Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere l’icona di Google sul desktop

di

L’uso del computer e, più in generale, degli strumenti tecnologici non è propriamente il tuo pane quotidiano. Pian piano, però, ti stai sforzando e stai tentando di accrescere le tue conoscenze in questi ambiti. Oggi, in particolare, dal momento che ogni tua navigazione online parte da Google, ti piacerebbe tanto scoprire come mettere l’icona di Google sul desktop e accedere in modo più rapido al celebre motore di ricerca.

Nessun problema: se vuoi, posso darti io una mano e spiegarti come fare. È una procedura semplicissima — perfino banale per molti utenti — ma non devi vergognarti se tu non sai ancora come portarla a termine; d’altronde nessuno nasce con tutte le conoscenze già in tasca e, anzi, è da premiare la tua voglia di saperne di più. Dunque, ritagliati qualche minuto di tempo libero e scopri come raggiungere il tuo obiettivo, non solo sul computer, ma anche su smartphone e tablet (dove non si parla di “desktop”, ma di Home screen).

Fatta questa piccola ma doverosa precisazione, direi che possiamo metterci all’opera. Prenditi il tempo necessario per concentrarti sulla lettura di questa guida e, soprattutto, segui passo-passo le indicazioni che sto per darti. Se lo farai, inserire l’icona di Google sul desktop o in Home screen sarà un gioco da ragazzi. Promesso!

Indice

Come inserire l’icona di Google sul desktop

Addentriamoci immediatamente nel vivo dell’articolo vedendo nel dettaglio come inserire l’icona di Google sul desktop. Di seguito ti spiego come fare ciò tramite una funzione ad hoc presente su Windows e anche tramite l’uso dei principali browser per la navigazione online.

Windows

Mettere Google sul desktop di Windows 10

Per mettere Google sul desktop di Windows, puoi avvalerti di una funzione integrata nel celebre sistema operativo di casa Microsoft, mediante la quale è possibile creare un collegamento a uno specifico sito Web (come quello di Google, appunto).

Per avvalerti della funzione in oggetto, fai clic con il tasto destro del tuo mouse in un punto “vuoto” del tuo desktop (cioè senza icone) e, dal menu contestuale, seleziona le voci Nuovo > Collegamento. Nel campo di testo Immettere il percorso per il collegamento che compare sulla scrivania, digita https://www.google.it) e clicca sul pulsante Avanti.

Nel campo Immettere il nome del collegamento, digita invece il nome che vuoi assegnare al tuo collegamento personalizzato (es. Google); per concludere, clicca sul pulsante Fine e il gioco è fatto: sul tuo desktop comparirà l’icona di Google, tramite la quale ti sarà possibile accedere rapidamente al motore di ricerca (facendo doppio clic su di essa). Comodo, vero?

Se vuoi cambiare l’icona del collegamento perché quella predefinita non ti piace, scopri come riuscirci tramite il tutorial che ho scritto su questo argomento.

Chrome (Windows/macOS/Linux)

Chrome

Come ti dicevo, è possibile aggiungere l’icona di Google sul desktop agendo anche da un qualsiasi browser Web, come Chrome.

Per procedere, dopo aver aperto Chrome e aver visitato il sito di Google, clicca sul pulsante (⋮) collocato in alto a destra, seleziona la voce Altri strumenti nel menu apertosi e fai clic sulla dicitura Crea scorciatoia…. Dopo aver assegnato un nome all’icona che stai per aggiungere al desktop (es. Google), clicca sul pulsante Crea.

Su Windows non c’è bisogno di fare altro; se stai usando macOS, invece, devi fare un ulteriore passaggio: trascinare l’icona di Google sulla Scrivania. Per riuscirci, posiziona il cursore del mouse sull’icona di Google presente nella finestra apertasi, tieni premuto il tasto sinistro del mouse su di essa, trascinala sulla Scrivania e rilascia il tasto sinistro. Semplice, vero?

Edge (Windows/macOS/Linux)

Edge

Vorresti aggiungere il collegamento di una pagina Web sul desktop agendo da Edge, il browser di casa Microsoft, integrato “di serie” in Windows 10 (e disponibile anche per macOS, Linux e dispositivi mobili)? Nessun problema: puoi riuscirci sfruttando una funzione ad hoc di quest’ultimo.

