Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per minare criptovalute

di

Le valute digitali sono una vera e propria ossessione per moltissime persone, vogliose di acquistarle come investimento o come asset speculativi con i quali fare trading. Quello legato alle crypto è infatti un mercato molto rischioso e ricco d'insidie: un vero e proprio campo minato, specie per chi vi si lancia “al buio”, in cerca di fortuna. Per poter avere una minima speranza di successo occorre affidarsi solo a fonti attendibili e cercare di muoversi con la dovuta cautela.

In tale ambito, in molti si chiedono se esiste un'app per minare criptovalute da smartphone e tablet, magari con il minimo sforzo e ottenendo rendite interessanti. Ebbene, come facilmente immaginabile la risposta è no: nessuno regala niente, nemmeno nell'ambito delle valute digitali (dove anzi è facile finire preda di truffe).

Ciò detto, delle soluzioni mobile per minare criptovalute esistono, e oggi te ne voglio parlare. Ti dico sin da sùbito, però, che non permettono chissà quali guadagni, anzi… ma ti chiarirò meglio tutto a breve. Prima di iniziare lasciami solo sottolineare che i miei non sono consigli finanziari o incitamenti all'investimento. Io mi occupo di tecnologia e questo tutorial è dunque da intendersi a puro scopo informativo. Non mi assumo responsabilità circa eventuali perdite di denaro a cui potresti andare incontro usando le soluzioni menzionate di seguito. Chiaro? Bene, allora passiamo all'azione!

Indice

Informazioni preliminari

crypto

Prima di andare avanti e mostrarti il funzionamento di qualche app per minare criptovalute, ci sono un paio di punti che è bene chiarire e che riguardano proprio l'attività di mining e l'effettiva possibilità di ottenere delle rendite attraverso quest'ultima: cosa per nulla scontata oggigiorno e, anzi, piuttosto improbabile.

Il mining è, generalmente, un'operazione che richiede grandi investimenti in hardware o in criptomonete per essere portata a termine. Sia le blockchain che lavorano con il sistema proof of work (come Bitcoin), sia quelle che si basano sul proof of stake (Ethereum 2.0, Solana ecc.), sono arrivate a un punto dove i miner devono faticare parecchio per estrarre le crypto.

Per Bitcoin si tratta di utilizzare computer potentissimi (e costosissimi) che lavorano 24/7 attaccati a fonti energetiche (rinnovabili o meno), dalle quali succhiano fino all'ultima goccia di energia disponibile, creando delle vere e proprie crypto-farm dove l'unico scopo è ottenere il massimo rendimento possibile. Vista la crisi energetica e dell'hardware, queste imprese lavorano su un filo sempre più sottile dove i guadagni non sono affatto scontati.

Per le crypto proof of stake invece, si tratta di comprare un'enorme quantità della criptovaluta stessa, metterla in staking (ovvero bloccarla sulla blockchain stessa tramite un wallet), acquisire il titolo di validatore (o miner) e lavorare per mandare avanti le operazioni della blockchain, ottenendo interessi da tale operazione. Si tratta di un primo investimento spesso quantificato in milioni di dollari, dove il profitto è interamente legato all'andamento del progetto.

Con queste basi, spero che tu capisca quanto il mining sia una cosa seria, ovvero un business riservato a entità di grosso calibro che non hanno problemi di liquidità. Le varie app che promettono di offrire ritorni in crypto, i sistemi di cloud mining o qualunque altro tipo di sistema dove compare la parola “mining”, è quasi certamente un investimento a perdere o un vero e proprio schema Ponzi, ovvero una truffa.

Non dare mai i tuoi soldi a questo tipo di business che promette ricavi certi, poiché la certezza nei settori finanziari o criptofinanziari non esiste! Il mining ha smesso di essere profittevole per gli individui o le piccole entità da molto tempo, adesso è solo un modo per farsi del male e buttare al vento il proprio denaro.

Esistono progetti che permettono un mining di basso livello, accessibile a tutti e poco o nulla costoso, ma sono legati a crypto quasi sconosciute che potrebbero benissimo sparire nel giro di poco tempo. Sebbene i miei non siano consigli finanziari, ci tengo a dire che è meglio comprare direttamente delle criptovalute piuttosto che spendere la medesima cifra in un qualsiasi tipo di attività di mining. Se vuoi sapere come funziona la blockchain o come guadagnare bitcoin, ti lascio ai miei articoli dedicati.

