Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per creare tabelle

di

Chiunque sia un maniaco dell'ordine ha, per forza di cose, bisogno di alcuni strumenti dalla sua parte. Che si tratti di schemi, appunti o tabelle, sono numerosi gli elementi necessari per mantenere un ambiente ordinato e allontanare la confusione. Se tu ritieni di far parte di questa categoria di persone e stai cercando il modo migliore per prenderti cura del tuo posto di lavoro, allora sappi che sei arrivato nel posto giusto!

Nel corso di questa guida, infatti, ti illustrerò le migliori app per creare tabelle. A prescindere dal tipo di lavoro che hai bisogno di organizzare, tra la vasta scelta di applicazioni presenti al giorno d'oggi riuscirai sicuramente a trovare quella che più fa per te. È possibile optare per app che organizzino i propri progetti al meglio mantenendo un'interfaccia pulita e ordinata, oppure per altre che scelgono un design più vivace per essere più gradevoli all'occhio.

Se vuoi scoprire quali sono, ti invito a metterti comodo e a prenderti qualche minuto di tempo da dedicare alla lettura delle prossime righe, in modo da comprendere quali tra le applicazioni che ti propongo in questa guida fanno più per te. Buona lettura e buon lavoro!

Indice

App per creare tabelle: Android

Se sei alla ricerca di app per creare tabelle gratis sul tuo smartphone Android (o tablet), sappi che la scelta è piuttosto vasta. Non mi resta quindi che proporti alcune delle applicazioni migliori per fare tabelle nei paragrafi che seguono, dopodiché starà a te scegliere quale ti aggrada di più!

Microsoft Excel

Excel

Microsoft Excel non credo abbia bisogno di troppe presentazioni: è tra le applicazioni più sofisticate per la creazione di tabelle, la quale permette di creare pressoché qualsiasi tipo di tabella (comprese le tabelle pivot) in pochi secondi. L'applicazione è disponibile su Play Store e store alternativi gratis per tutti i device fino a 10.1" (altrimenti richiede un abbonamento a Microsoft 365, a partire da 7 euro/mese)

Dopo aver scaricato l'app, aprila e premi sul riquadro Cartella di lavoro vuota per creare una nuova tabella. A questo punto, hai totalmente carta bianca: ti troverai infatti dinanzi a un numero infinito di celle all'interno delle quali puoi inserire qualsiasi tipo di informazione.

Per personalizzare la formattazione di ciascuna cella ti basta premere su quella che desideri modificare e sullo schermo comparirà un menu che puoi utilizzare, ad esempio, per mettere il grassetto al testo, cambiarne il colore o la dimensione, aggiungere i bordi tra una cella e l'altra e molto altro.

Qualora ne avessi bisogno, puoi anche cambiare le dimensioni di ciascuna riga o colonna della tabella. Per fare ciò, ti basta premere sul valore di riferimento (le lettere in alto per le colonne, o i numeri a sinistra per le righe) e trascinare i pallini bianchi che compaiono nella direzione che desideri.

Se hai bisogno di funzionalità più sofisticate per la creazione di cartelle, sappi che su Microsoft Excel è possibile anche ricorrere all'uso di numerose formule per automatizzare processi che altrimenti andrebbero fatti manualmente. Se sei interessato a scoprire come usarle, ti rimando alla mia guida dove ti spiego come usare le formule in Excel.

Dopo aver terminato la tabella, questa verrà salvata automaticamente all'interno dell'app e su OneDrive. Se invece avessi bisogno di esportarla, ti basta premere sull'icona dei tre puntini e poi sul tasto Salva. Infine, seleziona la voce Esporta questo file in ODS e scegli poi la piattaforma su cui vuoi salvare la tabella tra quelle che ti vengono proposte.

Per maggiori dettagli, ti invito vivamente a leggere il mio tutorial su come usare Excel, dove ti ho spiegato come usare il software non solo su Android, ma anche sulle altre piattaforme su cui è disponibile (iOS/iPadOS e computer).

Airtable

App per creare tabelle

Decisamente diversa da Excel e altre applicazioni per creare delle tabelle, Airtable si presenta come una sorta di ibrido tra app per fogli di calcolo e database con funzioni cloud avanzate e l'integrazione con diverse risorse esterne. Consente di creare tabelle che contengano qualsiasi tipo di informazione: non solo testo, ma anche file, immagini, codici a barre, scelte multiple e chi più ne ha più ne metta.

L'app è disponibile su Android e store alternativi. È gratis nella sua versione base, ma per avere più spazio di storage per gli allegati, più estensioni per base, più sincronizzazioni e altro ancora, occorre passare ai piani a pagamento.

