Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per presentazioni

di

Hai realizzato un mucchio di foto durante la tua ultima vacanza e adesso vorresti approfittarne per mostrale tutte ai tuoi amici sotto forma di presentazione? In ufficio ti hanno chiesto di realizzare una serie di slideshow mediante cui esporre il tuo ultimo progetto ma non hai la più pallida idea di quali strumenti utilizzare per fare ciò? Non ti preoccupare: se vuoi, ti do io una mano.

Con la guida di oggi, provvederò infatti a indicarti quelli che, a mio modesto parare, rappresentano i migliori programmi per presentazioni attualmente in circolazione, oltre che alcuni utili strumenti fruibili direttamente online, sia gratis che a pagamento. Come dici? La cosa ti sembra interessante ma non essendo molto pratico in fatto di informatica e nuove tecnologie temi di non essere all’altezza della cosa? Ma no, non dei assolutamente preoccuparti.

Al contrario delle apparenze ed al di là di quel che tu possa pensare utilizzare i programmi per presentazioni che sto per proporti non è affatto complicato. Certo, una buona dose di impegno oltre che di attenzione e di pazienza sono indispensabili, ma di certo non si tratta di una missione impossibile, fidati. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Programmi per presentazioni gratis

Microsoft PowerPoint è sicuramente uno dei più conosciuti programmi per realizzare presentazioni ma, ahimè, la sua versione per computer è tutt’altro che gratuita (se si esclude la versione di prova di 30 giorni, di cui ti parlerò a breve). Tuttavia, esistono numerosi programmi che ne ricalcano sia l’interfaccia che le funzionalità, scaricabili e utilizzabili a costo zero, dei quali mi appresto a parlarti nelle righe successive di questa sezione.

LibreOffice Impress (Windows/macOS/Linux)

Programmi per presentazioni gratis

LibreOffice, se non ne avessi mai sentito parlare, è una suite di produttività gratuita, open source e multi-piattaforma che comprende una serie di strumenti per l’elaborazione di documenti, tra cui un editor per presentazioni denominato Impress.

Per ottenerla, collegati al suo sito Internet e clicca sul pulsante Scaricate la versione x.x.x, in modo da avviare il download del file d’installazione del software. Se impieghi un Mac, clicca anche sul pulsante Interfaccia utente tradotta, così da scaricare anche il pacchetto per la traduzione dell’interfaccia in lingua italiana.

A download ultimato, se utilizzi Windows, avvia il pacchetto d’installazione del software che hai ottenuto in precedenza, clicca sul pulsante Avanti, apponi il segno di spunta accanto alla voce Tipica, quindi premi nuovamente il bottone Avanti e, infine, Installa, Fine.

Se, invece, usi macOS, avvia il primo pacchetto scaricato (LibreOffice_XX_MacOS_x86-64.dmg) e utilizza la schermata del Finder per trascinare l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac. Successivamente, accedi a quest’ultima cartella, fai clic destro sull’icona copiata in precedenza e premi su Apri per due volte consecutive, in modo da bypassare le restrizioni di Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati.

Ora, avvia il programma e chiudilo subito dopo, usando la combinazione di tasti cmd+q o, se preferisci, il menu File > Esci. Superato anche questo step, puoi procedere con la traduzione del software in lingua italiana: apri dunque il secondo pacchetto scaricato (ad es. LibreOffice_XX_MacOS_x86-64_langpack_it.dmg), fai clic destro sull’eseguibile contenuto al suo interno e poi sulla voce Apri collocata nel menu contestuale che ti viene proposto.

Per concludere, clicca sui pulsanti ApriInstalla, seleziona la voce /Applications/LibreOffice.app e, per concludere, clicca sul pulsante Installa. Ultimati questi passaggi, puoi aprire nuovamente LibreOffice, ora tradotto in lingua italiana. Se compare un avviso relativo ai permessi, clicca sul bottone Sì, identificami, digita la password del Mac e clicca sul bottone OK per due volte di seguito.

A partire da questo momento, le procedure si equivalgono su entrambi i sistemi operativi: per avviare l’editor di presentazioni, fai clic sull’icona di Impress che si trova nella barra laterale di sinistra e utilizza la schermata successiva per scegliere il modello di presentazione da cui partire; se ti interessa agire su una nuova presentazione vuota, invece, chiudi pure la finestra di scelta.

Come puoi vedere, l’interfaccia di Impress contiene tutto il necessario per creare agevolmente una nuova presentazione: la barra dei menu situata in alto permette di accedere all’intero set di funzioni del programma; le file di pulsanti rapidi poste subito sotto consentono di aggiungere nuovi elementi e di agire su quelli esistenti; la barra laterale di sinistra permette di inserire o rimuovere diapositive alla presentazione, mentre quella di destra permette di definire le proprietà e la struttura di ciascuna di essa.

