Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare e configurare Chromecast

di

Devo ammetterlo, il Chromecast di Google è stato uno dei miei acquisti tecnologici più riusciti degli ultimi tempi. Qualora non ne avessi mai sentito parlare – davvero?! – si tratta di un dongle HDMI, cioè di una sorta di chiavetta, che si inserisce nella porta HDMI del televisore e permette di proiettare su quest’ultimo vari tipi di contenuti: video, foto, pagine Web, lo schermo del proprio smartphone/tablet e perfino giochi. I suoi principali punti di forza sono il costo (appena 39 euro per il modello base e 79 euro per quello con Google TV o il suo predecessore, Ultra, con supporto 4K), la semplicità di utilizzo e l’ampia compatibilità.

Chromecast funziona con tutti i televisori dotati di ingresso HDMI ed è compatibile con una vasta gamma di app e sistemi operativi differenti: può essere comandato da smartphone e tablet Android, da iPhone e iPad perfino dal computer (tramite il browser Chrome o altri software come VLC). Tra le app che lo supportano ufficialmente ci sono nomi del calibro di Netflix, Spotify, YouTube e l’elenco potrebbe andare avanti ancora a lungo.

Allora, che ne dici? Ti piacerebbe saperne di più? Bene, allora continua a leggere e scopri quanto è facile configurare Chromecast. Scommetto che resterai stupito dalla semplicità e dall’immediatezza di questo piccolo-grande dispositivo. Non mi resta che augurarti una buona lettura!

Indice

Configurazione iniziale di Chromecast

Configurazione iniziale di Chromecast

La procedura di configurazione iniziale del Chromecast richiede pochissimo tempo. Innanzitutto collega la chiavetta al televisore (inserendola in una qualsiasi delle porte HDMI disponibili), alimentala tramite presa elettrica o cavo USB (solo Chromecast base).

Attenzione: se hai un Chromecast con Google TV o Ultra non puoi alimentarlo tramite cavo USB, devi utilizzare per forza l’alimentatore fornito con il dispositivo, il quale include anche una porta Ethernet per collegare il dongle alla rete via cavo (opzione consigliata per la riproduzione dei contenuti in 4K, che necessitano di una connessione molto veloce e stabile).

Fatto ciò, accendi il televisore e seleziona la sorgente HDMI alla quale hai collegato il Chromecast: puoi eseguire quest’operazione tramite apposito pulsante sul telecomando o sul TV. Raggiunta la sorgente HDMI, ti viene mostrata la schermata di configurazione di Chromecast, che ti consiglia di visionare il seguente sito Web per completare la configurazione (non essenziale per andare avanti).

Se stai configurando un Chromecast con Google TV, potrebbe esserti richiesto di fare il pairing del telecomando, premendo la combinazioni di tasti del controller remoto che visualizzi sul televisore.

Ora, per attivare il tuo Chromecast, devi utilizzare uno smartphone o un tablet su cui installare l’app Google Home, che è disponibile per Android e iPhone/iPad. Per scaricarla, apri i link menzionati poc’anzi e premi sul pulsante Ottieni/Installa (su iPhone e iPad potrebbe esserti chiesta la verifica dell’identità).

A installazione completata, avvia l’app in oggetto, premi sul pulsante Inizia collocato in basso a destra ed effettua l’accesso al tuo account Google. Fatto ciò, ti verrà richiesto di acconsentire alle richieste di accesso alle funzionalità del dispositivo, tra cui quella di abilitare sia il Bluetooth che la localizzazione del tuo smartphone/tablet.

Fatto ciò l’app Google Home esegue una scansione dei dispositivi compatibili nelle vicinanze: se il Chromecast viene individuato, un messaggio a schermo ti chiederà se vuoi procedere con la configurazione. Assicurati in questa fase che il nome del Chromecast indicato da Google Home sia lo stesso di quello che ti compare sul TV.

A questo punto, premi sul tasto e attendi che venga eseguita la connessione al dongle. Assicurati che il codice alfanumerico restituito dall’app Google Home sia uguale a quello che appare sul televisore e premi sul tasto . Per il Google TV, puoi anche semplicemente scansionare il codice QR presente sul televisore.

Fai poi tap sulla dicitura No, grazie e scegli dall’elenco una delle stanze elencate. Nel caso in cui non fosse presente quella dove è presente il Chromecast, fai tap sulla voce Aggiungi una stanza personalizzata per crearne una. Premi dunque sul tasto Avanti e poi su Continua per proseguire.

Adesso, nella schermata che ti viene mostrata, seleziona la rete wireless a cui il Chromecast deve di volta in volta connettersi e premi sui tasti Avanti e OK. Al termine della procedura di sincronizzazione, premi sui stati Avanti (per due volte consecutive), No grazie e poi su Continua (per due volte consecutive). Infine, premi sul tasto Ignora tutorial e poi su Termina tutorial, per saltare il tutorial d’uso di Chromecast e completare la configurazione.

Se hai già installato Google Home sul tuo dispositivo Android e hai altri dispositivi associati, puoi eseguire la procedura sopra indicata premendo sull’icona + che trovi in alto a sinistra nella schermata di Google Home e premendo poi sulla voce Configura dispositivo.