Dopo aver scaricato l'app secondo la solita procedura, aprila e vai nella scheda MY BASES, dove puoi trovare diversi modelli da utilizzare come base per il tuo progetto: per usarne uno, ti basta premere sul suo riquadro, il quale aprirà la tabella scelta. Così facendo, potrai modificare i campi che preferisci inserendo i dati di cui hai bisogno, senza dover necessariamente creare la tabella da zero.

Per modificare i contenuti di una cella, devi premere su di essa e poi sulla voce Customize field. Dalla schermata che compare puoi modificare il nome tramite il campo Field name, oppure scegliere il tipo di contenuto tramite il riquadro Field type. Dopo aver terminato le modifiche, puoi salvare il tutto pigiando sul tasto SAVE.

Puoi anche aggiungere nuove righe alla tabella, semplicemente premendo sull'icona + situata nella parte bassa dello schermo. Anche in questo caso, puoi personalizzare i contenuti nello stesso modo in cui ti ho spiegato poc'anzi.

App per creare tabelle

Se invece vuoi creare una tabella da zero, allora devi pigiare sulla voce New Base, che si trova all'interno della scheda MY BASES e poi premere sul tasto Create a new empty base. Digita, infine, un nome per la tabella e poi pigia sul tasto OK.

Adesso che ti trovi davanti a una tabella vuota, non ti resta che personalizzarla come meglio credi. Il procedimento per la creazione di nuove righe o celle è identico a quello che ti ho mostrato nei paragrafi precedenti, con l'unica differenza che in questo modo parti totalmente con carta bianca.

Dopo aver terminato la tabella, puoi decidere se esportarla al di fuori di Airtable sotto forma di link. Per fare ciò, devi premere sull'icona che ritrae due omini sulla parte in alto a destra del tuo schermo e poi pigiare sulla voce Create an invite link. Premi poi sull'icona della freccia e infine sul tasto che trovi sotto la voce INVITE LINKS, il quale varierà in base ai permessi che hai scelto per chi avrà accesso al link.

Per studiare bene le infinite potenzialità di Airtable e scoprire come usare al meglio l'app (che è disponibile anche su iOS/iPadOS e computer), ti invito a consultare la guida ufficiale.

Altre app per creare tabelle su Android

App per creare tabelle

Le applicazioni gratuite per creare tabelle non finiscono di certo qui: ne esistono infatti molte di più e a seconda di ciò che stai cercando una potrebbe fare più al caso tuo di un'altra. Se quindi stai cercando altre app simili, puoi trovare alcune tra le migliori nella lista che trovi qui di seguito.

  • Fogli Google — si tratta di un'applicazione estremamente simile al più conosciuto Microsoft Excel, disponibile sia su dispositivi Android che iOS, ed è altrettanto valida. È possibile creare pressoché qualsiasi tipo di tabella con quest'app, la quale offre un'interfaccia intuitiva e pulita, rendendola un'ottima opzione per fare tabelle. Maggiori info qui.
  • Note Tabella Database tascabile e fogli di calcolo — quest'app esclusiva per Android si presenta con un'interfaccia molto colorata, ma pur sempre semplice per non distrarre l'utente. È anche possibile creare file di testo qualora ce ne fosse il bisogno e puoi personalizzare ciascuna singola cella della tabella con i contenuti che più preferisci.
  • TimetableNotes — se stai cercando un'interfaccia semplificata al massimo per la creazione delle tue tabelle, allora quest'applicazione per Android è decisamente la scelta giusta. TimetableNotes è infatti l'opzione perfetta per fare tabelle senza troppi fronzoli nello schermo e per concentrarsi totalmente sul lavoro.
  • Collabora Office — ottima app gratuita e open source basata su LibreOffice. Comprende diverse funzionalità per la produttività, tra cui quelle per i fogli di calcolo: oltre a poter fare una tabella, con Collabora Office è possibile creare file di testo o presentazioni, portando tutta la comodità dell'organizzazione in una singola app.

App per creare tabelle: iPhone

App per creare tabelle

Come dici? Hai bisogno di app per creare tabelle iPhone e app per creare tabelle iPad? Nessun problema: nei prossimi paragrafi, infatti, puoi trovare un elenco di applicazioni che possono fare al caso tuo. Non ti resta che proseguire con la lettura di questo articolo per trovare quella più adatta a te.

Numbers

App per creare tabelle

Numbers è tra le migliori app su iOS per creare tabelle, d'altronde è realizzata dalla stessa Apple come controparte più “snella” di Microsoft Excel. L'applicazione, disponibile esclusivamente su iPhone e iPad, è veloce e intuitiva e grazie ad essa è possibile fare tabelle di qualsiasi tipo nel giro di pochi minuti. Supporta anche le tabelle pivot.

