Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Settimana del Black Friday
Scopri le migliori offerte dell'Amazon Black Friday 2018. Vedi le offerte Amazon

Come aumentare la RAM

di

La RAM è uno dei componenti più importanti per determinare le performance di un computer. Più memoria c’è a disposizione in un PC e più sale il numero di applicazioni utilizzabili in contemporanea. Per non parlare dei software per il fotoritocco o l’editing video/audio, che più RAM hanno a loro disposizione e meglio “girano”. È insomma quella “cosa” che consente di gestire tutti i dati che servono in un determinato momento, non solo per le app aperte ma anche per il sistema operativo stesso.

Premesso ciò, se anche tu non sei soddisfatto delle prestazioni del tuo computer e vuoi dargli una bella “scossa” senza spendere cifre folli, non devi far altro che imparare come aumentare la RAM e passare all’azione. Vedrai, ti sembrerà di avere un PC completamente nuovo.

Come dici? Non sei molto esperto in fatto di computer e nuove tecnologie e temi che le operazioni da compiere per riuscire nell’impresa siano fuori dalla tua portata? Ma dai, non fare il fifone! A parte il fatto che la procedura da intavolare non è poi così complessa come può sembrare (eccezion fatta per i portatili…) ma poi non vedo proprio di cosa ti preoccupi se qui con te ci sono io, ben disponibile a fornirti tutte le istruzioni di cui hai bisogno. Suvvia dunque, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e cominciamo subito a darci da fare. Sei pronto? Si? Ottimo! Allora buona lettura!

Indice

Individuare il tipo di RAM

Se vuoi scoprire come aumentare la RAM sul computer, Windows o Mac che sia, c’è un primo fondamentale passaggio che devi compiere: individuare il tipo di memoria compatibile con la tua postazione. Tutto dipende dalla scheda madre usata. Per scoprire quindi in che modo procedere e scovare la tipologia di RAM corretta continua pure a leggere.

Su Windows

Come aumentare la RAM

Se stai utilizzando Windows, per poter individuare il tipo di RAM adatto al tuo computer ti basta ricorrere all’uso di alcuni programmi concepiti proprio per svelare le caratteristiche tecniche del PC. Tra i vari disponibili ti consiglio CPU-Z. Si tratta di un software gratuito progettato per accedere alle informazioni sul processore, dotato di alcune schermate molto utili per visualizzare i dettagli sui singoli banchi di RAM annessi al computer e sugli slot a disposizione.

Per servirtene per il tuo scopo, collegati al sito Internet del programma, individua la sezione Download e pigia sul bottone Setup ∙ English ad essa annesso. Premi poi sul pulsante Download Now! presente nella nuova pagina che compare ed attendi che la procedura di scaricamento venga avviata e portata a termine.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto, clicca su Esegui e su Si, seleziona la casella I accept the agreement e pigia su Next per quattro volte. Porta dunque a termine il setup premendo su Install e su Finish.

Avvia ora il programma facendo doppio clic sul relativo collegamento che è stato aggiunto sul desktop e clicca su Si. Una volta visualizzata la finestra di CPU-Z, seleziona la scheda Memory per visualizzare tutti i dettagli sulla memoria attualmente installata nel computer.

I valori che devi tenere maggiormente in considerazione sono la tipologia della RAM, che trovi in corrispondenza della dicitura Type (es. DDR3, DDR2 ecc.), e la sua frequenza, che trovi in corrispondenza della dicitura DRAM Frequency (es. 1333 MHz).

Una volta ottenute le informazioni in oggetto, chiudi pure la finestra del programma facendo clic sul bottone Close che sta in basso a destra.

Su macOS

Come aumentare la RAM

Se invece quello che stai usando è un Mac, puoi individuare il tipo di RAM più adatta per il tuo computer a marchio Apple senza dover ricorrere all’uso di strumenti di terze parti. Ciò che ti occorre è infatti già incluso in macOS.

Per cui, clicca sull’icona della mela “morsicata” che sta in alto a sinistra, seleziona Informazioni su questo Mac dal menu che si apre e, nella finestra che vedi apparire sul desktop, clicca sulla scheda Memoria.

