Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare backup Google

di

Fai da sempre affidamento sui diversi servizi di Google per la gestione e l’archiviazione dei tuoi file e, per averne sempre a disposizione una copia e non perdere nulla di importante, vorresti ora effettuare un “backup del backup”. Tuttavia, stai riscontrando delle difficoltà: non sai esattamente come procedere e hai bisogno di un mano per assicurarti che l’operazione vada a buon fine. O forse stai provando per la prima volta un dispositivo Android o una delle app offerte da Google e non sai come impostare i relativi backup.

Qualsiasi sia il tuo problema, sei nel posto giusto: sono qui per aiutarti. Nella guida di oggi ti spiegherò, infatti, come fare backup Google guidandoti passo per passo nella configurazione delle principali applicazioni di Google, ad esempio Google Foto e Google Drive, e nel download dei dati già sottoposti a backup sui servizi del gigante di Mountain View.

Non perdiamo altro tempo prezioso: mettiti comodo e dedica i prossimi minuti alla lettura di questa guida, in cui ti fornirò tutte le informazioni di cui hai bisogno per riuscire nel tuo intento e assicurarti di avere una copia dei tuoi file e dei dati del tuo account Google sempre a portata di mano. Ti auguro una buona lettura!

Indice

Come fare backup Google Android

Android

Se hai un dispositivo Android e stai cercando una soluzione per eseguire il backup su Google di tutto il contenuto del tuo device, sappi che puoi riuscirci facilmente impostando un account Gmail su quest’ultimo e attivando le opzioni di sincronizzazione dei dati nel menu delle impostazioni.

Trovi spiegato tutto in dettaglio nel mio tutorial su come fare il backup di Android.

Come fare backup Google Foto

Passando ai servizi specifici, ecco Google Foto, grazie al quale puoi salvare e archiviare foto e video su dispositivi come smartphone, tablet e computer e mantenerne una copia di backup accessibile tramite il tuo account Google. Offre, inoltre, la possibilità di scaricare i file già caricati su di esso su qualsiasi device: ecco come.

Come fare backup Google Foto: PC

Come fare backup Google Foto

Se hai intenzione di caricare foto e video su Google Foto per tenerne una copia di backup sul cloud (sapendo che questo eroderà i GB a disposizione su Google Drive), non devi far altro che installare il client di Google sul tuo PC e attivare la sincronizzazione con Google Foto come trovi spiegato nei tutorial che ti ho appena linkato.

Se, invece, hai già usato Google Foto e vuoi sapere come scaricare una copia del tuo backup dal cloud di Google al PC, procedi come segue: collegati alla pagina principale di Google e, se hai già effettuato l’accesso al tuo account Google, clicca sulla tua immagine profilo (oppure, se non ne hai impostata una, sull’icona con la tua iniziale) situata in alta a destra, poi sul tasto Gestisci il tuo account Google nel menu che compare.

Per effettuare l’accesso, invece, clicca sul pulsante Accedi, digita il tuo indirizzo Gmail nell’apposito campo e clicca ancora il tasto Avanti per inserire, questa volta, la tua password.

Superato questo passaggio, clicca sulla scheda Dati e e privacy situata nell’elenco a sinistra e scorri la pagina fino a individuare la sezione Scarica o elimina i tuoi dati. Troverai qui la voce Scarica i tuoi dati: clicca su di essa per essere reindirizzato alla pagina principale di Google Takeout: lo strumento che, come ho già menzionato, ti permetterà di esportare tutti i dati di tuo interesse.

Nella prima sezione ti sarà mostrata una lista di tutte le applicazioni i cui dati possono essere scaricati. Scorrila fino a individuare la voce Google Foto e apponi il segno di spunta accanto ad essa con un clic; dopodiché, puoi personalizzare le impostazioni del download cliccando sul pulsante Più formati (per visualizzare tutte le opzioni di formato per tipologia di file) e confermando la tua selezione premendo sulla voce OK, oppure Tutti gli album fotografici inclusi (per selezionare, con un segno di spunta, gli album da esportare).

Configurate le impostazioni per il backup, confermale con un clic sul pulsante Passaggio successivo situato in fondo alla pagina. Nella seconda sezione, definisci prima il Metodo di recapito su Invia tramite email il link per il download cliccando sull’apposita voce per ricevere un’email con il link di download all’archivio dei dati (ricorda che resterà disponibile per una settimana).

Dopodiché, indica la Frequenza (clicca su Esporta un archivio per crearlo solamente questa volta); infine, clicca sul menu Tipo di file e dimensioni per selezionare sia il formato del backup e la massima dimensione di ciascun file.

Fatto ciò, tutto ciò che ti resta da fare è confermare la procedura con un ultimo clic sul pulsante Crea esportazione. La creazione del backup avverrà in autonomia e richiederà più o meno tempo a seconda della quantità di dati da esportare: puoi controllare lo stato del download collegandoti a questa pagina.

Quando l’archivio sarà pronto, riceverai l’e-mail con il link di download, su cui sarà sufficiente cliccare per scaricare i dati di backup a salvare i file dove preferisci. Per saperne di più, ti invito alla lettura della mia guida su come recuperare foto da Google Foto.