Dopo che hai scaricato l'applicazione, puoi subito metterti all'opera. Quindi apri Numbers e premi sull'icona + per iniziare con la creazione di una nuova tabella. A questo punto puoi scegliere una delle basi che ti vengono proposte, mentre se vuoi creare una tabella completamente da zero ti basta selezionare il template denominato Vuoto, oppure Nero vuoto.

Ora che hai la tabella davanti a te, non ti resta altro che compilarla con i dati che vuoi inserire. Per fare ciò, premi su una cella a tua scelta e poi sull'icona della tastiera che compare nella parte bassa dello schermo per iniziare a scrivere.

Puoi cambiare la struttura della tabella premendo sull'icona del pennello nella parte alta dello schermo. All'interno del menu che compare, nella scheda Tabella, puoi modificare il tipo di tabella, numero e dimensioni di righe e colonne, i bordi e altri elementi. Puoi persino invertire la direzione della tabella tramite la voce Inverti direzione tabella.

Dalla scheda Cella, invece, puoi modificare tutto ciò che riguarda il testo. Ad esempio, quindi, puoi cambiare il font, il formato, il colore e molto altro. Puoi anche scegliere il bordo per una singola cella anziché per tutta la tabella tramite la voce Bordo cella, o il colore della cella premendo sulla voce Riempimento cella.

Se invece vuoi aggiungere un'altra tabella allo stesso foglio per non dividere i progetti, devi premere sull'icona + situata sulla parte alta dello schermo, a destra. Facendo così si aprirà una finestra dalla quale puoi scegliere il modello che preferisci. Dopo aver scelto, premi sulla tabella che desideri e questa comparirà subito sotto quella che hai creato precedentemente.

Per aggiungere un altro foglio allo stesso progetto, invece, devi premere sull'icona + che trovi nella parte alta dello schermo, a sinistra. Seleziona, poi, la voce Nuovo foglio e in questo modo verrà creato un nuovo foglio all'interno dello stesso progetto, dove puoi creare ulteriori tabelle.

Per esportare la tabella, infine, devi premere sull'icona dei tre puntini e poi sulla voce Esporta. Seleziona, quindi, il formato con il quale vuoi esportare la tabella e poi premi sul tasto Esporta per condividerlo sulla piattaforma che desideri.

Altre app per creare tabelle su iPhone

App per creare tabelle

Se l'applicazione che ti ho proposto non ha saputo soddisfarti, allora non temere: ce ne sono ancora altre alle quali puoi dare un'occhiata e le trovi qui di seguito.

  • Microsoft Excel — la celebre app di casa Microsoft, di cui ti ho parlato prima nel capitolo su Android, è disponibile anche per iPhone e iPad. È sempre gratis per i device fino a 10.1".
  • Fogli Google — anche la soluzione di Google per i fogli di calcolo è disponibile anche per iOS e iPadOS.
  • Table Memo — quest'app esclusiva per iOS permette la creazione di tabelle gradevoli all'occhio. L'interfaccia è semplice per non distrarre l'utente durante l'utilizzo dell'applicazione, ed è possibile personalizzare i colori all'interno del proprio progetto come meglio desideri.
  • iSpreadsheet: Office Sheets — anche quest'applicazione è esclusiva per iOS (e iPadOS) e si concentra maggiormente sull'essere funzionale piuttosto che sulla parte estetica. Il design delle tabelle è infatti estremamente semplificato e la personalizzazione delle tabelle è minimale, ma efficiente quanto basta.
  • Utility Spreadsheet — si tratta di un'app per iOS/iPadOS che, similmente a quella proposta poc'anzi, offre un'interfaccia molto semplificata per creare tabelle senza distrazioni sullo schermo. È anche possibile collegare le tabelle a dei grafici, così da ottimizzare al meglio l'organizzazione del lavoro.

App per creare tabelle: Mac e PC

App per creare tabelle

Creare tabelle su dispositivi mobili può avere i suoi vantaggi; è utile, ad esempio, quando c'è bisogno di organizzare del lavoro nell'immediato e non si ha un PC a disposizione. Se però preferisci fare tabelle su PC o Mac in ogni caso, allora è il momento di trovare qualche programma che possa fare al caso tuo.

Sia su PC che su Mac, infatti, la scelta di programmi per creare tabelle è ovviamente molto più vasta, ed è davvero possibile fare tabelle di ogni tipo, a patto che si trovi il programma giusto. Ti rimando, quindi, alla mia guida dove ti mostro come fare una tabella su PC.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.