Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come emulare PS2

di

Facendo un po’ d’ordine in camera, hai trovato alcuni vecchi titoli per PS2 che ti piacerebbe giocare? Beh, a questo punto hai due strade a tua disposizione: puoi salire in soffitta, rispolverare la tua vecchia PlayStation 2 e incrociare le dita affinché funzioni ancora correttamente o — se vuoi un consiglio da amico — potresti installare un emulatore per PS2 e giocare direttamente sul tuo PC.

Sì, hai letto bene! Con un semplice emulatore gratuito è possibile riprodurre i giochi per PlayStation 2 sul PC in maniera pressoché perfetta. Si possono usare sia i dischetti con i giochi sia i file immagine in formato ISO scaricati da Internet, sta all’utente scegliere la strada che ritiene più comoda. Nessun problema nemmeno per quanto riguarda la comodità di gioco, visto che è possibile collegare qualsiasi controller USB al computer e giocare con quello.

Insomma: se vuoi risparmiarti la fatica di salire in soffitta e rispolverare la tua vecchia console, prenditi cinque minuti di tempo libero e scopri come emulare PS2 grazie alle indicazioni che sto per darti, secondo me ti conviene!

Indice

Occorrente

Come emulare PS2

Prima di entrare nel vivo della guida e scoprire, insieme, come emulare PS2, ti consiglio di verificare di avere tutto l’occorrente necessario all’emulazione dei giochi per PlayStation 2.

  • Un computer abbastanza potente — i requisiti consigliati per l’esecuzione dei giochi per PS2 sono i seguenti: 8GB di RAM; processore i5/i7 a 2.8 GHz o superiori o AMD Ryzen 5/7 equivalenti; scheda grafica con supporto a Pixel Shader model 2.0. Il sistema operativo consigliato è una versione di Windows pari o successiva a Windows 7, ma come vedremo fra poco è possibile emulare i giochi per PS2 anche su Mac.
  • Giochi per PS2 — per emulare i titoli PS2 sul tuo computer puoi utilizzare i dischetti originali dei giochi o delle immagini ISO di questi ultimi. Le immagini ISO si possono scaricare anche da Internet (basta cercare su Google), ma solo a patto di possedere il gioco originale. In alternativa puoi creare un’immagine ISO dei giochi che hai in versione originale e usare quella con l’emulatore.
  • BIOS di PS2 — un altro requisito essenziale per il funzionamento dei titoli PS2 sul PC sono i file del BIOS della PlayStation 2. I file del BIOS della PlayStation 2 si possono scaricare legalmente da Internet solo se si è in possesso di una vera PS2. Per trovare tali file, cerca online “PS2 BIOS package”.
  • Un controller — nessuno ti vieta di giocare ai titoli PS2 sul tuo PC usando la tastiera, però diciamocelo, perderesti gran parte del divertimento! Se vuoi goderti appieno l’esperienza PS2 sul tuo computer, devi acquistare un controller per il computer e usare quello. Vanno bene i controller low-cost che si collegano al computer tramite cavo USB, ma puoi anche spendere di più e usare ad esempio un controller Xbox.
Xbox Wireless Controller - QAT-00002, Black
Vedi offerta su Amazon
Thrustmaster Dual Analog 4 - un gamepad Plug and Play ideale per tutti...
Vedi offerta su Amazon
Trust Gaming GXT 540 Gamepad Cablato per PC e PlayStation 3, Nero (207...
Vedi offerta su Amazon

Come emulare PS2 su Windows

PCSX2

Arrivati a questo punto, direi che possiamo passare all’azione e vedere come emulare PS2 su un computer Windows. Il mio consiglio è quello di utilizzare PCSX2, un emulatore gratuito che riesce a garantire ottime prestazioni e nei miei test si è dimostrato affidabile con numerosi titoli.

Per scaricare PCSX2 sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e e clicca prima sulla voce Windows — V1.6.0 e poi sulla voce Windows 32bit — installer.

A download completato, apri il pacchetto d’installazione di PCSX2 (pcsx2-[versione]-installer.exe) e, nella finestra che si apre, clicca su Normal installation e poi su Next, premi quando compare la finestra di sicurezza di windows, poi di nuovo clicca su Next e infine su Install per portare a termine il setup dell’emulatore.

