SIM al modello che hai stampato precedentemente, un righello e un pennarello indelebile per tracciare le linee guida necessarie a tagliare correttamente la scheda e una limetta (o in alternativa un po’ di carta abrasiva) per limare i bordi della SIM dopo il ritaglio. Assicurati di avere tutto a portata di mano e procedi seguendo tutti i passaggi illustrati di seguito.

  • Se desideri trasformare una SIM standard in Micro SIM, fissa la scheda al modello con un po’ di nastro biadesivo e posizionala nel riquadro MiniSIM (2FF) to MicroSIM (3FF);
  • Se invece desideri tagliare Micro SIM in Nano SIM, fissa la scheda al modello con un po’ di nastro biadesivo e posizionala nel riquadro MicroSIM (3FF) to NanoSIM (4FF);
  • Utilizza il righello e il pennarello per tracciare le linee guida necessarie a ritagliare la scheda (devi seguire le linee disegnate sul modello);
  • Rimuovi delicatamente la SIM dal foglio;
  • Ritaglia la SIM seguendo attentamente le linee guida che hai disegnato su di essa. Fai attenzione a non intaccare il chip, potresti rendere la scheda completamente inservibile.
  • Lima i bordi della SIM con una limetta o con un po’ di carta abrasiva. Esegui anche quest’operazione con estrema cura e delicatezza se non vuoi correre il rischio di danneggiare la scheda.

A questo punto, la tua missione dovrebbe essere compiuta. Prova ad inserire la Micro SIM o la Nano SIM che hai appena realizzato nel tuo smartphone/tablet e incrocia le dita.

Se entro qualche secondo sul display del dispositivo comparirà il nome dell’operatore e riuscirai ad effettuare chiamate (o navigare su Internet in 3G/LTE) tutto sarà andato per il verso giusto. In caso contrario c’è il rischio che tu abbia danneggiato la scheda (e a quel punto dovrai richiederne un’altra in un centro del tuo operatore).

Per evitare errori “catastrofici” capaci di rendere la tua scheda in utilizzabile, prova a guardare qualche video su YouTube: ce ne sono moltissimi che permettono di imparare come si taglia una SIM in maniera corretta, sia in italiano che in inglese.

Nota: prima di ritagliare la SIM, appunta i codici ICCID e IMEI che possono servire in caso di passaggio a un altro operatore per la portabilità del numero. Se hai già tagliato la scheda, non temere, seguendo i miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI puoi riuscire a recuperarli in altri modi.