Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aumentare la RAM del telefono

di

Dopo gli ultimi aggiornamenti software, il tuo smartphone sembra sentire il peso degli anni più del dovuto. È tutto molto lento e sospetti fortemente che la RAM non ce la faccia più a sopportare il peso di tutte le app in esecuzione. Considerando che al momento non puoi permetterti l’acquisto di un nuovo telefono, vorresti dunque qualche consiglio su come agire e, se possibile, su come aumentare il quantitativo di RAM presente nel device.

Mi spiace dirtelo così a freddo ma, purtroppo, non è possibile fare quello che pensi: gli smartphone, a differenza di molti computer, non offrono la possibilità di aumentare la quantità di RAM presente al loro interno. L’unica cosa che è possibile fare è "liberare" la memoria da app e processi particolarmente "pesanti", ma anche quest’attività – è bene che tu lo sappia – non porta a chissà quanti miglioramenti. Se il tuo smartphone è obsoleto e/o ha un comparto hardware di fascia bassa, non puoi fare miracoli. In ogni caso, un minimo miglioramento potresti avvertirlo liberando la memoria, quindi tentar non nuoce.

Detto ciò, sei pronto per scoprire come aumentare la RAM del telefono? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti occorre per concentrarti sulla lettura delle prossime righe e, cosa ancora più importante, cerca di seguire passo-passo le mie indicazioni. Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

Cellulare

Prima di addentrarci nel cuore di quest’articolo e vedere, in dettaglio, come aumentare la RAM del telefono, permettimi di fornirti alcune informazioni che ti saranno sicuramente utili per procedere con consapevolezza nella gestione della RAM del tuo smartphone.

Innanzitutto, ci tengo a ribadire quanto già detto in apertura del post: non è possibile aumentare fisicamente la quantità di RAM presente sullo smartphone. Ciò che è possibile fare, invece, è liberarne un po’ per rendere più fluida l’esperienza d’uso del dispositivo.

Le operazioni che trovi descritte nei prossimi capitoli, dunque, vanno eseguite solo in caso di reale necessità: in condizioni normali, infatti, il sistema operativo dovrebbe essere in grado di gestire in modo ottimale la RAM, per cui dovrai preoccuparti di liberare un po’ di memoria soltanto nel caso in cui dovessi riscontrare qualche "lag" o rallentamento di incidenza rilevante.

Altra cosa importante da sapere è che, per liberare la RAM, non è necessario ricorrere ad app per l’ottimizzazione della memoria, ma è sufficiente usare le funzioni incluse "di serie" nel sistema operativo: chiudere le app più "pesanti", riavviare il sistema e così via.

Le app per l’ottimizzazione del sistema, infatti, paradossalmente finiscono spesso con l’occupare ingenti risorse e incidono negativamente sull’autonomia e le prestazioni del dispositivo. In alcuni casi, poi, inviano notifiche assillanti, propongono pubblicità invasive e possono perfino nascondere del malware: meglio starne alla larga, insomma!

Come si aumenta la RAM del telefono Android

Chiudere applicazioni Android

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, vediamo come si aumenta la RAM di un telefono Android. La prima cosa che potrebbe tornarti utile è chiudere le app che ritieni possano occupare più memoria RAM.

Per procedere, pigia sul pulsante del multi-tasking (l’icona del quadratino che solitamente è collocata in basso a destra o in basso a sinistra) e, nella schermata che si apre, individua le app che vuoi chiudere e fai tap sul simbolo della (x) situata in corrispondenza della loro miniatura. Volendo, puoi chiudere le app anche facendo uno swipe veloce da destra verso sinistra (o viceversa) sulla loro miniatura.

Per chiudere tutte le app in un colpo solo, invece, fai tap sulla voce Chiudi tutto (o Cancella tutto, Elimina tutto) che dovrebbe essere situata nella parte superiore della schermata, a patto che il tuo smartphone offra questa funzione.

Se, anziché chiudere le app, desideri terminare i processi collegati a esse, recati nel menu Impostazioni > Applicazioni/App e, nella schermata che si apre, fai tap sulla scheda In uso situata in alto. Premi poi sul pulsante Interrompi situato in corrispondenza del processo che hai intenzione di terminare.

Mi raccomando: fai attenzione a non chiudere i processi di sistema (quelli contrassegnati dal simbolo del robottino verde), perché potresti compromettere il corretto funzionamento di Android. Maggiori info qui.

Come chiudere applicazioni Android

Se dovessi continuare a notare rallentamenti, prova riavviare il tuo dispositivo: per riuscirci, premi il tasto Power per qualche secondo, seleziona la voce Spegni che compare al centro della schermata e attendi che il dispositivo si spenga. Per riaccenderlo, poi, tieni il dito premuto per qualche secondo sul tasto Power.

