Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come hackerare un account di Brawl Stars

di

È inutile nasconderlo, Brawl Stars è ovunque. Negli autobus, tra i banchi di scuola e addirittura nelle competizioni online, lo sparatutto di Supercell ha conquistato tutti, anche grazie al suo essere un gioco gratuito. E come al solito, un prodotto popolare e gratuito è in grado di attrarre le attenzioni di un pubblico in grado di scovare e abusare della minima falla nel sistema, in modo da poter barare, rompere il sistema e magari anche rubare qualche informazione di valore.

Se sei giunto fino a questa pagina, avrai sicuramente sentito parlare di questo fenomeno e sei sicuramente alla ricerca di un metodo per proteggerti. Ebbene, non preoccuparti: nel corso delle prossime righe ti parlerò di come rubare un account di Brawl Stars, o meglio di quali strumenti e pratiche i malintenzionati possono avvalersi per questo scopo e soprattutto ti fornirò tutti i suggerimenti necessari per riconoscere queste minacce e proteggere il tuo profilo da esse, andando quindi a salvaguardare le tue informazioni personali.

ATTENZIONE: entrare senza autorizzazione all’interno degli account di gioco altrui e rubare i loro dati d’accesso è una grave violazione della privacy, passabile come un reato punibile secondo la legge. Per questo motivo, non mi assumo nessuna responsabilità circa l’uso che farai delle informazioni presentate in questo tutorial. Ciò che segue verrà illustrato a puro scopo informativo.

Indice

Programmi per hackerare un account di Brawl Stars

Programmi per hackerare Brawl Stars

Con molta probabilità ti sarai imbattuto almeno una volta in una pubblicità, che si tratti di un video, di un’immagine o persino di un sito dedicato alla sponsorizzazione di un miracoloso strumento in grado di rubare un account di Brawl Stars. Software in grado di far comparire “come per magia” tutti i dati necessari per “bucare” un account altrui. Per fortuna (o sfortuna a seconda del tuo punto di vista), questi miracolosi programmi sono false promesse e, anzi, rappresentano un rischio per i loro fruitori.

Si tratta, infatti, di programmi creati a tavolino per attirare l’attenzione degli utenti meno esperti, usando delle interfacce semplici da comprendere, anche grazie alla presenza di pochissimi elementi sullo schermo: di solito, un campo dove inserire il proprio indirizzo email, un campo dove il programma mostrerà dei risultati fittizzi e un gigantesco pulsante d’avvio.

Inseriti i dati della “vittima” e premuto l’unico tasto presente infatti, il programma creerà un risultato fittizzio, ma non solo. Questi dati (es. l’email associata all’account di Brawl Stars, insieme ad alcuni dati di chi sta utilizzando il software al momento, che dunque diventa “vittima” a sua volta dell’attacco) verranno trasmessi ai veri malintenzionati dietro allo sviluppo del programma.

E allora, come proteggersi da queste minacce? Semplice: l’unico modo per evitare l’approccio con programmi di questo tipo risiede nel non affidarsi a siti sospetti e stare alla larga da qualsiasi applicazione prometta di “bucare” qualsivoglia tipo di account con semplicità. È brutto da dirsi, ma anche nel mondo delle attività illecite, bisogna faticare per raggiungere i propri scopi, quindi se ci sono soluzioni che promettono di fare tutto in un clic, nella maggior parte dei casi si tratta di truffe!

Come hackerare un account di Brawl Stars

Come hackerare Brawl Stars

Se i finti programmi per “bucare” gli account di Brawl Stars non funzionano — non per chi li utilizza, almeno — ci sono degli strumenti e delle tecniche che, invece, i malintenzionati usano con successo: analizziamone alcuni e vediamo come evitarli.

Keylogger

Keylogger per Brawl Stars

Il primo strumento utilizzato dai pirati informatici per bucare le difese e rubare i dati d’accesso dei giocatori di Brawl Stars (e non solo) sono sicuramente i keylogger.