Per saperne di più sul funzionamento di LibreOffice Impress, ti invito a leggere con attenzione il capitolo dedicato della mia guida su come fare un PowerPoint.

Altri programmi per presentazioni gratis

Altri programmi per presentazioni gratis

Oltre alla soluzione vista poc’anzi, esistono molti altri programmi per presentazioni gratis, altrettanto utili e funzionali: di seguito te ne indico alcuni.

  • Apache OpenOffice (Windows/macOS/Linux) – è la suite d’ufficio open source dalla quale è nata LibreOffice, anch’essa dotata di un programma dedicato alla realizzazione di diapositive di vario tipo. A differenza di quest’ultima, però, la suite di Apache viene aggiornata meno di frequente. È gratuita.
  • WPS Office (Windows/macOS/Linux) – altra soluzione completa per la gestione dei documenti d’ufficio. Include un software, denominato WPS Presentation, sviluppato per realizzare slide e presentazioni. È gratuito.
  • Calligra suite (Windows/macOS/Linux) – in questa suite d’ufficio, disponibile per tutti le maggiori piattaforme desktop, è presente un software denominato Stage che consente di realizzare facilmente presentazioni di vario tipo. È gratuito.

Per saperne di più, ti rimando alla lettura del mio tutorial dedicato ai programmi per ufficio gratis.

Programmi per presentazioni video

Se hai necessità di realizzare una presentazione video, ossia una sequenza di slide da salvare sotto forma di filmato multimediale, puoi impiegare una delle soluzioni che ti illustro di seguito.

Microsoft PowerPoint

Programmi per presentazioni

Il primo tra i programmi per presentazioni video di cui voglio parlarti è Microsoft PowerPoint: il celebre editor di casa Microsoft, disponibile per Windows e macOS (oltre che per dispositivi mobili), non soltanto consente di creare facilmente sequenze di diapositive contenenti testo, immagini, transizioni, animazioni, audio e numerosi altri elementi multimediali, ma anche di effettuarne il salvataggio sotto forma di file video.

Come saprai, PowerPoint è un programma commerciale e può essere ottenuto previo abbonamento al servizio Microsoft 365, con prezzi a partire da 7€/mese, oppure acquistando una licenza singola, al costo una tantum di 149€. In ogni caso, così come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato all’installazione di PowerPoint, è possibile usufruire di un periodo di prova gratuita del programma.

Dopo aver installato e avviato PowerPoint, effettua l’accesso con l’account Microsoft usato per l’acquisto/per l’attivazione del periodo di prova e, in seguito, scegli se creare una presentazione vuota o se partire da un modello predefinito.

Ora, avvalendoti degli strumenti forniti nella schermata principale del programma, provvedi ad aggiungere contenuti, effetti e altre slide al tuo lavoro; se non hai molta dimestichezza con PowerPoint, da’ pure uno sguardo al tutorial d’approfondimento che ho realizzato sul suo utilizzo.

Ad ogni modo, ultimato il tuo lavoro, clicca sulla scheda File, in alto a sinistra, e poi sulla voce Esporta collocata sulla barra laterale di sinistra, per accedere alle opzioni di esportazione della presentazione. Successivamente, clicca sulla voce Crea video (a sinistra) e utilizza le opzioni che ti vengono proposte per definire la qualità del filmato, per includere o meno gli intervalli e i commenti audio registrati e per scegliere la durata (in secondi) di ciascuna diapositiva. Quando hai finito, clicca sul pulsante Crea video e seleziona la cartella in cui salvare il filmato, avvalendoti del pannello che ti viene proposto.

Altri programmi per presentazioni video

Altri programmi per presentazioni video

Oltre al software menzionato in precedenza, esistono altri programmi per presentazioni che consentono di esportare il proprio lavoro sotto forma di filmato. Di seguito te ne elenco alcuni.

  • LibreOffice Impress (Windows/macOS/Linux) – il già citato editor di diapositive gratuito e open source consente di salvare le diapositive sotto forma di filmato Flash, in formato swf, mediante il menu File > Esporta….
  • Apple Keynote (macOS) – anche Keynote, il software dedicato alle presentazioni disponibile gratuitamente su macOS e iOS/iPadOS, permette di esportare le slide realizzate sotto forma di file video. Per riuscirci, è sufficiente recarsi nel menu File > Esporta come > Filmato….
  • Adobe Spark (Web) – non è propriamente un programma, ma uno strumento online gratuito che consente di realizzare presentazioni di vario tipo e salvarle sul computer sotto forma di filmato.

