Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare Amazon Music ad Alexa

di

Hai finalmente acquistato un dispositivo della linea Amazon Echo e, ben consapevole delle potenzialità dello stesso, vorresti subito iniziare a usarlo per ascoltare i brani disponibili su Amazon Music, il servizio di streaming musicale di Amazon che usi già con soddisfazione da tempo.

Essendo nuovo al mondo dei dispositivi Echo, però, non hai la più pallida idea di come collegare Amazon Music ad Alexa ed è proprio questo il motivo che ti conduce qui, tra le pagine del mio sito Web. Come dici? Ho centrato il punto? In tal caso, sono ben lieto di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto!

Nelle battute successive di questa guida, infatti, sarà mia cura spiegarti come utilizzare la piattaforma di streaming musicale di Amazon attraverso i dispositivi a marchio Echo, fornendoti inoltre informazioni ben specifiche in merito alle caratteristiche e ai costi della stessa. Dunque, senza indugiare oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento. Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon ascolto!

Indice

Costi di Amazon Music

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Prima di entrare nel vivo di questa guida e spiegarti come collegare Amazon Music ad Alexa, lascia che ti fornisca qualche informazione in più in merito alle caratteristiche del servizio in questione. Allo stato attuale delle cose, esistono tre versioni differenti del servizio Amazon Music: Amazon Music Free, Amazon Prime Music e Amazon Music Unlimited.

Amazon Music Free è la piattaforma di streaming musicale disponibile per tutti i possessori di un account Amazon. Consente di riprodurre gratuitamente brani provenienti da playlist e stazioni radio, anche sui dispositivi Echo, ma con alcune limitazioni: i brani vengono prodotti in sequenza casuale, non è sempre possibile saltare le tracce ed è prevista la presenza di interruzioni pubblicitarie durante l’ascolto.

Amazon Prime Music, come il nome stesso lascia intendere, è la piattaforma di streaming musicale inclusa nell’abbonamento ad Amazon Prime, il quale, tra le altre cose, permette di ottenere consegne gratuite in un giorno su tantissimi prodotti disponibili su Amazon, dà accesso anticipato alle offerte lampo e include un abbonamento alla piattaforma di streaming Amazon Prime Video.

Nel dettaglio, Amazon Prime Music offre accesso a 2 milioni di brani, con opzione di download attiva sui dispositivi portatili (dunque non sugli Echo) e nessuna interruzione pubblicitaria tra i brani; è inoltre possibile riprodurre brani singoli, album, stazioni radio o playlist senza limiti di tempo, ascolto o “skip”. La riproduzione è limitata a un solo dispositivo per volta.

Per quanto concerne i prezzi, Amazon Prime (con tutti i servizi annessi, Prime Music incluso) costa 36€/anno oppure 3,99€/mese e prevede la possibilità di prova gratuita di 30 giorni per i nuovi abbonati. Esiste inoltre una seconda versione di Amazon Prime, denominata Amazon Prime Student, che costa 18€/anno (rinnovabile per un periodo massimo di 4 anni, pari al compimento degli studi universitari) e prevede un periodo di prova gratuita pari a 90 giorni.

Un gradino più in alto c’è Amazon Music Unlimited, la versione “completa” di Amazon Music indipendente dal servizio Prime: la piattaforma offre la possibilità di ascoltare oltre 60 milioni di brani (contro i 2 milioni di Prime Music), playlist tematiche e stazioni radio personalizzate, senza alcun annuncio pubblicitario.

È disponibile con tre modalità d’abbonamento differenti: individuale, al prezzo di 9,99€/mese; familiare, al prezzo di 14,99€/mese (al quale è possibile abbinare fino a un massimo di 6 account, ciascuno dei quali indipendente dall’altro in fatto di gestione e ascolto dei brani); e per singolo dispositivo Echo, che può essere fruito da un solo speaker intelligente a marchio Amazon e costa 3,99€/mese. Allo stato attuale delle cose, anche Amazon Music Unlimited prevede, nelle varianti individuale ed Echo, un periodo di prova gratuita di 30 giorni.

