Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come funziona Netflix condiviso

di

Essendo un grande appassionato di cinema e serie TV, stai seriamente pensando di attivare un abbonamento a Netflix, il servizio di streaming video più famoso al mondo. Prima di farlo, però, vorresti sapere se è possibile condividere un account con gli altri membri della famiglia e guardare i contenuti disponibili su più schermi contemporaneamente. Per questo motivo, hai effettuato alcune ricerche sul Web e sei finito dritto su questa mia guida. Le cose stanno così, vero? Allora lasciati dire che sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò come funziona Netflix condiviso fornendoti tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno. Oltre a dirti quando è possibile condividere il proprio account con altre persone ed elencarti le tipologie di abbonamento necessarie per la visione dei contenuti in simultanea, ti mostrerò le procedure dettagliate per attivare un account condiviso e creare un profilo utente per tutte le persone che avranno accesso all’account Netflix.

Coraggio: mettiti bello comodo, ritagliati cinque minuti di tempo libero da dedicare alla lettura dei prossimi paragrafi e segui attentamente le indicazioni che sto per darti: così facendo, ti assicuro che riuscirai ad attivare un abbonamento a Netflix e condividerlo con i tuoi familiari in men che non si dica. Buona lettura e, soprattutto, buona visione!

Indice

Netflix: come funziona abbonamento condiviso

Netflix

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti come funziona Netflix condiviso, è necessario fare una doverosa premessa relativa all’utilizzo degli account condivisi sul celebre servizio di streaming video.

Ti sarà utile che, come riportato nelle Condizioni di utilizzo di Netflix, è consentita la condivisione del proprio abbonamento a patto di coinvolgere esclusivamente i componenti del proprio nucleo domestico. Questo significa che non è permesso usare un account in condivisione con amici o con parenti che non fanno parte di tale nucleo.

Inoltre, se la tua intenzione è condividere Netflix in un luogo pubblico, devi sapere che il celebre servizio di streaming video è destinato esclusivamente ad un uso personale e non commerciale e, di conseguenza, non è consentita la proiezione pubblica dei suoi contenuti.

Come attivare Netflix condiviso

Come attivare Netflix condiviso

Dopo la doverosa premessa iniziale, sei pronto per attivare Netflix condiviso scegliendo uno degli abbonamenti che consentono la visione dei contenuti su più schermi contemporaneamente e, di conseguenza, l’accesso al proprio account a più persone per volta.

Per attivare un abbonamento Netflix condiviso, collegati alla pagina principale del celebre servizio di streaming video, inserisci il tuo indirizzo email nel campo apposito e clicca sul pulsante Provalo ora. Nella nuova schermata visualizzata, seleziona l’opzione Vedi i piani e scegli l’abbonamento che ritieni più adatto alle tue esigenze. A seconda delle promo in corso, potrebbe essere disponibile un periodo di prova gratuito più o meno lungo (max 30 giorni).

  • Standard (11,99 euro/mese): consente la visione dei contenuti di Netflix in HD e ne permette la riproduzione in contemporanea fino a 2 dispositivi. La soluzione ideale per chi vuole condividere il proprio account con un’altra persona del proprio nucleo domestico;
  • Premium: (15,99 euro/mese): oltre alla possibilità di vedere i contenuti di Netflix in Ultra HD e in 4K, ne consente la riproduzione fino a 4 dispositivi in simultanea e, quindi, a 4 persone contemporaneamente.

Ti segnalo che in entrambi i casi, per i contenuti che lo permettono, è disponibile anche la visione in modalità offline che consente di scaricare i contenuti di proprio interesse su smartphone, tablet e PC con Windows 10 (tramite l’apposita applicazione) e guardarli senza occupare uno “slot” di visione. Per saperne di più, puoi dare un’occhiata alla mia guida su come vedere Netflix offline.