Programmi per presentazioni online

Se non puoi o non vuoi installare programmi sul computer, sappi che puoi realizzare presentazioni altrettanto incisive utilizzando una serie di servizi online, accessibile tramite i più comuni browser Web.

Presentazioni Google

Programmi per presentazioni online

Uno dei migliori servizi di questo tipo è Presentazioni Google: si tratta di uno strumento completamente gratuito, che consente di creare e salvare presentazioni direttamente sul cloud, tramite un’interfaccia molto intuitiva.

Altro punto di forza di Presentazioni Google è la sua natura collaborativa: nel giro di un paio di clic, infatti, è possibile condividere i propri lavori con altri utenti direttamente dalla pagina del servizio, dando loro la possibilità di visualizzarli, oppure di modificarli in prima persona in tempo reale. Chiaramente, i lavori realizzati mediante questo servizio possono essere altresì esportati sul computer.

L’unico prerequisito per accedere a questo servizio è quello di possedere un account Gmail: se non ne disponi, puoi rimediare facilmente alla cosa seguendo le istruzioni che ti ho fornito in questo tutorial.

Per usare Presentazioni Google, collegati alla sua Home Page, clicca sul tasto Vai a Presentazioni Google e, quando richiesto, effettua l’accesso con il tuo account Gmail. A login completato, scegli se iniziare una nuova presentazione vuota oppure partire da un modello “preconfezionato” e, fatta la tua scelta, attendi qualche secondo affinché venga caricata l’interfaccia dell’editor Web.

Quest’ultima si presenta con uno stile molto semplice ma al contempo efficace: la barra dei menu collocata in alto consente di accedere alle funzioni principali del programma, mentre quella degli strumenti, posta subito sotto, consente di agire rapidamente sui vari elementi che compongono la presentazione.

Mediante la barra laterale di sinistra, infine, è possibile visualizzare tutte le slide che compongono il lavoro, mentre la barra dei pulsanti di destra consente di accedere agli strumenti collaborativi. Per visualizzare la presentazione, clicca sul pulsante Avvia presentazione, che sta in alto a destra.

Come già accennato in precedenza, i lavori realizzati vengono salvati direttamente sul cloud; se, invece, desideri effettuarne il salvataggio sul computer, recati nel menu File > Scarica e scegli il formato in cui esportare il tutto.

Presentazioni Google è disponibile anche sotto forma di app per Android e iOS/iPadOS.

Altri programmi per presentazioni online

Programmi per presentazioni online

Se Presentazioni Google non è riuscito a soddisfare le tue necessità, sappi che puoi ottenere risultati altrettanto validi sfruttando uno dei tanti portali Web alternativi, la maggior parte dei quali gratuiti. Qui sotto te ne elenco alcuni.

  • PowerPoint Online – si tratta dello strumento ufficiale Microsoft dedicato alla realizzazione di slide e presentazioni di vario tipo. Ricalca in modo fedele la sua controparte desktop e consente di agire anche su file già esistenti che provengono da esso, pur offrendo un set di funzioni abbastanza limitato. È gratuito.
  • Genial.ly – è uno dei più funzionali programmi per presentazioni interattive online, che consente di realizzare slide dinamiche e dall’estetica più che accattivante. Di base genially può essere usato gratuitamente, tuttavia alcune funzioni sono accessibili soltanto sottoscrivendo un piano in abbonamento.
  • Prezi – è un portale che offre una serie di template preimpostati, con la possibilità di creare una presentazione su un’unica pagina, da riempire di contenuti e illustrare tramite una regia virtuale che si occupa di spostare l’inquadratura e zoomare sui punti chiave. Prezi può essere provato gratuitamente per 14 giorni, trascorsi i quali è necessario sottoscrivere un abbonamento, con prezzi che partono da 7€/mese.

Se ti interessa approfondire l’argomento, ti invito a dare un’occhiata alla mia guida dedicata ai siti per creare presentazioni, nella quale ti ho illustrato anche altre soluzioni di questo tipo.

Programmi per presentazioni foto

Vuoi creare una presentazione, o meglio, uno slideshow contenente le foto scattate durante la tua ultima gita fuori porta? In questo caso, ti consiglio di utilizzare uno dei programmi che ti suggerisco di seguito.

Foto (Windows 10)

Programmi per presentazioni foto

Foto di Windows 10 non è soltanto un visualizzatore d’immagini, ma anche un ottimo software per gestire e organizzare le foto digitali che annovera, tra le sue funzioni, anche la possibilità di realizzare una video-presentazione nel giro di pochi minuti.