Per saperne di più sulle caratteristiche, sui costi e sulle modalità di attivazione dei vari servizi Amazon Music, ti consiglio di dare un’occhiata al mio approfondimento specifico dedicato alla piattaforma, nel quale ho provveduto a trattare l’argomento con dovizia di particolari.

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Ora che disponi di tutte le informazioni necessarie sulle caratteristiche del servizio in questione, è arrivato il momento di entrare nel vivo di questa guida e di spiegarti, concretamente, come collegare Amazon Music ad Alexa.

A tal proposito, ti farà piacere sapere che, se hai già provveduto a configurare il tuo account Amazon sul dispositivo Echo in tuo possesso, il servizio Amazon Music più appropriato al tuo abbonamento (Prime Music o Music Free) è già attivo e può essere usato tramite i comandi vocali compatibili con il servizio.

Se, invece, non hai ancora avviato la configurazione del tuo speaker Echo, procedi in questo modo: se possiedi un Echo senza display (quindi Echo, Echo Dot, Plus, Flex, Studio o Input), inizia con lo scaricare e installare sul tuo smartphone o sul tablet l’app Amazon Alexa, disponibile per Android, iOS e iPadOS e avviala.

Successivamente, immetti le credenziali del tuo account Amazon nel modulo visualizzato su schermo, tocca i pulsanti Accedi e Continua e sfiora il pulsante , per avviare la configurazione di un nuovo dispositivo. In seguito, rispondi alle domande che ti vengono proposte (modello e versione esatta dello speaker), verifica che l’anello luminoso situato sullo speaker diventi arancione e, se richiesto, effettua la disconnessione dalla tua rete Wi-Fi attuale per poi collegarti a quella generata dall’Echo.

Ora, sfiora nuovamente il pulsante , definisci le impostazioni relative all’accesso alla posizione e tocca il nome del dispositivo Echo per procedere con la configurazione specifica: seleziona la rete Wi-Fi a cui collegarlo, immettendone la password quando richiesto, scegli se collegare l’altoparlante a un dispositivo esterno o usare lo speaker integrato e, ultimata questa operazione, fai tap sul tuo nome e procedi con le operazioni di verifica dei dati personali, concessione delle autorizzazioni e controllo del numero di telefono, attenendoti alle istruzioni visualizzate su schermo.

Per concludere, tocca il pulsante Avanti e seleziona la voce Vai alla schermata iniziale, per iniziare subito a usare il dispositivo, oppure sul bottone Vai su cose da provare, per ottenere la lista dei comandi più comunemente usati.

Se possiedi uno speaker Echo con display (come Echo Spot o Echo Show), accendilo e, a sistema operativo avviato, seleziona la lingua e la rete Wi-Fi da utilizzare. In seguito, procedi con le operazioni di verifica dell’identità e di installazione degli eventuali aggiornamenti, attenendoti alle istruzioni visualizzate sullo schermo. Per maggiori informazioni in merito alla procedura di configurazione dei dispositivi Echo, da’ pure uno sguardo alla guida che ho dedicato al tema.

Ultimata la configurazione del dispositivo Echo, puoi iniziare subito a usare Amazon Music, a seconda delle condizioni previste dalla tipologia di abbonamento scelto, mediante i comandi vocali dedicati.

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Se, invece, stai leggendo questa guida perché vuoi utilizzare nuovamente il servizio Amazon Music per “in risposta” ai comandi vocali, in quanto lo avevi sostituito con un’altra piattaforma, fai così: avvia l’app Amazon Alexa sullo smartphone o sul tablet mediante il quale hai provveduto a configurare lo speaker, fai tap sul pulsante ☰ posto in alto a sinistra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che ti viene proposto.

Successivamente, fai tap sulla voce Musica, poi sull’opzione Servizi predefiniti e, infine, seleziona Amazon Music per la gestione della libreria musicale predefinita e della stazione predefinita. Tutto qui!

Come collegare Amazon Music Unlimited ad Alexa

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Come dici? Vuoi collegare Amazon Music Unlimited ad Alexa ed usufruire della speciale promozione riservata ai dispositivi Echo (al costo di 3,99€/mese e con riproduzione musicale illimitata su un singolo dispositivo Echo), della quale ti ho parlato in precedenza? In tal caso, non hai che da “chiedere” ad Alexa di farlo per te.

