Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare Alexa

di

Dopo aver letto il mio approfondimento dedicato ai device Amazon Echo, ti sei deciso ad acquistarne uno e ora sei seriamente intenzionato a utilizzarlo per controllare i dispositivi Smart della tua casa. Non essendo molto pratico con la tecnologia, però, avresti bisogno di una guida di supporto che ti aiuti a riuscire in quest’impresa e, dopo esserti fiondato su Google per cercarla, sei capitato proprio qui, sul mio sito Web.

Le cose stanno proprio in questo modo? Allora ti farà piacere sapere che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Di seguito, infatti, ti spiegherò, per filo e per segno, come collegare Alexa a un gran numero di apparati elettronici, che vanno dai televisori alle luci di casa. Per completezza d’informazione, poi, ti illustrerò anche come effettuare la prima configurazione del dispositivo, in modo da predisporlo per le connessioni successive.

Dunque, senza attendere un secondo in più, ritagliati un po’ di tempo libero e concedilo alla lettura di questa guida: sono sicuro che, così facendo, acquisirai le competenze necessarie per riuscire nell’intento che ti sei prefissato. Detto ciò, non posso fare altro che augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Operazioni preliminari

Come collegare Alexa

Prima ancora di poter utilizzare un dispositivo della linea Amazon Echo (che, come scoprirai in seguito, può essere usato anche come "semplice" cassa Bluetooth), è necessario configurarlo e predisporlo per l’esecuzione dei comandi vocali. Affinché quest’operazione vada a buon fine, è indispensabile disporre di un account Amazon da abbinare allo stesso: se non ce l’hai già, puoi crearne uno gratuitamente, attenendoti alle istruzioni che ti ho fornito in questo tutorial.

Ora, se hai a disposizione uno speaker Amazon Echo senza display (Echo, Echo Dot, Echo Plus, Echo Flex, Echo StudioEcho Input), provvedi a scaricare sul tuo smartphone o sul tuo tablet l’app Amazon Alexa, disponibile per Android e iOS/iPadOS.

Dopo aver avviato l’app, inserisci le credenziali del tuo account Amazon all’interno delle apposite caselle di testo, tocca il pulsante Accedi e, a login effettuato, sfiora il pulsante Continua, per accettare i termini d’uso del servizio.

In seguito, tocca il pulsante , seleziona il modello di Amazon Echo in tuo possesso e, se richiesto, specificane la versione esatta (ad es. Echo Dot di 3a generazione); ora, accendi lo speaker e attendi che l’anello luminoso situato sullo stesso diventi arancione.

Quando ciò avviene, torna allo smartphone/tablet, tocca sui pulsanti Consenti, per far sì che Alexa possa accedere alla tua posizione (oppure tocca il pulsante No, per impedire che ciò accada) e, quando il nome dello speaker compare nell’app, fai tap sullo stesso (se ciò non compare, prova a collegarti alla rete Wi-Fi generata dal dispositivo. Ora, servendoti della schermata successiva, seleziona la rete Wi-Fi alla quale intendi collegarlo e immettine, quando richiesto, la chiave d’accesso.

Ci siamo quasi: scegli se collegare l’Echo a una cassa Bluetooth, a un altoparlante tramite cavo AUX (devi obbligatoriamente scegliere una di queste due opzioni, se hai in dotazione l’Echo Input) oppure se avvalerti dell’altoparlante integrato di Echo. Fatta la tua scelta, scegli il tuo nome dalla schermata successiva, verifica che i tuoi dati personali siano corretti (altrimenti modificali tu) e, per fornire le autorizzazioni necessarie ad accedere ai contatti e alle notifiche del dispositivo, fai tap sui pulsanti ContinuaConsenti. Quando richiesto, rispondi affermativamente agli avvisi di Android/iOS riguardanti i suddetti permessi.

Superato anche questo step, inserisci il tuo numero di cellulare nel campo visualizzato a schermo, inserisci il codice di verifica che dovresti aver ricevuto tramite SMS e il gioco è fatto: premi più volte sul pulsante Avanti, per fare un "tour introduttivo" riguardante le funzioni principali di Alexa e, quando hai finito, tocca il bottone Vai alla schermata iniziale, per uscire dall’area di configurazione del device.