Come fare backup Google Foto: smartphone e tablet

Come fare backup Google Foto smartphone e tablet

Forse preferisci piuttosto creare il backup utilizzando il tuo smartphone o tablet: in questo caso, per caricare le foto e i video sul cloud di Google ti basta installare l’app Google Foto per Android e iPhone e attivare la funzione di backup automatico in essa, come spiegato nel mio tutorial sul tema.

Se, invece, vuoi scaricare una copia delle foto e dei video già caricati su Google Foto, apri il browser del tuo dispositivo (es. Chrome o Safari) e collegati alla pagina myaccount.google.com, in modo da effettuare l’accesso. Da questo punto in poi, la procedura è pressoché la stessa che ti ho descritto nel capitolo precedente, a prescindere dal tipo di dispositivo e dal sistema operativo in uso: seleziona la scheda Dati e privacy con un tap (o effettua uno swipe verso sinistra per aprire il relativo menu, se non è presente) e identifica la sezione Scarica o elimina i tuoi dati, dove troverai la voce Scarica i tuoi dati. Una volta reindirizzato a Google Takeout, puoi procedere esattamente come su PC.

Come fare backup Google Drive

Come fare backup Google Drive

Hai appena installato l’applicazione di Google Drive sul tuo PC o sui tuoi dispositivi mobili e non sai come creare un backup dei tuoi dati? No problem, leggi il mio tutorial su come funziona Google Drive e scoprirai tutto quello che c’è da sapere.

Se, invece, sei interessato alla procedura per ottenere un backup locale dei dati già salvati su Google Drive, i passaggi che devi compiere sono pressoché gli stessi che ti ho appena descritto per Google Foto. Una volta effettuato l’accesso all’account Google a cui i dati di Drive sono collegati e seguito il percorso Gestisci il tuo account Google > Dati e privacy > Scarica i tuoi dati, sarai reindirizzato alla pagina di Google Takeout.

Seleziona dunque l’app Drive dalla lista che ti viene mostrata apponendo il segno di spunta in sua corrispondenza. Puoi scegliere quali file e cartelle premendo sul tasto Tutti i dati di Drive inclusi e selezionando le tue preferenze tra le opzioni disponibili.

Una volta personalizzate tutte le impostazioni, scorri la lista fino in fondo e fai tap sul pulsante Passaggio successivo per proseguire con la scelta del Metodo di recapito, la Frequenza, il Tipo di file e dimensioni. Concludi dunque la procedura premendo sul pulsante Crea esportazione.

Ho trattato questa procedura in dettaglio nella mia guida su come scaricare backup da Google Drive, in cui ti ho spiegato, con dovizia di dettagli, anche come fare backup WhatsApp Google Drive.

In alternativa, potresti anche installare il client di Google Drive sul tuo computer e procedere alla sincronizzazione dei dati, di cui ti ho parlato in questo tutorial.

Come fare backup Google Authenticator

Come fare backup Google Authenticator

Google Authenticator è un’app che genera codici di autenticazione a due fattori casuali per la verifica in due passaggi per i sempre più numerosi siti Web che la supportano, assicurando la massima sicurezza al momento dell’accesso. Se sei solito farne uso e vorresti trasferire i sistemi di autenticazione su un altro dispositivo, puoi effettuare il backup in pochi semplici passi.

Tieni bene a mente, però, che l’app gestisce i dati in locale, ovvero sul dispositivo stesso su cui è configurata; pertanto, se lo smartphone o tablet in questione, ahimè, non è accessibile, non potrai procedere al backup. Chiarito ciò, cominciamo!

Innanzitutto, installa l’app sul nuovo dispositivo, tramite Google Play Store o App Store: se non sai come fare, segui le indicazioni che ho fornito in questa guida.

Ora, avvia l’app premendo sulla sua icona, situata nella home screen o nel drawer delle app. Sfiora, dunque, il pulsante Inizia e poi la voce Vuoi importare account esistenti?. Come indicato nella schermata successiva, passa al dispositivo precedente, avvia l’app anche su di esso e premi sull’icona (…) in alto a destra: seleziona le voci Trasferisci account > Esporta account con un tap e apponi il segno di spunta accanto all’account da trasferire. Infine, tocca il pulsante Avanti per generare un codice QR.

Torna dunque al nuovo dispositivo e tocca il pulsante Scansiona codice QR per avviare la fotocamera e scansionare il codice. Se hai bisogno di aiuto, fai pure riferimento alle indicazioni fornite in questa guida. Fatto ciò, tutti i dati saranno trasferiti e non ci sarà alcun bisogno di effettuare nuovamente la configurazione. Davvero semplice, no?

Per maggiori indicazioni e procedure alternative per il backup, ti invito alla lettura del mio tutorial su come recuperare Google Authenticator. Inoltre, trovi ancora più informazioni su questo servizio nella mia guida a Google Authenticator.

Come fare backup di Google

Come fare backup Google

A prescindere dalla tipologia di dati di cui vorresti effettuare il backup, se sono relativi a un qualunque servizio Google collegato al tuo account, puoi scaricarne l’archivio con Google Takeout: a tal proposito, ti reindirizzo all’apposita guida che ho dedicato interamente a questa funzionalità, in cui troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Inoltre, ti consiglio vivamente di assicurarti che siano correttamente sincronizzati in modo da potervi accedere da ogni dispositivo, procedura di cui ti parlato qui.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.