Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona HP+

di

Avendo la necessità di acquistare una nuova stampante per il tuo ufficio o le attività di lavoro che svolgi da casa, ti stavi informando circa le soluzioni in grado di farti risparmiare di più sui costi di cartucce e toner, che, ahimè, sono diventati sempre più pesanti sul tuo budget mensile. Allo stesso tempo, stavi cercando una stampante abbastanza “smart” da consentirti di stampare e digitalizzare documenti anche da remoto, con la possibilità di gestire tutte le impostazioni da smartphone e tablet.

Le tue ricerche si sono fermate quando hai trovato le stampanti HP che comprendono HP+, una soluzione di stampa offerta dalla nota azienda americana che sembra avere proprio tutte le carte in regola per soddisfare le tue necessità; tuttavia, non hai ben capito come funziona e quali vantaggi comprende dunque vorresti qualche delucidazione in merito. Beh, se le cose stanno così, non hai di che preoccuparti: oggi sono qui proprio per questo!

Nelle prossime righe, infatti, ti illustrerò in dettaglio cos’è l’ecosistema HP+, quali vantaggi offre e come usufruirne su tutti i modelli di stampante supportati. Se vuoi scoprire come funziona HP+ e prendere così la decisione finale sull’acquisto della tua prossima stampante, non devi far altro che ritagliarti cinque minuti di tempo libero e continuare a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Cos’è HP+

HP+

Come prima cosa, vediamo in dettaglio cos’è HP+ e quali vantaggi offre. Iniziamo sùbito col dire che HP+ non è un servizio in abbonamento e non prevede alcun costo mensile: si tratta, piuttosto, di un ecosistema basato sul cloud composto da alcuni elementi chiave. 

  • Hardware leader di categoria — HP+ funziona solo con una linea dedicata di stampanti HP, come quelle delle serie HP LaserJet M200 (vincitrici del premio Red Dot per il design), HP OfficeJet Pro 8000e/9000e, HP DeskJet 2700e/4100e ed ENVY 6000e/6400e; quelle laser sono native HP+ (la lista completa la trovi sul sito di HP e su Amazon). Si tratta di modelli all’avanguardia, tutti contraddistinti, oltre che da ottime prestazioni, da funzioni smart che consentono di ottimizzare tempo e costi nel lavoro di tutti i giorni. Alcune stampanti HP+ si possono acquistare anche in versione HP Standard, rinunciando però a tutti i vantaggi di cui stiamo parlando, sia in termini di funzioni smart e di connettività avanzate, sia in termini di garanzia estesa e HP Instant Ink (non dando diritto ai 6 mesi di servizio incluso previsto invece da HP+).
  • HP Instant Ink con 6 mesi di prova inclusi — si tratta del servizio di HP, già usato da oltre 9 milioni di utenti in tutto il mondo, che permette di risparmiare sull’approvvigionamento dell’inchiostro (cartucce e toner) e di riceverlo automaticamente prima di “restare a secco” (la stampante riconosce quando l’inchiostro sta per finire e, tramite la connessione Internet, ordina nuove cartucce o toner). Con HP+, i clienti beneficiano di una prova di 6 mesi di inchiostro o toner — se si esegue l’iscrizione al servizio entro 7 giorni dalla configurazione della stampante —, dopodiché è possibile cancellare la sottoscrizione (dopo i 6 mesi iniziali verrà applicata una tariffa mensile in caso di mancata cancellazione) o proseguire a partire da 0,99 euro/mese con risparmi fino al 70% su inchiostro e fino al 50% su toner originali HP. A tal proposito, è bene sottolineare che le stampanti HP+ prevedono l’uso esclusivo di cartucce di inchiostro originali HP per tutta la loro vita.
  • App HP Smart — le stampanti HP+ puntano fortissimo sulle funzionalità smart e l’app di stampa che permette di gestirle, HP Smart, è fra le più semplici e complete del settore; offre infatti la possibilità di eseguire scansioni avanzate, modificare documenti (con integrazione con servizi di cloud storage come Google Drive e Dropbox), inviare fax dallo smartphone e molto altro ancora. È possibile usufruire delle funzioni avanzate dell’app (HP Smart Advance) gratis per 24 mesi, dopodiché viene applicata una tariffa mensile.
  • Garanzia commerciale HP supplementare per 1 anno — per un totale di 2 anni di garanzia commerciale HP.

Altri punti di forza di HP+ sono sicuramente la Cloud resiliency, che permette di rilevare e risolvere automaticamente i problemi di connettività della stampante; il sistema di monitoraggio Smart Security che consente di rilevare e prevenire gli attacchi malware​; la funzione Private Pickup per stampare immediatamente e ritirare il lavoro in un secondo momento quando si è alla stampante; la Smart Dashboard per gestire tutti gli aspetti della stampante in unico pannello e la stampa da sistema operativo, quindi virtualmente da qualsiasi luogo e su qualsiasi dispositivo.

