Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come disattivare OneDrive

di

Hai recentemente letto il mio tutorial dedicato a OneDrive, il servizio di cloud storage di Microsoft, e hai voluto dargli un’opportunità per valutare se fosse il caso o meno di adottarlo a titolo definitivo. Dopo qualche giorno, però, ti sei reso conto che questa piattaforma non fa al caso tuo: per questo motivo, sei alla ricerca di una guida che ti insegni come disattivare OneDrive, poiché non sei stato in grado di agire autonomamente.

Lascia che te lo dica: questo è proprio il posto giusto da cui iniziare! Di seguito, infatti, avrò cura di spiegarti come disattivare OneDrive sui sistemi operativi desktop in cui esso è integrato, come Windows 10 e Windows 8.1, e come effettuare la stessa operazione anche su Android. Se ciò non dovesse bastare, ti fornirò anche le istruzioni per eliminare completamente l’account OneDrive: tieni presente però che, agendo in tal senso, verrà cancellato l’intero account Microsoft abbinato allo spazio cloud, perdendo così l’accesso a tutti gli altri servizi collegati (Skype, Xbox Live, la posta di Outlook e così via).

Dunque, senza attendere un attimo in più, mettiti bello comodo e leggi con molta attenzione tutto quanto ho da dirti sull’argomento: sono sicuro che, al termine di questa guida, sarai perfettamente in grado di applicare in piena autonomia la procedura più adatta al sistema operativo che stai utilizzando. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come disattivare OneDrive su Windows 10

Come certamente saprai, OneDrive è un servizio integrato per impostazione predefinita in Windows 10. Inizialmente, non era possibile eliminare il software in modo semplice ma, nel corso degli aggiornamenti di sistema, è stato reso possibile sia disattivarlo dai servizi d’avvio, sia disinstallarlo completamente dal sistema. Di seguito ti illustro come fare in entrambi i casi.

Disattivare OneDrive all’avvio

Come disattivare OneDrive su Windows 10 - Disattivare OneDrive all'avvio

Per disattivare l’avvio automatico di OneDrive, premi la combinazione di tasti Ctrl+Shift+Esc per richiamare il Gestore attività di Windows o, in alternativa, fai clic destro (o tap prolungato, se ti trovi su un dispositivo dotato di touch-screen) sul tasto Start, cioè l’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo inferiore sinistro dello schermo, e clicca sulla voce Gestione attività residente nel menu che compare a schermo.

A questo punto, clicca sul pulsante Più dettagli, spostati nella scheda Avvio, individua la voce Microsoft OneDrive dalla lista che ti viene proposta e, per concludere, fai clic sul bottone Disabilita collocato in basso a destra: a partire dal riavvio successivo, il programma di OneDrive non verrà più aperto insieme a Windows e non vedrai più la relativa icona all’interno di Esplora File.

Il software, comunque, resterà installato sul computer e la relativa cartella potrà essere aperta in ogni momento richiamandola direttamente dal menu Start.

Scollegare OneDrive

Qualora volessi interrompere completamente la sincronizzazione tra il computer e OneDrive, senza però disinstallare completamente il software, puoi scollegare l’account dal dispositivo in modo semplicissimo. In tal modo, i file non saranno più sincronizzati, tuttavia verrà mantenuta una copia locale degli stessi, ove disponibile, accessibile tramite Esplora File.

Per procedere, avvia il programma di OneDrive richiamandolo dal menu Start (passaggio non necessario laddove non lo avessi ancora rimosso dall’avvio automatico), fai clic destro sull’icona della nuvola collocata nei pressi dell’orologio (che può essere bianca, blu o grigia, a seconda dello stato di sincronizzazione), clicca poi sul pulsante Altro e, dunque, sulla voce Impostazioni annessa al menu che ti viene proposto.

Per concludere, spostati nella scheda Account, clicca sul link Scollega questo PC e conferma la volontà di procedere, premendo il bottone omonimo che compare subito dopo.

Nota: se non trovi subito l’icona di OneDrive, fai clic sulla punta di freccia verso l’alto collocata nelle vicinanze dell’orologio di Windows, per mostrare le icone nascoste automaticamente dal sistema operativo.

Disinstallare OneDrive

Disinstallare OneDrive

Se non hai più intenzione di servirti di OneDrive, puoi disinstallarlo facilmente da Windows 10 nel seguente modo: clicca sul tasto Start collocato nell’angolo in basso a sinistra dello schermo, fai clic sul pulsante  presente nel menu che si apre e seleziona le voci App App e funzionalità.

In seguito, individua la voce di Microsoft OneDrive all’interno della lista visualizzata nella schermata successiva e, per concludere, fai clic sul pulsante Disinstalla, collocato in sua corrispondenza. Dopodiché conferma la volontà di procedere cliccando nuovamente sul medesimo pulsante.

In caso di ripensamenti, hai la possibilità di scaricare e installare nuovamente OneDrive dal Microsoft Store.