Adesso, mi spiace dirtelo, ma non sei ancora pronto per giocare con il tuo emulatore. Prima di mettere mano ai giochi, devi configurare a dovere tutte le impostazioni di PCSX2 e devi copiare i file del BIOS di PS2 nella cartella dell’emulatore.

Avvia quindi PCSX2 tramite la sua icona presente sul desktop, assicurati che ci sia selezionata la lingua italiana nell’apposito menu a tendina e clicca sul pulsante Avanti.

A questo punto l’emulatore eseguirà una configurazione automatica. Salvo errori o problemi, puoi lasciare ogni impostazione così come viene selezionata dal programma.

Successivamente, se vuoi, pigia sul pulsante Configura… che si trova accanto al menu a tendina GS e configura i parametri grafici che deve utilizzare l’emulatore. Puoi scegliere l’adattatore grafico e il renderer da utilizzare, la risoluzione, il rapporto di forma e molto altro ancora. Se non sai bene dove mettere le mani, lascia attive le impostazioni di default, ma ti consiglio, se hai un PC moderno e potente, di cambiare almeno la voce Internal resolution e selezionare o , questo migliorerà di parecchio la qualità grafica.

PCSX2

Adesso pigia sul pulsante Configura… che si trova accanto al menu a tendina PAD e configura i tasti del controller che intendi utilizzare con PCSX2. Si tratta di un passaggio opzionale, in quanto le impostazioni del controller si possono regolare in qualsiasi momento. Scegli tu se farlo ora o più tardi.

Bene. A questo punto, clicca sul pulsante Avanti e copia i file del BIOS di PS2 nella cartella di PCSX2 che è stata creata automaticamente nella cartella Documenti del tuo PC. Per essere più precisi, devi aprire l’archivio ZIP che contiene i file del BIOS di PS2 ed estrarne il contenuto nella cartella Documenti\PCSX2\bios del tuo PC.

Ad operazione completata, clicca sul pulsante Aggiorna di PCSX2, seleziona il BIOS europeo (io ti consiglio la versione 1.60) e pigia sul pulsante Fine per terminare la configurazione dell’emulatore.

Missione compiuta! Ora sei pronto per emulare i giochi per PS2 sul tuo PC. Seleziona dunque la voce ISO dal menu CDVD che si trova in alto a sinistra, vai nel menu CDVD > Selettore ISO > Sfoglia e seleziona l’immagine ISO del gioco che intendi emulare.

Superato anche questo step, seleziona la voce Avvia da ISO (completo) dal menu Sistema e il gioco dovrebbe partire.

Qualora non riuscissi ad avviare un gioco e/o ricevessi dei messaggi d’errore, prova a cambiare BIOS o plugin GS recandoti nel menu Configurazione > Selettore Plugin/BIOS di PCSX2.

Ti segnalo, inoltre, che recandoti nel menu Configurazione > Audio e Configurazione > Video puoi regolare le impostazioni audio e video dell’emulatore, mentre andando nel menu Configurazione > Controller (PAD) > Impostazioni plugin puoi regolare le impostazioni relative al controller.

Come emulare PS2 su Mac

Come emulare PS2

Emulare PS2 su Mac è possibile, ma purtroppo gli emulatori disponibili su macOS non sono ancora avanzati come quelli che ci sono su Windows. PCSX2 per Mac esiste, ma il suo sviluppo è in stallo e il suo grado di affidabilità non è nemmeno lontanamente paragonabile a quello della controparte Windows, quindi è meglio rivolgersi ad altre soluzioni.

Fra le soluzioni alternativo che mi sento di consigliarti, benché ancora acerbo, c’è Play!: un emulatore gratuito che ha tutte le carte in regola per diventare il miglior emulatore di PS2 per Mac.

Per scaricare Play! sul tuo Mac, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca prima sulla voce Stable Builds (for Windows, OSX, Android and iOS) e poi sul collegamento relativo al pacchetto dmg più recente. Apri dunque il pacchetto dmg che contiene Play! e trascina l’icona dell’applicazione nella cartella Applicazioni di macOS.

A questo punto, avvia Play! facendo clic destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri dal menu che compare e avvia l’immagine ISO di un gioco recandoti nel menu File > Boot Disk Image oppure un dischetto recandoti nel menu File > Boot cdrom0.