Per procedere, visita il sito di Google da Edge, clicca sul pulsante (…) collocato in alto a destra, seleziona le voci App > Installa il sito come un’app dal menu apertosi e, dopo aver definito il nome da dare al sito installato come un’applicazione (cosa che puoi fare tramite il campo testuale apposito), clicca sul bottone Installa.

Se stai agendo da Windows 10, apri poi il menu Start, posiziona il cursore sull’icona di Google e trascinala sul desktop tenendo premuto il tasto sinistro del mouse su di esso. Rilascia, dunque, il tasto sinistro del mouse e il gioco è fatto.

Su macOS, invece, i passaggi da fare sono un po’ più articolati. Dopo aver installato il sito di Google come un’applicazione tramite la procedura che ti ho indicato, apri il Launchpad, trascina l’icona di Google nella barra Dock tenendo premuto il tasto sinistro del mouse su di essa e rilascia quest’ultimo per completare questo passaggio. In conclusione, fai clic desto sull’icona che hai aggiunto alla barra Dock, seleziona le voci Opzioni > Mostra nel Finder dal menu contestuale e trascina l’icona di Google sulla Scrivania di macOS.

Firefox (Windows/macOS/Linux)

Firefox

Se vuoi agire con Firefox, creando dunque il collegamento sul desktop per il sito di Google tramite il celebre browser open source di casa Mozilla, puoi procedere in modo semplice e intuitivo.

Dopo aver aperto il celebre navigatore Web, posiziona il cursore del mouse sul nome della pagina aperta (ovvero quella di Google) e trascinalo sul desktop, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse su di esso. Rilascia, quindi, il tasto sinistro del mouse e, come per “magia”, sul desktop verrà aggiunta l’icona del collegamento al sito di Google.

Ti segnalo, tuttavia, che la cosa funziona solo su Windows: su macOS l’icona di Google (e di qualsiasi altro sito Web) non compare (si vede soltanto il simbolo della @ sull’icona del collegamento aggiunto sulla Scrivania).

Puoi risolvere questo inconveniente scaricando l’icona di Google sotto forma di immagine e, dopo averla aperta e averla copiata interamente (per riuscirci devi premere prima cmd+a e cmd+c), fai clic destro sull’icona del collegamento che hai aggiunto sulla Scrivania e seleziona la voce Ottieni informazioni. Per finire, fai clic sull’icona impostata di default (il simbolo della @ in alto a sinistra della finestra apertasi) e premi contemporaneamente cmd+v. Maggiori info qui.

Safari (macOS)

Icona di Google Safari

Usi un Mac e vorresti capire come creare un collegamento di una pagina Web sulla scrivania di macOS? Se utilizzi Safari, sappi che puoi fare ciò semplicemente trascinando sul desktop la pagina Web di tuo interesse e personalizzando l’icona del collegamento (come ti ho mostrato nel capitolo dedicato a Firefox)

Per riuscirci, dunque, dopo esserti recato sul sito di Google utilizzando il browser di casa Apple, tieni premuto il tasto sinistro del mouse sull’URL della pagina Web in questione (presente nella barra degli indirizzi), trascinalo sulla scrivania e rilascia il tasto sinistro del mouse.

Successivamente, scarica l’icona di Google sotto forma di immagine e, dopo averla aperta e copiata interamente (per riuscirci devi premere prima i tasti cmd+a e cmd+c), fai clic destro sull’icona del collegamento che hai aggiunto sulla Scrivania e seleziona la voce Ottieni informazioni.

Ora, fai clic sull’icona impostata di default (il simbolo della @ in alto a sinistra della finestra apertasi) e premi contemporaneamente i tasti cmd+v per ultimare l’operazione. Maggiori info qui.

Come mettere l’icona di Google Drive sul desktop

Sei giunto su questa guida per capire come mettere l’icona di Google Drive sul desktop? Lascia, allora, che ti spieghi come procedere anche nel caso del celebre servizio di cloud storage del colosso di Mountain View.