Come disattivare OneDrive su Windows 8.1

OneDrive è un servizio fortemente integrato in Windows 8.1 e, proprio per questo motivo, i passaggi necessari per disattivarlo sono leggermente più lunghi rispetto a quanto visto su Windows 10. Se non vuoi agire in modo incisivo sul sistema, puoi comunque disattivare la sincronizzazione dei file e “nascondere” le sue icone tramite una semplice procedura che mi appresto a spiegarti.

Nascondere OneDrive

Nascondere OneDrive

Se vuoi nascondere OneDrive su Windows 8.1, premi la combinazione di tasti Win+I sulla tastiera, per mostrare la sezione Impostazioni della Charms Bar, dopodiché clicca sulla voce Modifica impostazioni PC collocata nell’estremità inferiore del pannello mostrato a schermo e, da lì, seleziona la voce OneDrive.

Successivamente, recati nella scheda Archiviazione file e sposta su OFF la levetta Salva documenti in OneDrive per impostazione predefinita, quindi clicca sulla scheda Rullino, apponi il segno di spunta accanto alla voce Non caricare foto e sposta su OFF l’interruttore Carica automaticamente i video in OneDrive.

A questo punto, spostati nella sezione Impostazioni di sincronizzazione e disattiva la levetta Sincronizza impostazioni su questo PC, quindi recati nella scheda Connessioni a consumo e sposta su OFF tutte le impostazioni disponibili.

In questo modo, avrai disattivato la sincronizzazione automatica dei file e delle impostazioni, tuttavia l’icona di OneDrive sarà ancora presente nella schermata Start e in Esplora File. Per ovviare a questo problema, clicca sul pulsante Start, identifica l’icona di OneDrive situata al suo interno, fai clic destro sulla stessa e scegli la voce Rimuovi da Start dal menu proposto.

In seguito, apri una finestra di Esplora File (puoi usare l’icona della cartella gialla collocata sulla barra di sistema o nella schermata Start), fai clic destro sull’icona di OneDrive, collocata nella parte sinistra della stessa, dunque, seleziona la voce Proprietà dal menu contestuale visualizzato. Per concludere, clicca sulla scheda Generale, apponi il segno di spunta accanto alla voce Nascosto e pigia sul bottone OK.

Disattivare completamente OneDrive

Disattivare completamente OneDrive

Completati questi passaggi, la sincronizzazione con OneDrive sarà disattivata e l’icona di Esplora File non sarà più visibile, ma il servizio, seppur nascosto, resterà comunque attivo, per via della sua profonda integrazione con Windows 8.1.

Se lo desideri, puoi disabilitarlo completamente agendo tramite le i criteri di gruppo (sulle versioni Pro ed Enterprise del sistema) oppure il registro di configurazione (su Windows 8.1 Home): tieni però presente che si tratta di modifiche su parti delicate del sistema, che potrebbero renderlo parzialmente mal funzionante o instabile, anche in futuro. Ricorda bene quanto ti ho detto prima ancora di procedere con qualsiasi modifica.

Detto ciò, per agire tramite i criteri di gruppo, procedi come segue: premi la combinazione di tasti Win+R, digita il comando gpedit.msc nella casella di testo che si apre a schermo e premi il pulsante Invio, per accedere all’editor dei criteri di gruppo. Fatto ciò, usando la parte sinistra della finestra, espandi le voci Criteri computer locale > Configurazione computer > Modelli amministrativi > Componenti di Windows > OneDrive, spostati nella parte destra della schermata e individua la voce Impedisci uso di OneDrive per archiviazione file. Per concludere, fai doppio clic su questa voce, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Attivata e clicca sul pulsante OK per rendere effettiva la modifica.

Se, invece, stai usando Windows 8.1 Home (e, dunque, non hai a disposizione il gestore delle politiche di gruppo), puoi agire tramite il registro di configurazione: per prima cosa, premi la combinazione di tasti Win+R, impartisci al suo interno il comando regedit, premi il tasto Invio della tastiera e clicca sul pulsante Sì annesso alla schermata successiva d’avviso.

Usando la parte sinistra della finestra dell’editor, espandi le voci HKEY_LOCAL_MACHINE > SOFTWARE > Policies > Microsoft > Windows > Onedrive; se quest’ultima chiave non dovesse essere presente, fai clic destro sulla “cartella” Windows e seleziona le voci Nuovo > Chiave dal menu proposto, dopodiché assegna alla nuova chiave il nome Onedrive e clicca sul bottone OK.

Una volta creata la nuova chiave, fai clic destro sulla stessa e seleziona le voci Nuovo > Valore DWORD (32 bit) dal menu proposto, assegna il nome DisableFileSync e clicca sul pulsante OK. Per concludere, fai doppio clic sul valore appena creato (residente, stavolta, nella parte destra della finestra), imposta i dati valore 1, clicca sul pulsante OK e riavvia il computer.

Come disattivare OneDrive su Android

L’app di OneDrive per Android ti fa comodo, poiché sei solito affidarti al servizio Microsoft per archiviare i tuoi file, ma non ne puoi più delle continue notifiche generate dalla stessa?