Come appena spiegato, Chromecast deve necessariamente essere connesso a una rete wireless per funzionare e per essere configurato correttamente. Nel caso in cui ti stessi chiedendo come installare Chromecast senza WiFi, ti segnalo che questa cosa non è possibile. L’unica potenziale soluzione che hai dalla tua è creare un hotspot con il cellulare (o un modem portatile) e, dunque, usare Chromecast tramite rete dati (ma in realtà si tratta sempre di una rete Wi-Fi, in questo caso generata dal telefono o dal modem che fa da “intermediario”). Per tutti i dettagli, ti consiglio la lettura di questo mio tutorial dedicato all’argomento.

Vuoi installare e configurare Chromecast su PC? Mi dispiace, ma ciò non è possibile, in quanto serve necessariamente un dispositivo Android con le funzionalità di localizzazione e Bluetooth attive per individuare il dongle. Puoi provare a utilizzare degli emulatori Android sul tuo PC per installare l’app Google Home e procedere con la configurazione, ma potresti riscontrare difficoltà nell’individuazione del dongle di Google.

Uso di Chromecast

Uso di Chromecast

Una volta portata a termine la procedura di configurazione iniziale del dispositivo, usare Chromecast è davvero un gioco da ragazzi. Tutto quello che devi fare è avviare la riproduzione del contenuto che vuoi inviare al televisore dallo smartphone, tablet o dal PC, premere sull’icona della trasmissione (lo schermo con le onde del Wi-Fi accanto) e selezionare il nome del tuo Chromecast dal menu che si apre.

Affinché l’operazione vada a buon fine, il dispositivo su cui avvii il contenuto da riprodurre sul televisore e il Chromecast devono essere connessi alla stessa rete wireless. Inoltre è necessario che l’app (su smartphone e tablet) o il software (sul PC) utilizzati dispongano del supporto a Chromecast. Fra i siti e le app che supportano Chromecast ti segnalo YouTube e Netflix, ma l’elenco è in continua espansione. Anche VLC e molti altri player di file locali supportano la trasmissione a Chromecast.

Come accennato in precedenza, Chromecast non consente solo di trasmettere video, brani musicali o giochi al televisore, può essere utilizzato anche per riprodurre sul TV tutto quello che succede sullo schermo di Android o sul desktop del computer.

Per trasmettere al televisore lo schermo del tuo smartphone/tablet Android, recati menu Impostazioni > Display del dispositivo e seleziona la voce Trasmetti schermo dalla schermata che si apre. In alternativa avvia l’app Google Home, seleziona il Chromecast su cui vuoi trasmettere e premi poi sul tasto Trasmetti schermo (per due volte consecutive).

Per eseguire la stessa operazione su iPhone/iPad, devi impiegare delle app di terze parti, come Replica, che sfrutta la tecnica della registrazione dello schermo per proiettare lo schermo di iPhone/iPad sul televisore tramite Chromecast. Si può usare gratis (con banner pubblicitari) avviandola, autorizzando l’uso del Bluetooth, selezionando il Chromecast da usare e premendo sul pulsante Avvia trasmissione.

Per trasmettere dal PC al Chromecast, invece, apri Chrome, clicca sull’icona (…) collocata in alto a destra e seleziona la voce Trasmetti dal menu che si apre per selezionare il dongle Chromecast; dal menu Fonti puoi scegliere se condividere la sola scheda del browser o l’intero desktop.

Anche Edge è munito di questa funzionalità e il suo funzionamento è identico a quello di Chrome. Ciò che cambia è come raggiungere il riquadro di gestione dei dongle: nella sua schermata principale, premi sull’icona (…) e seleziona le voci Altri strumenti > Trasmetti elementi multimediali a dispositivo.

Infine ti segnalo che su Chromecast con Google TV, a differenza dei classici Chromecast, le app possono essere installate direttamente. Pertanto, per alcune app e servizi puoi semplicemente installarne l’app senza dover effettuare di volta in volta la trasmissione dei contenuti dallo smartphone o da altri dispositivi. La riproduzione, poi, si può comandare con il telecomando in dotazione.

Configurazione di Chromecast

Dopo aver visto insieme come configurare e usare Chromecast, è giunto il momento di scoprire come configurare Chromecast in modo da poter gestire la “chiavetta” di Google nel miglior modo possibile. Per configurare il Chromecast, devi usare il tuo smartphone o il tuo tablet. Apri quindi l’applicazione Google Home, seleziona l’icona del dispositivo e pigia sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra.

A questo punto, puoi configurare gli account collegati alla chiavetta, impostare nome, indirizzo, casa, stanza e rete Wi-Fi da utilizzare e gestire le impostazioni più avanzate, come quelle che permettono di abilitare la modalità HDMI a 50 Hz, la modalità ospite, la modalità ambient, regolare il fuso orario, il formato dell’ora, la lingua, consentire ad altri di controllare i contenuti trasmessi e rimuovere il dispositivo dalla propria “casa”.

Qualora te lo stessi chiedendo, la modalità ospite è quella che consente l’utilizzo del Chromecast da parte di chiunque si trovi nel raggio d’azione del dispositivo, anche se non connesso alla sua stessa rete wireless. Funziona tramite un codice di sicurezza che viene visualizzato sul televisore e puoi decidere se attivarla o meno usando l’apposita levetta. La modalità ambient, invece, è quella che consente di visualizzare sul televisore slideshow di foto, informazioni meteo e altri contenuti nei momenti di inattività di Chromecast.

Per concludere, se vuoi riavviare Chromecast, pigia sul pulsante (…) che si trova in alto a destra e seleziona la voce Riavvia dal menu che compare. Per riportare il dispositivo allo stato di fabbrica, invece, premi sulla voce Ripristina dati di fabbrica.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.