Qualora non lo sapessi, un keylogger è un software che, una volta avviato, registra di nascosto tutto ciò che viene digitato sulla tastiera, fisica o virtuale, del dispositivo in uso, compresi i dati d’accesso a giochi come Brawl Stars. Successivamente, questi dati vengono inviati ai malintenzionati. Se vuoi ulteriori approfondimenti sull’argomento, ti consiglio di dare un’occhiata al mio tutorial dedicato.

Per evitare questo tipo di minacce, ti consiglio caldamente di evitare in qualsiasi modo l’approccio da parte di software contraffatti, app provenienti da fonti sospette come email di spam o messaggi arrivati da contatti che non conosci (o anche quelli che conosci, se non ti sembro scritti in modo credibile). Inoltre, è altamente consigliabile l’installazione di protezioni digitali quali antivirus e antimalware, ma questo vale sempre.

Va inoltre segnalata l’esistenza di keylogger hardware, presenti sul mercato sotto forma di adattatori di tipo USB o PS/2, ma ovviamente parliamo di minacce poco inerenti al caso di Brawl Stars, soprattutto per quanto riguarda il metodo di installazione, che prevede un intervento fisico sui device delle vittime.

App false o contraffatte

App contraffatte per Brawl Stars

Per quanto riguarda l’ambito mobile, un metodo efficace per rubare qualsiasi tipo di dato (anche al di fuori di Brawl Stars) risiede nella creazione di app false o contraffatte, una piaga particolarmente presente su sistema Android. Sebbene Brawl Star sia disponibile all’interno del Google Play Store per Android e sull’App Store di Apple per quanto riguarda iOS e iPadOS, moltissimi utenti potrebbero reperire il file d’installazione all’interno di store alternativi gestiti da terzi.

Alcuni di questi store però, potrebbero contenere delle applicazioni provenienti da fonti non affidabili. Parliamo di vere e proprie versioni modificate dell’app di Brawl Stars o, nel peggiore dei casi, app fasulle con icone che rimandano al gioco ufficiale ma con al loro interno contenuti tutt’altro che ufficiali.

Questo genere di applicazioni sono il terreno ideale per nascondere delle backdoor al loro interno, ovvero dei canali di comunicazione che permettono ai pirati informatici di entrare nel dispositivo della vittima, eseguire applicazioni da remoto e registrare dati come nome utente e password d’accesso all’account di Brawl Stars.

A seconda della complessità del codice di una backdoor, il malintenzionato potrà eseguire una vasta gamma di applicazioni, arrivando persino ad aprire pagine Web sospette e installare software contraffatti o sospetti, senza che l’intervento attivo dell’utente.

Come nel caso precedente, un ottimo modo per evitare questo fenomeno risiede nell’evitare l’installazione di app provenienti da fonti esterne e di utilizzare i vari store pre-installati sul proprio dispositivo. Inoltre, è consigliabile non effettuare pratiche di modifica come il root su Android o il jailbreak su iOS e iPadOS, in modo da non indebolire ulteriormente la stabilità del sistema operativo dei propri dispositivi.

Phishing

Scam su Brawl Stars

Con il termine phishing (pesca, in italiano) s’intende la pratica di attirare la vittima verso una trappola digitale con un’esca credibile o attraente, ad esempio un messaggio di posta elettronica che riproduce l’aspetto delle comunicazioni di un’azienda importante e chiede l’inserimento dei propri dati d’accesso per interventi importanti (es. per evitare che l’account in questione venga cancellato). Nel caso di Brawl Stars, potrebbe trattarsi di presunte offerte con vantaggi all’interno del gioco.

Per farti un esempio, il malintenzionato potrebbe contattarti fingendosi parte di un’azienda importante (in alcuni casi anche di un ente nazionale), invitandoti a inserire i tuoi dati sensibili (es. indirizzo email, password o dati della carta di credito) all’interno di un modulo riconducibile a quello di un sito affidabile (es. il sito ufficiale del gioco).