Ti saranno quindi mostrate tutte le info relative alla RAM impiegata sul tuo Mac, compreso il numero di slot occupati ed il quantitativo complessivo di memoria installata. Le informazioni di cui tu hai bisogno sono però quelle in cima, quelle indicanti la tipologia (.es DDR3) e la frequenza (es. 1333 MHz).

Comprare la RAM

Come aumentare la RAM

Ora che hai scoperto il tipo e la frequenza della RAM supportata dal tuo computer, devi procedere all’acquisto dei banchi di memoria da installare. Devono avere le stesse caratteristiche di quelli già presenti nel PC (ma con capacità maggiori, naturalmente). In teoria, potresti anche utilizzare banchi di RAM con frequenze diverse tra loro ma in questo caso il computer utilizzerà automaticamente la frequenza più bassa per tutti i banchi.

Le RAM sono disponibili su tutti i maggiori store online, come Amazon, oltre che nei negozi fisici specializzati nella vendita di prodotti per l’informatica. Per quel che concerne i prezzi, non occorre spendere un patrimonio ma ovviamente la cosa è dipesa dalla capacità di ciascun banco.

Se vuoi qualche consiglio per l’acquisto, leggi il mio tutorial dedicato proprio quale RAM comprare tramite il quale ho altresì provveduto ad indicarti ed esplicarti con dovizia di particolari quelle che sono le principali caratteristiche tecniche dei vari tipi di RAM presenti sulla piazza.

Installare la RAM

Una volta acquistata la RAM più adatta per il tuo computer, puoi passare all’azione vera e propria e dunque procedere con l’installazione. L’operazione, come accennato in precedenza, è ben più semplice di quel che possa sembrare (fatta eccezione per i laptop, come vedremo insieme più avanti). Basta solo avere qualche minuto di tempo libero ed un minimo di accortezza ed è fatta. Per maggiori dettagli continua a leggere, trovi spiegato tutto di seguito.

Sul PC fisso

Se desideri aumentare la RAM e possiedi un computer fisso, il primo passo che devi compiere è, nel caso in cui non avessi già provveduto a farlo, spengere il computerscollegare il cavo di alimentazione ed attendere che il PC si raffreddi.

Successivamente provvedi a svitare tutte le viti presenti ai lati del case del PC ed aprire quest’ultimo rimuovendo i pannelli laterali. Individua poi il banco di RAM già presente nella macchina e verifica se accanto ad esso ci sono degli slot liberi.

Se disponibili, non devi far altro che posizionare i nuovi banchi di RAM appena acquistati in quest’ultimi, facendo attenzione a farli combaciare perfettamente con i contatti e con le alette bianche presenti ai lati: basta esercitare una lieve pressione e quando senti un “clic” significa che la RAM è stata inserita correttamente.

Se invece non ci sono slot liberi, o comunque hai bisogno di sostituire il banco di RAM originale del PC con quello appena acquistato, basta rimuovere il primo allargando delicatamente le alette bianche che ci sono ai lati e procedere all’inserimento della nuova memoria come visto prima.

Ad operazione completata, richiudi il case del computer posizionando tutte le viti al loro posto, collega nuovamente il cavo di alimentazione del PC ed accendi la macchina per verificare che tutto funzioni correttamente.

Per testare il riuscito “upgrade” della RAM, avvia Esplora risorse/Esplora file di Windows facendo clic sulla cartella gialla che trovi sulla taskbar, fai clic destro sul collegamento Computer/Questo PC e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, troverai tutte le informazioni sul PC in uso. Fra queste ci sarà anche il quantitativo di RAM riconosciuto dal sistema.

Sul PC portatile

Come aumentare la RAM

Dopo averti spiegato come aumentare la RAM sui computer desktop dovrei fare altrettanto con quelli portatili ma in realtà si tratta di un argomento delicato. Devi sapere, infatti, che cambiare la RAM su un laptop è un tantino più difficile e spesso prevede la rimozione di numerosi componenti hardware. Occorre dunque trovare le istruzioni adatte al proprio computer, perché ogni portatile si deve “aprire” in maniera differente.

In sostanza, la procedura da intavolare per montare i nuovi banchi di RAM o sostituire quelli attualmente in uso è la stessa che va eseguita per i computer desktop. L’unica differenza sta nel fatto che ogni computer portatile va smontato in maniera diversa ed occorre quindi prima capire come fare per accedere allo scompartimento in cui si trova la RAM.