Dopo aver selezionato l’abbonamento che ritieni più adatto alle tue esigenze, clicca sul pulsante Continua (per due volte consecutive), crea una password da associare al tuo account inserendola nel campo Aggiungi una password e premi nuovamente sul pulsante Continua.

A questo punto, seleziona il metodo di pagamento che preferisci tra Carta di credito o di debito, PayPal e Codice regalo, inseriscine i dati nei campi appositi e clicca sul pulsante Inizia l’abbonamento a pagamento, per pagare Netflix e attivare la tua sottoscrizione.

Attivare abbonamento Netflix

Come dici? Hai già un abbonamento a Netflix con attivo il piano Base (che consente la visione dei contenuti su un solo dispositivo per volta) e vorresti passare a uno dei piani che consentono la riproduzione dei contenuti in simultanea? In tal caso, tutto quello che devi fare è accedere alle impostazioni del tuo account e selezionare l’abbonamento di tuo interesse.

Per farlo, accedi a Netflix da computer, clicca sull’immagine di profilo associata al tuo account, in alto a destra, seleziona l’opzione Account dal menu che si apre e, nella nuova schermata visualizzata, premi sull’opzione Modifica piano relativa alla voce Informazioni sul piano.

Scegli, quindi, l’abbonamento di tuo interesse tra Standard e Premium e clicca sui pulsanti Continua e Conferma modifica, per completare il passaggio.

Cambiare piano Netflix

Ti sarà utile sapere che il passaggio a un piano superiore (es. da Base a Standard o da Base a Premium) ha effetto immediato e il nuovo prezzo verrà addebitato alla data di fatturazione successiva.

Come bene saprai, Netflix è disponibile anche sotto forma di applicazione per dispositivi Android e iPhone/iPad ma solo su smartphone e tablet equipaggiati con il sistema operativo del robottino verde è possibile attivare un abbonamento. Sui dispositivi Apple, invece, è necessario procedere tramite browser (es. Safari): in entrambi i casi, la procedura è identica a quanto indicato nelle righe per attivare Netflix da computer.

Come usare Netflix condiviso

Creare un profilo Netflix

Se hai deciso di attivare un abbonamento Netflix condiviso, la prima operazione che ti consiglio di mettere in pratica è quella di creare un profilo per ciascuna persona del tuo nucleo domestico che avrà accesso all’account in questione.

Devi sapere che i profili Netflix consentono a ciascun membro della famiglia di avere un’esperienza di visione personalizzata, con la possibilità di aggiungere i contenuti di proprio interesse alla lista dei preferiti, modificare le impostazioni di visione a proprio piacimento, accedere velocemente alla propria cronologia di visione e ricevere suggerimenti personalizzati relativi a film e serie TV. Inoltre, è possibile creare profili dedicati a bambini e impostare dei filtri di visione che impediscono la riproduzione di contenuti espliciti.

Detto ciò, per creare un nuovo profilo, collegati alla pagina principale di Netflix o avvia l’app del servizio, accedi al tuo account, premi sull’immagine associata al tuo profilo, in alto a destra, e seleziona l’opzione Gestisci i profili dal menu che si apre.

Adesso, scegli la voce Aggiungi un profilo, inserisci il nome della persona che utilizzerà il profilo in questione nel campo Nome, apponi il segno di spunta accanto alla voce Bambino/a se stai creando un profilo per un bambino (in questo caso specifica anche quali contenuti consentire, scegliendo una delle opzioni disponibili tra Bambini piccoli e Fino alla fascia ragazzi) e premi sul pulsante Continua, per completarne la creazione.

A questo punto, non devi far altro che creare un profilo per tutte le persone che avranno accesso al tuo account, ripetendo la procedura che ti ho appena indicato. Devi sapere che è possibile creare un massimo di 5 profili Netflix, a prescindere dalla tipologia di abbonamento attivato.