Purtroppo non è possibile regolare le impostazioni avanzate relative al video, all’audio o al controller. Le uniche impostazioni che si possono modificare nell’emulatore si trovano nel menu Play! > Preferences. La possibilità di modificare le impostazioni in maniera più approfondita e il supporto a nuovi giochi arriveranno in futuro, si spera. Tu continua a seguire il progetto e scarica tutti gli aggiornamenti che verranno rilasciati per l’emulatore.

In alternativa, se ti trovi in una situazione davvero disperata in cui vorresti giocare assolutamente a un titolo che non funziona in Play!, potresti installare Windows tramite Boot Camp e usare PCSX2 sul Mac usando Windows (a patto che tu abbia un Mac con chip Intel, in quanto Boot Camp non è disponibile sui Mac con chip Apple Silicon). Ti ho spiegato come fare nel mio tutorial come installare Windows su Mac. Ti sconsiglio, invece, la strada dell’emulazione di Windows su Mac in quanto otterresti un calo di prestazioni notevole e in molti casi andresti incontro a dei crash dell’emulatore per PS2.

Come emulare PS2 su Android

AetherSX2

Se vuoi dedicarti all’emulazione su Android, ho delle ottime notizie. Fino alla fine del 2021 sebbene tecnicamente possibile l’emulazione PS2 era molto lontana da essere realmente fruibile a causa della scarsa potenza dei processori in confronto a quelli per PC, e gli emulatori disponibili per quanto funzionanti non erano all’altezza di quanto si poteva trovare su computer.

A Dicembre 2021 è uscita la versione pubblica di AetherSX2, un promettente emulatore PS2 per Android basato su PCSX2. Per installarlo sul tuo smartphone o tablet ti è sufficiente andare sul Play Store premendo sul link che ti ho appena fornito e selezionare Installa. In alternativa puoi trovare l’app anche su store alternativi.

Una volta terminata l’installazione troverai l’app tra quelle installate sul tuo dispositivo (la sua icona ha la forma di un cubo blu, se può aiutarti a trovarla più facilmente), ma non avviarla ancora, sono necessari alcuni altri passaggi prima!

Prima di tutto ti consiglio di collegare il tuo smartphone/tablet al PC con il cavo e creare una cartella chiamata PS2, al suo interno crea altre due sottocartelle chiamate BIOS e GIOCHI, in questo modo potrai mettere nella prima il bios della PS2 (valgono le raccomandazioni che ti ho fatto all’inizio di questa guida) e nella seconda i file ISO dei dischi della PS2. Una volta che hai finito di copiare tutti i giochi che ti interessa trasferire sul tuo dispositivo puoi trasferirli con un semplice copia/incolla nella memoria interna. Se collegando il tuo smartphone al PC non vedi alcun accesso alla sua memoria interna può dipendere da alcune impostazioni, questo tutorial ti aiuterà a risolvere “l’intoppo”.

Quando hai finito di copiare tutto puoi finalmente far partire AetherSX2 premendo sulla rispettiva icona. Al primo avvio l’emulatore ti guiderà in alcuni passaggi per la configurazione iniziale, ti farà anche piacere sapere che è (in parte) tradotto nella nostra lingua. Per prima cosa, comunque, premi su Avanti. La pagina successiva mostra una FAQ in inglese con alcuni consigli per usare al meglio l’emulatore, puoi leggerla o saltarla (ti darò comunque io alcune indicazioni tra poco!) e premi di nuovo su Avanti.

Il passaggio successivo ti chiede se utilizzare le impostazioni ottimali o quelle veloci. Il mio consiglio è di lasciare selezionata la voce Impostazioni predefinite ottimali/sicure a meno che lo smartphone o tablet in tuo possesso non sia vecchio di alcuni anni, nel qual caso potresti voler selezionare invece l’opzione Impostazioni predefinite veloci/non sicuri.

Espandi all’area di ritaglio ti fa decidere unicamente se mostrare o meno il notch o il foro della fotocamera o se fermare il video mostrato in modo da escluderlo. Seleziona o meno l’opzione in base alla tua preferenza.

La voce che in realtà ti consiglio di modificare è quella chiamata Proporzioni, l’impostazione di default sarà 4:3, ma ti consiglio di premerci sopra e selezionare 16:9. Ti sconsiglio di scegliere Schermo Intero perché la grafica dei giochi risulterebbe deformata. Una volta che hai fatto tutte le scelte che ti interessano premi ancora su Avanti.