Dunque, mentre ti trovi in prossimità dello speaker Echo, assicurati che il microfono sia attivo (altrimenti provvedi a farlo tu, premendo l’apposito pulsante fisico) e pronuncia il comando “Alexa, attiva Amazon Music Unlimited”: l’assistente vocale ti risponderà con un breve riepilogo delle caratteristiche del servizio scelto, illustrandoti le modalità d’uso e i costi dello stesso, quindi ti chiederà se procedere o meno con l’attivazione del servizio.

Quando ciò accade, rispondi pronunciando la parola “Sì” o “Attiva” e il gioco è fatto!

Come usare Amazon Music su Alexa

Come collegare Amazon Music ad Alexa

Hai seguito con attenzione tutti i passaggi che ti ho illustrato in questa guida e, con tua somma soddisfazione, sei riuscito ad attivare Amazon Music su Alexa? Benissimo, a questo punto non mi resta che darti qualche informazione relativa ai comandi vocali più utili mediante i quali è possibile controllare la riproduzione musicale. Ricorda di anteporre sempre la parola “Alexa” (o la parola di attivazione dello speaker che hai impostato nell’app Alexa) a qualsiasi istruzione, per abilitare il microfono dello speaker alla ricezione dei comandi.

  • Riproduci il brano [nome brano] – avvia la riproduzione di un determinato brano. Se preferisci, puoi aggiungere anche il nome dell’autore (ad es. Alexa, riproduci “centro di gravità permanente” di Franco Battiato).
  • Riproduci l’album [nome album] – avvia la riproduzione di un dato album. Anche in questo caso, puoi aggiungere il nome dell’autore al comando (ad es. Alexa, riproduci l’album visto così di “Mango”).
  • Avvia la playlist/stazione [nome playlist/stazione] – avvia la riproduzione di una playlist personale, di una playlist Amazon o di una data stazione radio.
  • Riproduci canzoni di [nome autore] – avvia la riproduzione casuale dei brani disponibili associati all’autore.
  • Riproduci musica [genere] – avvia la riproduzione casuale di brani appartenenti al genere comunicato.
  • Pausa/sospendi la musica – interrompe la riproduzione del brano in corso.
  • Riprendi/riprendi la musica – riprende la riproduzione musicale dal punto in cui era stata interrotta.
  • Stop/Ferma la musica – annulla la riproduzione del brano/playlist/stazione.
  • Successivo/Prossima canzone – durante la riproduzione di una coda, avanza al brano successivo.
  • Precedente/Ripeti brano precedente – durante la riproduzione di una coda, riproduce nuovamente il brano precedente.
  • Metti un po’ di musica – avvia una stazione radio casuale.
  • Come si chiama questa canzone? – comunica il titolo e l’autore del brano attualmente in riproduzione.
  • Volume a [1-10] – imposta il volume dello speaker al valore comunicato (1 per volume minimo, 10 per volume massimo).
  • Alza/abbassa il volume – imposta il volume dello speaker al valore successivo/precedente a quello attuale.
  • Riproduci [nome contenuto] su [nome dispositivo/gruppo] – consente di avviare la riproduzione di un dato brano, stazione o playlist su uno speaker Echo differente oppure in un intero gruppo di riproduzione.
  • Riavvolgi di [x] secondi – “riavvolge” il brano corrente di un dato numero di secondi.
  • Interrompi la musica tra [x] minuti/ore – imposta un timer di spegnimento automatico della musica.
  • Crea una nuova playlist – avvia la creazione di una nuova playlist personalizzata (solo Amazon Music).
  • Aggiungi questa canzone alla playlist [nome] – inserisce la canzone attualmente in riproduzione all’interno di una data playlist (solo Amazon Music).
  • Questa canzone mi piace/questa canzone non mi piace – fa sì che Alexa “impari” le preferenze musicali durante la riproduzione di stazioni radio e playlist curate. Le preferenze vengono poi utilizzate per meglio raffinare le riproduzioni future.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.