Come collegare Alexa

Qualora avessi, invece, a disposizione un dispositivo Echo dotato di display (Echo Spot, Echo ShowEcho Show 5), puoi effettuare la configurazione iniziale dal display integrato sullo speaker: dopo aver collegato quest’ultimo all’alimentazione e averlo acceso, attendi che compaia il menu principale e seleziona la lingua da utilizzare.

Successivamente, fai tap sul nome della rete Wi-Fi alla quale collegare il dispositivo, inserisci la sua chiave d’accesso utilizzando la tastiera visualizzata a schermo e, per passare alla fase seguente, premi il pulsante a forma di freccia.

Ora, effettua l’accesso al tuo account Amazon e verifica la tua identità indicando, quando richiesto, il tuo numero di telefono e il codice di conferma che dovresti aver ricevuto tramite SMS. Per concludere, configura il fuso orario, assegna un nome al dispositivo Echo e specifica se installare e scaricare gli aggiornamenti eventualmente disponibili.

A prescindere dal tipo di speaker da te in uso, ricorda che, per impartire comandi vocali, devi anteporre la parola "Alexa" prima ancora di pronunciare qualsiasi cosa, per far sì che il dispositivo entri in modalità di ascolto (quando ciò accade, l’anello luminoso posto sul davanti dovrebbe illuminarsi).

Se riscontri qualche difficoltà nel portare a termine le operazioni che ti ho illustrato in questa guida, ti rimando alla lettura del mio tutorial interamente dedicato alla configurazione di Alexa, nel quale ho avuto modo di trattare l’argomento con dovizia di particolari.

Come collegare Alexa al WiFi

Come collegare Alexa al WiFi

Una volta portata a termine la configurazione iniziale dello speaker Echo, esso dovrebbe essere automaticamente collegato a Internet. Al bisogno, tuttavia, puoi collegare Alexa al WiFi generato da un altro router, oppure a una rete Wi-Fi differente da quella usata in fase di configurazione, attenendoti ai passaggi che ti illustrerò tra un attimo.

Se hai un dispositivo Echo senza schermo, avvia l’app Alexa, tocca il pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e seleziona la voce Impostazioni situata nel menu che ti viene proposto.

Successivamente, fai tap sull’opzione Impostazioni del dispositivo, poi sul nome dello speaker Echo sul quale intendi agire e, dopo aver individuato la voce Wi-Fi, fai tap sulla voce Modifica ad essa corrispondente. Quando richiesto, seleziona la nuova rete wireless a cui collegare il dispositivo e immettine la relativa chiave d’accesso nell’apposito campo di testo.

Se, invece, possiedi uno speaker Echo dotato di schermo, pronuncia il comando "Alexa, vai a impostazioni" oppure effettua uno swipe dall’alto verso il basso dello schermo e seleziona la voce Impostazioni dal menu che ti viene proposto.

In seguito, fai tap sulla voce Rete e, una volta individuata la nuova rete Wi-Fi alla quale collegare il dispositivo, tocca il suo nome e, quando richiesto, inserisci la relativa password d’accesso. Qualora la rete non dovesse comparire nell’elenco proposto, fai tap sulla voce Riavvia ricerca reti, per eseguire una nuova scansione.

Come collegare Alexa al PC

Come collegare Alexa al PC

Sebbene gli speaker Echo siano nati con il preciso intento di effettuare operazioni di vario tipo per conto dell’utente, è comunque possibile usarli al pari di una "comune" cassa Bluetooth, tramite la quale riprodurre i suoni provenienti dal computer (ma anche da altri dispositivi).

Prima di continuare, ricorda di scollegare eventuali altri dispositivi Bluetooth associati allo speaker Echo, in quanto quest’ultimo è in grado di supportare un solo device per volta.

Fatto ciò, pronuncia il comando vocale "Alexa, connetti dispositivo Bluetooth", per impostare l’altoparlante Echo in modalità di abbinamento; in alternativa, puoi effettuare la stessa operazione dall’app di Alexa: tocca il pulsante ☰ per accedere al suo menu principale, recati nelle sezioni Impostazioni > Impostazioni dispositivo e, dopo aver selezionato l’Echo di tuo interesse, fai tap sulle voci Dispositivi BluetoothAssocia nuovo dispositivo.