Tornando all’interno del contesto di Brawl Stars, eccoti un esempio: tra una partita online e l’altra, un utente inesperto e ignaro delle minacce presenti su Internet potrebbe entrare in contatto con un sito Web, un video o una pubblicità che sponsorizza un’offerta difficile da rifiutare: una quantità infinita di gemme o punti stellari in regalo. L’utente, che conosce esattamente il valore e il potenziale uso di quell’ingente somma di crediti virtuali, decide di fidarsi dell’annuncio e apre il fantomatico link. Quello che gli si presenta davanti è una pagina web dedicata all’offerta, con un enorme pulsante che lo invita a riscattarla subito, aggiungendo che magari si tratta di un’offerta a tempo limitato, portando la vittima a prendere decisioni affrettate.

Una volta cliccato sul pulsante, il sito chiederà al malcapitato di inserire i propri dati d’accesso all’interno di un modulo che, una volta inviato, farà partire (mentendo) un processo di sincronizzazione e versamento dell’ingente somma di crediti.

Ovviamente, come nei capitoli citati in precedenza, offerte di questo tipo non esistono e quindi l’utente non riceverà mai alcun tipo di regalo. E peggio ancora, quei dati inseriti in precedenza finiranno direttamente nelle mani di malintenzionati che, con il minimo sforzo, potranno vendere quei dati all’interno del mercato degli account di Brawl Stars rubati, magari all’interno di siti più che sospetti provenienti dal Deep Web.

Come sempre, un buon metodo per evitare queste minacce è quello di evitare link sospetti provenienti da fonti non ufficiali e mettersi l’anima in pace: l’unico modo per ottenere quell’agognata skin rara risiede nel pagare l’oggetto acquistando o guadagnando, con fatica, la valuta necessaria all’interno del gioco.

Come proteggersi da un attacco hacker su Brawl Stars

Brawl Stars

Oltre ai consigli che ti ho dato finora, per aumentare il livello di sicurezza del tuo profilo di gioco in Brawl Stars, ti consiglio vivamente di creare un Supercell ID.

Il Supercell ID è un sistema che permette la gestione di tutti i profili creati all’interno dei giochi sviluppati dall’omonima software house: una sorta di account universale che funziona non solo su Brawl Stars, ma anche su giochi come Clash Royale e Clash of Clans e che prevede varie misure di sicurezza ed eventuale recupero delle proprie credenziali in caso di attacco.

Nel caso di Brawl Stars, creare e impostare un Supercell ID è piuttosto semplice e intuitivo. Prima di tutto, raggiungi la schermata principale del gioco e premi sul pulsante ☰ per aprire il menu delle opzioni. Premi poi sulla voce Supercell ID, quindi fai tap più volte sulla voce Prosegui, per raggiungere la schermata d’accesso.

A questo punto, il gioco ti chiederà di effettuare l’accesso nel caso tu abbia già un’account, oppure di registrarti, premendo sulla voce Registrati ora. Nel caso tu abbia premuto la seconda opzione, il sistema ti chiederà di inserire il tuo indirizzo email e successivamente di inserirlo nuovamente per confermarlo, per poi completare la procedura premendo sul pulsante Registrati.

Fatto questo riceverai, tramite e-mail, un codice di verifica da inserire per convalidare l’accesso premendo il tasto Invio. Una volta completata la procedura, il tuo account di Brawl Stars sarà finalmente collegato all’account universale di Supercell ID, permettendoti non solo di salvaguardarlo, ma anche di sincronizzare i progressi fatti, in modo da non dover creare un nuovo account nel caso tu installassi il gioco all’interno di un nuovo dispositivo.

Per ulteriori approfondimenti riguardo il Supercell ID e le sue funzionalità all’interno di altri giochi, ti rimando alla lettura della mia guida su Come connettersi a Supercell ID.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.