Completata la creazione di tutti i profili Netflix di tuo interesse, le persone del tuo nucleo domestico potranno accedere all’account condiviso con l’indirizzo email e la password associate a quest’ultimo. Dopo aver effettuato il login, potranno selezionare il relativo profilo visibile nella schermata Chi vuole guardare Netflix? e avviare la riproduzione dei contenuti di loro interesse.

Scegliere un profilo Netflix

Per modificare un profilo, invece, clicca sul pulsante Gestisci i profili che compare sullo schermo dopo aver effettuato l’accesso al tuo account Netflix e premi sull’icona della matita relativa al profilo da modificare. In alternativa, fai clic sulla tua immagine di profilo, in alto a destra, e seleziona l’opzione Gestisci i profili dal menu che si apre.

Accedendo, invece, alle impostazioni dell’account Netflix in uso è possibile impostare dei filtri di visione per ciascun profilo creato. Per farlo, premi sull’immagine associata al tuo profilo, seleziona l’opzione Account e, nella nuova schermata visualizzata, individua la voce Profili e filtro famiglia. Premi, quindi, sull’icona della freccia rivolta verso il basso relativa al profilo di tuo interesse e clicca sul pulsante Cambia relativo alla voce Limitazione di visualizzazione.

A questo punto, inserisci la password del tuo account Netflix nel campo apposito, premi sul pulsante Continua e agisci nelle sezioni Classificazione per età per il profilo [nome] e Limitazione dei titoli per [nome], per impostare quali titoli mostrare nel profilo e applicare dei blocchi per singoli contenuti.

Ti segnalo che da smartphone e tablet, utilizzando l’app di Netflix, è possibile modificare il nome di ciascun profilo (è disponibile anche la funzione Elimina, per cancellare un profilo) ma non è consentito gestire altre impostazioni. Per farlo, è necessario utilizzare il browser installato sul propio dispositivo.

Come funziona Netflix condiviso con Together Price

Come funziona Netflix condiviso con Together Price

Se hai sentito parlare di condivisione dell’account Netflix con Together Price e, adesso, vorresti maggiori informazioni in merito, devi sapere che quest’ultima è una piattaforma che consente di condividere il proprio abbonamento a numerosi servizi digitali, compreso Netflix, sempre rispettando i termini d’utilizzo del servizio da condividere.

Se, dunque, ti stai chiedendo se puoi utilizzare Together Price per condividere il tuo account Netflix con altre persone al di fuori del tuo nucleo domestico, devi sapere che non è operazione consentita proprio perché va contro i termini d’uso di Netflix.

Chiarito ciò, puoi utilizzare Together Price per gestire la condivisione del tuo account con le persone del tuo nucleo domestico e raccogliere con semplicità la quota di partecipazione di ciascun utente, senza più utilizzare carta, penna e calcolatrice. Tieni presente, però, che il servizio in questione applica una commissione di 0,99 euro per ciascun utente che partecipa alla condivisione.

Se ritieni Together Price una valida soluzione per gestire la condivisione del tuo account Netflix, collegati alla pagina principale del servizio, clicca sul pulsante Registrati subito, inserisci i dati richiesti nei campi appositi e premi sul pulsante Registrati, per creare il tuo account ed effettuare il login.

A questo punto, premi sulla voce Crea gruppo, in alto, seleziona l’opzione Netflix Premium e inserisci le informazioni richieste nei campi Prezzo totale, Posti liberi, Accettazione richieste e Visibilità (ti suggerisco di scegliere l’opzione Privato). Apponi, poi, il segno di spunta per accettare i termini d’uso di Together Price e clicca sul pulsante Pubblica, per creare il tuo gruppo di condivisione.

Adesso, non devi far altro che selezionare l’opzione Invita i tuoi amici, premere sul pulsante Copia link, per copiare il link d’invito del gruppo che hai appena creato, e inviarlo alle persone del tuo nucleo domestico che hanno accesso al tuo account Netflix. Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come funziona Together Price.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.