Una volta impostato lo speaker in modalità di abbinamento, provvedi a cercarlo tramite il Bluetooth del computer: se stai usando Windows, apri l’area di notifica di sistema cliccando sul fumetto posto accanto all’orologio, fai clic destro sull’icona del Bluetooth (se non la trovi, pigia prima la voce Espandi) e scegli l’opzione Vai a Impostazioni dal menu che ti viene proposto. Infine, sposta su ON la levetta posta in cima allo schermo e clicca sul pulsante Aggiungi dispositivo Bluetooth o di altro tipo, per attivare il rilevamento dei dispositivi circostanti.

Se, invece, utilizzi macOS, accedi alle Preferenze di Sistema cliccando sull’icona a forma d’ingranaggio annessa alla barra Dock, fai clic sull’icona del Bluetooth e, se necessario, premi sul pulsante Attiva Bluetooth situato sul lato sinistro della finestra che ti viene mostrata.

Per maggiori informazioni sull’attivazione del Bluetooth su Windows o macOS, puoi far riferimento ai miei tutorial specifici sull’argomento: come attivare Bluetooth su Windows 10, come attivare Bluetooth su Windows 8, come attivare Bluetooth su Windows 7 e come attivare Bluetooth su Mac.

A prescindere dal sistema operativo usato, ora dovresti essere in grado di vedere il nome dell’altoparlante Echo nella lista dei dispositivi rilevati nelle vicinanze: per procedere con l’abbinamento, clicca sul nome del device in questione e, se necessario, premi sul pulsante Connetti/Abbina. Dopo qualche istante, la cassa Bluetooth dovrebbe essere correttamente abbinata al computer. Facile, no?

Come collegare Alexa al cellulare

Come collegare Alexa al cellulare

Se disponi di uno speaker Bluetooth della famiglia Echo e vuoi utilizzarlo per riprodurre i suoni provenienti dal tuo cellulare (musica, suoneria e via discorrendo), puoi abbinare facilmente i due dispositivi tramite Bluetooth.

Tieni però presente che, al momento in cui ti scrivo questa guida, gli speaker Amazon Echo possono essere connessi soltanto a un device Bluetooth per volta: per questo motivo, prima di procedere, provvedi a scollegare gli eventuali altri dispositivi Bluetooth dall’Echo.

Tutto chiaro? Benissimo, iniziamo. Per prima cosa, pronuncia il comando vocale "Alexa, connetti dispositivo Bluetooth", in modo da predisporre l’altoparlante ad accettare nuove connessioni.

Una volta ricevuto feedback dall’anello luminoso, provvedi ad accedere all’area Bluetooth del cellulare: su Android, devi recarti in Impostazioni > Dispositivi collegati > Preferenze di connessione > Bluetooth e, se non l’hai già fatto, spostare su ON la levetta posta in cima allo schermo; infine, tocca la voce Accoppia nuovo dispositivo, per accedere alla lista dei device posti nelle vicinanze.

Su iPhone, puoi trovare la stessa impostazione all’interno del menu Impostazioni > Bluetooth: dopo aver attivato, se necessario, la levetta situata in cima allo schermo, attendi che il "melafonino" rilevi gli apparecchi Bluetooth circostanti.

A questo punto, non ti resta che fare tap sul nome del dispositivo Echo, che dovrebbe essere comparso nella lista dei dispositivi rilevati, per finalizzare l’abbinamento tra i due device e utilizzare l’Echo al pari di una "semplice" cassa Bluetooth. Per effettuare la disconnessione, pronuncia il comando "Alexa, disconnetti"; per collegare l’Echo al dispositivo Bluetooth associato più di recente, devi, invece, pronunciare il comando "Alexa, connetti".

Nota: se preferisci, puoi effettuare l’associazione di un nuovo dispositivo Bluetooth tramite l’app Amazon Alexa. Per procedere, avvia quest’ultima, fai tap sul pulsante ☰, per accedere al suo menu principale, e recati in Impostazioni > Impostazioni dispositivo. In seguito, seleziona l’Amazon Echo al quale associare il cellulare, tocca l’opzione Dispositivi Bluetooth e poi la voce Associa un nuovo dispositivo. Più facile di così?

Come collegare Alexa alla TV

Come collegare Alexa alla TV

Come dici? Ti piacerebbe controllare il televisore di casa direttamente tramite la voce, avvalendoti dell’assistente vocale Alexa? Benissimo, allora questa è la sezione che fa al caso tuo.