AetherSX2 proporzioni

A questo punto dovrai importare il BIOS della PS2, se hai seguito i miei consigli sarà estremamente facile. Premi sulla scritta Importa BIOS. Qui l’interfaccia cambierà a seconda della marca del tuo smartphone/tablet, ma in generale quello che devi fare è andare nella memoria del tuo dispositivo ed entrare all’interno della cartella che ti avevo fatto creare e copiare precedentemente.

Entra, dunque, all’interno della cartella BIOS e seleziona quello che preferisci, poi tocca Fatto in basso. Vedrai comparire la versione del tuo BIOS, toccala per selezionarla e poi premi Avanti.

Nella prossima schermata ti verrà chiesto di selezionare la cartella in cui cercare i giochi. Anche in questo caso non dovresti avere problemi se hai seguito le mie indicazioni: premi sul + verde in basso a destra, entra nella cartella PS2 e poi in GIOCHI, quindi premi in basso sul pulsante azzurro USA QUESTA CARTELLA e su Consenti quando ti verrà chiesta l’autorizzazione. Infine, premi su Avanti e su Fine.

Quelli che compariranno ora sono i giochi rilevati dall’emulatore, per avviarli non devi far altro che premerci sopra con il dito e potrai dedicarti a giocare usando i comandi su schermo.

Come dici? Non è l’ideale e vorresti usare un controller esterno o magari usare impostazioni avanzate? Non è un problema e posso aiutarti anche in questi passaggi! Andiamo con ordine e con le cose più importanti: il controller. Puoi utilizzare qualsiasi controller Bluetooth o pensato per Android, in realtà puoi anche usare il controller di Xbox. Collegalo al tuo smartphone/tablet usando la normale procedura Bluetooth.

Se vuoi, qui sotto ti segnalo alcuni controller pensati proprio per gli smartphone che possono rendere l’esperienza di gioco davvero simile a usare una console portatile. Ti segnalerò anche alcuni controller tradizionali nel caso li preferissi o volessi usare un tablet.

GameSir X2 Type-C Controller di Gioco Mobile per Telefono Android(Mass...
Vedi offerta su Amazon
Razer Kishi per Android Controller Di Gioco Per Smartphone, Connession...
Vedi offerta su Amazon
PlayStation 4 - Dualshock 4 Controller Wireless V2, Nero
Vedi offerta su Amazon
GameSir T4 Pro, Controller Wireless per Switch/PC/iOS/Android, Gamepad...
Vedi offerta su Amazon
Controller Wireless Elite Series 2 per Xbox
Vedi offerta su Amazon

Ora che hai un controller e l’hai collegato al tuo dispositivo torna sull’emulatore AetherSX2. Premi sul pulsante menu in alto a sinistra e tocca la voce Impostazioni del controller. Nella schermata che compare, attiva l’interruttore accanto a Controller touchscreeen con nascondimento automatico per far sì che i comandi sullo schermo spariscano quando usi un controller fisico.

Successivamente, premi su Porta 1 (in alto) e quindi su Mappatura automatica. Dovrebbe comparirti su schermo il nome del tuo controller, selezionalo e l’emulatore configurerà automaticamente i pulsanti. Da adesso in poi potrai giocare utilizzando un controller come se stessi usando una normalissima console.

AetherSX2 risoluzione

Se te la senti, puoi migliorare l’esperienza di gioco seguendo questi altri consigli che posso darti. Se hai uno smartphone molto recente che monta un processore Snapdragon 865, 888 o Snapdragon 8 Gen 1 (o successivi, man mano che verranno creati) dopo aver avviato l’emulatore puoi premere il pulsante menu in alto a sinistra, poi premi su Impostazioni applicazione. Spostati nella sezione Grafica toccandola in alto e premi quindi su Moltiplicatore di risoluzione selezionando poi 2× Nativo. Spostati poi in basso e seleziona anche la voce Abilita Patch Widescreen.

L’ultimo consiglio che voglio darti riguarda i processori Exynos. Se hai uno smartphone che utilizza questi processori (es. i Samsung Galaxy S22 venduti in Italia) l’emulazione è, almeno al momento di scrivere questa guida, molto più veloce utilizzando il motore di renderizzazione Vulkan invece di OpenGL. Per selezionarlo non devi far altro che premere sulla voce Rendering GPU e selezionare Vulkan. Buon divertimento!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.