Per capire in che modo procedere per smontare il tuo portatile, ti consiglio di consultare la sezione dedicata annessa al manuale utente dello stesso. Se hai smarrito o non hai portata di mano il manuale utente del portatile, puoi provare a reperirlo in rete, collegandoti alla sezione dedicata all’assistenza e al supporto del sito Internet del produttore di riferimento. Qui di seguito trovi i collegamenti ai siti dei principali produttori di portatili.

Puoi reperire il manuale utente in rete anche eseguendo una ricerca su Google, provando a digitare keyword del tipo “manuale utente [nome portatile]” e passando poi in rassegna i risultati ottenuti. Puoi altresì aiutarti facendo qualche ricerca su YouTube, utilizzando parole chiave come “aumentare la RAM su [nome portatile]”. Puoi trovarci numerosi video passo-passo che possono rivelarsi di grande aiuto.

Sul Mac

Come aumentare la RAM

Se invece quello che stai usando è un Mac, i passaggi da compiere per aumentare la RAM, sia per quel che concerne gli iMac che i MacBook sono alla portata di tutti. Lo stesso dicasi per il Mac mini e per il Mac Pro. In tutti i casi, il primo fondamentale passaggio che va compiuto è quello di spegnere il computer e scollegare il cavo di alimentazione. Aspetta inoltre che il computer si raffreddi prima di proseguire.

Una volta fatto ciò, procedi come indicato qui di seguito a seconda del tipo di Mac che possiedi.

  • Se stai usando un iMac, individua lo scompartimento dedicato alla RAM presente sulla parte posteriore del computer oppure inferiore e rimuovi il coperchio presente sul vano dedicato. Sui modelli più recenti di iMac, il coperchio dal vano può essere rimosso premendo il pulsante apposito sottostante, mentre su quelli più datati va tolto svitando prima le relative viti. Estrai dunque i banchi di RAM già presenti utilizzando le levette o le linguette a seconda del modello e metti in posizione le nuove componenti. Richiudi infine lo scompartimento oppure il coperchio.
  • Se stai usando un MacBook, per installare la RAM ti basta rimuovere, a seconda del modello, la scocca inferiore o lo sportello di accesso dedicato. In entrambi i casi, per riuscirci utilizza un cacciavite per svitare le relative viti. Rimuovi poi i banchi di memoria presenti originariamente nel portatile Apple allargando le due linguette di plastica con cui sono bloccati e sostituiscili con quelli acquistati. Per concludere, riposiziona il coperchio della parte inferiore della scocca del tuo MacBook oppure quello dello sportello di accesso dedicato ed avvitalo nuovamente.
  • Se stai usando un Mac mini, ruota il coperchio inferiore in senso antiorario, esercita una leggera pressione su quest’ultimo e poi rimuovilo. Allarga quindi le clip situato all’estremità di ciascun modulo di memoria, estrai il banco di RAM presente nell’alloggiamento ed inserisci la nuova RAM precedentemente comperata. Infine, posiziona nuovamente il coperchio sul retro del Mac mini e ruotalo per bloccarlo.
  • Se stai usando un Mac Pro, fai scorrere il fermo di chiusura della scocca posto sul retro per sbloccare quest’ultima dopodiché sollevala e rimuovila. Individua gli slot in cui inserire la RAM (si trovano a destra e a sinistra), rimuovi i banchi attualmente inseriti utilizzando la relativa leva di rilascio e monta quelli comperati in precedenza. Per finire, posiziona nuovamente la scocca sul Mac Pro e bloccala.

Ad operazione conclusa, collega nuovamente l’alimentatore al Mac ed alla presa di corrente ed accendi il computer. Per verificare la buona riuscita dell’operazione di upgrade della RAM, clicca sul simbolo della mela che sta nella barra in alto di macOS, recati in Informazioni su questo Mac > RAM, come ti ho indicato nel passo dedicato all’individuazione del tipo di memoria ad inizio articolo, e verifica che il quantitativo complessivo della RAM installata e degli slot occupati risultino aggiornati.

Se pensi di aver bisogno di maggiori indicazioni sul da farsi, puoi fare riferimento alle pagine di supporto dedicate all’iMac, al MacBook, al Mac mini ed al Mac Pro presenti sul sito Internet ufficiale di Apple.