Altrettanto importante è anche l’impegno di HP per il rispetto dell’ambiente: l’azienda contrasta la deforestazione e promuove il riciclo delle cartucce d’inchiostro usate per crearne di nuove. Maggiori informazioni qui.

Come vedi, si tratta di un ecosistema a 360 gradi composto da hardware (la stampante), software (l’app HP Smart per dispositivi mobili e PC) e servizi cloud (come tutti quelli citati nelle righe precedenti) che risulta molto interessante per i professionisti e tutti coloro che contano molto sulla stampante per il proprio lavoro; il tutto accessibile con la semplice creazione di un account HP (gratuito) e la disponibilità di una connessione Internet continua per la stampante. Per maggiori dettagli sul suo funzionamento, continua a leggere.

Come funziona HP+

Ora che hai le idee abbastanza chiare su cos’è HP+, credo sia il caso di vedere più da vicino come funziona l’intero ecosistema di prodotti e servizi progettato da HP.

Nelle righe successive, dunque, ti mostrerò come attivare HP+ dopo aver acquistato una stampante compatibile e come avvalerti dell’app HP Smart per gestire la tua stampante a 360 gradi. Io userò una HP DeskJet 4120e ma i passaggi da compiere sono simili per tutti i modelli a getto d’inchiostro, invece per le laser è ancora più semplice, si decide per HP+ in fase di acquisto (le stampanti laser HP, infatti, sono native HP+).

Come attivare HP+

HP+

Dopo aver acquistato la stampante e averla messa in funzione (rimuovendo le protezioni, installando cartucce o toner, collegandola all’alimentazione e accendendola), bisogna installare l’app HP Smart, che è disponibile sugli store di dispositivi Android, iPhone/iPad, computer Windows (per versioni di Windows senza Microsoft Store si può prelevare da qui) e Mac. Io per comodità ho usato l’app mobile, ma i passaggi da compiere sono pressoché gli stessi anche su computer.

Il primo passo da compiere è avviare HP Smart, accettare le condizioni d’uso e premere sul pulsante Accedi, in modo da accedere con il proprio account HP o crearne uno nuovo, gratis. In quest’ultimo caso occorre premere sulla voce Registrati e compilare il modulo su schermo con i dati richiesti (nome, cognome, indirizzo email, cellulare e password). Ad accesso effettuato, si deve avviare la procedura di aggiunta della stampante premendo sul pulsante dedicato, che è presente sia nella sezione Home dell’app, sia in quella Impostazioni.

Se necessario, bisogna dunque consentire l’uso del Bluetooth, selezionare il nome della stampante (che nel frattempo dovrebbe essere comparso sullo schermo) e immettere la password della rete Wi-Fi in uso sul dispositivo. Se richiesto, bisogna poi premere sul pulsante (i) della stampante e attendere qualche secondo affinché il collegamento alla rete da parte di quest’ultima venga completato. Superato anche questo step, bisogna andare avanti finché non compare la schermata relativa ad HP+.

HP+

Per attivare HP+ basta dunque premere sui pulsanti Continua e Attiva HP+, dopodiché bisogna scegliere se usufruire dei 6 mesi di HP Instant Ink inclusi nell’offerta: per accettare, bisogna premere sul pulsante Continua e immettere le informazioni relative al piano da sottoscrivere (da 0,99 euro per 15 pagine/mese fino a 24,99 euro per 700 pagine/mese per quel che riguarda le stampanti a getto d’inchiostro, per quelle laser sono disponibili piani diversi; è possibile cancellare la sottoscrizione in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi), all’indirizzo di spedizione e alla fatturazione (cioè il metodo di pagamento da usare, a scelta tra carta o addebito su C/C; il pagamento avverrà solo in caso di rinnovo dopo i 6 mesi di prova). Se, invece, non si vuole usufruire di HP Instant Ink basta premere sulla voce Continua senza selezionare i vantaggi per inchiostro.

Il gioco è fatto! A questo punto HP+ (con o senza HP Instant Ink, a seconda della scelta fatta) è attivo. Premendo sul pulsante Continua si viene poi invitati a caricare la carta nella stampante e a stampare una pagina di prova, per assicurarsi che funzioni tutto come si deve.

Infine, viene proposto l’invio agli altri device di un link per scaricare HP Smart (il software è necessario per stampare da altri device, quindi è consigliabile installarlo) e, se disponibile, viene notificata la presenza di un aggiornamento firmware per la stampante (che viene installato in automatico, se la stampante resta accesa).

HP Smart e i vantaggi di HP+

HP+

Una volta configurata la stampante in HP Smart, è possibile usufruire immediatamente dei vantaggi di HP+.