Tanto per cominciare, se hai a disposizione uno Smart TV compatibile con l’assistente vocale di Amazon, devi collegare quest’ultimo a Internet e, in seguito, avviare l’app di Alexa presente sul televisore e configurare, al suo interno, il tuo account Amazon, attenendoti alle istruzioni che ti vengono proposte su schermo.

Se non disponi di un televisore nativamente compatibile con l’assistente vocale Alexa, non disperare: per esempio, puoi integrare il controllo vocale tramite Alexa sul televisore in tuo possesso avvalendoti di un dispositivo Fire TV.

Per tua informazione, il Fire TV Stick è un dispositivo, a marchio Amazon, in grado di aggiungere funzionalità Smart (quali l’utilizzo di app di terze parti, la riproduzione di film e musica, e così via) a qualsiasi televisore dotato di porte HDMI. Te ne ho parlato nel dettaglio all’interno del mio approfondimento dedicato.

Utilizzando il telecomando con controllo vocale dedicato (incluso con alcune categorie di Fire TV Stick, oppure acquistabile separatamente), è possibile chiedere ad Alexa di alzare/abbassare il volume, avviare app, film, saltare tra scene e file multimediali e molto altro. In tal caso, chiaramente, è necessario avere tra le mani il telecomando per poter usare la voce (bisogna premere l’apposito tasto per entrare in modalità "ascolto").

Telecomando vocale Alexa per Fire TV, con tasti per accensione/spegnim...
Vedi offerta su Amazon

Se questa soluzione non ti aggrada, puoi optare per l’utilizzo di un telecomando universale IR/Wi-Fi, in grado di interfacciarsi sia con il televisore in tuo possesso (tramite porta IR) che con Alexa e con Internet, tramite connessione Wi-Fi.

Telecomando IR Smart, Smart Home Automation, Panamalar wireless WiFi c...
Vedi offerta su Amazon

In questo caso, è necessario abbinare il telecomando universale al televisore, tramite la relativa app nativa; in seguito, bisogna poi scaricare, tramite l’app di Alexa, la skill del produttore del telecomando e, tramite la stessa, effettuare l’aggiunta e la configurazione dello stesso.

Un’altra soluzione praticabile è, infine, l’acquisto di uno Smart Hub a infrarossi compatibile con Alexa, cioè un piccolo device in grado di comandare i dispositivi dotati di IR e, contemporaneamente, ricevere ordini dall’assistente vocale di Amazon.

Broadlink Smart Home Hub, RM Mini3 Telecomando universale WiFi intelli...
Vedi offerta su Amazon

Come collegare Alexa al condizionatore

Come collegare Alexa al condizionatore

Per quanto riguarda i condizionatori, le cose non stanno in modo così diverso rispetto a quanto visto per i televisori: gli apparecchi compatibili con Alexa, infatti, sono già predisposti per l’interazione con l’assistente vocale di Amazon; tuttavia, in questo caso, essi devono essere configurati attraverso un’apposita skill (cioè un "programmino", disponibile nell’app di Alexa, in grado di integrare al suo interno le funzioni di controllo del condizionatore).

Dunque, una volta effettuata l’installazione e la configurazione iniziale del condizionatore, tramite la sua app nativa, avvia l’app di Alexa sullo smartphone o sul tablet che utilizzi per controllare il device Echo, sfiora il pulsante ☰ posto in alto a sinistra e accedi alla sezione Skill e giochi, servendoti del menu visualizzato a schermo.

Ora, avvalendoti della lente d’ingrandimento posta in alto, immetti il nome del produttore del condizionatore, per cercarne la relativa skill e, quando l’hai trovata, fai tap prima sulla sua anteprima e poi sul bottone Abilita skill, per abbinarla al tuo account (e a tutti i dispositivi Echo configurati con esso). Infine, segui i passaggi che ti vengono mostrati per aggiungere il condizionatore alla skill (potrebbe esserti chiesto di inserire l’account creato in fase di configurazione dell’apparecchio).

In alternativa, se non disponi di un condizionatore Smart, puoi avvalerti di uno Smart Hub a infrarossi compatibile con Alexa che, come già detto in precedenza, è un particolare dispositivo in grado di comandare i device dotati di IR e, contemporaneamente, ricevere ordini dall’assistente vocale di Amazon.

