Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come tagliare Micro SIM in Nano SIM

di

Hai comprato un nuovo smartphone da utilizzare in sostituzione del tuo procedente dispositivo, tutto contento sei subito corso a casa per poterlo cominciare a usare ma provando a inserire in esso la tua vecchia Micro SIM ti sei accorto che la scheda non va bene perché è troppo grande? Se la risposta è affermativa, mi pare evidente il fatto che il nuovo cellulare richiede l’uso di una Nano SIM.

Date le circostanze, di sicuro adesso starai pensando di doverti recare in un negozio del tuo gestore per cambiare scheda, facendoti dare quella del formato corretto. Se però non vuoi o non puoi procedere in tal modo, ti informo che è possibile risolvere con il “fai ta da te”, andando personalmente a tagliare Micro SIM in Nano SIM. Come dici? È un’operazione troppo complicata? Ma no, non preoccuparti. Può riuscirci chiunque senza particolari difficoltà. Tuttavia, questo è bene che tu lo sappia, si tratta di una procedura un tantino rischiosa. Infatti, se per errore intacchi il chip presente sulla SIM puoi rendere la scheda completamente inservibile e rischi di dover spendere molto più della cifra solitamente richiesta per acquistarne una nuova.

Ad ogni modo, seguendo le mie indicazioni, con il giusto livello di attenzione e con la giusta dose di calma, non dovresti avere alcun tipo di problema. Per cui, suggerirei di non temporeggiare oltre e di cominciare immediatamente a darci da fare. Posizionati, dunque, ben comodo, prenditi qualche minuto libero soltanto per te e comincia a dedicarti alla lettura di questo tutorial. Spero vivamente che, alla fine, tu possa ritenerti ben contento e soddisfatto.

Indice

Operazioni preliminari

Come tagliare Micro SIM in Nano SIM

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti quindi a spiegare, in concreto, come tagliare Micro SIM in Nano SIM, ci sono alcune operazioni preliminari che devi compiere.

Per la precisione, devi preoccuparti di reperire il materiale necessario per l’effettuazione di tale operazione, quello che trovi nel seguente elenco.

  • Un foglio A4 – serve per stampare il modello che ti consentirà di tagliare la SIM in modo preciso.
  • Una stampante – è necessaria per stampare il modello per tagliare la SIM. Va bene una comunissima stampante dotata di supporto per i fogli A4. Non importa se è laser, a getto d’inchiostro, monocromatica o a colori.
  • Nastro biadesivo – è necessario per fissare la SIM sul modello stampato.
  • Un pennarello indelebile – è utile per tracciare sulla SIM le linee guida per il ritaglio.
  • Un paio di forbici ben affilate – come facilmente deducibile, vanno usate per tagliare la SIM.
  • Una limetta o un po’ di carta abrasiva – servono per limare i bordi della SIM dopo averla ritagliata e prima di inserirla nello smartphone.

Dopo aver reperito tutto il necessario, ti suggerisco altresì di prendere nota dei codici ICCID e IMEI che trovi riportati sulla tua SIM e che potrebbero andare persi durante il ritaglio.

Nel caso in cui non lo sapessi, l’ICCID (acronimo di Integrated Circuit Card ID) è un numero di serie composto da 19 cifre che permette di identificare le SIM in maniera univoca e che è necessario sia per effettuare il passaggio da un operatore all’altro che per richiedere la sostituzione della propria scheda, mentre l’IMEI (acronimo di International Mobile Equipment Identity) è un codice composto da 15 cifre che consente di identificare i telefoni cellulari e che si rivela utilissimo in caso di furto o smarrimento dello smartphone.

Un’altra cosa che devi fare prima di poter procedere è estrarre la scheda da ritagliare dal tuo smartphone. Sulla maggior parte dei moderni cellulari alloggia in un cassettino posto ai lati del dispositivo, che va aperto premendo sul pulsantino di sblocco adiacente con un oggetto piccolo e appuntito (es. la punta di una graffetta), come ad esempio ti ho spiegato nella mia guida su come togliere la SIM dall’iPhone.

Come tagliare una Micro SIM in Nano SIM

Dopo aver reperito tutto l’occorrente per tagliare Micro SIM in Nano SIM, direi che sei finalmente pronto per passare all’azione vera e propria e andare a scoprire quali sono i passaggi che vanno compiuti per riuscire nell’impresa. Trovi spiegato tutto dettagliatamente proprio qui di seguito.

Modello per tagliare Micro SIM in Nano SIM

Come tagliare Micro SIM in Nano SIM

Per tagliare Micro SIM in Nano SIM, devi in primo luogo scaricare il modello grazie al quale ottenere le linee guida per il ritaglio.

Per reperirlo, collegati a questa pagina Web, clicca sul collegamento sottostante la voce Download original PDF file e salva sul tuo computer il file PDF che si apre nel browser, premendo sul pulsante per procedere con il download (solitamente è quello con una freccia verso il basso) che ti viene mostrato in sovrimpressione oppure facendoci clic destro sopra e scegliendo l’opzione per il salvataggio dal menu contestuale.

Una volta ottenuto il modello per tagliare una scheda Micro SIM in Nano SIM, aprilo con il lettore di file PDF che solitamente utilizzi sul tuo computer, come quelli che ti ho segnalato nella mia guida specifica sui programmi per leggere PDF, e stampalo su un foglio A4, richiamando la funzione apposita dal menu File del software oppure premendo sul pulsante apposito (in genere è quello raffigurante una stampante). In alternativa, puoi procedere con la stampa usando la combinazione di tasti Ctrl+P (su Windows) oppure cmd+p (su macOS).

