Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come inviare SMS ad un numero che mi ha bloccato

di

Hai mandato una miriade di SMS ad un tuo amico e non hai mai ricevuto risposta. Ti è dunque sorto l’atroce dubbio che questo ti abbia bloccato, o meglio che abbia bloccato la tua numerazione. Date le circostanze, ti piacerebbe adesso capire se esiste un sistema valido per sincerarti della cosa e soprattutto come poter fare per metterti in contatto con l’altra persona, sempre via SMS, andando ad aggirare l’eventuale blocco.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti sapere se posso darti oppure no una mano sul da farsi oppure no? Ma certo che si, ci mancherebbe altro. Se mi concedi qualche minuto del tuo prezioso tempo oltre che della tua attenzione posso infatti fugare ogni tuo dubbio al riguardo andando a rispondere a quello che è il tuo quesito principale: come inviare SMS ad un numero che mi ha bloccato?

Posizionati quindi bello comodo, afferra il tuo cellulare e leggi con la massima attenzione tutto quando riportato qui di seguito. Insieme, andremo prima a scoprire in base a quali parametri è possibile stabilire se una data numerazione ci ha bloccato o meno (anche se comunque non è possibile avere la certezza più assoluta della cosa) e come fare fronteggiare la situazione a prescindere dalla piattaforma mobile utilizzata e dal gestore telefonico. Sei pronto? Si? Benissimo. Al bando le ciance e procediamo. Buon “lavoro”.

Indice

Capire se un numero ti ha bloccato

Come funziona WhatsApp

Come ti dicevo ad inizio articolo, innanzitutto voglio indicarti come fare per permetterti di sincerarti del fatto che la persona con la quale desideri metterti in contato ha provveduto effettivamente a bloccare la tua numerazione oppure no.

Fermo restando che la certezza più assoluta del fatto che una data persona abbia scelto di bloccare la ricezione degli SMS da parte della tua numerazione non può dartela nessuno se non la persona stessa chiamata in causa, ci sono alcuni “segnali”, quelli riportati qui di seguito, che possono tornarti utili per stabilire se le cose stanno effettivamente come da te immaginato oppure no, specie se si protraggono per un lasso di tempo medio lungo.

  • Provando ad effettuare una telefonata al numero di riferimento il telefono squilla una sola volta ma poi la chiamata viene staccata oppure scatta la segreteria telefonica.
  • Provando ad effettuare una telefonata al numero di riferimento quest’ultimo risulta essere perennemente occupato.

Situazioni come quelle appena descritte vanno a verificarsi, quando il blocco del numero è in essere, perché alcune app e/o servizi di telefonia dirottando i numeri di telefono bloccati verso la segreteria telefonica. Come però risulta facilmente intuibile, il verificarsi di circostanze quali quelle di cui sopra può altresì essere ciò che accade quando il telefono di chi sta provando a chiamare non prendere oppure è spento, quando è attiva la funzione di non disturbare o, ancora, quando o la linea è occupata.

Di sistemi per cercare di terminare se un numero ti ha bloccato con il solo invio degli SMS purtroppo non ce ne sono. L’unico “appiglio” può essere, appunto, il fatto che non hai mai ricevuto risposta ai tuoi messaggi ma la cosa potrebbe essere riconducibile anche a degli errori di rete o, ancora, ad una  ben più semplice mancanza di voglia o di volontà nel risponderti da parte del ricevente.

Ad ogni modo, il blocco della ricezione degli SMS da parte di un dato numero telefonico non è una condizione irreversibile, motivo per cui può essere annullato in qualsiasi momento, basta solo volerlo e metter mano alle impostazioni dello smartphone impiegato, come ho avuto modo di spiegarti in maniera piuttosto dettagliata nella mia guida su come bloccare SMS e nei miei tutorial dedicati su come bloccare SMS Android e su come bloccare contatto iPhone.