Broadlink Smart Home Hub, RM Mini3 Telecomando universale WiFi intelli...
Vedi offerta su Amazon

La configurazione degli apparecchi di questo tipo non è molto differente rispetto a quanto ti ho mostrato finora, tuttavia, prima ancora di aggiungere ad Alexa la relativa skill, devi aver cura di configurare l’hub sulla frequenza IR in grado di controllare il condizionatore (in genere, ciò avviene mediante l’app compagna dell’hub stesso).

Come collegare Alexa alle luci

Come collegare Alexa alle luci

Contrariamente a quanto si possa pensare, installare un sistema di controllo per le luci di casa comandabile attraverso l’assistente vocale Alexa (tramite dispositivi Echo, speaker compatibili o, semplicemente, l’app per smartphone e tablet) è tutt’altro che complicato: basta avere gli strumenti giusti!

In commercio, per esempio, esistono un gran numero di lampadine Smart, con relativi "hub" di controllo, pienamente compatibili con l’assistente vocale Alexa: le lampadine e gli hub a marchio HIVE, per esempio, prevedono questa possibilità.

Hive Smart Hub, Colore Bianco, Protegge la tua Casa Intelligente, Conn...
Vedi offerta su Amazon
Hive Lampadina, bianco
Vedi offerta su Amazon

Prima di procedere con la configurazione del controllo tramite Alexa, devi aver cura di collegare i dispositivi alla rete e, nel caso di HIVE, anche allo Smart Hub che comanda tutti i device del produttore, servendoti dell’app di HIVE per Android o iOS), oppure del sito Web hivehome.com, per poi associare allo stesso, sempre tramite l’app o il sito Web, le lampadine preventivamente installate in casa. Ti ho spiegato i dettagli di questa fase nella mia guida al funzionamento delle lampadine HIVE.

Una volta installato e configurato il sistema di luci, devi scaricare e installare la relativa skill (mantenendo il mio esempio, la stil di HIVE) sul tuo dispositivo Echo, avvalendoti dell’app di Alexa: dopo aver avviato quest’ultima, tocca il pulsante ☰ collocato in alto a sinistra, fai tap sulla sezione Skill e giochi e sfiora il pulsante a forma di lente d’ingrandimento, per accedere all’area di ricerca.

Fatto ciò, digita la parola HIVE nel campo di testo che compare a schermo, premi il pulsante a forma di lente d’ingrandimento annesso alla tastiera e, una volta individuata la skill del produttore, fai tap sul suo nome e poi sulla voce Abilita all’uso, per installarla sul tuo account (e, dunque, su tutti i dispositivi Echo e compatibili abbinati allo stesso).

Ora, per concludere la configurazione della skill, immetti le credenziali d’accesso dell’account HIVE e concludi il tutto seguendo i semplici passaggi mostrati a schermo. A configurazione ultimata, puoi controllare le luci di casa impartendo comandi vocali simili a quelli che ti mostro di seguito.

  • Alexa, accendi la luce.
  • Alexa, spegni la luce.
  • Alexa, aumenta/diminuisci la luminosità della luce.
  • Alexa, cambia la luce su [nuovo colore].
  • Alexa, rendi la luce più calda/fredda.

Per completezza d’informazione, tengo a specificare che, allo stesso modo, è possibile controllare anche altre categorie di device Smart a marchio HIVE, come termostati, prese intelligenti, sensori per porte e finestre, sensori di movimento e così via. Se ti interessa saperne di più sull’argomento, puoi dare un’occhiata alla mia guida di apprfondimento su HIVE.

Come collegare Alexa al Chromecast

Come collegare Alexa al Chromecast

Se sei interessato a a "comandare" il Chromecast tramite Alexa, sfortunatamente credo di non avere buone notizie per te: al momento in cui scrivo questo tutorial, non esistono skill né altre soluzioni per interfacciare, tra loro, i due dispositivi. In altre parole, non puoi avviare contenuti su Chromecast utilizzando i dispositivi Echo, né altri device compatibili con l’assistente vocale Alexa.

A tal riguardo, potresti valutare l’acquisto di un dispositivo Fire TV e del telecomando vocale Alexa, attraverso il quale avviare serie TV, film, musica e video, direttamente sul televisore. Ti ho parlato dettagliatamente di questa opzione in una delle precedenti sezioni di questa guida.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.