Prima di avviare la stampa, però, verifica che il livello di zoom sia impostato sul 100%, altrimenti rischi di ottenere un documento dalle proporzioni alterate e non utilizzabile per compiere l’operazione oggetto della guida.

Dopo aver stampato il modello per il ritaglio della SIM, lascia asciugare il foglio per qualche minuto, dopodiché prendi un po’ di nastro biadesivo e fissa la tua SIM in corrispondenza del campo MicroSIM (3FF) to NanoSIM (4FF), che è quello che consente di tagliare le Micro SIM in modo da farle diventare delle Nano SIM.

Prendi, dunque, un pennarello indelebile e traccia sulla scheda le linee guida che vedi sul modello: le due linee orizzontali, le due linee verticali e la linea diagonale che si trova in basso a destra.

A questo punto, stacca la scheda dal foglio e poi utilizza un paio di forbici per procedere con il ritaglio. Mi raccomando, cerca di fare il più possibile attenzione a non intaccare la circuiteria e a non tagliare più plastica del dovuto, altrimenti, come anticipato in apertura del tutorial, ti ritroverai tra le mani un pezzo di plastica inutilizzabile!

Adesso, prendi una limetta oppure della carta abrasiva e lima leggermente i bordi della Nano SIM appena ottenuta. Continua fino a quando non senti che i bordi della scheda sono uniformi, ma non insistere troppo, altrimenti rischi, anche in questo caso, di danneggiare la SIM o rimpicciolirla più del dovuto.

Per concludere, inserisci nuovamente la scheda nel tuo smartphone. Se tutto è andato per il verso giusto, entro qualche minuto il cellulare “aggancerà” la linea del tuo operatore e potrai quindi effettuare e ricevere chiamate, oltre che inviare messaggi, navigare su Internet in 3G/LTE ecc., analogamente a quanto facevi prima di procedere con il taglio.

Se qualche dettaglio non ti è chiaro o vuoi degli esempi ancora più pratici su come effettuare il ritaglio della SIM, puoi cercare su YouTube video in cui viene illustrato l’intero procedimento, usando parole chiave del tipo “tagliare Micro SIM Nano SIM”.

Altre soluzioni per tagliare Micro SIM in Nano SIM

SIM cutter

Se temi che sfruttando il modello che ti ho segnalato nel passo precedente il ritaglio della tua scheda SIM possa non essere preciso o comunque in alternativa alla procedura in questione, puoi affidarti all’uso dei SIM cutter.

Si tratta di apparecchi che permettono di tagliare le SIM con estrema precisione evitando di danneggiare il loro chip. Si posso acquistare nei negozi fisici di telefonia ed elettronica, oltre che online, su siti come Amazon. Il loro prezzo è piuttosto contenuto, solitamente inferiore ai 10 euro, e sono facilissimi da adoperare. Qui di seguito trovi segnalati alcuni articoli di questo tipo che puoi considerare di acquistare.

Incutex doppia taglierina, pinza, punzonatrice scheda SIM per cellular...
Vedi offerta su Amazon
Ciscle Scheda Sim Taglierina Sim/Micro/Nano 2 in 1 SIM Taglierina Sim ...
Vedi offerta su Amazon
TAGLIERINA TAGLIA SIM da STANDARD a MICRO SIM con Spillo estrattore e ...
Vedi offerta su Amazon

Per usarli, basta inserire la scheda nell’apposito alloggiamento all’interno dell’apparecchio e schiacciare, un po’ come si fa con gli strumenti che vengono impiegati per fare dei fori sui fogli di carta.

Tieni poi presente che molto spesso insieme ai SIM cutter vengono forniti anche degli adattatori per trasformare le SIM tagliate in schede di dimensioni maggiori (quindi nuovamente in Micro SIM oppure in Mini SIM), in caso di necessità, in modo da poterle usare su smartphone e tablet che prevedono l’impiego di schede in formati diversi.

Come sostituire Micro SIM con Nano SIM

Centro Vodafone

Hai portato a termine la procedura per tagliare Micro SIM in Nano SIM ma, purtroppo, qualcosa è andato storto? Non vuoi correre rischi e preferiresti quindi sostituire direttamente la tua scheda con quella del formato corretto? In tal caso, puoi richiedere la sostituzione della SIM al tuo gestore.

Per riuscirci, devi recarti presso un centro del tuo operatore e richiedere una nuova SIM. Se non sai ove si trova il negozio del tuo gestore più vicino alla zona in cui ti trovi, puoi scoprirlo tramite le apposite mappe messe a disposizione da TIM, Vodafone, WINDTRE e Iliad.

Una volta giunto sul posto e dopo aver espresso la tua necessità all’addetto alle vendite, ti verrà chiesto di fornire un documento di identità dell’intestatario della scheda e ti verrà fornita una nuova scheda nel formato che più preferisci – in questo caso specifico una Nano SIM – attraverso la quale potrai continuare a usare il tuo numero di telefono e potrai ottenere indietro il tuo credito.

Tieni presente che la sostituzione della SIM è un’operazione a pagamento, in genere costa 10 euro o 15 euro (a seconda del gestore telefonico). La sostituzione gratuita è consentita solo ed esclusivamente in caso di malfunzionamento verificabile e non di danno causato dall’utente.

Per approfondimenti, ti invito a consultare le apposite pagine informative che trovi sul sito di TIM, Vodafone, WINDTRE e Iliad. Puoi chiedere informazioni anche al servizio clienti del tuo operatore, con cui puoi metterti in contatto seguendo le istruzioni che ti ho fornito nei miei tutorial su come parlare con un operatore TIM, come parlare con un operatore Vodafone, come parlare con operatore Wind e come parlare con un operatore Iliad.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.