Inviare SMS ad un numero che ti ha bloccato

Tenendo conto di quanto riportato nelle righe precedenti, veniamo ora al nocciolo vero e proprio della quesitone. Qui sotto trovi quindi quelle che al momento rappresentato le migliori pratiche da seguire per riuscire a mandare un SMS ad un numero che ti ha bloccato.

Ti anticipo subito che ciò che andrò a suggerirti di fare sarà inviare degli SMS anonimi (il cui mittente può però essere facilmente individuato dagli operatori e dalle autorità, qualora necessario) che in quanto tali saranno ricevuti dalla numerazione di riferimento, praticamente l’unica cosa fattibile in una situazione del genere. Vediamo dunque in che modo procedere dallo smartphone e dal computer (ebbene si, la cosa è fattibile anche da li).

Dallo smartphone

Come inviare SMS ad un numero che mi ha bloccato

Se ti stai chiedendo “come inviare SMS ad un numero che mi ha bloccato?” la migliore risposta alla cosa è: mandare dei messaggi anonimi, come ti dicevo qualche riga più su. Per riuscirci dal tuo smartphone (qualsiasi sia la piattaforma mobile impiegata) e soprattutto usando il tuo numero di telefono, non devi far altro che afferrare il terminale, sbloccarlo, accedere alla schermata in cui ci sono le icone di tutte le app, pigiare su quella adibita all’invio ed alla gestione degli SMS e sfruttare degli appositi codici messi a disposizione drittamente dagli operatori telefonici italiani (purtroppo non da tutti).

Se il tuo operatore è Wind oppure Postemobile, hai due diverse opzioni per inviare i tuoi SMS in totale anonimato. Vediamo subito quali. Tieni comunque presente che in entrambi i casi non sono applicati costi aggiuntivi, il prezzo è praticamente lo stesso dei messaggi, per così dire, standard previsto per il tuo piano tariffario.

  • Se vuoi inviare un SMS anonimo lasciando alla persona con cui è tua intenzione metterti in contatto la possibilità di replicare in forma altrettanto anonima ti basta spedire un messaggio alla numerazione di riferimento formattato nel seguente modo: *k[spazio]k#s[spazio]testo dell’SMS (es. *k k#s ciao, come stai?).
  • Se non vuoi che il destinatario del messaggio possa rispondere, spediscigli un SMS usando questa formattazione: *k[spazio]s[spazio]testo dell’SMS (es. *k s ciao, come stai?).

Se invece il tuo operatore telefonico è Vodafone, quello che devi fare per riuscire nel tuo intento è inviare un messaggio di testo usando la seguente formattazione: S[spazio]numero del destinatario[spazio]corpo del messaggio (es. S 1234567890 ciao, come stai?). Colui o colei che riceverà il messaggio potrà eventualmente rispondere a quest’ultimo seguendo le istruzioni che riceverà sempre tramite SMS. Il costo dell’operazione dovrebbe essere di 29 cent.

Se il tuo gestore è TIMTre oppure Fastweb, mi spiace comunicartelo, ma al momento non ti è possibile inviare SMS senza rivelare la tua reale numerazione. Tutti e tre i gestori hanno infatti interrotto il supporto ai servizi di anonimizzazione e quindi non consentono l’invio diretto di SMS di questo tipo. Per quel che concerne la ricezione (es. un SMS inviato da un numero Wind ad un numero TIM) non sussiste invece alcun tipo di problema.

Ad ogni modo, trattasi di una tipologia di servizio spesso soggetta a modifiche, sia per quel che concerne il funzionamento che i costi da sostenere. Di conseguenza, se vuoi restare sempre aggiornato al riguardo, ti suggerisco vivamente di metterti in contatto diretto con il servizio clienti dell’operatore di riferimento e chiedere delucidazioni direttamene a quest’ultimo. Se non sai come riuscirci, puoi leggere il mio articolo dedicato a come parlare con un operatore Vodafone, TIM, 3 o Wind.