Nella schermata principale dell’applicazione ci sono i tasselli (personalizzabili) che consentono di accedere rapidamente a tutte le funzioni più importanti della stampante e dell’ecosistema HP+.

  • Instant Ink — per visualizzare lo stato della sottoscrizione ad HP Instant Ink e gestirla.
  • Printables — permette di accedere a una vasta gamma di modelli relativi a brochure, disegni da colorare, calendari e altro ancora pronti da stampare.
  • Scorciatoie — consente di creare delle azioni automatiche per le quali l’input proveniente dalla fotocamera del dispositivo, dalla scansione della stampante o da un file scelto dall’utente può essere stampato, inviato via email e/o salvato su un servizio cloud contemporaneamente. Usufruendo dei vantaggi di HP+ è possibile accedere alle funzioni extra di HP Smart Advance per 24 mesi, tra cui quelle che consentono di salvare le scansioni come TXT, PDF o DOCX modificabili e di rinominare i file in modo intelligente in base a informazioni importanti rilevate.
  • Fax mobile — grazie a HP+ è possibile inviare fax da qualsiasi device a costo zero per 24 mesi.
  • Stampa foto — stampa foto presenti sul dispositivo o sui servizi cloud supportati (ad es. Google Drive e Dropbox).
  • Stampa documenti — stampa documenti presenti sul dispositivo o sui servizi cloud supportati (ad es. Google Drive e Dropbox)
  • Scansione camera — è possibile eseguire la scansione intelligente dei documenti direttamente con la fotocamera del proprio dispositivo. Grazie alle funzioni aggiuntive di HP Smart Advance incluse in HP+ è possibile eseguire il riconoscimento di più elementi con separazione automatica in pagine; appiattire le pagine; salvare le scansioni come TXT, PDF o DOCX modificabili; correggere automaticamente fori e altri elementi di disturbo presenti nelle foto; digitalizzare i libri in modo intelligente con separazione automatica delle pagine e digitalizzare le carte di identità fronte retro.
  • Guida e supporto — con tutte le informazioni su HP Smart, HP+ e le loro funzioni principali.
  • Scansione stampante — per comandare a distanza la scansione di documenti, foto, carte di identità o persino interi libri tramite lo scanner della stampante. Ci sono tanti preset tra cui scegliere.
  • Copia — per scansionare un documento in maniera manuale o automatica con la fotocamera del proprio device e crearne una copia con la stampante.
  • Crea libri fotografici — per creare bellissimi libri fotografici con le proprio foto.

Accedendo alla sezione Impostazioni è poi possibile controllare e personalizzare altre funzionalità legate all’ecosistema HP+, come ad esempio Sicurezza monitorata, che consente di sapere se i servizi di protezione della stampante sono abilitati e aggiornati (tra questi ci sono l’accensione protetta, il firmware sicuro, la memoria protetta e la connessione di rete sicura). Dalla medesima schermata è possibile anche verificare se gli aggiornamenti automatici sono attivi e se la password è impostata.

Sempre dal menu delle impostazioni è possibile regolare la funzione Stampa ovunque di HP+, grazie alla quale è possibile comandare la stampa di contenuti alla propria stampante ovunque ci si trovi. La funzione si può attivare e disattivare in base alle proprie preferenze. Inoltre, sui modelli di stampante supportati è possibile attivare la funzione Richiedi stampa privata che aziona la stampa solo se viene rilevata la presenza dell’utente in prossimità della stampante (la vicinanza viene rilevata tramite il Bluetooth del proprio smartphone, tablet o computer).

HP+

Dalle impostazioni è inoltre possibile vedere lo stato attuale e l’indirizzo email della stampante (al quale inviare i file da stampare), regolare le preferenze relative al vassoio e alla carta, attivare o disattivare la modalità silenziosa e regolare altre impostazioni avanzate del dispositivo.

Infine, la sezione Scansione dell’app consente di comandare la scansione di contenuti tramite lo scanner della stampante, quella Visualizza & Stampa permette di selezionare file dalla memoria del dispositivo e dai servizi cloud supportati per poi stamparli, mentre quella Account permette di visualizzare e gestire le informazioni relative al proprio account HP/HP+ (compresa la garanzia della stampante, eventualmente estesa di 1 anno con HP+ e l’elenco delle funzioni HP Smart Advance sbloccate). È tutto davvero molto intuitivo, praticamente impossibile sbagliarsi o non trovare l’informazione che si cerca.

Per maggiori informazioni

HP+

Puoi acquistare le stampanti che fanno parte dell’ecosistema HP+ sul sito ufficiale di HP e su Amazon.

Per maggiori dettagli su HP+, qualora avessi ancora dei dubbi sulle sue caratteristiche o sul suo funzionamento, ti invito a consultare questa pagina del supporto ufficiale, nella quale sono raccolte tutte le risposte alle domande più frequenti su HP+.

Articolo realizzato in collaborazione con HP.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.