Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come installare DuckDuckGo

di

Navigando sul Web, hai sentito parlare di un motore di ricerca chiamato DuckDuckGo, che ha attirato la tua attenzione. Il motivo del tuo interesse è dovuto al fatto che questo servizio parte con la premessa di fornire maggiore protezione della propria privacy durante la navigazione sul Web rispetto ai motori di ricerca più diffusi. Ti stai quindi informando su come usarlo e impostarlo come motore di ricerca predefinito sui tuoi dispositivi.

Beh, se le cose stanno così, allora sarai felice di sapere che sei capitato nel tutorial giusto. Nei capitoli seguenti, troverai infatti tutte le istruzioni di cui hai bisogno per scoprire come installare DuckDuckGo e usarlo come motore di ricerca di default sul tuo PC, smartphone e/o tablet, indipendentemente dal sistema operativo o dal browser usato.

Se sei pronto per iniziare, mettiti pure ben comodo e dedica qualche minuto alla messa in pratica dei passaggi che sto per mostrarti. Ti assicuro che riuscirai a raggiungere il tuo scopo in men che non si dica. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Informazioni preliminari

DuckDuckGo

Prima di spiegarti come installare DuckDuckGo, penso sia doveroso fare una piccola introduzione a questo motore di ricerca.

Come ti ho già accennato poc’anzi, DuckDuckGo nasce con l’idea di fornire una maggiore privacy ai propri utenti rispetto ai motori di ricerca più diffusi. I metodi che DuckDuckGo applica per tutelare la privacy degli utenti sono innumerevoli: prima di tutto il motore di ricerca non memorizza l’IP dell’utente che lo sta utilizzando. In questo modo la localizzazione non sarà più monitorata, rendendo le ricerche più private.

Oltre a ciò, DuckDuckGo non traccia neanche alcuni degli elementi più cruciali per la privacy, quali la cronologia o i cookie. La collezione di questi dati, infatti, potrebbe portare a un processo di profilazione degli utenti, che spesso viene utilizzato per scopi di marketing.

Grazie a tutto ciò che ti ho elencato poc’anzi e a vari altri processi più complicati, come algoritmi di crittografia mirati alla tutela della privacy, DuckDuckGo riesce quindi a offrire una navigazione privata e sicura da parte degli utenti.

Colgo l’occasione anche per sfatare un mito: la modalità in incognito non fornisce una privacy sicura al 100%. Ciò che fa questa funzione è cancellare vari dati temporanei dal proprio sistema al termine della propria sessione, come la cronologia e i cookie, ma questa modalità lascerà comunque il proprio IP “scoperto”. Inoltre, cancellare i dati dal proprio sistema non garantisce che questi non vengano comunque collezionati dai siti che vengono visitati durante la sessione in incognito. In poche parole, non è capace di fornire una navigazione privata e sicura nell’uso di motori di ricerca meno attenti alla privacy rispetto a DuckDuckGo.

In sostanza, come hai avuto modo di vedere, DuckDuckGo è tra i motori di ricerca più validi se si sta cercando di mantenere sotto controllo la propria privacy senza spendere soldi, perché sì, il servizio non richiede pagamenti e si sostenta grazie a delle pubblicità, che però sono disattivabili e non vengono mostrate profilando gli utenti. Maggiori informazioni qui.

Ad ogni modo, se vuoi approfondire le informazioni riguardo il modo in cui DuckDuckGo gestisce la privacy, ti invito a consultare la documentazione ufficiale del sito (disponibile soltanto in lingua inglese).

Come installare DuckDuckGo su PC

DuckDuckGo

Se quindi vuoi sapere come installare DuckDuckGo su PC, dunque come utilizzarlo come motore di ricerca predefinito nel tuo browser, sappi che il procedimento è molto semplice e non richiederà più di una manciata di clic. Devi semplicemente aprire le impostazioni del tuo browser e agire da lì. In questa guida ti mostrerò come farlo utilizzando Chrome, ma i passaggi da fare sugli altri browser sono molto simili a quelli che sto per illustrarti.

Puoi arrivare alle impostazioni di Chrome cliccando sull’icona dei tre puntini situata nella parte alta dello schermo e selezionando, dal menu che compare, la voce Impostazioni.

Nella pagina che si apre, devi cliccare sulla voce Motore di ricerca e, nel pannello che compare, potrai vedere tutti i motori di ricerca disponibili come motori di ricerca predefiniti sotto la categoria Motori di ricerca predefiniti.

Per impostare DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito di Chrome, devi premere sull’icona dei tre puntini che si trova alla destra dell’icona di DuckDuckGo e, nel menu a tendina che compare, selezionare la voce Imposta come predefinito.

A questo punto puoi subito vedere i risultati: ti basta aprire una nuova scheda cliccando sull’icona + situata nella parte alta dello schermo e vedrai che questa, assieme a tutte quelle successive, avrà DuckDuckGo come motore di ricerca.

DuckDuckGo

Un altro metodo per installare DuckDuckGo è quello di utilizzare l’estensione apposita. Questa offre una protezione maggiore ed è altrettanto veloce da applicare al proprio browser.