Dal computer

Come accennato, puoi inviare degli SMS anonimi per metterti in contatto con la persona che pensi ti abbia bloccato sul cellulare anche da PC, sfruttando un apposito servizio online: afreeSMS. Si tratta di un sito Internet che consente, appunto, di mandare messaggi anonimi con un massimo di 160 caratteri, drittamente dal computer (usando qualsiasi browser) e verso i numeri di tutti i principali operatori italiani.

È totalmente gratuito, non bisogna effettuare alcuna registrazione per poterlo usare e non aggiunge contenuti promozionali o link agli SMS inviati. L’unico neo del servizio, se così vogliamo finirlo, è la presenza di banner pubblicitari piuttosto invasivi sulla sua home e che in caso di adblocker attivo impediscono a afreeSMS di funzionare correttamente.

Mi chiedi come fare per servirtene per il tuo scopo? Te lo indico subito. In primo luogo, collegati alla pagina Web del servizio e seleziona dal menu a tendina Country il Paese in cui si trova il destinatario del messaggio anonimo (es. Italy). Indica poi nel campo Mobile Number il numero di telefono della persona a cui è tua intenzione mandare il messaggio dopodiché digita nel campo Message il corpo dell’SMS.

Per concludere, digita il codice di verifica visualizzato in fondo al modulo nel campo Verification code e poi fai clic sul bottone Send. Aspetta quindi qualche secondo affinché il tuo SMS anonimo venga spedito. Se tutto è andato per il verso giusto, si aprirà una nuova pagina Web con al suo interno, la scritta Your message has been successfully sent! e una serie di informazioni, come l’operatore telefonico del destinatario ed il tuo indirizzo IP.

Nell’usare il servizio in oggetto tieni comunque presente che si tratta di una soluzione che potrebbe smettere di funzionare in qualsiasi momento, senza contare che il sito potrebbero cadere vittima di attacchi hacker o che potrebbe acconsentire a pratiche pubblicitarie poco corrette cedendo i numeri inseriti dagli utenti (quindi i numeri dei destinatari degli SMS anonimi) a degli spammer. Il consiglio che mi sento di darti è dunque quello di servirtene solo ed esclusivamente se non hai proprio altra scelta.

Soluzioni alternative

Seguendo le indicazioni che ti ho fornito nei passi precedenti non sei ancora riuscito nel tuo intento o comunque sia non hai ricevuto una risposta da parte del tuo amico e ti stai ancora domandando “come inviare SMS ad un numero che mi ha bloccato”? Allora permettimi di suggerirti delle soluzioni alternative che possono comunque far comodo in una circostanza di questo tipo.

Quello che voglio consigliarti di fare è, essenzialmente, provare a metterti in contatto con il tuo amico sfruttando ulteriori sistemi di messaggistica, come ad esempio i diffusissimi WhatsApp, Facebook ed il suo Messenger. In questo modo, se il tuo amico non ha provato a bloccarti anche nell’elenco contatti delle app di riferimento potrai parlare con lui oltre che verificare che il messaggio da te inviato sia stato effettivamente ricevuto e/o letto.

Se desideri ricevere ulteriori dettagli al riguardo, puoi fare riferimento, nel caso di WhatsApp, alle mie guide su come funziona WhatsApp e su come chattare WhatsApp. Per quanto concerne invece Facebook e Messenger, ti consiglio di consultare il mio articolo su come chattare su Facebook ed il mio post dedicato a come funziona Messenger.

Ovviamente, mi raccomando, evita di abusare di quelli che sono i mezzi in tuo possesso in quanto così facendo passeresti inevitabilmente dalla parte del torto senza contare il fatto che “assillare” una persona che non ha la minima voglia di mettersi in contatto con te non è particolarmente produttivo e per di più può costituire una sorta di violenza psicologica. Ti suggerisco quindi di mettere in pratica le mie istruzioni solo ed esclusivamente in caso di reale necessità. Io non mi assumo alcuna responsabilità circa il cattivo utilizzo che potresti effettuare delle indicazioni ivi presenti. Intesi?