Collegamento al sito

Icona di Drive

Se decidi di aggiungere il collegamento al sito di Drive (raggiungibile cliccando su questo link), devi seguire le medesime indicazioni che ti ho dato nei capitoli precedenti, dedicati a come fare ciò su Google.

Backup e sincronizzazione di Google

Backup e sincronizzazione di Google

Per quanto riguarda, invece, l’installazione di Backup e sincronizzazione di Google, il client che permette di gestire il proprio spazio di archiviazione su Drive e sincronizzare i dati con il computer, tutto ciò che devi fare è procedere alla sua installazione.

Recati, quindi, sulla pagina di download del programma in questione e clicca prima sul pulsante Scarica situato nel box Backup e sincronizzazione e poi sul bottone Accetta e scarica.

In seguito, se utilizzi Windows, apri il file .exe che hai scaricato, clicca sul pulsante , attendi che la procedura di installazione venga ultimata e clicca sul bottone Chiudi presente nelle finestra comparsa a schermo. In conclusione, apri il menu Start e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse sull’icona del programma appena scaricato, trascinala sul desktop e rilascia il tasto in questione, così da creare il collegamento. Più semplice di così?!

Su macOS, invece, apri il file .dmg che hai ottenuto, trascina l’icona di Backup e sincronizzazione di Google nella cartella Applicazioni di macOS e recati in quest’ultima. Adesso, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse sull’icona di Backup e sincronizzazione di Google, trascinala sulla Scrivania, rilascia il tasto sinistro del mouse e il gioco è fatto.

Così facendo è stato creato l’alias del programma (ti ricordo che per aprirlo la prima volta è necessario fare clic destro sulla sua icona e selezionare la voce Apri per due volte consecutive, così da “bypassare” le restrizioni di macOS verso i software non certificati).

Come mettere l’icona di Google Maps sul desktop

Icona di Maps

Qualora tu voglia mettere l’icona di Google Maps sul desktop, dopo aver raggiunto la pagina principale del celebre servizio di mappe di “Big G”, devi seguire le indicazioni che ti ho dato nei capitoli dedicati a Google.

Come mettere l’icona di Google su smartphone e tablet

Concludiamo questo tutorial vedendo come mettere l’icona di Google su smartphone e tablet. Di seguito ti spiego come fare ciò installando l’app di Google e creando un collegamento nella home screen agendo dal browser.

Android

Icona Google su Android

Su Android, puoi procedere sia andando a installare l’app di Google che aggiungendo il collegamento al celebre motore di ricerca dal browser (es. Chrome).

Se intendi installare l’app di Google, apri il Play Store e cercala (oppure premi su questo link se stai agendo direttamente dal device in uso), dopodiché premi sul bottone Installa. Se sulla home screen non viene creato in automatico il collegamento all’app recati nel drawer (la schermata contenente tutte le app installate), tieni il dito premuto sull’icona dell’app di Google e trascinala nel punto della home screen di tuo interesse.

Per creare un collegamento al sito di Google, invece, apri Chrome, visita il sito di Google, premi sul pulsante (⋮) posto in alto a destra, seleziona la voce Aggiungi a schermata Home nel menu che si apre, scrivi il nome che vuoi assegnare al collegamento e fai tap sulla voce Aggiungi per ultimare l’operazione.

iOS/iPadOS

Icona Google su iPadOS

Anche su iOS/iPadOS puoi procedere installando l’app di Google oppure aggiungendo il collegamento al noto motore di ricerca dal browser (es. Safari).

Se desideri installare l’app di Google, apri l’App Store, cerca l’applicativo in questione (oppure premi su questo link se stai agendo direttamente dal dispositivo di tuo interesse) e premi sul bottone Ottieni/Installa e conferma l’operazione tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Per creare un collegamento al sito di Google, invece, apri Safari, il browser preinstallato sui dispositivi Apple, di “di serie” nel sistema operativo mobile di Apple, visita il sito di Google, premi sull’icona della freccia all’interno del quadrato, fai tap sul pulsante (+) Aggiungi alla schermata Home nel menu che si apre, scrivi il nome che vuoi assegnare al collegamento e infine premi sulla dicitura Aggiungi.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.