Se non sei riuscito a riavviare il device mediante la procedura che ti ho appena descritto, prova a forzarne il riavvio tenendo premuto per una decina di secondi il tasto Power: dopo che il telefono si sarà spento completamente, potrai riaccenderlo. Se in questo modo non fossi riuscito a riavviare il terminale, prova a premere contemporaneamente i tasti Power + Volume (–) o tasto Power + tasto Home, tenendoli premuti per una decina di secondi.

Se nemmeno questa soluzione ha funzionato e hai uno smartphone con batteria rimovibile, estrai la batteria dal suo alloggiamento e poi reinseriscila. Maggiori info qui.

Ti rinnovo l’invito a non usare app per l’ottimizzazione della memoria, in quanto questo genere di soluzioni "appesantiscono" il sistema e, anziché velocizzarlo, creano ulteriori rallentamenti e malfunzionamento di vario genere.

Come si aumenta la RAM dell’iPhone

Aumentare RAM su iPhone

Se è tua intenzione aumentare la RAM dell’iPhone, puoi avvalerti di un piccolo "trucchetto" che consente di liberare memoria in maniera alquanto semplice.

Per procedere su iPhone 8/8Plus e precedenti (ovvero sui modelli di iPhone provvisti di tasto Home fisico), accedi alla schermata Home di iOS (qualora tu non l’abbia già fatto), premi e continua a tenere premuto il tasto Power fino a quando non compare la schermata Scorri per spegnere e rilascia il tasto Power. Tieni, quindi, il dito premuto sul tasto Home fino a quando non ricompare la schermata Home e il gioco è fatto. Se tutto è andato per il verso giusto, la RAM dovrebbe essere stata liberata.

Se possiedi un iPhone X o un modello successivo (quindi un iPhone senza tasto Home), per compiere l’operazione che ti ho descritto poc’anzi devi prima attivare il tasto Home virtuale tramite la funzione AssistiveTouch. Per procedere in tal senso, recati nel menu Impostazioni > Generali > Accessibilità > AssistiveTouch e sposta su ON la levetta dell’interruttore posta accanto alla dicitura AssistiveTouch.

Successivamente, premi il tasto Volume (+), poi il tasto Volume (–) e tieni il dito premuto sul tasto laterale di destra finché non vedi comparire la schermata Scorri per spegnere. Ora, rilascia il tasto laterale di destra, pigia sul tasto Home virtuale dell’AssistiveTouch, tieni il dito premuto sull’icona Home fino a quando non vedi comparire la schermata Home e il gioco è fatto.

Qualora tu voglia rimuovere il tasto Home virtuale che hai attivato poc’anzi, recati nel menu Impostazioni > Generali > Accessibilità > AssistiveTouch e sposta su OFF la levetta dell’interruttore situata in corrispondenza della voce AssistiveTouch.

Se nutri il sospetto che la RAM sia occupata prevalentemente da un’app specifica (o anche da più di un’applicazione), puoi liberarla chiudendo solo quest’ultima. Per procedere in tal senso su iPhone 8/8 Plus e modelli precedenti, premi velocemente  il tasto Home per due volte consecutive, scorri la lista delle app aperte e sposta verso l’alto la miniatura dell’app di tuo interesse.

Come chiudere app iPhone

Su iPhone X e modelli successivi, invece, effettua uno swipe dal fondo dello schermo verso il centro e poi fai un piccolo swipe verso destra, avendo cura di mantenere la pressione del dito sul display. Dopodiché individua la miniatura dell’app da chiudere e spostala verso l’alto.

Se qualche passaggio non ti è chiaro e/o vuoi maggiori informazioni su come liberare la RAM su iPhonecome chiudere le app su iPhone o come chiudere le app su iPhone X, consulta pure gli approfondimenti che ti ho appena linkato.

Cosa fare in caso di problemi o dubbi

Riparazione cellulare

Se sei arrivato a leggere fino a questo capitolo della guida, evidentemente continui a riscontrare problemi o ad avere dei dubbi che non sei riuscito a risolvere.

Se le cose stanno così, può darsi che dietro i malfunzionamenti del tuo smartphone ci sia qualche problema riconducibile all’hardware e, quindi, non ti resta che contattare il centro assistenza del produttore oppure il negozio che ti ha venduto il dispositivo.

Se lo smartphone è ancora sotto garanzia e i problemi di funzionamento sono dovuti a un difetto di conformità, ovvero a un danno di fabbrica che non hai arrecato tu, potresti ottenere un rimborso e/o la sostituzione del dispositivo stesso.