App per minare criptovalute gratis

Fatte tutte le doverose premesse di cui sopra, passiamo all'azione e andiamo a vedere quali app consentono di minare crypto senza perdere denaro. Premessa che appare illogica (in quanto dovrebbe generare guadagni) ma, come ti ho spiegato prima, non è affatto così.

CryptoTab (Adnroid/iOS/iPadOS)

cryptotab

Quella di cui sto per parlarti è quella che ritengo essere l'unica app per minare criptovalute in modo relativamente sensato senza correre grossi rischi. Mi riferisco a CryptoTab, che funziona un po' come un browser.

Prima di cominciare a parlarne, però, voglio metterti in guardia su quello che ritengo un possibile pericolo legato a quest'app, ovvero la privacy. Essendo un browser e non fornendo alcuna garanzia sui dati raccolti, quest'app potrebbe benissimo raccogliere le tue informazioni o le tue password per scopi loschi, quindi il mio consiglio è di installarla solo su dispositivi che non usi e adibiti esclusivamente al mining.

A questo voglio aggiungere che, i ricavi ottenibili sono nell'ordine di pochissimi euro al mese: una cifra che non copre nemmeno la spesa per lo smartphone sul lungo periodo. A meno di non avere telefoni inutilizzati o di trovarne molti a basso costo, usare quest'app porta a una perdita economica sul lato del consumo dell'hardware, il quale non viene compensato dai ricavi.

Detto questo, CryptoTab è disponibile sia per dispositivi Android che per iOS/iPadOS. Una volta scaricata sul tuo dispositivo aprila, accettane i termini d'uso e ti troverai di fronte alla sua pagina Home. Qui un messaggio ti dirà di toccare l'icona di CryptoTab in basso a sinistra per passare al browser.

Fai dunque tap sull'icona in oggetto ed esegui l'accesso con una delle tante opzioni disponibili. Se vuoi un consiglio, l'ideale sarebbe avere un account Google (o chi per esso) creato solo per questa attività. Una volta eseguito l'accesso, ti basta spostare la barra nella casella Server dependent mining da OFF fino a raggiungere la potenza massima disponibile.

Da qui in avanti c'è davvero poco altro da fare, il mining va avanti da solo con l'unica necessità di fare un tap sullo schermo ogni 2 ore. Non usare app di autoclicking, perché CryptoTab se ne accorgerebbe e potrebbe bannare il tuo profilo portandoti a perdere i tuoi profitti.

Oltre alla versione base, esiste poi la possibilità di passare a una versione Pro dell'app (disponibile per Android e iOS/iPadOS al prezzo di 3,99€) o sottoscrivere un piano a pagamento con potenze di mining superiori. Tale piano parte da un prezzo di 1,99$ al mese e permette di moltiplicare la potenza di mining del dispositivo. Non posso fare altro che sconsigliare questi piani premium in quanto, a conti fatti, costano più di quanto effettivamente rendono.

In linea di massima, CryptoTab è un'app che va benissimo se l'obiettivo è di provare a minare per curiosità o per passione, ma non è un metodo per guadagnare. A meno di non avere dispositivi gratis, il bilancio è sempre negativo e non ci sono spiragli per ottenere un qualche genere di profitto.

Altre soluzioni per minare criptovalute

binance app

Se non ti piace CryptoTab, voglio proporti qualche altra soluzione per ottenere delle criptovalute come rendita passiva e senza correre eccessivi rischi. Non si tratta di mining ma il risultato è il medesimo e si passa attraverso piattaforme autorevoli, quindi vale la pena darci un'occhiata.

  • Crypto.com (Android/iOS/iPadOS) — quest'app per investire in crypto ha una funzione di crypto earn, ovvero offre rendite percentuali sui propri investimenti, il tutto senza spendere un centesimo. Se t'interessa, ti lascio al mio tutorial su come registrarsi su Crypto.com.
  • Binance (Android/iOS/iPadOS) — altro exchange che offre la possibilità di mettere a rendita i propri averi. Qui le percentuali di rischio e di rendita sono più elevate, quindi meglio documentarsi bene sul funzionamento. Se vuoi saperne di più, ti lascio alla mia guida su Binance
  • Trust Wallet (Android/iOS/iPadOS) — wallet crypto che dà accesso al sistema della De-Fi, dov'è possibile ottenere rendite talvolta elevatissime a rischi altrettanto alti. Per maggiori dettagli, ti lascio alla mia guida su come funziona Trust Wallet.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.