Credo proprio di poterti aiutare: puoi disattivare, in qualsiasi momento, la ricezione di avvisi relativi alle attività di app e account, senza però rimuovere completamente OneDrive dal sistema. Per procedere in tal senso, avvia l’app di OneDrive, fai tap sulla scheda Me (l’icona dell’omino) collocata in basso a destra e sfiora successivamente la voce Impostazioni.

Fatto ciò, tocca la voce Personale [indirizzo email] e sposta su OFF gli interruttori relativi ai vari avvisi di notifiche (Qualcuno condivide con me, Altri modificano i miei file condivisi e così via). In seguito, torna alla schermata precedente e, se non vuoi più che OneDrive carichi automaticamente le foto scattate dal dispositivo, fai tap sulla voce Caricamento da fotocamera e disattiva la levetta omonima che trovi nella schermata successiva.

Qualora avessi deciso di non utilizzare più OneDrive e volessi disfarti completamente dell’app, puoi, invece, rimuoverla da Android esattamente come faresti con qualsiasi altra applicazione: recati, dunque, nelle Impostazioni del sistema operativo, sfiora la voce App/App e notifiche e tocca, se necessario, la voce Mostra tutte le app. Individua quindi l’app di OneDrive dalla lista proposta, fai tap sulla relativa voce e sfiora per due volte il pulsante Disinstalla per eliminarla dal sistema.

Se non riesci a eliminare l’app dal sistema e hai bisogno di aiuto aggiuntivo in tal senso, consulta senza esitare la mia guida su come disinstallare le app da Android, nella quale ho trattato l’argomento con dovizia di particolari.

Come disattivare un account OneDrive

Ora che sei riuscito a disattivare OneDrive su tutti i dispositivi che possiedi, vuoi portare a termine la tua opera e disfarti completamente del servizio, poiché non sei intenzionato a farne uso futuro. A tal proposito, devi sapere che disattivare un account OneDrive non è difficile e richiede pochissimo tempo, tuttavia è bene che tu sia consapevole delle conseguenze di tale operazione, che ti elenco di seguito.

  • Per disattivare un profilo OneDrive, è indispensabile chiudere l’intero account Microsoft a cui esso è abbinato. In questo momento, infatti, non esiste una procedura per la disattivazione di un singolo servizio.
  • La chiusura del profilo Microsoft comporta l’eliminazione di tutti i file da OneDrive, della rubrica di Outlook, dei messaggi di posta elettronica, dei dati di Xbox e di tutti gli altri servizi Microsoft legati all’account. Al bisogno, puoi salvare un backup della rubrica seguendo i passaggi che ti ho fornito in questo tutorial.
  • Qualora non dovessi utilizzare completamente i crediti acquistati per usufruire dei vari servizi (ad es. Skype o Xbox Live), questi andranno definitivamente persi.
  • Una volta finalizzata l’eliminazione dell’account, i dispositivi per cui hai abilitato la protezione anti-ripristino (PC con Windows 10, dispositivi Lumia, Xbox e così via) potrebbero risultare inutilizzabili. Per far fronte a questo problema, puoi visitare questa pagina, cliccare sulla voce Gestisci corrispondente a ognuno di essi, cliccare sul menu Altre azioni collocato subito sotto il nome del dispositivo e scegliere la voce Rimuovi portatile/telefono/tablet dal menu che ti viene proposto.

Per questi motivi, se possibile, ti suggerisco di evitare un’azione così “drastica” e di limitarti alla disattivazione del servizio dai tuoi dispositivi, affidandoti a una delle tecniche suggerite nel corso di questa guida. A meno che tu non abbia acquistato dello spazio aggiuntivo, OneDrive non ha costi di gestione: di conseguenza, puoi tranquillamente evitare di accedere allo spazio cloud, se proprio non lo trovi utile.

Come dici? Riteni opportuno cancellare del tutto l’account Microsoft? Se è così, allora lascia che ti spieghi subito come fare. Per prima cosa, collegati a questa pagina Web e, dopo aver effettuato l’accesso, provvedi a superare il controllo di sicurezza inserendo il codice che ti verrà inviato, a seconda della tua scelta, tramite email o tramite SMS.

In seguito, leggi attentamente gli avvisi che ti vengono proposti, clicca sul pulsante Avanti collocato in fondo alla pagina, apponi il segno di spunta accanto a tutti gli avvisi che ti vengono proposti (nei quali dichiari di essere consapevole delle conseguenze che comporta la chiusura dell’account), indica il motivo della chiusura all’interno del menu a tendina collocato in basso e, per concludere, premi il pulsante Contrassegna l’account per la chiusura e, se richiesto, supera nuovamente il controllo di sicurezza inserendo i dati richiesti.

Nota: l’account viene eliminato completamente trascorsi 60 giorni dalla richiesta. In questo periodo di tempo, in caso di ripensamenti, puoi annullare l’operazione di chiusura effettuando l’accesso al tuo account (tramite Web) e inserendo, successivamente, il codice di sicurezza ricevuto tramite email o SMS.

Se hai bisogno di aiuto aggiuntivo riguardo i passaggi che ti ho appena mostrato, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come eliminare account Microsoft, nella quale ti ho spiegato tutto nei minimi dettagli.