Mi chiedi come fare? È semplicissimo. Per prima cosa, avvia la summenzionata applicazione dal menu Start di Windows (al quale puoi accedere cliccando sul pulsante a forma di bandierina situato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), clicca sulla voce Cartelle (in alto) e seleziona la cartella contenente le immagini da includere nella tua presentazione.

Per impostazione predefinita, Foto visualizza i file contenenti nella cartella Immagini di Windows e nelle sue sottocartelle; per aggiungere una nuova directory, clicca sul pulsante Aggiungi una cartella e seleziona la directory di tuo interesse, mediante il pannello che compare su schermo.

A questo punto, puoi agire in due modi diversi: per vedere le immagini contenute nella cartella in modalità Presentazione, ossia sotto forma di slideshow, clicca prima sul pulsante (…), che sta in alto a destra, e poi sulla voce Presentazione annessa al menu che compare su schermo.

Programmi per presentazioni foto

Se, invece, desideri realizzare un vero e proprio filmato contenente le tue foto, con tanto di musica e animazioni, clicca sulla voce Editor video e poi sul pulsante Nuovo progetto video: utilizza il riquadro Catalogo del progetto per inserire le immagini che faranno parte del video, trascina ciascuna di esse sulla storyboard e, avvalendoti dei pulsanti collocati a schermo, definisci la durata di ciascun clip, aggiungi eventuali titoli, transizioni, testi, filtri ed effetti 3D e, se lo desideri, l’audio di sottofondo.

Quando hai finito, clicca sul pulsante Termina il video, scegli la qualità da usare per il filmato, premi il pulsante Esporta e seleziona la cartella in cui salvare il file, avvalendoti della schermata proposta.

Foto (macOS)

Programmi per presentazioni foto

In modo piuttosto analogo, se utilizzi un Mac, puoi ricorrere all’uso dell’applicazione Foto, installata “di serie” in macOS, per realizzare presentazioni contenenti le tue immagini preferite.

Per iniziare, avvia la summenzionata applicazione cliccando sull’icona del fiore colorato che sta sul Dock, recati nel menu File > Crea > Video > Presentazione > Foto (in alto a sinistra), assegna un nome alla nuova presentazione e clicca sul pulsante OK per avviarne la realizzazione.

Ora, seleziona le foto da inserire nel progetto, cliccando sulle relative anteprime e premi il pulsante Aggiungi per passare allo step successivo, che consiste nella creazione vera e propria del filmato. Mediante la barra collocata in basso, puoi definire l’ordine degli elementi; per aggiungere nuove immagini, clicca invece sul pulsante (+), che sta a destra.

Per aggiungere effetti, transizioni e musica di sottofondo, puoi usare i pulsanti situati a destra, accanto al riquadro contenente l’anteprima del filmato. Puoi avviare quest’ultima in qualsiasi momento, cliccando sul pulsante Play che si trova subito sotto la stessa.

Quando sei soddisfatto del tuo lavoro, clicca sul pulsante Esporta e utilizza il riquadro proposto per definire nomecartella di salvataggio e formato del video risultante. Per concludere la fase di esportazione, clicca sul pulsante Salva.

Altri programmi per presentazioni foto

Altri programmi per presentazioni foto

Se le soluzioni di cui ti ho parlato finora non sono state di tuo gradimento, puoi valutare l’impiego di alcuni software alternativi ma equamente validi, disponibili in Rete, anche gratuitamente, Di seguito te ne indico alcuni.

  • IMGDissolver (Windows/macOS/Linux) – è un programma multipiattaforma che, grazie a un’interfaccia di semplice utilizzo, consente di creare presentazioni fotografiche partendo dai più diffusi formati di file grafici. È gratuito.
  • PhotoStage Slideshow Producer (Windows/macOS/Linux) – altro validissimo software che consente di realizzare presentazioni fotografiche molto valide, grazie alla notevole disponibilità di effetti e animazioni. Il programma è gratuito per fini personali, ma ne esiste una versione a pagamento con possibilità di uso commerciale e funzioni aggiuntive.
  • iMovie (macOS) – si tratta di una delle più complete applicazioni per macOS dedicate alla realizzazione di montaggi video di vario tipo, inclusi quelli contenenti immagini. È gratuito ed è disponibile anche per iOS/iPadOS.

Per saperne di più su questi e altri programmi per presentazioni foto, ti invito a dare un’occhiata alla guida d’approfondimento che ho dedicato al tema.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.