L’estensione di DuckDuckGo può essere installata sulla maggior parte dei browser, tra cui il già menzionato Chrome, altri browser basati su Chromium (es. Edge) e Firefox. Per scaricarla, non devi far altro che dirigerti sullo store corrispondente al browser che utilizzi (es. Chrome Web Store) e cliccare sul tasto Aggiungi. Se invece possiedi un Mac e utilizzi il browser Safari, puoi usufruire dell’estensione di DuckDuckGo scaricando la relativa applicazione dal Mac App Store.

Nel caso in cui tu voglia tornare al tuo motore di ricerca predefinito, in caso di ripensamenti, ti basta tornare nel menu delle impostazioni del browser e cambiare motore di ricerca da lì. Nel caso, invece, volessi disinstallare l’estensione di DuckDuckGo dal browser, puoi seguire le indicazioni presenti nelle mie guide su come rimuovere estensioni da Chrome e Firefox.

Come installare DuckDuckGo su smartphone e tablet

DuckDuckGo

DuckDuckGo non è stato pensato unicamente per PC, ed è infatti possibile impostarlo come motore di ricerca o addirittura usarlo come vero e proprio browser su smartphone e tablet. Ecco tutti i dettagli.

Come installare DuckDuckGo su Android

DuckDuckGo

Se vuoi installare DuckDuckGo su Android, quindi usare il browser realizzato dall’azienda, devi dirigerti sul Play Store (oppure su uno store alternativo, se il tuo telefono non possiede il Play Store) e digitare DuckDuckGo nel campo di ricerca. A questo punto, premi sul tasto Vai, quindi seleziona l’applicazione di DuckDuckGo e infine pigia il pulsante Installa.

Dopo aver fatto ciò, non ti resta che aprire DuckDuckGo per iniziare a utilizzare il browser del noto motore di ricerca, che ovviamente usa DuckDuckGo per le ricerche e applica tutte le misure di privacy di cui ti ho parlato a inizio guida. Non hai bisogno di effettuare alcuna registrazione o altri processi del genere, per cui puoi usare l’applicazione subito dopo il termine dell’installazione.

Nel caso in cui, invece, tu voglia impostare DuckDuckGo come browser predefinito, devi aprire le impostazioni del telefono, pigiando sull’icona dell’ingranaggio presente in Home Screen, nel drawer o nel menu delle notifiche.

In seguito, premi sulle voci Applicazioni e Scegli applicazioni predefinite e, infine, sul tasto App browser. A questo punto compariranno tutte le applicazioni installate sul tuo telefono che possono essere utilizzate come browser. Per scegliere DuckDuckGo, non devi far altro che premere sulla sua icona. Tutto qui: la prossima volta che pigerai un qualsiasi link, questo verrà aperto con DuckDuckGo.

DuckDuckGo

La versione per telefono di DuckDuckGo possiede un’ulteriore simpatica funzionalità: premendo sull’icona della fiamma, verrà emessa, appunto, una fiamma sullo schermo del telefono, la quale cancellerà l’intera cronologia. Questa funzionalità è molto utile nel momento in cui si sta cercando di fare delle ricerche con estrema riservatezza.

Se stai usando Chrome, puoi anche impostare DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito al suo interno, similmente a come ti ho mostrato nel capitolo precedente. Puoi fare ciò aprendo DuckDuckGo e premendo sull’icona dei tre puntini e pigiando sulla voce Impostazioni. In seguito premi sulla voce Motore di ricerca e infine sulla scritta DuckDuckGo. Tutto qui: così facendo, quest’ultimo verrà usato come motore di ricerca principale.

In caso di ripensamenti, ti basterà tornare nel menu delle impostazioni del tuo device e modificare le impostazioni modificate in precedenza per ripristinare motore di ricerca e/o browser predefinito.

Come installare DuckDuckGo su iPhone e iPad

DuckDuckGo

Se stai cercando di installare DuckDuckGo su iPhone o iPad, sappi che il procedimento è pressoché identico a quello che ti ho illustrato nel capitolo precedente dedicato ad Android.

Per prima cosa, quindi, devi scaricare DuckDuckGo sul tuo dispositivo mobile tramite la pagina ufficiale sull’App Store, premendo il tasto Ottieni e verificando la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple, se richiesto.

Dopo aver installato DuckDuckGo, puoi direttamente avviare l’applicazione e iniziare a utilizzarla come browser. Puoi anche impostare DuckDuckGo come browser predefinito: per farlo, devi aprire l’app Impostazioni e premere sul tasto DuckDuckGo. A questo punto pigia sulla voce App per il browser di default e, infine, seleziona DuckDuckGo.

Se, invece, vuoi utilizzare DuckDuckGo all’interno di Safari come motore di ricerca predefinito, il procedimento da eseguire è leggermente diverso. Il primo passaggio da eseguire è quello di aprire l’applicazione Impostazioni e dopodiché premere sulla voce Safari.

A questo punto, vai su Motori di ricerca e, infine, spunta DuckDuckGo. Nient’altro: così facendo, la prossima volta che avvierai Safari verrà utilizzato DuckDuckGo come motore di ricerca. In caso di ripensamenti, ti basterà tornare alle impostazioni modificate in precedenza per ripristinare motore di ricerca e/o browser predefinito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.